MESSINA – Chiesa e Giornalismo a confronto, nel segno del messaggio di Papa Francesco

Redazione1
di Redazione1 gennaio 29, 2016 19:32

MESSINA – Chiesa e Giornalismo a confronto, nel segno del messaggio di Papa Francesco

IMG_0326L’invito di Papa Francesco nell’Anno giubilare della Misericordia – espresso nel suo messaggio per la 50^ Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, in occasione della festa di San Francesco di Sales Patrono dei giornalisti – mette in risalto un’esigenza morale fondamentale. E cioè: perché il linguaggio possa produrre un proficuo rapporto comunicativo col prossimo con cui si dialoga, è necessario che esso si fondi su un efficace connubio tra comunicazione e misericordia.

Questo il punto centrale di riflessione e confronto che ha fatto da linea guida all’incontro promosso dall’Arcidiocesi in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti – introdotto da don Giuseppe Lonia, direttore dell’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali – avvenuto nella cappella Santa Maria all’Arcivescovado di via 1° Settembre, durante il quale l’Amministratore Apostolico mons. Antonino Raspanti, ha dialogato con Lucio D’Amico, direttore di RTP e vicecaporedattore della Gazzetta del Sud, sul tema ”Comunicazione e misericordia: un incontro fecondo”.

Nell’intervenire sull’argomento, mons. Raspanti ha soprattutto tenuto a ribadire che il nodo centrale del rapporto comunicativo sta proprio nel grande valore sociale che la relazione con l’Altro viene ad assumere, se il nostro atteggiamento è improntato al modo di essere misericordioso. E’ infatti questa la condizione indispensabile perché – secondo quanto afferma Papa Francesco – la comunicazione sia anche capacità di ascolto, di condivisione, di accoglienza nei confronti dell’interlocutore. Cioè un modello fondato sui valori relazionali più adatti a stabilire rapporti esenti da pregiudizi, in grado quindi di creare ponti tra gli interlocutori, introdurre fattori di inclusione, di comprensione e compassione, a beneficio del rapporto umano e quindi di tutta la società. E’ solo da un tale atteggiamento – ha sottolineato Raspanti – fondato sul rispetto reciproco e sulla fiducia, che può svilupparsi un clima costruttivo di dialogo da cui può provenire una positiva crescita sociale..

0522_papa1Nell’interessante dibattito che ne è seguito – da cui è emersa una sostanziale convergenza di vedute tra i due interlocutori – Lucio D’Amico, nel “sentirsi interpellato dal messaggio del Papa circa il modo di fare giornalismo”, ha messo in evidenza l’importanza che ha la sensibilità morale degli operatori della comunicazione, nell’usare le parole giuste per raccontare le problematiche riguardanti le vicende umane. Perché “le parole – ha affermato – sono strumenti che possono incidere molto sulla vita delle persone”; per cui da come vengono usate possono sia ferire che aiutare ad alleviare le sofferenze umane; quindi rappresentano un mezzo importante per concorrere a migliorare la convivenza civile.

E’ dunque da ritenere fondamentale che, nell’adoperare i mezzi di comunicazione, si sappia valutare attentamente il linguaggio che si usa per ciò che esso può comportare; riflettendo sul fatto che una corretta comunicazione deve comprendere il sapere ascoltare, condividere, essere compassionevoli per far si che il dialogo sia ricerca di verità non precostituite, ma da costruire con umiltà nel confronto rispettoso delle reciproche posizioni.

Infine, monsignor Raspanti ha tenuto a precisare che il modello comunicativo improntato alla misericordia non può non essere legato alla verità e alla giustizia. In quanto il corretto atteggiamento che il messaggio evangelico del perdono invita a realizzare e diffondere, non può essere mai disgiunto dal riconoscimento dell’errore commesso, dal conseguente ravvedimento e dalla sincera volontà di cambiamento.

