Il culto alla DIVINA MISERICORDIA: la speciale preghiera per la salvezza delle anime dettata da Gesù a una suora polacca

Redazione1
di Redazione1 settembre 6, 2017 20:00

Il culto alla DIVINA MISERICORDIA: la speciale preghiera per la salvezza delle anime dettata da Gesù a una suora polacca

Nella devozione cattolica di oggi il culto alla Divina Misericordia è molto diffuso e tende sempre più a estendersi. In sintesi si tratta di una pratica religiosa per la salvezza delle anime, dettata da Gesu’ alla mistica polacca suor Faustina Kovalska, secondo quanto da essa dichiarato e trascritto fedelmente nel suo diario.

(Alcune annotazioni tratte da interventi di papi, Sacra Scrittura e Tradizione della Chiesa aiutano a capire meglio il senso di questo culto)

Il papa Benedetto XVI afferma che il contenuto di ogni vera spiritualità e devozione cristiana, non soltanto il culto e Divina Miser.°la devozione al Sacro Cuore di Gesù, è l’amore di Dio per noi, per cui «il fondamento di questa devozione è antico come il cristianesimo stesso. Infatti, essere cristiano è possibile soltanto con lo sguardo rivolto alla Croce del nostro Redentore, “a Colui che hanno trafitto” (Gv 19,37; cfr Zc 12,10). A ragione – continua il Papa – l’Enciclica “Haurietis aquas” ricorda che la ferita del costato e quelle lasciate dai chiodi sono state per innumerevoli anime i segni di un amore che ha informato sempre più incisivamente la loro vita.

Dalla pubblicazione della seconda enciclica del pontificato di Giovanni Paolo II, la “Dives in misericordia” del ’30/11/1980, a cui fece seguito prima la beatificazione, il 18/04/1993, e poi la canonizzazione, il 30/04/2000, della Papa Wojtyla àsuora polacca Maria Faustina Kowalska, con l’estensione a tutta la Chiesa della celebrazion e della festa della Divina Misericordia, la seconda domenica di Pasqua, il culto all’Amore misericordioso ha avuto un’incredibile ripercussione sui fedeli. Pertanto, l’icona di Gesù con due raggi, uno rosso e l’altro pallido, che scaturiscono dal suo petto, secondo la visione avuta dalla Santa, ha avuto una notevole diffusione.

 Il versetto di Giovanni evangelista sul costato trafitto di Gesù da cui «scaturì sangue e acqua» (Gv 19,34) ha sempre destato fin dall’antichità cristiana delle profonde risonanze nella Tradizione: all’inizio nei Padri della chiesa, poi più specialmente nella teologia e nella spiritualità del Cuore di Cristo dal Medioevo e ora, in epoca contemporanea, nella teologia e nella spiritualità dell’Amore misericordioso.

MA IN CHE CONSISTE IL CULTO DELLA DIVINA MISERICORDIA?

Il modello di questa pratica religiosa lo ha spiegato lo stesso Gesù a suor Faustina, durante le sue apparizioni alla mistica polacca.

Nella visione che santa Faustina ebbe il 22 febbraio 1931 nella cella del convento di Płock. “La sera, stando nella mia cella vidi il Signore Gesù vestito di una veste bianca – scrisse sul suo Diario –: una mano alzata per benedire, mentre l’altra toccava sul petto la veste, che ivi leggermente scostata lasciava uscire due grandi raggi, rosso l’uno e l’altro diario_di_s. faustinapallido. (…) Dopo un istante Gesù mi disse: ‘Dipingi un’immagine secondo il modello che vedi, con sotto scritto: Gesù confido in Te!’”.

L’immagine rappresenta dunque il Salvatore risorto che porta agli uomini la pace con la remissione dei peccati a prezzo della sua Passione e morte in croce. I raggi del sangue e dell’acqua che scaturiscono dal cuore di Gesù trafitto dalla lancia e le cicatrici delle ferite della crocifissione richiamano gli avvenimenti del Venerdì Santo.

Gesù ha definito con molta chiarezza tre promesse legate alla venerazione dell’immagine: la salvezza eterna, la vittoria sui nemici della salvezza e grandi progressi sulla via della perfezione cristiana, la grazia di una morte felice.

