Querida Amazonia, “L’oggetto di discussione del Sinodo non era il celibato sacerdotale”

Redazione1
di Redazione1 febbraio 15, 2020 12:36

Querida Amazonia, “L’oggetto di discussione del Sinodo non era il celibato sacerdotale”

Dalle risultanze del Sinodo Panamazzonico (6-27 ottobre 2019), in riferimento all’apertura – per quanto timida e limitata a casi rari per comunità remote dell’Amazzonia – riguardanti la possibile ordinazione al presbiterato di diaconi sposati, sono sorte discussioni e proposte innovative rivolte a introdurre modificazioni della secolare regola del celibato sacerdotale; un argomento che non è stato affrontato nel Sinodo, dedicato a una specifica regione caratterizzata da particolari tematiche e necessità. 

Nella conferenza stampa di presentazione di Querida Amazonia, avvenuta nella Città del Vaticano, il 12 febbraio 2020, si fa presente che nell’esortazione post-sinodale di Papa Francesco non c’è alcun accenno ai temi affrontati nel documento finale, dai “viri probati” al diaconato femminile.

E’ Una “lettera d’amore per l’Amazzonia e i suoi popoli”, nata alla fine di una lunga discussione, che va letta insieme al documento finale del Sinodo, ma senza considerare il documento finale come un documento magisteriale, nemmeno sul tema del celibato sacerdotale, che tra l’altro non era l’oggetto di discussione del Sinodo. Questa è la Querida Amazonia, l’esortazione post Sinodo Panamazzonico di Papa Francesco, secondo gli intervenuti alla conferenza stampa di presentazione dell’esortazione (A. Gagliarducci).

Una esortazione in cui Papa Francesco non fa nemmeno menzione del tema di viri probati, dell’ordinazione dei preti sposati, o delle diaconesse, che invece erano rientrati nel documento finale del Sinodo. Anzi, sul tema del sacerdozio, Papa Francesco ne spiega chiaramente la natura sacramentale, e piuttosto chiede di pregare per le vocazioni e di inviare missionari, specificando chiaramente quale è il ruolo dei laici all’interno della Chiesa.

Papa Francesco la ha firmata da San Giovanni in Laterano, ed è perché – spiega Matteo Bruni, direttore  della Sala Stampa della Santa Sede – “gli riconosce un contenuto particolarmente pastorale”. Secondo il Cardinale Michael Czerny, che del Sinodo Panamazonico è stato segretario speciale, il fatto che però Papa Francesco incoraggi a leggere il documento finale del Sinodo nella sua interezza, dà a questo documento finale una sua dignità. “A parte l’autorità magisteriale formale – dice il Cardinale Czerny – la presentazione ufficiale e l’incoraggiamento conferiscono al documento conclusivo una certa autorità morale”. Per questo, aggiunge, “ignorarla sarebbe una mancanza di obbedienza alla legittima autorità del Santo Padre, mentre trovare difficili alcuni punti non sarebbe una mancanza di fede”.

Il cardinale Czerny comunque conclude il suo intervento sottolineando che il documento conclusivo “contiene le proposte presentate e votate dai Padri Sinodali ha il peso di un documento sinodale conclusivo”, mentre l’esortazione, “che riflette l’intero cammino e il suo documento conclusivo, ha l’autorità del magistero ordinario del Successore di Pietro”. Poi spiega ulteriormente che “il Papa presenta il documento e ci incoraggia a leggere tutto il documento”, e per questo tutte le proposte restano sul tavolo come proposte fatte dal sinodo, e il Papa incoraggia “la Chiesa in Amazzonia, tutta la Chiesa” a leggerlo e trarne beneficio. Matteo Bruni spiega ulteriormente che il “Sinodo non era un confronto sul celibato”, che è venuto fuori come una esigenza pastorale, e il Papa ha risposto all’esigenza pastorale come “ha risposto nell’esortazione apostolica”, considerando che “la posizione del Papa sul celibato era nota”.

Ancora sul documento finale, il Cardinale Baldisseri, segretario generale del Sinodo ammette che l’Episcopalis Communio, il documento che regolamenta il Sinodo dei vescovi, sottolinea che “se approvato espressamente dal Romano Pontefice, il documento finale partecipa del magistero ordinario”. Ma, aggiunge, “l’esortazione apostolica non parla di approvazione del documento finale, invita a leggerlo, dice che non ripete e non vuole rimpiazzare e non lo cita, questo credo che sia importante”.

Papa Francesco ha dunque ponderato le conclusioni del Sinodo, e poi ha deciso piuttosto di concentrarsi sui suoi sogni per la Regione Panamazzonica, che sono poi i suoi sogni per l’America Latina. Il Cardinale Lorenzo Baldisseri ha tratteggiato tutto il cammino preparatorio del Sinodo, mettendo in luce come la REPAM (Rete Ecclesiale Panamazzonica) ha organizzato “circa 260 eventi nel territorio amazzonico, di cui 70 assemblee territoriali, 25 forum tematici e più di 170 altre attività”, cui hanno partecipato complessivamente “più di 87 mila persone”. Il Cardinale Baldisseri ha poi detto che “l’assemblea sinodale si è caratterizzata da una corale e vivace partecipazione, ricca di testimonianze e proposte da parte dei 185 padri sinodali”.

