MESSINA – Montevergine, il commosso saluto a Madre Teresa Piccione, storica clarissa messinese di “grande spessore spirituale”

Redazione1
di Redazione1 settembre 6, 2019 19:57

MESSINA – Montevergine, il commosso saluto a Madre Teresa Piccione, storica clarissa messinese di “grande spessore spirituale”

Ci è caro richiamare la “storica” figura di una anziana e amata clarissa, Madre Teresa, che di recente è venuta a mancare all’affetto delle consorelle, dei suoi cari, ma anche all’affetto nostro e a quello di tutti coloro che l’hanno conosciuta, apprezzata e voluto bene. Di lei rimane il ricordo indelebile di un esempio edificante di povertà, penitenza, sacrificio, impegno fattivo in tanti momenti importanti della storia del monastero, di preghiera per il bene delle anime, e un sempre presente dolce sorriso per tutti. Nell’esprimere vivi sentimenti di gratitudine, affetto, preghiera e tanta tristezza per la persona tanto cara che viene a mancare, sentiamo di unirci ai sentimenti espressi dalle Sorelle povere di S. Chiara, le Clarisse seguaci di Santa Eustochia e sue compagne da una vita, con la pubblicazione del comunicato che riceviamo.      

“Monastero di Montevergine – Messina.

Il 18 agosto, alle ore 12.00 nella Clinica “ Villa Salus “ dove si trovava ricoverata dal 23 luglio, all’età di 89 anni, è tornata all’abbraccio del Padre delle Misericordie la nostra carissima sorella Sr. Chiara Teresa Piccione del Divino Amore, nata a Messina il 26 gennaio 1930. È entrata in monastero all’età di 29 anni. Sin dalla sua infanzia è stata segnata dalla prova e dalla sofferenza. A sette anni è rimasta orfana di madre, a tredici anni le è stato ucciso il papà che per lei, dopo la morte della Mamma, era tutto.

Madre Teresa, era una Messinese vera, profondamente radicata nelle tradizioni. Nelle ricreazioni ci raccontava della vita della Città a livello storico e sociale. Dolorosi gli episodi che Messina ha vissuto in tempo di guerra, per gli sfollati e continue fughe per raggiungere i rifugi. Sr. Chiara Teresa, nonostante il dolore e le prove che l’hanno sferzata, è stata una creatura sempre socievole, gioviale, aperta anche ai segni dei tempi…Andava oltre.

Aveva un grande spessore spirituale, che alimentava con la preghiera, l’adorazione, i ritiri, le sue devozioni e l’offerta continua della sua vita di consacrata fatta di silenzio e di preghiera. Nel momento del suo trapasso era cosciente e, in preghiera, si segnava spesso con il segno della croce…

Era amabile, mite, amorosa, dotata di spirito materno e di ascolto….Ha vissuto in pienezza la sua maternità spirituale. Il suo grembo fatto di accoglienza aveva posto per tutti: per ogni Sorella della Comunità, per le Sorelle della federazione, per i nostri Frati, per i Sacerdoti, per i Fratelli di tutto il mondo, per la Chiesa locale e universale. Una speciale vocazione era quella di seguire il Santo Padre in tutti i Suoi viaggi apostolici.

Amava tanto la Comunità. Amava stare con la Comunità, anche se per circa 15 anni è rimasta bloccata con il suo girello prima e la sedia a rotelle dopo. Amava fare ogni sorta di lavoro: ferri, uncinetto, maglieria, ma l’inclinazione sua naturale era l’ago. Dalle sue mani uscivano ricami che sembravano delle pitture… Amava l’arte e la bellezza, era molto creativa e questo lo trasmetteva a noi ma soprattutto alle Sorelle in formazione. Ci stimolava a fare sempre di più, in preghiera e offerta. Sr. Chiara Teresa in Comunità ha ricoperto diverse mansioni: è stata Economa fino qualche anno addietro, Abbadessa, Maestra delle Novizie per tanti anni, Vicaria, Discreta, Portinaia, Infermiera. Non si risparmiava mai, faceva un po’ di tutto. Quando una persona è invasa dall’Amore vero ciò che trasmette è amore, e l’amore è dono. Per la Canonizzazione di santa Eustochia Smeralda è stata lei come Economa ad avere tutto in mano con tanta serenità e fiducia nella Divina Provvidenza che, davvero, non è venuta mai meno….Sempre un pensiero per i bambini nella terra delle Missioni.

Ha sempre sofferto fisicamente di tante patologie, ma non si lamentava mai. Soffriva e offriva… Nonostante la sofferenza, lei, fino alla fine, ha regalato a tutti, compreso il personale della Clinica, il suo sorriso dolce e materno.  Avuto un forte peggioramento ha intuito il tutto, perché è stata lucida e presente fino all’ultimo istante. Si è messa in preghiera e offerta, ha ringraziato tutti i presenti si è fatta il segno della Croce e con la mano ha salutato i presenti.

Sr. Chiara Teresa del Divino Amore, si è spenta Domenica 18 agosto alle ore 12.00, la stessa ora del Trapasso di Santa Eustochia, serenamente, dolcemente addormentata nelle braccia amorose della mamma celeste, con il volto luminoso e il sorriso che la caratterizzava. Grazie, Sr. Chiara Teresa del Divino Amore, della tua testimonianza di vita, di dono e di fedeltà.  Sei stata la nostra colonna portante in Comunità; il tuo amore ci accompagnerà sempre; sappiamo che ci sei sempre, che non ci lasci mai”.