L’essenza di questo culto è:

A) l’atteggiamento di FIDUCIA verso il Signore Dio e, l’affidarsi a Lui con atteggiamento di fede filiale, per cui l’uomo in ogni situazione si fida senza riserve dell’amore misericordioso e dell’onnipotenza del Padre celeste. Atteggiamento, quindi, non soltanto di speranza, ma anche fede viva, umiltà, perseveranza e pentimento per le colpe commesse.
B) La MISERICORDIA: caratterizza il nostro atteggiamento verso ogni uomo. Gesù Cristo ha detto a Santa Faustina: <<Esigo da te atti di misericordia, che debbono derivare dall’amore verso di Me. Devi mostrare misericordia sempre e ovunque verso il prossimo: non puoi esimerti da questo, né rifiutarti né giustificarti. Ti sottopongo tre modi per dimostrare misericordia verso il prossimo: il primo è l’azione, il secondo è la parola, il terzo è la preghiera>>.

Le forme del culto alla Divina Misericordia, secondo la missione affidata a Suor Maria Faustina:
– Avvicinare e proclamare al mondo la verità rivelata nella Sacra Scrittura sulla Misericordia di Dio per ogni uomo.
– Implorare la Misericordia Divina per tutto il mondo, soprattutto per i peccatori, in particolar modo con le nuove forme di culto della Divina Misericordia indicate da Gesù:
– Venerazione dell’immagine di Cristo con la scritta: Gesù confido in Te;
– la festa della Divina Misericordia nella prima domenica dopo Pasqua;
– la coroncina della Divina Misericordia;
– la preghiera nell’ora della Divina Misericordia (ore 15).

A queste forme di culto e anche alla diffusione dell’adorazione della Misericordia il Signore allegava grandi promesse Santa Faustina Kowalska°a condizione dell’affidamento a Dio e della prassi dell’amore attivo per il prossimo.
“Io desidero che vi sia una festa della Misericordia, voglio che l’immagine che dipingerai con il pennello, venga solennemente benedetta nella prima Domenica dopo Pasqua, questa Domenica deve essere la festa della Misericordia”.

La Festa della Divina Misericordia

Questa seconda forma del culto della Divina Misericordia occupa il posto più importante tra tutte le forme di devozione alla Divina Misericordia che sono state rivelate a santa Faustina. Gesù ha detto a suor Faustina: “Desidero che la prima domenica dopo Pasqua sia la Festa della Misericordia. Questa Festa è uscita dalle viscere della Mia Misericordia ed è confermata nell’abisso delle Mie grazie. Ogni anima che crede ed ha fiducia nella Mia Misericordia, la otterrà“.

La Coroncina alla Divina Misericordia

Il terzo modo di adorare la Divina Misericordia si esprime, secondo l’intenzione di Gesù, per mezzo della preghiera della Coroncina alla Divina Misericordia, (dettata da Lui Stesso a suor Faustina a Vilnius il 13-14 settembre1935 come preghiera per placare l’ira di Dio). Attraverso questa preghiera noi offriamo al Padre Eterno tutta la persona di Gesù, cioè la sua personalità divina e tutta la sua umanità che comprende corpo, sangue e anima.

Gesù ha detto a suor Faustina: “Con questa Coroncina otterrai qualsiasi grazia, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà. La Mia Misericordia avvolgerà in vita e specialmente nell’ora della morte le anime che reciteranno questa Coroncina”.

L’ora della Misericordia

Questa forma del culto della Divina Misericordia è la preghiera delle “ore tre del pomeriggio”, in altre parole l’Ora della Misericordia. In quest’ora Gesù ci chiede di meditare sulla sua Passione percorrendo magari la Via crucis o in mancanza di tempo raccogliendosi per un breve momento in preghiera recitando per esempio: “O Sangue ed Acqua che scaturisti dal Cuore di Gesù, come sorgente di Misericordia per noi, confido in te”.

