MESSINA – Festeggiamenti in onore di Sant’Annibale Maria Di Francia: Anniversario della canonizzazione, 16 maggio, e Dies Natalis 1° giugno

Redazione1
di Redazione1 maggio 14, 2017 01:07

MESSINA – Festeggiamenti in onore di Sant’Annibale Maria Di Francia: Anniversario della canonizzazione, 16 maggio, e Dies Natalis 1° giugno

Il 16 maggio 2017  si festeggia l’anniversario della Canonizzazione di S.Annibale e portoAnnibale Maria Di Francia, avvenuta nel 2004 ad opera di Giovanni Paolo II, e, a seguire, si celebra la solennità del Dies Natalis, che cade il prossimo 1° giugno. Ci si appresta, dunque, a festeggiare un messinese che dà onore, gioia, e validi motivi di edificazione per la Chiesa messinese e la città tutta, in un momento in cui si sente il bisogno di rafforzare la religiosità e, soprattutto, propiziare la  ripresa della nostra città.

Con l’impegno costante della carità, Padre Annibale diventa l’instancabile benefattore dei più miseri e derelitti, e per questa dedizione costante, è cStatua pulita °hiamato “Il Padre degli orfani e dei poveri”. Immenso il suo merito per aver trasformato il quartiere “Avignone”, ghetto malfamato della Messina di periferia ritenuto irrecuperabile,  in un luogo irradiante spiritualità e centro operoso di attività produttive. Tra le sue opere più importanti, la fondazione di due Congregazioni: le “Figlie del Divino Zelo” e i “Rogazionisti del Cuore di Gesù”.

Obbediente all’invito del “Rogate” di Gesù, Padre Annibale diventa il grande Apostolo della preghiera per le vocazioni. Preghiera ormai diffusa in tutto il mondo e, nel 1964, divenuta impegno ufficiale della Chiesa  per volontà di Paolo VI, che ha istituito la “Giornata Mondiale delle Vocazioni”. Per i suoi riconosciuti meriti,  nel 2010, all’Arco delle Campane in San Pietro, viene collocata una splendida statua marmorea in onore di  questo illustre concittadino, grande Apostolo e Profeta del nostro tempo.

La chiesa sorta dove prima c’era il luogo malfamato, risanato per opera di Padre Annibale, è il aprimo tempio nel mondo dedicato alla preghiera per le vocazioni. Chiesa eletta a Basilica, divenuta uno dei Santuari più conosciuti e importanti, dedicata a Sant’Antonio per la particolare devozione che Annibale Di Francia aveva verso il Santo di Padova fin dal 1887, manifestata con la istituzione del “Pane di Sant’Antonio”.Santuario S. Antonio °

 

Redazione

Una breve nota sul Padre Fondatore di Marcella Pistacchio Fdz.

Nella Messina moderna, conoscere Annibale Maria Di Francia suscita sempre interesse, gratitudine  e dona luce alla nostra città. Egli nasce nel 1851 e muore nel 1927. Ciò che subito colpisce della sua vita e che attira l’attenzione è proprio la sua “messinesita”. L’amore alla sua città lo spinge a impegnarsi a livello sociale, culturale, spirituale… Dicono di lui che non c’era evento cittadino che non lo vedesse protagonista o anche solo spettatore. Personaggio polivalente incarna le più belle qualità dei messinesi: l’accoglienza, la socialità, l’apertura, l’intraprendenza…

Già agli inizi della sua vita sacerdotale comincia a sconvolgere le sorti del quartiere più malfamato della sua amata città, “Avignone”. Attirato e incuriosito dall’incontro con Zancone, un mendicante, finto cieco, a cui, dopo avergli dato una elemosina, promette di andare a trovarlo. E così fa.

Al degrado sociale, morale, culturale, spirituale che Annibale Maria scopre in quel quartiere, risponde con l’amore più puro e gratuito.

Vicolo del quartiere "Avignone"

Vicolo del quartiere “Avignone”

L’amore di Dio lo rende pienamente umano e lo induce a vedere nella creatura povera e sofferente la presenza del Creatore.

Quella passione per la sua città lo spinge, ora, a curarne una porzione, quella più bisognosa. Annibale Maria non solo mette a disposizione tutti i suoi averi, derivanti dalle sue nobili origini, ma provvede a un risanamento sociale prima ancora di annunciare il Vangelo. Era convinto che l’annuncio più vero è nell’atto concreto. Prima sfamare e agire, poi parlare. Solo così la Parola potrà essere creduta.

Annibale Maria opera attivamente nella sua Messina e, soprattutto, la porta nel cuore e nella sua preghiera. Dice: «Ti supplico, o Signore, di voler guardare con occhio di misericordia questa città. Benedicila, risanala». E altrove: «Il bisogno che ha Messina di sacerdoti, che salvino le anime e si consumino per Gesù Cristo, è immenso. Ed io sento di sacrificarmi per le anime dei miei concittadini».

