Celibato sacerdotale: “Non un dogma“ ma “dono prezioso per tutti gli ultimi pontefici”

Redazione1
di Redazione1 gennaio 15, 2020 14:22

Celibato sacerdotale: “Non un dogma“ ma “dono prezioso per tutti gli ultimi pontefici”

Attorno al tema del celibato dei sacerdoti, in questi ultimi mesi si sono accese parecchie discussioni e  pareri espressi con foga su organi di stampa, su siti e blog incentrati sull’idea che il Sinodo sull’Amazzonia attualmente possa legittimare forme di ordinazione di viri probati, laici sposati di sicura fede, sull’esempio di quanto prospettato per le zone periamazzoniche. Non tenendo conto, però, che  “il Sinodo non è un organo deliberativo ma consultivo, che la decisione spetta al Papa che al riguardo potrà esprimersi mediante un’esortazione apostolica post-sinodale o altri strumenti a sua disposizione”.  Significativo in proposito quanto hanno detto i due papi, Francesco e il Papa emerito Banedetto XVI.

“Il celibato sacerdotale non è e non è mai stato un dogma. Si tratta di una disciplina ecclesiastica della Chiesa latina che rappresenta un dono prezioso, definito in questo modo da tutti gli ultimi Pontefici”. Lo scrive Andrea Tornielli, direttore editoriale del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, in un editoriale pubblicato su Vatican News in merito all’uscita – anticipata da Le Figaro – di un libro sul sacerdozio che contiene il contributo del pensiero del Papa emerito Joseph Ratzinger insieme a quello del card. Robert Sarah, prefetto della Congregazione del Culto divino.

“La Chiesa cattolica di rito orientale – ricorda Tornielli a proposito del celibato sacerdotale – prevede la possibilità di ordinare sacerdoti uomini sposati ed eccezioni sono state ammesse anche per la Chiesa latina proprio da Benedetto XVI nella Costituzione apostolica ‘Anglicanorum coetibus’, dedicata agli anglicani che chiedono la comunione con la Chiesa cattolica, dove si prevede ‘di ammettere caso per caso all’Ordine Sacro del presbiterato anche uomini coniugati, secondo i criteri oggettivi approvati dalla Santa Sede’”. Sull’argomento, ricorda inoltre Tornielli, “si è espresso più volte anche Papa Francesco, che ancora cardinale, nel libro conversazione con il rabbino Abraham Skorka, aveva spiegato di essere favorevole al mantenimento del celibato ‘con tutti i pro e i contro che comporta, perché sono dieci secoli di esperienze positive più che di errori. La tradizione ha un peso e una validità’”.

Lo scorso gennaio, nel dialogo con i giornalisti sul volo di ritorno da Panama, il Papa aveva ricordato che nella Chiesa cattolica orientale era possibile l’opzione celibataria o matrimoniale prima del diaconato, ma aveva aggiunto, a proposito della Chiesa latina: “Mi viene in mente quella frase di San Paolo VI: ‘Preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato’. Mi è venuta in mente e voglio dirla, perché è una frase coraggiosa, in un momento più difficile di questo, 1968/1970… Personalmente, penso che il celibato sia un dono per la Chiesa… Io non sono d’accordo di permettere il celibato opzionale, no’”. Nella sua risposta aveva anche parlato della discussione tra i teologi circa la possibilità di concedere deroghe per alcune regioni sperdute, come le isole del Pacifico, precisando però che “non c’è decisione mia. La mia decisione è: celibato opzionale prima del diaconato, no. È una cosa mia, personale, io non lo farò, questo rimane chiaro. Sono uno ‘chiuso’? Forse. Ma non mi sento di mettermi davanti a Dio con questa decisione”.

“Nell’ottobre 2019 si è celebrato il Sinodo sull’Amazzonia e il tema è stato dibattuto”, aggiunge Tornielli: “Come si evince dal documento finale, ci sono stati vescovi che hanno chiesto la possibilità di ordinare sacerdoti diaconi permanenti sposati”. “Colpisce però che il 26 ottobre, nel suo discorso conclusivo il Papa, dopo aver seguito in aula tutte le fasi degli interventi e della discussione, non abbia menzionato in alcun modo il tema dell’ordinazione di uomini sposati, neanche di sfuggita”, questo il commento del direttore editoriale. In quello stesso discorso, il Pontefice “ha parlato della creatività nei nuovi ministeri e del ruolo della donna e riferendosi alla scarsità di clero in certe zone di missione, ha ricordato che ci sono tanti sacerdoti di un Paese che sono andati nel primo mondo – Stati Uniti ed Europa – ‘e non ce ne sono per inviarli alla zona amazzonica di quello stesso Paese’”.

A proposito di questo tema Benedetto XVI scrive: “Senza la rinuncia ai beni materiali, non può esistere un sacerdozio. La chiamata a seguire Gesù non è possibile senza questo segno di libertà e di rinuncia a tutti i compromessi. Credo che il celibato abbia un grande significato come abbandono di un possibile dominio terreno e un cerchio di vita familiare; il celibato diventa persino veramente essenziale affinché il nostro approccio a Dio possa rimanere il fondamento della nostra vita ed esprimersi concretamente. Ciò significa, ovviamente, che il celibato deve penetrare tutti gli atteggiamenti dell’esistenza con le sue esigenze. Non può raggiungere il suo pieno significato se ci conformiamo alle regole della proprietà e agli atteggiamenti della vita comunemente praticati oggi. Non può esserci stabilità se non mettiamo la nostra unione con Dio al centro della nostra vita”.