 

 

 

Redazione

 

Redazione1
di Redazione1 settembre 6, 2019 19:57


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • 5 buoni motivi per guardare la serie Suits
    Per una volta un contenuto tv è davvero buono, equilibrato, positivo. I buoni sono buoni, i cattivi non sono per niente affascinanti, l'amore è nella coppia, l'amicizia è un valore.Accendere la televisione è come passeggiare in trincea, non sai quando e dove, ma sicuramente ti spareranno. Tutto è ideologizzato, tutto è costruito affinché menti ingenue […]
    Martha, Mary and Me
  • Come posso accettare e perdonare la mia debolezza?
    Serve molta umiltà per accettare il perdono...È sempre possibile rinascere. Posso sempre tornare all’inizio del cammino già percorso. Servono sforzo, lotta e dedizione, è vero. È una decisione di testa, della volontà che dice che vuole e del cuore che abbraccia il primo passo compiuto. Ho mai dovuto tornare sui miei passi? Ho dovuto tornare […]
    Carlos Padilla
  • La missione è dire al mondo che la Verità ci tiene per mano
    Dissuaso dall'usare la parola "verità" per testimoniare il Vangelo, un sacerdote riscopre coi suoi alunni la grande novità del Cristianesimo: essere testimoni di un'esperienza di bene che cambia la vita.di Luca Speziale Un paio di mesi dopo il nostro arrivo in Inghilterra siamo stati invitati dalla diocesi a partecipare a un corso organizzato dalla Conferenza […]
    Fraternità San Carlo Borromeo
  • Esorcismi e Unione Antidemoniaca: così San Giuseppe Pallotti sfidava il diavolo
    "“Non io ma Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo comanda, o demonio, a te e ai tuoi satelliti di non sottovalutare alcun ordine" San Vincenzo Pallotti (1795-1850), protettore del clero, ebbe sempre una particolare sensibilità nella lotta contro il demonio Nei primi giorni del suo sacerdozio, il 26 maggio 1818, in una lettera a […]
    don Marcello Stanzione
  • Per chi dice che non va più in Chiesa per colpa dei preti o di alcuni cristiani…
    Ricordate che in Chiesa non si va né per la simpatia dei ministri né per la cordialità dei parrocchiani. E se delle volte un buon sacerdote o un buon cristiano sono un formidabile aiuto alla propria fede, è pur vero che ciò che conta quando si ha sete è l’acqua e non la qualità del […]
    Luigi Maria Epicoco
  • Quali sono le mancanze gravi nei confronti del primo comandamento?
    Mettere Dio al secondo posto nella vita, dopo il denaro, ad esempio, è una di questeI comandamenti di Dio iniziano dicendo “Amerai Dio al di sopra di tutto”. Il primo comandamento si riferisce all’amore di Dio, e Gesù lo ha riassunto in questo modo: “Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con […]
    Reginaldo Manzotti
  • E voi, care donne, lasciate caricare la lavastoviglie alle amiche?
    Noi donne abbiamo una certa difficoltà a lasciare usare la lavastoviglie a qualcun altro. Eppure se imparassimo a farlo romperemmo con il perfezionismo e con la mania di volere tutto come diciamo noi. di Anita Baldisserotto Se siamo amiche mi lasci fare la tua lavastoviglie? Vi sembrerà strano ma ora vi racconto: ho notato che […]
    MIENMIUAIF - MIA MOGLIE ED IO
  • Un grande miracolo per il piccolo Gabry: trovato donatore compatibile!
    Gabriele ha 2 anni ed ha una malattia genetica rarissima: la Sifd. Finalmente è stato identificato il donatore di midollo osseo: «Non sappiamo chi sia ma gli dobbiamo tutto» le parole del padre.Gabriele, anzi, “Gabry Little Hero”, come è intitolata la pagina Facebook creata dai genitori per raccontare la sua storia, è un guerriero di […]
    Silvia Lucchetti
  • Cari genitori, 5 regole per evitare che i vostri figli siano vittime di internet e chat perverse
    Dal cyberbullismo al sexting: come prevenire adescamento e violazioni della privacy Con la ripresa della scuola e il moltiplicarsi delle occasioni delle relazioni tra pari anche tramite social e smartphone è più facile che un ragazzo possa cadere in una delle tante trappole della rete come prevaricazioni, cyberbullismo, sexting e sextortion, adescamento, violazioni della privacy, […]
    Gelsomino Del Guercio
  • La verità dietro gli adolescenti autolesionisti
    Gli adolescenti che effettuano il cutting o si infliggono altri tipi di ferite stanno chiedendo disperatamente aiutoL’autolesionismo tra gli adolescenti non è una moda o un tentativo di attirare l’attenzione. Quando diffondiamo punti di vista del genere, proviamo a molti adolescenti che hanno ragione a sentirsi soli di fronte ai loro problemi. L’autolesionismo ha cause […]
    Małgorzata Rybak

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 40:
    • 130:
    settembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ago    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

    Login