Santa Bernadette: iniziata la peregrinatio italiana della reliquia, una tappa toccherà la Diocesi di Patti (Gliaca di Piraino) dove il reliquiario sosterà dall’1 al 4 luglio

Redazione1
di Redazione1 aprile 28, 2019 13:48

Santa Bernadette: iniziata la peregrinatio italiana della reliquia, una tappa toccherà la Diocesi di Patti (Gliaca di Piraino) dove il reliquiario sosterà dall’1 al 4 luglio

Da giorno 24 aprile il reliquario di Santa Bernadette Soubirous è in Italia. L’urna, contenente una costola della santa, partita da Lourdes è arrivata ad Alessandria, prima tappa del percorso devozionale italiano che avrà una sosta anche nella vicina Diocesi di Patti, dove sarà ospitata a Gliaca di Piraino nella parrocchia Maria SS. di Lourdes dall’1 al 4 luglio. Ne ha dato notizia anche il parroco p. Antonio Mancuso, annunciando che al più presto stilerà il programma riguardante i vari momenti di devozione, liturgia e preghiera che si svolgeranno nel Comune di Piraino nei giorni di permanenza della sacra reliquia, che è accompagnata dal cappellano italiano di Lourdes padre Nicola Ventriglia.

Dunque l’Italia, la prima a chiedere di ricevere il reliquiario di Santa Bernadette nel 2017, rinnova adesso questa esperienza dal 27 aprile al 22 agosto di questo 2019 dichiarato Anno di Bernadette, in cui il Santuario di Lourdes, facendo memoria delle 18 apparizioni del 1858, ha promosso il pellegrinaggio europeo della reliquia della veggente francese, in occasione del 175° della nascita e il 140° della morte della giovane santa, che diventò suora, si ritirò in convento e morì a soli 35 anni a Nevers. La salma incorrotta della bellissima santa Bernadette Soubirous riposa lì nella appella del convento di Saint-Gildard.

In totale sono 33 le Diocesi italiane – fra cui quelle siciliane di Palermo e della vicina Patti – che hanno aderito alla proposta del Santuario di Lourdes e ospiteranno la reliquia della giovane cui apparve la Madonna nella grotta di Massabielle, e che venne canonizzata l’8 dicembre 1933 da Papa Pio XI.

Bernadette è la veggente francese che stupisce il mondo per la sua inflessibile testimonianza della verità acquisita mediante un’esperienza sconvolgente  che fin dall’inizio delle apparizioni si trova coinvolta in una situazione del tutto difficile e paradossale: quella di una 14enne che senza saper né leggere né scrivere, indifesa e malaticcia si fa portavoce di un avvenimento soprannaturale che ha una grande risonanza in tutto il mondo, contravvenendo alle dominanti idee politiche anticristiane del tempo.

Una ragazzina che, avendo assistito a 18 apparizioni di una “sedicente” Immacolata Concezione nella grotta di Massabielle, riesce a sconfiggere tutti quelli che, tacciandola di falsità, l’hanno contrastata per farla crollare e recedere dalla coerenza delle sue testimonianze imbarazzanti, mediante assillanti interrogatori, intimidazioni e minacce.

Siamo dunque di fronte ad una figura di santa davvero edificante, da ammirare e venerare; un esempio di fedeltà, fermezza e perseveranza da emulare, specialmente quando, di fronte all’esigenza di testimoniare verità, giustizia e fede, ci si trova in conflitto col perbenismo, col “politicamente corretto”, il pensiero dominante e la convenienza. Tutti motivi viziati da ipocrisia, sudditanza psicologica e interessi di parte che di solito traggono linfa da un Io pavido e immaturo.

 

 

A.M. 

Redazione1
di Redazione1 aprile 28, 2019 13:48

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 25:
    • 191:
    dicembre: 2021
    L M M G V S D
    « Nov    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

    Login