 

 

 

Redazione da ag. di i.

 

Redazione1
di Redazione1 febbraio 15, 2020 12:36


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Niente sarà come prima ma le Tue parole, Signore, non passeranno
    Niente sarà come prima. E’ un bombardamento mediatico: ci prospettano scenari e futuro già compromessi, l’economia e il lavoro; e già laceranti lamenti, dopo la perdita di persone a noi care; il vuoto ci sovrasta e dopo un inno o un canto nei balconi, le iniziative di solidarietà non possono e devono crearci il vuoto […]
    Don Fortunato Di Noto
  • Due gesti ribelli di San Francesco d’Assisi che non tutti conoscono
    L’elemosina e i briganti: due racconti ricavati dalle fonti francescane in cui esce fuori un Francesco sfrontato, ma dal cuore grande Gesti rivoluzionari, «ribelli», controcorrente. Il ribelle è infatti colui che dice di «no» a sistemi iniqui, perversi, accomodanti. Che rinuncia ai «sì» sporcati dal tornaconto personale o da compromessi che non rispettano le persone. […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Coronavirus – Vademecum di sopravvivenza per genitori con figli in età prescolare
    Come trasformare in un periodo difficile in un momento di crescita Chi di noi con figli piccoli, trovandosi costretto a lavorare da casa, per un periodo tanto lungo, non sta rimpiangendo la routine dell’ufficio, l’aiuto delle nonne, delle babysitter…gli asili? Ebbene, ogni situazione per quanto drammatica possa sembrare, con lo spirito giusto e alcuni accorgimenti […]
    Silvia Costantini
  • Dichiarare il falso? In quarantena, non è solo un problema di coscienza
    Le indicazioni dell’avvocato, per non commettere reato Uscire di casa in questi giorni di quarantena, potrebbe rappresentare non solo un rischio per la propria e altrui salute, ma un vero e proprio reato, specie quando nell’autocertificazione (documento necessario per poter mettere piede fuori casa) non si dichiarano i veri motivi dell’uscita. D’altra parte è sempre […]
    Silvia Costantini
  • Comunicare la fede ai tempi del coronavirus: 10 lezioni imparate
    Internet diventa un vero aiuto per vivere la vita cristiana La crisi del coronavirus ha stimolato una reazione sociale, informativa e sanitaria senza precedenti. Stiamo scoprendo nuovi modi di relazionarci agli altri, di svolgere i compiti ordinari, di vivere una normalità diversa. Anche la vita cristiana ha dovuto adeguarsi a queste difficili circostanze.  Molte delle […]
    Juan Narbona
  • Nessuno vi tolga la fede o il desiderio di offrire questa crisi come sacrificio!
    di Alvaro Díaz Da alcune settimane stiamo assistendo a una realtà che ha sorpreso molti di questa generazione. Negli ultimi decenni è raro che si sia vista una situazione del genere: un’infezione che in poco tempo è diventata oggetto della preoccupazione di tutti. Ricordo che nei mesi precedenti consideravamo questa malattia lontana, confinata in Cina, […]
    Catholic Link
  • Ha salvato 7 bambini dall’annegamento in mare ed è poi morto stremato
    Pedro Manuel Salado de Alba ha dato la vita in Ecuador, dove assisteva più di 500 bambini nella scuola che aveva fondato a Quinindé Chiclana è una città costiera della provincia di Cadice, in Spagna. Il turismo ha reso la località un noto luogo di villeggiatura. A meno di 100 chilometri da lì si trova […]
    Dolors Massot
  • La preghiera di Papa Francesco per chi piange
    Nella Messa a Santa Marta, il Papa ha pregato per quanti sono nel dolore in questo tempo di afflizione. Nell’omelia ha ricordato che anche Gesù ha pianto: tante persone oggi piangono, chiediamo la grazia di saper piangere con loro Francesco ha presieduto questa mattina la Messa a Casa Santa Marta nella V Domenica di Quaresima. […]
    Vatican News
  • Se vi costa trovare Dio in mezzo a questa crisi, vi dico io dov’è
    di Fernando Merino Se vi siete chiesti dove sia Dio ora, questo post è per voi. Sono giorni molto difficili e strani per tutti. Sembra una serie di Netflix che non possiamo mettere in pausa. Il fatto di essere chiusi tra quattro mura inizia ad essere complicato. Le notizie ci spaventano, la paura di essere […]
    Catholic Link
  • Due giovani violoncellisti si esibiscono per una vicina anziana in autoisolamento…
    … che ha subito trasmesso l’evento ai suoi nipoti, anch’essi chiusi in casa in un altro continente Con milioni di persone chiuse in casa per evitare il contagio da coronavirus, la gente sta dimostrando creatività, decisione e compassione. Dai cantanti d’opera italiani che allietano i loro vicini alla finestra agli istruttori di fitness spagnoli che […]
    Cerith Gardiner

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 144:
    • 356:
    marzo: 2020
    L M M G V S D
    « Feb    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login