MESSINA – Montevergine, nella ricorrenza del prossimo 11 giugno che precede di un anno il 30° anniversario (1988-2018) della canonizzazione di S. Eustochia, ritiro spirituale promosso dalle clarisse

Redazione1
di Redazione1 giugno 4, 2017 21:41

MESSINA – Montevergine, nella ricorrenza del prossimo 11 giugno che precede di un anno il 30° anniversario (1988-2018) della canonizzazione di S. Eustochia, ritiro spirituale promosso dalle clarisse

Il ritiro spirituale che, sabato 10 giugno, è proposto alle giovani (dai 15 ai 35 anni) nel monastero di Montevergine, è occasione che sposa assai bene con la ricorrenza dell’11 giugno, in vista del 30° anniversario (1988-2018) di canonizzazione di S. Eustochia del prossimo anno.

Il ricordo dello straordinario evento religioso e culturale durante il quale è Immagine celebr.°stata proclamata la santità della clarissa di Montevergine è ancora vivo nella memoria di tutti. “L’attesa del Santo Padre è stata dolce e densa di sentimenti devoti e santi”: è il ricordo emozionato delle Clarisse in occasione della venuta a Messina del Santo Padre, per la canonizzazione di S. Eustochia Smeralda Calafato, la prima nella storia avvenuta fuori del territorio pontificio.

“La Chiesa gioisce di poter oggi qui, a Messina, proclamare solennemente Papa Wojtyla a Montev.la santità di una delle figlie della vostra terra siciliana: la beata Eustochia Smeralda Calafato”. Con queste parole il papa Giovanni Paolo II “salutò” la canonizzazione della Beata Eustochia, il giorno della sua visita l’11 giugno 1988. Un giorno storico non solo per la Chiesa messinese e la città tutta: quella canonizzazione, infatti, nella storia fu la prima celebrata fuori del territorio pontificio per l’Italia.  “La vostra nuova Santa messinese” – disse il Papa nel suo intervento – figlia della Sicilia, sembra ripetere attraverso i secoli e le generazioni questo invito di Cristo: ‘rimanete in me ed io in voi’. (…) Ho pensato alla vita di questa vostra madre e sorella fondatrice, che oggi arriva agli onori dell’altare come una Santa, Santa di questa terra, Patrona di questa città”.

E ancora Giovanni Paolo II: “Carissimi, mentre vi dico il mio compiacimento per il devoto affetto che avete per la vostra Santa, vi esorto ad essere come lei testimoni della luce, che illumina ogni uomo. Da secoli la invocate e onorate come protettrice; continuate ad imitarne la pietà eucaristica; come lei amate Maria santissima, la cui devozione è ben radicata nella vostra terra, come egregiamente è attestato dalle numerose Chiese a lei dedicate in città e in diocesi – prima fra tutte la cattedrale, ove è venerata sotto il titolo di “Madonna della Lettera” – e come dimostra anche l’alta colonna, che all’ingresso del porto reca la statua della Madre del Redentore”.

Ora, nel ricordo di questo evento così importante e significativo, appare IMG_1202 Copiacome un’occasione particolarmente e appropriata poter vivere un’esperienza interiore di grande valore spirituale, come quella offerta dalle clarisse di Montevergine alle giovani che avvertono il desiderio di partecipare a un pomeriggio di preghiera nella casa delle claustrali, sabato 10 giugno dalle ore 16,45. Claustrali che – come da una precedente omelia di Papa Wojtyla a loro rivolta – “nel quotidiano ‘sacrificium laudis’, unito al cantico costituito dalle loro esistenze di persone consacrate alla vocazione totalizzante della vita contemplativa, anticipano già su questa terra qualcosa dell’eterna liturgia del cielo”.

Montevergine ° CConsiderando, pertanto, il grande valore di supporto che ha la totale dedizione alla vita di preghiera – sempre secondo Papa Giovanni Paolo II – “la clausura costituisce una maniera particolare di ‘stare con il Signore’ costantemente come anime oranti, in una forma di povertà radicale, mediante cui si sceglie Dio come ‘l’Unico Necessario’ (cfr Lc 10, 42), amandolo esclusivamente come il Tutto di tutte le cose.

In tal modo gli spazi del Monastero claustrale si dilatano su orizzonti immensi, perché aperti all’amore di Dio che abbraccia ogni creatura. La clausura, pertanto, non è solo un mezzo di immenso valore per conseguire il raccoglimento spirituale, ma un modo sublime di partecipare alla Pasqua di Cristo, in quanto si innesta nel Mistero eucaristico, favorendo la partecipazione al Sacrificio redentore di Gesù per la salvezza di tutti gli uomini”. Dunque, proprio per queste caratteristiche che lo contraddistinguono come un sito sacro benedetto da Dio, il monastero di Montevergine, rappresenta un luogo assai adatto a propiziare verifica spirituale, momenti di meditazione e raccoglimento nella preghiera.