 

Anastasio Majolino

Redazione1
di Redazione1 gennaio 29, 2016 19:32


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Le insidie da evitare quando vostro figlio è disoccupato
    Per un giovane diplomato non è sempre facile ottenere il primo impiego. Tra consigli, aiuti e piccole attenzioni, come aiutarlo senza creare tensioni nella sua ricerca di lavoro? di Guilhem Dargnies Senza guardarla, Nicolina versa dell’acqua nel bicchiere della figlia: “Sei soddisfatta del tuo colloquio, cara?” Manon, prima di lasciare la stanza in preda alla […]
    Edifa
  • Il segreto per (ri)trovare la propria serenità
    La perdita del lavoro, la fine di un rapporto d’amore, le preoccupazioni finanziarie, la malattia di una persona cara… Spesso ci troviamo di fronte a delle contrarietà che ci feriscono interiormente e minano la tranquillità delle nostre notti e delle nostre giornate. Come possiamo affrontare le turbolenze della vita senza perdere la nostra serenità? di […]
    Edifa
  • Conoscete queste splendide statue cattoliche che si trovano sott’acqua?
    Dall’Italia alla Florida e alle Filippine, gli oceani ospitano alcune delle statue cattoliche più straordinarie del mondo Per secoli i cattolici hanno usato le statue e l’arte in generale come mezzo per condividere la propria fede e rendere omaggio alla Sacra Famiglia di Dio. Se la maggior parte di noi è abituata a vedere le […]
    V. M. Traverso
  • Santa Lidia, la donna della porpora
    Protagonista della prima conversione al cristianesimo documentata in Europa Era originaria della zona della Lidia, in Asia Minore, concretamente di Tiatira, dove oggi si trova la città turca di Akhisar. Si trasferì poi a Filippi, città situata nella zona orientale della Macedonia, nell’attuale Grecia, dove riuscì a intraprendere un prospero commercio della tinta porpora, motivo […]
    Aleteia
  • Riappare dopo 10 anni l’immagine della Madonna di Guadalupe a Monterrey
    Erano dieci anni che era scomparsa dal luogo in cui nel 1990 San Giovanni Paolo II l’aveva benedetta nella sua seconda e ultima visita alla città messicana di Monterrey, nello Stato settentrionale di Nuevo León. Nessuno sapeva dove fosse dopo che l’uragano “Alex” se l’era portata via tra i suoi venti e la sua pioggia. […]
    Jaime Septién
  • L’immagine della Madonna che ha accompagnato una gravidanza difficile
    Una donna ha dato alla luce tre gemelle identiche. Durante tutta la gestazione ha pregato Nostra Signora delle Grazie Victoria, Delfina e Julieta sono geneticamente identiche. Le tre gemelline sono nate da un tipo di gestazione che si verifica in un caso su 200 milioni, chiamato gravidanza gemellare monozigotica. Un unico ovulo, fecondato da un […]
    Esteban Pittaro
  • Era maestro di sci sulle Dolomiti, ora è missionario in Sud Sudan 
    Don Stefano Trevisan, 36 anni, sacerdote da poche settimane, missionario comboniano, e la sua toccante testimonianza di fede Dai paesaggi dolomitici e gelidi della Val Badia all’arido Sud Sudan. Una scelta di vita che porta don Stefano Trevisan, 36 anni, sacerdote da poche settimane, missionario comboniano, ad iniziare una vita che stravolge la precedente Originario […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Perché l’umiltà è la maniera migliore di amare Dio?
    Spesso l’umiltà è interpretato come una debolezza, eppure è lì che si trova il fondamento di ogni vita spirituale: giacché collega direttamente a Dio, essa è il modo migliore di amarLo. Senza umiltà non si può essere santi: il curato d’Ars, umilissimo prete la cui festa cade proprio all’inizio di agosto, l’ha compreso benissimo. È […]
    Marzena Wilkanowicz-Devoud
  • Perché noi credenti ci offendiamo tanto? Perché ci manca la carità
    di Silvana Ramos Carità. Quanta ne serve a tutti noi! Qualche settimana fa, monsignor Robert Barron, di Word on Fire, ha pubblicato un video sul suo canale che parla di una verità che purtroppo si verifica molto spesso su Internet: gli attacchi offensivi e senza misericordia tra cattolici. Credo che tutti noi evangelizzatori digitali abbiamo […]
    Catholic Link
  • La città di Venezia, per non essere sommersa, si è affidata a un potente arcangelo
    Nella Sacra Scrittura, Raffaele si contrappone al Demonio Asmodeo che è “colui che fa morire”. E in questa battaglia contro il demone che rientra la protezione della città lagunare Una importante città italiana è da secoli consacrata ad un potente arcangelo taumaturgo. Che in questo caso è invocato come protettore delle maree. Si tratta di […]
    don Marcello Stanzione

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 65:
    • 152:
    agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

    Login