Messina “Terra di Santi”. I segni prodigiosi della Santa promotrice di grazie consolanti

Redazione1
di Redazione1 aprile 11, 2021 19:36

Messina “Terra di Santi”. I segni prodigiosi della Santa promotrice di grazie consolanti

Tra le presenze spirituali da cui ci è dato trarre benefici, insieme a memorie sacre, luoghi santi e istituzioni religiose legate a figure di santi che  hanno compiuto grandi opere di bene, la nostra città ha il vanto e il privilegio di avere anche un prezioso patrimonio mistico francescano: l’antico monastero di Montevergine. Un importante caposaldo di religiosità dove vive e opera la nota comunità di clarisse, “Sorelle povere di Santa Chiara”, dedite alla vita contemplativa di preghiera e penitenza nella clausura, per la salvezza delle anime. Clarisse seguaci di Santa Eustochia Smeralda Calafato, la Fondatrice del monastero, da cui si irradia da secoli una luminosa spiritualità per tanti propiziatrice di grazie e ispiratrice di vita spirituale e vocazionale. Claustrali che sono anche custodi di tante testimonianze di grazie, a conferma della ricca e segreta dimensione di relazioni mistiche che, mediante l’intervento dei santi, intercorrono tra l’uomo tanto bisognoso di aiuto e la Divinità. E, in particolare, di avvenimenti che sanno di miracoloso, grazie particolari, donazioni mistiche, propiziate dall’intercessione della Santa messinese, di cui hanno dato testimonianza le persone beneficiate con il loro grato e commosso riconoscimento. Eventi straordinari che concorrono altresì a confermare la fede e rinvigorire la nostra autentica identità collettiva e religiosa e quindi culturale.

Ora, sulla base di queste premesse, troviamo interessante richiamare le  segnalazioni che mettono in evidenza lo straordinario carisma della santa messinese, quale  soccorritrice premurosa e comunicativa che risponde con sollecitudine a chi l’invoca mediante i favori celesti da lei ottenuti, accompagnandoli con segni straordinari: odori particolari, apparizioni in sogno ed altri fenomeni significativi.

Come quello sorprendente riferito alla testimonianza di una grazia ricevuta per intercessione di S. Eustochia di cui esponiamo i particolari, che evidenziano la toccante sollecitudine anticipatrice con cui la Santa offre aiuto a chi ancora non la conosce, manifestandosi amorevolmente prima in sogno e poi attraverso un soave profumo, di cui la signora Gaetana Insolera così ci racconta.

“Avendo scoperto un nodulo al seno sinistro, cominciarono le mie peregrinazioni da un luminare della medicina all’altro. Tutti sentenziavano: ‘bisogna asportare il nodulo e analizzarlo’. Durante una delle mie notti, generalmente insonni, all’improvviso mi addormentai e sognai di essere in una chiesa a pregare. C’erano tante altre persone e una suora cercava chi calzasse un particolare paio di scarpe, perché avrebbe dovuto recarsi sull’altare.

Io, sicura di non essere la persona prescelta, mi ritrovai, invece, sollecitata dalla suddetta suora, ad andare all’altare della Santa Vergine per chiedere la grazia. Ero esterrefatta ed emozionata, mentre venivo colpita improvvisamente da una luce abbagliante, tanto da scoppiare in singhiozzi. La suora mi incoraggiava, ma vedendo che non riuscivo a parlare, lo fece lei per me. Quando tutto fu tornato come prima, mi disse: ‘quando hai bisogno di me chiamami. Vienimi a trovare, il mio nome è Eustochia’. Al racconto che feci a mia figlia al risveglio, appresi che effettivamente questa suora miracolosa era venerata nel Monastero di Montevergine. Mi recai quindi a visitarla nella sua chiesa, e mentre pregavo fui colpita da un odore soavissimo che a sera risentii anche a casa, percepito anche dai miei familiari.

Capimmo che stava accadendo qualcosa di straordinario. Infatti, l’indomani, quando mi recai per l’ennesimo controllo prima dell’intervento, grande fu lo stupore dei medici: tante palpazioni, insistenti, ma il nodulo era completamente scomparso”.

A.M.