 

Amuel

In dettaglio, il programma del ritiro pomeridiano:

SABATO 20 giugno – ORE 16.45,   ARRIVI
ORE 17,00 VESPRO
ORE 17.30 CATECHESI di Padre Claudio Pizzuto Rog.
RIFLESSIONE personale (CONFESSIONE per chi lo desidera) CONDIVISIONE
Giorno 11 giugno , per chi desidera pernottare in Foresteria e pregare con noi tel. 090 48486 oppure mail:monastermontevergine@gmail.com

Redazione1
di Redazione1 giugno 4, 2017 21:41


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Papa Francesco: chi fa la guerra non sa dominare le proprie passioni
    “Quando si accoglie la Legge di Dio nel cuore si capisce che bisogna abbandonare uno stile di vita fatto di promesse non mantenute”, di passioni che travolgono. All’Angelus in Piazza San Pietro, Francesco ricorda che non amare il prossimo significa uccidere se stessi, che l’amore di Gesù aiuta a vincere i sentimenti egoistici e possessivi […]
    Vatican News
  • Nel 2022 il prossimo Sinodo dei vescovi. Il tema all’esame di Francesco
    Fra due anni, in autunno, si svolgerà la XVI Assemblea generale ordinaria. Francesco lo ha deciso in occasione della riunione della Segreteria del Sinodo. Al Pontefice è stata presentata una terna di possibili argomenti La prossima Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi è indetta “per l’autunno 2022”, in modo da assicurare un “maggior coinvolgimento” […]
    Vatican News
  • Sei frustrato per quello che ti manca e non valorizzi ciò che hai?
    Ossessionarti per quello che non hai ti acceca Il giorno in cui mi sono laureata è stato uno dei più tristi della mia vita. Avevo conseguito il titolo tanto sognato per anni prima di entrare all’università e per altrettanti studiando e lavorando per ottenerlo. E finalmente eccolo lì, ma non sapevo cosa fare. Avevo raggiunto […]
    Maria José Fuenteálamo
  • Ecco perché essere single non significa solitudine o tristezza
    di María Belén Andrada “E il fidanzato?”. Spesso negli incontri familiari qualche zia indiscreta pone questa temuta domanda. “Non c’è”, rispondiamo, e vorremmo aggiungere “Sono single, sola con me stessa, sola contro il mondo”. Beh, forse no, è un po’ esagerato. Oggi, però, vorrei parlarvi di come affrontare il tema dell’essere single, come guardarsi in […]
    Catholic Link
  • Angeli sotto forma di “personaggi misteriosi”, che hanno salvato la vita delle persone
    “Tim pregò: “Dio mio, solo voi potete venirci in aiuto”. Subito, i ragazzi scorsero una macchina che si affiancò ad essi. Da dove veniva?” Numerosi libri attuali riportano le esperienze di contemporanei che affermano di essere stati, in un modo o in un altro, contattati da un personaggio misterioso in cui essi hanno riconosciuto un […]
    don Marcello Stanzione
  • Perché la Madonna è stata concepita senza peccato?
    Comprendere il dogma dell’Immacolata Concezione L’8 dicembre la Chiesa celebra la solennità dell’Immacolata Concezione della Vergine Maria, e spiega che per essere la Madre del Salvatore Maria è stata arricchita da Dio “di doni degni di una così grande missione”. Al momento dell’Annunciazione, l’angelo Gabriele la saluta come “piena di grazia”; ovvero senza peccato, colei […]
    Felipe Aquino
  • 109 anni di normalità e una certezza: «La fede è la chiave della mia vita»
    Jewell Hutson vive in una modesta casa in Texas, è stata una maestra per 50 anni, si è sposata e ha avuto un figlio. Ora è vedova e nessuno le ha mai sentito pronunciare cose cattive sugli altri. Una troupe televisiva entra in una piccola casa di quartiere. Che sarà successo? Un efferato delitto? Ormai […]
    Annalisa Teggi
  • Casa per casa: la messa “itinerante” di don Alfredo Levis
    Il parroco, per limiti di età diventato collaboratore parrocchiale, è stato l’ “inventore”, in provincia di Belluno, di un nuovo modo di far avvicinare le famiglie indigenti a Cristo Sono tanti i parroci di montagna che d’inverno vanno a celebrare la Messa in casa di anziani o ammalati, in continuo aumento. Come a Sospirolo e […]
    Gelsomino Del Guercio
  • “L’angelo era una bellissima donna”. Le visioni della veggente di Akita
    Suor Agnese Katsuko Sasagawa racconta la prima volta che ha visto uno spirito celeste, quando era in ospedale a Myoko: insieme avrebbero recitato la corona del Rosario In Giappone, in relazione coi prodigi che si produssero dal 1973 al 1981 su di una statua della Vergine Maria “Signora di tutti i popoli” nella comunità delle […]
    don Marcello Stanzione
  • 11 consigli di Santa Teresa di Gesù per una buona vita di preghiera
    “Non parlare mai male di nessuno, e non ascoltare mai, a meno che non si tratti di se stesso” Nella sua opera “Preghiere di tutti i tempi della Chiesa”, il professor Felipe Aquino elenca questi 11 consigli per la vita di preghiera, dati da una delle più grandi mistiche della storia del cristianesimo: Santa Teresa […]
    Aleteia Brasil

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 65:
    • 283:
    febbraio: 2020
    L M M G V S D
    « Gen    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    242526272829  

    Login