Locandina S. Ann.1 °

Locandina S. Ann. 2 °

 

 

Redazione1
di Redazione1 maggio 14, 2017 01:07

RSS aleteia

  • I padri più grandi del mondo: uomini santi che hanno allevato santi
    L’amore di un buon padre può essere un’icona dell’amore di Dio Padre, che spiega ai suoi figli la verità per la quale sono amati al di là di ogni immaginazione. Questo tipo di amore rende molto più semplice il fatto di ricevere l’amore di Dio e di donargli il nostro cuore, rendendo santi i figli […]
    Meg Hunter-Kilmer
  • Pensavate che la vostra vita sarebbe stata facile per il fatto di essere cattolici?
    “Del resto, tutti quelli che vogliono vivere piamente in Cristo Gesù saranno perseguitati” (II Timoteo 3, 12) Essere cattolico è la cosa migliore che mi sia capitata. Mi sento felice, accolto nella nostra santa Madre Chiesa. Non è perfetta, ma la amo. So anche che praticare la fede e perseverare nella preghiera non mi libererà dalle […]
    Claudio De Castro
  • Alfredo Infante, un Gesuita che esercita il suo sacerdozio tra guerre e conflitti
    Il fuoco incrociato tra le bande criminali per il “controllo della zona” e tra queste e i corpi di sicurezza dello Stato è “il pane quotidiano” a La Vega, un insieme di quartieri a sud-ovest di Caracas (Venezuela). Negli ultimi mesi, prendere precauzioni serve non solo a evitare la pandemia di coronavirus, ma anche a […]
    Ramón Antonio Pérez
  • La preghiera quotidiana che può trasformare la vostra vita
    Molti di noi stanno vivendo con il pilota automatico inserito, saltando da un compito all’altro, non permettendosi tempo o spazio per la contemplazione, o sprecando il proprio tempo in cose prive di importanza. Sant’Ignazio, sacerdote spagnolo, teologo e fondatore dei Gesuiti, ha scritto gli Esercizi Spirituali, un insieme di meditazioni cristiane, preghiere ed esercizi mentali […]
    José Miguel Carrera
  • Erdoğan vuole trasformare in moschee tutte le chiese cristiane della Turchia?
    La Turchia vuole trasformare in moschee tutte le chiese cristiane? È la domanda posta senza giri di parole dal sito Cristiani Today, che si chiede quale sia la politica del Governo di Recep Tayyip Erdoğan per quanto riguarda i templi cristiani esistenti nel Paese a maggioranza musulmana ma in teoria laico. Il reportage parte dal […]
    Francisco Vêneto
  • 105 anni appena compiuti, pregando ogni giorno San Francesco di Paola
    Il suo legame con San Francesco di Paola si è rinsaldato con la preghiera anche nel giorno del suo 105esimo compleanno.   Anna Mangione, la donna più longeva di Pizzo Calabro (Vibo Valentia), nata il 17 giugno 1916, nel clou del primo conflitto mondiale, era poco più che trentenne quando superò anche la seconda guerra. […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Incorporei, innumerevoli, “soffi” di Dio: così si presentano gli angeli
    Viviamo in un mondo circondato da spiriti la cui trascendenza è constante, ma più in là delle costellazioni e delle stelle, esiste un universo celeste i cui abitanti sono gli spiriti puri, ossia gli angeli, creature fuori dalle dimensioni temporali normali e che non un corpo umano. Non si possono quantificare Questi spiriti puri sono […]
    don Marcello Stanzione
  • Il bimbo più prematuro del mondo compie un anno, auguri Richard!
    Tanto piccolo, ma con un nome lunghissimo: Richard Scott William Hutchison. Altisonante come il nome di un re o di un principe e in effetti si merita squilli di tromba e una festa in grande stile. Ma in realtà gli è bastata una torta di panna da poter pastrocchiare con le mani. Lo scorso 5 […]
    Annalisa Teggi
  • Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livorno
    Nella diocesi di Livorno sarà possibile celebrare il matrimonio religioso anche in casa. La disposizione ha ricevuto il via libera da parte del consiglio presbiteriale, come riporta il settimanale diocesano. Il rifiuto di sposarsi in chiesa «Con questa disposizione – spiega il vescovo di Livorno Simone Giusti – abbiamo pensato di facilitare in parte un […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Roberto Mancini e la sua fede: “La Madonna è la mamma di tutti noi”
    Il sostegno della Madonna e la fede sono la forza del ct della Nazionale Roberto Mancini. «Io sono credente cattolico, praticante. Sono cresciuto all’oratorio sotto casa, è stata una grande fortuna». Queste le parole di Roberto Mancini intervistato da monsignor Dario Edoardò Viganò nella puntata del 19 giugno di “A sua immagine”, il programma religioso […]
    Gelsomino Del Guercio

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 157:
    • 200:
    giugno: 2021
    L M M G V S D
    « Mag    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

    Login