Fondazione Forum, #1euroafamiglia: riparte la campagna del dare e ricevere

Redazione1
di Redazione1 ottobre 4, 2021 23:48

Fondazione Forum, #1euroafamiglia: riparte la campagna del dare e ricevere

Promossa dalla Fondazione Forum delle associazioni familiari, riparte “#1euroafamiglia”, la campagna di sostegno alle famiglie in difficoltà economica temporanea. Chi ha questa necessità può chiamare, dalle 9.30 alle 11.30, il numero 329 9057101. A rispondere sarà un operatore in grado di raccogliere le necessità e verificare se è possibile attivare il supporto economico del Fondo Famiglia. (Sir)

Nel 2020, secondo i dati Istat, con la pandemia, le famiglie in condizioni di povertà relativa sono stimate pari a poco più di 2,6 milioni (il 10,1%) per un totale di circa 8 milioni di individui (13,5%), dato che va di pari passo con il consistente calo della spesa media mensile familiare per consumi registrata nel 2020 (-9,0%).

L’onda lunga generata dalla crisi sanitaria, diventata ben presto anche economica e sociale, è un campanello d’allarme raccolto dal Forum delle associazioni familiari che, attraverso l’omonima Fondazione, rilancia “#1euroafamiglia”, la campagna di raccolta di micro-donazioni per aiutare le famiglie che in questo periodo stanno avendo problemi a pagare la rata del mutuo o le bollette e stanno esaurendo i risparmi accumulati.

l’iniziativa non si ferma all’aiuto economico, ma – attraverso una rete di consulenti familiari, che fanno riferimento a 596 associazioni specializzate nel supporto alle famiglie e attive da anni sul territorio nazionale e a livello regionale e locale– offre, a chi ne ha bisogno, servizi di orientamento e supporto per varie necessità familiari.

Gigi De Palo, presidente del Forum nazionale delle associazioni familiari e della Fondazione, spiega che “#1euroafamiglia è un progetto su cui puntiamo tanto, perché nasce dal basso tanto che le famiglie hanno dimostrato apprezzarlo: è un po’ un azionariato popolare delle famiglie per le famiglie”. “Siamo solo all’inizio – è il proseguimento – alcuni problemi tecnici ci hanno rallentato, ma l’obiettivo è quello di diventare, attraverso l’iniziativa e la Fondazione, un punto di riferimento per il ceto medio, per quelle famiglie che vivono situazioni di difficoltà temporanea, ma che si possono risolvere.

Abbiamo cambiato la vita alle famiglie che abbiamo aiutato, ci siamo sentiti utili: semplicemente mettendo in contatto le famiglie si migliora la vita delle persone. È molto bello, soprattutto in questo periodo”.

Le famiglie in difficoltà economica temporanea possono chiamare, dalle 9.30 alle 11.30, il numero 329 9057101. A rispondere sarà un operatore in grado di raccogliere le necessità e verificare se è possibile attivare il supporto economico del Fondo Famiglia.

A seguito del colloquio telefonico, verificato che possano sussistere le condizioni per fare la richiesta, si riceverà un codice che permetterà di compilare la scheda di richiesta di aiuto. La famiglia sarà poi contattata da consulenti della Fondazione per consentire il completamento della domanda di aiuto. Per conoscere i dettagli su richieste di aiuto e/o di disponibilità a diventare benefattori è disponibile il sito fondofamiglie.org. Un’apposita Commissione di valutazione, con delibera motivata, verifica la rispondenza dei requisiti della famiglia richiedente, dandole accesso ai benefici del Fondo Famiglie e seguendone la situazione fino alla risoluzione della criticità.

“La proposta del progetto #1euroafamiglia ha avuto una risposta inaspettata, tanta partecipazione attiva e tante donazioni arrivate”, spiega Cristina Riccardi, vicepresidente nazionale del Forum delle associazioni familiari.” A conferma del valore sociale delle famiglie, prosegue la Riccardi, donatori e famiglie aiutate si sono unite in un’unica rete: chi ha donato ha scoperto di poter ricevere aiuto e chi ha chiesto aiuto ha capito di poter anche aiutare. Ognuno a modo proprio”.

Chiedere aiuto non è facile: “Non lavorare – è la testimonianza di una famiglia – rimanere completamente fermi con la sensazione di non riuscire a soddisfare le esigenze della famiglia fa male”, ma “poter contare sul Fondo ci ha risollevati. Sapere che l’affitto del mese era già coperto ci ha fatto tirare un enorme sospiro di sollievo”.

Di qui il “grazie a tutte le famiglie, le persone, che donano poco o tanto affinché questo progetto vada avanti”. Una volta tornati alla normalità, “il nostro impegno sarà quello di continuare a moltiplicare quello che abbiamo ricevuto, perché, come ci dice il Vangelo, ‘gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date’”.

 

 

 

Redazione da Ag. di inf.

Redazione1
di Redazione1 ottobre 4, 2021 23:48

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 137:
    • 117:
    ottobre: 2021
    L M M G V S D
    « Set    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

    Login