La Coroncina è stata dettata da Gesù a Santa Faustina Kowalska nell’anno 1935. Gesù, dopo aver raccomandato a S. Faustina “Figlia mia, esorta le anime a recitare la coroncina che ti ho dato”, ha promesso: “per la recita di questa coroncina mi piace concedere tutto ciò che mi chiederanno se questo sarà conforme alla mia volontà“. Particolari promesse riguardano l’ora della morte e cioè la Divina Misericordia 2 °grazia di poter morire serenamente e in pace. La possono ottenere non solo le persone che hanno recitato con fiducia e perseveranza la Coroncina, ma anche i moribondi accanto ai quali essa verrà recitata.

Gesù ha raccomandato ai sacerdoti di consigliare la Coroncina ai peccatori come ultima tavola di salvezza; promettendo che “anche se si trattasse del peccatore più incallito, se recita questa coroncina una volta sola, otterrà la grazia della mia infinita misericordia”.

Come si recita (Per recitare la coroncina alla Divina Misericordia si usa una catena del Santo Rosario.)

Si inizia con: Padre Nostro, Ave Maria e Credo. Sui grani del Padre Nostro si recita la seguente preghiera:

<<Eterno Padre, io Ti offro il Corpo, il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Signore nostro Gesù Cristo in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero>>.

Sui grani dell’Ave Maria si recita la seguente preghiera: <<Per la Sua dolorosa Passione abbi misericordia di noi e del mondo intero>>. Al termine della corona si prega tre volte:

<<Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale abbi pietà di noi e del mondo intero>>.

(La Coroncina della Misericordia viene trasmessa ogni giorno, alle ore 15,00, da TV2000 – can. 28)

Diffusione del cultoIl quinto modo per adorare la Divina Misericordia consiste nella diffusione di questo culto nelle sue varie forme.

Uno dei più convinti promotori di questo culto è stato Giovanni Paolo II, che ha anche stilato il testo della Consacrazione

Il 17 agosto 2002, a Cracovia, San Giovanni Paolo II, convinto promotore di questo culto, affidò alla Divina Misericordia le sorti del mondo con questa bellissima preghiera:

“Dio, Padre misericordioso,
che hai rivelato il Tuo amore nel Figlio tuo Gesù Cristo,
e l’hai riversato su di noi nello Spirito Santo, Consolatore,
Ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo.
Chinati su di noi peccatori,
risana la nostra debolezza,
sconfiggi ogni male,
fa’ che tutti gli abitanti della terra
sperimentino la tua misericordia,
affinché in Te, Dio Uno e Trino,
trovino sempre la fonte della speranza.
Eterno Padre,
per la dolorosa Passione e la Risurrezione del tuo Figlio,
abbi misericordia di noi e del mondo intero!”

Amen

 

(Questo articolo è anche pubblicato, stabilmente, alla voce “…altre” del presente portale.)

