Un crescendo di risultati emozionanti inonda di entusiasmo l’Italia delle Olimpiadi

Redazione1
di Redazione1 agosto 8, 2021 00:45

Un crescendo di risultati emozionanti inonda di entusiasmo l’Italia delle Olimpiadi

La serie incredibile di strepitose vittorie storiche, ottenute dall’Italia a Tokyo 2020, che hanno fatto conquistare numerose e prestigiose medaglie d’oro, e inanellare diversi record facendo vivere agli italiani emozioni indimenticabili e inondato il Paese di grande gioia e entusiasmo, rimarranno impresse per sempre nella nostra memoria. Tutti risultati che hanno giovato a ricompattare il senso identitario degli italiani, a rafforzarne il comune sentimento di orgogliosa appartenenza e a tonificarne lo spirito, dopo tanti momenti difficili. Un piacevole richiamo alla contentezza per questi  eventi straordinari, in riferimento ai successi importanti di ieri, ce lo fornisce il puntuale e trascinante racconto di Gabriella Forlese.

Dopo l’oro nella marcia maschile 20 km ad opera di Massimo Stano, arriva quello nella marcia femminile 20 km di Antonella

Palmisano. Una gara condotta in maniera impeccabile, pulita, chiusa in 1h29’12”, con un vantaggio di 25” sulla colombiana Sandra Lorena Arenas e di 45”sulla cinese Hong Liu,  con l’italiana sempre nel gruppo di testa a dare spesso il ritmo ed in fuga,  a 4 km dalla fine, in progressione, tanto da creare il vuoto dietro di se. Ancora una volta è storia, dato che l’oro della Palmisano è la prima medaglia conquistata nella marcia femminile, che ha così egregiamente festeggiato anche il suo compleanno e regalato così all’Italia l’ottavo oro in questa Olimpiade.

 

Il nono oro è arrivato invece dalle arti marziali, specialità Kumite categoria -75kg. ad opera di Luigi Busà, siciliano di Avola, che in gara contro Rafael Aghayev, dopo un inizio difficile in cui i due avversari sembravano non voler concedere nulla l’un l’altro, ha successivamente imposto il ritmo riuscendo infine a conseguire il prezioso risultato. Ed è record di medaglie per l’Italia, che raggiungono quota 37 superando così il precedente record di 36 medaglie conseguito a Los Angeles nel 1932 e a Roma nel 1960.

Ma non finisce qui. Un vero e proprio spettacolo, entusiasmante, ricco di emozioni arriva ancora una volta dal mondo dell’atletica leggera, specialità staffetta 4x100m. che ha consacrato l’Italia come la nazione più veloce al mondo. Il miracolo italiano è stato compiuto ad opera di Lorenzo Patta, Marcel Jacobs, Eseosa Fostine e Filippo Tortu che, in soli 37”50 davanti alla Gran Bretagna ed al Canada hanno conseguito un risultato a dir poco leggendario consegnando al medagliere italiano il decimo oro. Un’impresa, quella di questi quattro atleti, destinata ad essere ricordata per sempre. Perfetti nel gesto atletico, armoniosi nei cambi, hanno realizzato un capolavoro che ci ha emozionato e fatto esultare, uniti nella vittoria.

E così, nel giro di poche ore, altri 3 ori si aggiungono al nostro medagliere che vanta adesso 38 medaglie di cui 10 ori, 10 medaglie d’argento e 18 di bronzo.

Abbiamo fatto la storia, siamo leggenda.

