MESSINA – Celebrato il rito dell’imposizione del pallio all’Arcivescovo, nella ricorrenza del 30° della canonizzazione di Eustochia Smeralda Calafato

Redazione1
di Redazione1 giugno 18, 2018 19:40

MESSINA – Celebrato il rito dell’imposizione del pallio all’Arcivescovo, nella ricorrenza del 30° della canonizzazione di Eustochia Smeralda Calafato

L’imposizione del pallio all’arcivescovo mons. Giovanni Accolla, da parte di mons. Emil Paul Tscherrig, nunzio apostolico del Papa per l’Italia, avvenuto nel giorno della ricorrenza del 30° anniversario della canonizzazione di Eustochia Smeralda Calafato (1988-11 giugno-2018) segna un momento liturgico solenne che ha visto celebrati insieme due eventi di grande significato religioso e simbolico. Eventi rappresentativi dei due fondamentali cardini di fede su cui poggia il cristianesimo: da una parte l’impegno attivo, apostolico e missionario, affidato alla cura pastorale dei vescovi, dall’altra quello della vita contemplativa, attuato con la costante offerta mediante la preghiera e il sacrificio, nel nascondimento della esperienza monastica.

Simbolo della vita religiosa attiva rivolta alla salvezza delle anime, Il pallio è un antichissimo paramento liturgico in uso nella Chiesa cattolica, costituito da una fascia di lana bianca che simboleggia la pecorella posta sulle spalle del pastore, quale segno dell’impegno pastorale di comunione fattiva dei vescovi con le loro chiese locali.

Il momento liturgico, durante il quale si è svolta la duplice celebrazione, ha visto dunque l’antico rito del pallio, simbolo della vita dedicata all’apostolato (mons. Accolla lo aveva ricevuto dal Papa in Vaticano nel giorno della festività dei Santi Pietro e Paolo insieme ad altri 35 arcivescovi e Patriarchi), intrecciato con lo storico evento della proclamazione di santità dell’umile clarissa di Montevergine, che simboleggia la vita dedicata alla preghiera di adorazione, invocazione e riparazione, avvenuto a Messina 30 anni fa ad opera di Giovanni Paolo II.

La solenne liturgia in cattedrale, presieduta dall’arcivescovo, è stata concelebrata dal cardinale Paolo Romeo arcivescovo emerito di Palermo, dai vescovi emeriti di Reggio Calabria Vittorio Mondello, e di Taranto Luigi Benigno Papa; dai vescovi di Acireale, Noto, Catania, Siracusa e quelli di Patti e Nicosia. Presenti le autorità civili e militari, associazioni ecclesiali e laicali, diverse le corali che hanno animato la celebrazione. Alla celebrazione erano anche presenti un gruppo di clarisse di Montevergine, accompagnate dall’abbadessa, Madre Maria Agnese Pavone, in rappresentanza della Comunità delle “Sorelle povere di S. Chiara”, seguaci della Santa Fondatrice del monastero.

Ma ricordando quel memorabile undici giugno in cui i messinesi accolsero festanti papa Wojtyla, lo storico avvenimento segnato dal fatto eccezionale che ha visto il Papa venire apposta nella nostra città – unica volta avvenuta fuori dalle mura Vaticane – per canonizzare la Beata Eustochia, affiorano vari momenti del suo incontro con la città e diverse frasi del “messaggio” che il santo padre rivolse ai messinesi.

Sono ricordi edificanti che rimangono indelebili nella memoria della città, e di cui ritornano alla mente alcune espressioni indimenticabili, come lo stupore e l’ammirazione di fronte alla bellezza dello Stretto e della città: “Qui, dove la natura è un inno perenne alla grandezza del Creatore, è più facile disporre l’animo a pensieri alti e soavi e soffermarsi in preghiera”; così i richiami al patrimonio storico culturale di Messina: “teatro di eventi che hanno lasciato  tracce profonde nell’anima della gente”; o quelli riferiti alla vita contemplativa di Eustochia Smeralda: “donna del XV° secolo, testimone e maestra di santità”; ai malati: “saluto cordialmente tutti i malati e tutti coloro che li assistono”; così come il messaggio gioioso e intenso rivolto ai giovani: “Gravi e urgenti problemi si addensano all’orizzonte. E’ certo tuttavia che se voi riuscirete a mettere insieme le vostre energie di mente di cuore e di braccia, troverete soluzioni originali, capaci di accelerare il processo di adeguamento della società alle esigenze poste dai suoi antichi e nuovi bisogni…”

 

 

 