Redazione

Redazione1
di Redazione1 settembre 6, 2017 20:00


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Quando si dice “fashion victim”: ecco a voi 5 abiti killer (FOTO)
    Non c’è solo il cappellaio letteralmente fatto impazzire dal mercurio e altre amene sostanze, come l’arsenico, utilizzate per la lavorazione degli irrinunciabili cilindri inglesi; sono numerosi gli abiti mortali o almeno pericolosi che si sono succeduti lungo la storia della moda. Oggi ve ne proponiamo soltanto cinque! E mica ce ne sono solamente cinque! Stoffe […]
    Una penna spuntata
  • Il Papa ricorda le ferite della pandemia e invita a volgere lo sguardo verso Gesù (VIDEO)
    Con la ripresa delle udienze dopo la pausa estiva, il Pontefice inizia un ciclo di catechesi incentrato sulla pandemia. “Dobbiamo tenere ben fermo – afferma Francesco – il nostro sguardo su Gesù e con questa fede abbracciare la speranza del Regno di Dio che Gesù stesso ci porta” È questo tempo di grave emergenza sanitaria […]
    Vatican News
  • Il sacerdote che riscatta i bambini dalle discariche delle Filippine
    Li aiuta a vedere la loro dignità personale come figli di Dio e a ottenere nuove e migliori prospettive di vita Padre Mathieu Dauchez è francese ma lavora a Manila, nelle Filippine, come responsabile della fondazione ANAK-Tnk, che si dedica ai bambini bisognosi di una delle zone più povere della capitale del Paese. La fondazione […]
    Aleteia
  • Cari giovani, di sesso si vive ma si può anche morire!
    La nostra società ha fatto credere ai ragazzi che il sesso sia una sorta di gioco. Mai menzogna fu più micidiale di questa. Il sesso coinvolge l’intera persona, la plasma, la cambia, la permea, a volte la rovina. Dobbiamo trovare il coraggio per aiutare i nostri giovani a fare scelte giuste nello stupendo e insidioso […]
    Padre Maurizio Patriciello
  • La pensavo eterea, finché il mistero di Maria si è piantato di fronte a me
    Di fronte alla pietà di Michelangelo il cuore rimane sconcertato vedendo una madre che tiene tra le braccia il Figlio morto e dice Sì a Dio fino in fondo. E tra quelle braccia Maria continua a tenere tutti noi. I ricordi circa la mia scoperta della figura di Maria sono molto vaghi. Se ripenso alla […]
    Mogli e mamme per vocazione
  • Preghiere di liberazione a Maria per allontanare gli spiriti maligni
    L’ha composta San Pio X, che all’interno di questa invocazione, oltre alla Madonna, ha inserito anche la intercessione degli angeli San Pio X, che si festeggia il 21 agosto, al secolo Giuseppe Sarto, è passato alla storia anche per la promulgazione di un catechismo assai famoso detto appunto di San Pio X, del 1912, “Il catechismo […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Si può calcolare il numero degli angeli? È vero che Gesù dice quanti sono?
    Cristo, la sera del Giovedì Santo, quando giungono gli uomini incaricati di arrestarLo, ordina a Pietro di riporre la sua spada nel fodero e aggiunge: “Pensi tu dunque che io non possa fare appello a Mio Padre, che mi fornirebbe seduta stante più di dodici legioni di Angeli?” Voler conoscere il numero degli Angeli non […]
    don Marcello Stanzione
  • Come deve essere la nostra preghiera? ostinata!
    La donna cananea del Vangelo di oggi non indietreggia di fronte al silenzio di Gesù, resta e continua ostinatamente a pregarlo. «Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». In quel tempo, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco, una donna cananea, che veniva da quella […]
    Luigi Maria Epicoco
  • Esplosione Beirut: i muri della chiesa crollano sul prete (VIDEO)
    Immagini scioccanti dalla capitale del Libano: pezzi di intonaco e muri volano addosso a un sacerdote che stava celebrando la santa messa Un’esplosione di potenza inimmaginabile ha portato la devastazione e seminato il panico in tutta Beirut e nei sobborghi. Almeno 100 morti e 4000 i feriti, secondo un bilancio ancora provvisorio della deflagrazione, avvenuta […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Federica e Maria Pia, gemelle cieche fin dalla nascita si laureano lo stesso giorno
    22 anni originarie di Trani, hanno discusso la tesi lo stesso giorno. Federica è una cantautrice e Pia è una scrittrice. Congratulazioni, dottoresse! Mazzi di fiori, coriandoli colorati sospesi in aria, espressioni felici e sorprese, abiti lunghi e luccicanti. Così Federica e Maria Pia Paradiso sono ritratte insieme in foto il giorno della loro laurea. La […]
    Silvia Lucchetti