 

 

Redazione da Ag. di I.

 

Redazione1
di Redazione1 gennaio 15, 2020 14:22


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • La “sfida d’amore” cattolica diventa virale su Instagram
    Non riuscirete a smettere di leggere queste storie d’amore dolci, divertenti e ispiratrici che le donne cattoliche stanno condividendo Una cattolica che scrive su Instagram, Stephanie Weinert, ha avviato un movimento virale in cui incoraggia le donne a condividere la storia di come hanno incontrato il proprio marito con #fridayintroductionsourlovestory. Avvertenza: non collegatevi a meno […]
    Theresa Civantos Barber
  • Down e modella, Sofia Jirau ha illuminato la Fashion Week di New York
    Sofia Jirau, giovane modella di Porto Rico, si è fatta notare durante una delle fashion week più prestigiose al mondo: portatrice di trisomia 21, lo scorso 10 febbraio ha brillato alla sfilata newyorkese della stilista Marisa Santiago. Slanciate, longilinee e gracili: così sono le modelle che siamo abituati a vedere sulle passerelle delle sfilate di […]
    Cerith Gardiner
  • Rocío e Rodrigo, gli adolescenti che hanno vinto il cancro sorridendo (FOTO)
    La coppia che ha creato la piattaforma Adolessence è diventata virale su Instagram raccontando la sua storia di superamento Rocío ha avuto stamattina un esame e deve studiare per un altro che ha tra due giorni. Non ha dormito affatto, e ha anche discusso con un’amica, ma non fa niente. Deve andare all’ospedale. Rodrigo le […]
    Javier González García
  • La lettera di Charles de Foucauld alle donne che perdono un figlio
    In una lettera datata 12 febbraio 1900 e redatta a Nazaret, dove viveva come eremita, il beato Charles de Foucauld consola la sorella minore, Marie de Blic, detta Mimì, che aveva appena perso il suo settimo figlio, Régis, dopo sole poche ore di vita. Mia cara Mimì, ho appena ricevuto la lettera che mi hai […]
    Mathilde De Robien
  • Aleksandra Soldatova: soffro di bulimia, mi fermo per curarmi. Anche questo è un risultato da podio
    La giovane ed eccellente atleta russa, dopo le voci che si sono rincorse sulla sua salute che la volevano addirittura scampata ad un tentato suicidio, confessa le proprie condizioni: soffro di bulimia, devo curarmi e farlo fino in fondo. Sport e disturbi alimentari non sono compatibili. Aleksandra Soldatova, star della ginnastica ritmica: “Soffro di bulimia. […]
    Paola Belletti
  • La Costituzione Italiana per una società più felice
    Al via “Dentro tutti”, la testata multicanale del pensiero positivo Chi pensa che la legge sia materia sterile e che abbia poco a vedere con la vita di ciascuno di noi, avrà modo di ricredersi, grazie al nuovo progetto “Dentro tutti”, iniziativa incentrata sui temi fondanti della Costituzione, al servizio del volontariato e del terzo […]
    Silvia Costantini
  • Demistificare il Vaticano II: quello che ha detto davvero il documento del Concilio
    Un nuovo libro supera l’ideologia e rivela l’opera del Concilio Vaticano II come ortodossia cattolica Conciliar Octet: A Concise Commentary on the Eight Key Texts of the Second Vatican Council, di Aidan Nichols, O.P., Ignatius Press, 2019. Oh, no! Non un altro libro sul Concilio Vaticano II! Se fossi stato il suo copy editor, “Oh, […]
    Russell E. Saltzman
  • Un angelo che scende dal cielo? Non è un fotomontaggio ed è un vero spettacolo
    Il fotografo inglese Lee Howdle è riuscito a catturare in uno scatto meraviglioso il fenomeno ottico molto raro della «gloria». Lee Howdle vive in Inghilterra ed è il direttore di un supermercato; in questi giorni si sta guadagnando l’attenzione dei media grazie alla sua passione per la fotografia. Sta facendo il giro del mondo lo […]
    Annalisa Teggi
  • Papa Francesco: essere cristiani significa accettare la via di Gesù, fino alla croce
    Il cristiano è colui che accetta la strada percorsa da Gesù per salvarci, e cioè la strada dell’umiliazione. Lo ha detto Papa Francesco nella Messa di questa mattina a Casa Santa Marta. Quando i cristiani, i sacerdoti, i vescovi e gli stessi papi non seguono questa via, ha affermato, sbagliano. E ha aggiunto: chiediamo la […]
    Vatican News
  • Sacerdote affetto da un tumore cerebrale offre la propria sofferenza per le vittime di altri presbiteri
    “Nel 2018 ho chiesto che, se era la volontà di Dio, mi permettesse di condividere in qualche modo la croce delle vittime degli abusi sacerdotali. Abbraccio questa croce volontariamente” Una pubblicazione su Twitter del 13 febbraio sta commuovendo gli Stati Uniti e non solo. Padre John Hollowell, 40 anni, dell’arcidiocesi di Indianapolis, ha reso noto […]
    Aleteia

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 21:
    • 104:
    febbraio: 2020
    L M M G V S D
    « Gen    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    242526272829  

    Login