A. Majolino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 giugno 18, 2018 19:40

RSS aleteia

  • Il coraggioso ministero di Madre Czacka a favore dei non vedenti
    Róża Czacka era nata il 22 ottobre 1876 in una nobile famiglia polacca, avendo il titolo ufficiale di contessa. Ricevette un’ottima istruzione, ma poi un incidente cambiò radicalmente la sua vita. A 22 anni cadde da cavallo, rimanendo immediatamente cieca. Vennero consultati vari medici, ma fu presto evidente che non si poteva fare nulla. Il […]
    Philip Kosloski
  • Gruppo pro-vita denuncia la censura di Google
    Live Action, un gruppo attivista pro-vita, sostiene di essere oggetto della censura di Google. In un comunicato stampa, il presidente di Live Action, Lila Rose, ha affermato che Google ha smesso di gestire gli annunci pubblicitari pro-vita del gruppo. “Su richiesta di attivisti abortisti, Google ha BANDITO tutti gli annunci pro-vita di Live Action, inclusi […]
    Zelda Caldwell
  • Il sacerdote 30enne che è anche pompiere volontario
    Padre Pierre Fouquier, vicario parrocchiale e pompiere volontario negli ultimi tre anni, non impiega molto ad arrivare dalla caserma dei vigili del fuoco di Joué-lès-Tours alla sua parrocchia di Saint Marc, a Indre-et-Loire (Francia centro-occidentale). Il sacerdote dedica quasi 75 ore al mese al suo impegno volontario tra i vigili del fuoco, e bisogna andare […]
    Lauriane Vofo Kana
  • Come potrà Dio far sì che io raggiunga l’impossibile?
    Una fede senza opere è una fede morta. Ascolto oggi: “A che serve, fratelli miei, se uno dice di aver fede ma non ha opere? Può la fede salvarlo? Se un fratello o una sorella non hanno vestiti e mancano del cibo quotidiano, e uno di voi dice loro: «Andate in pace, scaldatevi e saziatevi», […]
    Carlos Padilla
  • Stati Uniti: fino a settembre, già 40 attacchi contro chiese cattoliche
    Sono già 40 gli attacchi registrati contro chiese cattoliche in territorio statunitense nel corso del 2021. La Conferenza dei Vescovi Cattolici degli Stati Uniti (USCCB) ha divulgato sul suo sito un rapporto che elenca le chiese cattoliche attaccate nel Paese dal maggio 2020, giungendo ad almeno 95 episodi, considerando solo i casi conosciuti e confermati. […]
    Francisco Vêneto
  • Vite ascetiche, passioni azzerate, corpi poco curati: così è l’Uomo Angelico
    Vivere come gli angeli: il cristiano che aspira alla perfezione, non può fermarsi su niente. Allontana tutti gli ostacoli, rompe tutti i lacci che gli impediscono di correre verso la patria. San Giovanni Crisostomo ci invita a contemplare lo splendido esempio delle tre grandi figure di asceti: Elia, Eliseo e San Giovanni Battista, modelli di […]
    don Marcello Stanzione
  • Il tabernacolo più alto del mondo si trova a Madrid?
    Al 33° piano di uno dei grattacieli che costituiscono parte dello skyline della capitale spagnola si trova una cappella decisamente singolare. Per sette anni ho vissuto con la mia famiglia nella zona settentrionale di Madrid. Spesso dovevo prendere la macchina per arrivare al centro della città per qualche questione amministrativa. Accedendo dalla strada di Burgos […]
    Pilar Velilla Flores
  • Frodo, Sam e gli Hobbit esistono e vivono in Abruzzo
    Tolkien, più realtà che fantasia In una caverna sotto terra viveva uno hobbit. Non era una caverna brutta, sporca, umida, piena di resti di vermi e di trasudo fetido, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era una caverna hobbit, cioè comodissima. Da Lo Hobbit Lo Hobbit […]
    Annalisa Teggi
  • Hanno perso le due figlie negli attentati di Parigi: “Non abbiamo conosciuto Dio fino alla loro morte”
    L’11 novembre 2015, Anna si è recata a Parigi da Barcellona, dove risiedeva, per fare una sorpresa alla madre per il suo compleanno. Arrivata nella Ville Lumière, è uscita a cena con la sorella, ma sono state crivellate a colpi di kalashnikov dai terroristi. I genitori, rendendosi contro che l’attacco aveva avuto luogo vicino alla […]
    Violeta Tejera
  • Affetto da paralisi cerebrale, è tassista, papà e scrittore. E voi, di cosa vi lamentate? (FOTO)
    Salvador percorre le strade di Guadalajara (Jalisco, Messico) sul suo taxi nel traffico intenso, portando i passeggeri da un lato all’altro della metropoli. Le persone si sorprendono per il fatto che una persona affetta da paralisi sia il loro autista, alcune oppongono resistenza, ad altre non importa l’aspetto di questo eroe, altre ancora vanno molto […]
    Jesús V. Picón

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 175:
    • 150:
    settembre: 2021
    L M M G V S D
    « Ago    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

    Login