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

  • Papa all’udienza: “Preghiamo per il Libano” 5 agosto 2020
    “La Chiesa, benché amministri la grazia risanante di Cristo mediante i sacramenti e benché provveda servizi sanitari negli angoli più remoti del pianeta, non è esperta nella prevenzione o nella cura della pandemia”, che spetta ai “dirigenti politici e sociali”. A precisarlo è stato il Papa, nella prima udienza generale dopo la consueta pausa di […]
  • Papa Francesco: udienza, appello per il Libano, “comunità internazionale lo aiuti ad affrontare questo momento così tragico e doloroso” 5 agosto 2020
    Un appello affinché il Libano “possa affrontare questo momento così tragico e doloroso e con l’aiuto della comunità internazionale possa superare la grave crisi che sta attraversando”. A rivolgerlo è stato il Papa, che, prima dei saluti ai fedeli di lingua italiana collegati in streaming, al termine dell’udienza generale ha fatto riferimento alla tragedia che […]
  • Papa Francesco: udienza, la cura della pandemia spetta “ai dirigenti politici e sociali”, ma la Chiesa è esperta di “principi sociali fondamentali” 5 agosto 2020
    “La Chiesa, benché amministri la grazia risanante di Cristo mediante i sacramenti e benché provveda servizi sanitari negli angoli più remoti del pianeta, non è esperta nella prevenzione o nella cura della pandemia”. A precisarlo è stato il Papa, nella prima udienza generale dopo la consueta pausa di luglio, trasmessa in diretta streaming dalla biblioteca […]
  • Fondazione Populorum Progressio: 168 progetti per 23 Paesi dell’America Latina e dei Caraibi 5 agosto 2020
    La complessa crisi provocata dalla pandemia da Covid-19 non ha impedito lo svolgimento della riunione annuale del Consiglio di amministrazione della Fondazione Populorum Progressio, tenutasi il 29 e 30 luglio 2020 in modalità telematica, durante la quale, oltre ad analizzare le conseguenze provocate dalla pandemia da coronavirus nella regione latinoamericana e nei Caraibi, tra i molti progetti di sviluppo […]
  • Papa Francesco: udienza, “Gesù guarisce tutto”, “in che modo possiamo aiutare a guarire il nostro mondo?” 5 agosto 2020
    “Gesù guarisce tutto”. Lo ha ricordato, a braccio, il Papa, nella prima udienza dopo la pausa estiva, dedicata al tema della guarigione, sulla scorta dell’episodio evangelico della guarigione del paralitico. “Il ministero di Gesù offre molti esempi di guarigione”, ha ricordato Francesco: “Quando risana coloro che sono affetti da febbre, da lebbra, da paralisi; quando […]
  • Papa Francesco: udienza, “la pandemia sta continuando a causare ferite profonde” 5 agosto 2020
    “La pandemia sta continuando a causare ferite profonde, smascherando le nostre vulnerabilità. Molti sono i defunti, moltissimi i malati, in tutti i continenti. Tante persone e tante famiglie vivono un tempo di incertezza, a causa dei problemi socio-economici, che colpiscono specialmente i più poveri”. Il Papa ha ripreso le udienze del mercoledì, dopo la consueta […]
  • Tv2000: domani alle 21 il Rosario dalla cattedrale di Aosta con mons. Lovignana 4 agosto 2020
    “Prega con noi”. Tv2000 e InBlu Radio invitano “i fedeli, le famiglie e le comunità religiose a ritrovarsi, domani, 5 agosto, alle 21, per recitare insieme il Rosario che verrà trasmesso da Tv2000 (canale 28 e 157 Sky), InBlu Radio, e su Facebook”. La preghiera andrà in onda dalla cattedrale Santa Maria Assunta e San […]
  • Mons. Chiarinelli: il cordoglio del Meic. “È stato davvero un amico dei laici” 4 agosto 2020
    “Quella di monsignor Lorenzo Chiarinelli è stata un’esistenza dal mistero di Dio, radicata in una spiritualità intensa ma asciutta, capace di tessere un costante dialogo tra il Vangelo e la cultura”. Così la presidenza nazionale del Meic ricorda mons. Chiarinelli, “che prima del ministero episcopale ha svolto un lungo e fecondo servizio pastorale prima nella […]
  • Papa Francesco: intenzione preghiera agosto, “senza i marittimi, in molte zone del mondo si soffrirebbe la fame” 4 agosto 2020
    “La vita del marinaio, del pescatore e delle loro famiglie è molto dura. A volte è caratterizzata dal lavoro forzato o dall’essere abbandonati in porti lontani”. Lo sottolinea Papa Francesco, nel video con l’intenzione di preghiera per il mese di agosto. “La concorrenza della pesca industriale e l’inquinamento rendono poi il lavoro ancor più complicato. […]
  • Giovanni Maria Vianney: patrono dei preti stropicciati 4 agosto 2020
    Oggi, 4 agosto, si fa memoria di uno dei pochissimi parroci canonizzati dalla Chiesa cattolica: san Giovanni Maria Vianney, il Curato d’Ars. Non che nella Chiesa manchino sacerdoti santi: di quelli ce n’è un esercito! Ma è interessante (e inquietante) che siano molto pochi quelli che come ministero abbiano svolto la cura d’anime in una […]

Commenti recenti

     

    • 164:
    • 238:
    agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

    Login