Gabriella Forlese

Redazione1
di Redazione1 agosto 8, 2021 00:45

RSS aleteia

  • Sapete qual è stato il primo Papa ad aver viaggiato in aereo?
    Innocenzo XII è stato l’ultimo Papa con la barba, Clemente VIII il primo a provare il caffè e Leone X il primo (e ultimo) ad avere come animale da compagnia un elefante, ma Papa Paolo VI (noto anche come “il Papa pellegrino”) è stato il primo a viaggiare in aeroplano, il primo a lasciare l’Italia […]
    Daniel R. Esparza
  • Il salvataggio della Grande Barriera Corallina
    Quando l’equilibrio della natura viene rotto, a causa dell’uomo o no, l’uomo stesso può intervenire a restaurarlo. Il nostro collaboratore Tugdual Derville ci racconta la storia di una mobilitazione umana riuscita per salvare uno dei nostri beni comuni: la Grande Barriera Corallina.  The post Il salvataggio della Grande Barriera Corallina appeared first on Aleteia.org - […]
    Tugdual Derville
  • Padre Martin Mekel, in missione tra i Rom di Slovacchia
    Nel corso della sua visita in Slovacchia, dal 12 al 15 settembre, papa Francesco ha incontrato la minoranza rom a Košice, la seconda città slovacca per dimensioni. Il racconto di padre Martin Mekel, in missione nel popolo rom. The post Padre Martin Mekel, in missione tra i Rom di Slovacchia appeared first on Aleteia.org - […]
    Thomas Oswald
  • Torturato in Libia, migrante nel Mediterraneo: ora gioca a calcio in serie B
    Una storia d’altri tempi: la fuga dalla Guinea, sua terra natia in preda a bande assassine, poi i furti subiti, le torture in Libia, il viaggio su un barcone di migranti con destinazione Calabria: infine per Cherif Karamoko l’approdo a Padova dove realizza il suo sogno di giocare a calcio. Diventa un atleta della squadra […]
    Gelsomino Del Guercio
  • I nazisti lo uccisero a bastonate. Ora Don Giovanni Fornasini sarà beato
    Don Giovanni Fornasini è “fratello di tutti”, se c’è “un testamento della sua vita è che non lasciava dietro nessuno”. Così l’arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Zuppi, ha ricordato la figura del sacerdote martire, ucciso dai nazifascisti il 13 ottobre 1944 a San Martino di Caprara, testimone degli eccidi avvenuti a Monte Sole, Marzabotto, nei […]
    Gelsomino Del Guercio
  • 4 suggerimenti contro l’ansia
    La fuga è una risposta naturale dell’organismo di fronte a situazioni minacciose, come fa un animale selvaggio nella foresta o la pandemia. In un contesto minaccioso, il corpo produce un ormone chiamato cortisone, che comporta vari benefici per il corpo stesso e permette una risposta rapida. Quando non si fa nulla per combattere o per […]
    Octavio Messias
  • Il Sinodo. Camminare insieme senza paura
    C’è una decisione che va in profondità: voglio uscire dall’isolamento? Dalla supponenza individualista? Dalle ritrosie egoistiche che mi sospingono a vedere nell’altro un nemico e non un compagno e amico di strada? Abbiamo paura dell’altro, chiunque esso sia, si immagini se dovessimo “amare il nemico”, e la paura pervasiva invade e paralizza i primi passi […]
    Don Fortunato Di Noto
  • Federico ha saltato l’inizio della scuola… per salire in vetta al Cervino
    «Ha scalato il Cervino» non è una giustificazione che molti genitori useranno nel libretto delle assenze dei figli, ma la mamma di Federico Tomasi ha dovuto proprio scrivere così. Federico è mancato da scuola i primi due giorni, frequenta la seconda media in Piemonte e ha compiuto un’impresa storica. Nell’attuale panorama desolante di psico-pandemia (paghiamo […]
    Annalisa Teggi
  • La proposta di matrimonio che forse vi siete persi ai Giochi Paralimpici
    Oltre a tutti i successi sportivi dei Giochi Paralimpici di Tokyo di quest’anno, c’è stato spazio anche per un po’ di romanticismo. Fortunatamente, le telecamere sono riuscite a captare il dolce momento perché tutti potessero vederlo. Keula Nidreia Pereira Semedo è un’atleta con disabilità visiva che gareggia nei 100 e 200 metri. Per muoversi con […]
    Dolors Massot
  • Se un gatto fa il prete: i Mienmiuaif e il meraviglioso nonsense della fede
    Avevo appena aperto la mia confezione di bagigi sotto sale da mangiare tutta intera in santa pace con tanto di leccata di dita finale quando eccolo lì. E ti pareva. Parli di bagigi e lui li ha già fiutati da un chilometro o da dovunque sia la sua canonica. Un gatto che predica Ma poi […]
    Giovanna Binci

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 164:
    • 134:
    settembre: 2021
    L M M G V S D
    « Ago    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

    Login