Redazione1
di Redazione1 aprile 11, 2021 19:36

RSS aleteia

  • I pericoli dell’attivismo nella vita interiore
    È cosa lodevole lavorare per Dio, ma attenzione a non ricadere nell’attivismo – come se volessimo “dimostrare di meritarci” la salvezza. Cerchiamo piuttosto di consolidare il nostro essere interiore prima di lanciarci nelle opere esteriori. The post I pericoli dell’attivismo nella vita interiore appeared first on Aleteia.org - Italiano.
    Jean-Michel Castaing
  • Un innamorato che non ha conosciuto le distanze, ma le ha percorse: san Domenico di Guzman
    O lumen Ecclesiae1 Luce della Chiesa, Dottore di verità, Rosa di pazienza, Avorio di castità,gratuitamente hai effuso l’acqua della sapienza:predicatore della grazia, ricongiungi anche noi tra i beati del cielo. Prega per noi, Santo padre Domenico.E saremo degni delle promesse di Cristo. PreghiamoTi supplichiamo Dio onnipotente, per intercessione di San Domenico nostro Padre, di sollevarci […]
    Padre Bruno Esposito, OP
  • Emma Torre: “Mio padre ha vinto questo premio anche se non c’è più”
    Si è svolta ieri sera la 66ima edizione della cerimonia dei David di Donatello, kermesse che celebra il meglio del cinema italiano. Uno dei momenti più commoventi della serata è stato quando la giovanissima Emma Torre è salita sul palco per ritirare il premio al posto del papà, lo sceneggiatore Mattia Torre, morto nel 2019. Un […]
    Annalisa Teggi
  • Pronti per un tour virtuale di una cappella in onore di San Giuseppe?
    Il 6 maggio, il Santuario Nazionale di Nostra Signora Aparecida è stato il luogo scelto per la preghiera mondiale per la fine della pandemia. Su Aleteia avete potuto seguire questa celebrazione dal vivo dall’emblematico santuario situato a San Paolo, in Brasile, come tutta la “maratona” convocata da Papa Francesco per il mese di maggio. Il […]
    Pablo Cesio
  • 5 idee ispiratrici sull’amicizia tratte dalle Scritture
    Il Vangelo ci ricorda quanto sia rivoluzionario il rapporto di Cristo con l’umanità. Egli ci ha offerto un modello radicalmente nuovo per accostarci a Dio attraverso l’amicizia. Comprendere il ruolo spirituale dell’amicizia ha un grande impatto sul modo in cui pratichiamo la nostra fede. La maggior parte delle culture antiche credeva in molti dèi, e […]
    Theresa Civantos Barber
  • La Santa Sede chiede di vaccinare i sacerdoti esposti a rischi
    “Un sacerdote che sia fedele alla sua vocazione e alla sua missione, e che quindi si spenda esercitando il proprio ministero in parrocchia, nelle carceri, negli ospedali, potrebbe essere considerato come parte di una ‘categoria a rischio’, per lo svolgimento di un servizio ‘socialmente utile’”. Lo afferma il Cardinale Beniamino Stella, prefetto della Congregazione per […]
    Mirko Testa
  • Il Papa all’udienza generale: è bello rivedersi faccia a faccia
    Il Papa torna a presiedere l’udienza generale con la presenza dei fedeli. Le sue parole risuonano, tra volti di pellegrini di vari Paesi del mondo, dal Cortile di San Damaso del Palazzo Apostolico. Sono contento di riprendere questo incontro faccia a faccia, perché vi dico una cosa: non è bello parlare davanti al niente, a […]
    Vatican News
  • La lettera di dimissioni di un’addetta alle pulizie diventa virale per una ragione importante
    Dopo 35 anni in cui ha pulito uffici, Julie Cousins è finalmente andata in pensione, ma prima di andarsene voleva essere certa che i suoi datori di lavoro comprendessero l’importanza di trattare con rispetto qualsiasi persona. Secondo suo figlio Joe, la donna ha lasciato una lettera che ha sottolineato gli atteggiamenti che l’hanno addolorata portandola […]
    Cerith Gardiner
  • Qual è il nostro destino? avere la stessa gloria di Cristo
    In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso.Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose […]
    Luigi Maria Epicoco
  • Cristiano morto a 7 anni di tumore: mamma, come si fa ad andare in Paradiso?
    Oggi vi racconto la storia di Cristiano, un bambino salito al Cielo a soli sette anni a causa di un tumore al cervello, il 5 aprile 2016. Cristiano era appassionato di pittura e colori, ha disegnato fino al giorno prima di morire. Ultimo di sei fratelli, adorava andare a scuola, giocare a calcio, e non […]
    Silvia Lucchetti

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 20:
    • 111:
    maggio: 2021
    L M M G V S D
    « Apr    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

    Login