Messina – Montevergine, “Eustochia modello attuale di santità”, fonte di fiducia e speranza

Redazione1
di Redazione1 gennaio 23, 2021 17:32

Messina – Montevergine, “Eustochia modello attuale di santità”, fonte di fiducia e speranza

Foto/Rocco Papandrea

E’ stata una celebrazione in tono minore, ma certo intensamente sentita, la commemorazione del 536mo anniversario del Dies Natalis di Santa Eustochia Smeralda, avvenuta nella chiesa del monastero di Montevergine in un momento difficile che crea sofferenze, limitazioni e muove ad invocare l’aiuto divino.

Il profondo raccoglimento dei pochi fedeli che hanno invocato l’intercessione della grande santa concittadina, anche in nome del popolo messinese, nella mistica atmosfera del tempio a lei dedicato, ha fatto avvertire una più intima consonanza con la spiritualità dell’umile clarissa figlia di Santa Chiara d’Assisi.

Una spiritualità che ha ispirato tanta religiosità, vocazioni alla vita consacrata, infinite donazioni mistiche e benedizioni. Facendo sì che Eustochia, pur nell’isolamento della vita claustrale, come ha sottolineato l’Arcivescovo, poiché esaltata dall’intima unione con la Divinità, ha esteso smisuratamente la sua protezione a beneficio delle anime attraverso i misteriosi canali del suo spirito luminoso. E’ così nata una relazione straordinaria verso tutti: di carattere mistico, universale, che ha diffuso “luce per chi vive le fatiche della fede, balsamo per chi soffre nel corpo e nello spirito e speranza per i poveri”.

Un mistico rapporto che continua a irradiarsi ormai da più di cinque secoli, e che si realizza anche in modo diretto e visibile mediante la realtà del corpo incorrotto della Santa che, esposto nell’atmosfera suggestiva di Montevergine, fa sentire ancor più viva e comunicativa la “presenza” di Eustochia nella cappella sopra l’altare, dove rimane perennemente presente e benedicente per tutti.

Una “Presenza” incoraggiante, quella della mistica francescana, che continua a “comunicare” anche attraverso la fiorente comunità delle clarisse, sue seguaci, che perpetuano santamente l’opera della Madre fondatrice, rappresentando una delle realtà più preziose e di più alto valore spirituale che Messina possiede.

“L’esperienza della croce vissuta a causa della pandemia che ha sconvolto ogni espressione di vita sociale – ha detto mons. Accolla – richiama al bisogno di una fede autentica, ad un ritorno all’essenziale attraverso il quale cogliere la bellezza di Dio nell’incontro con il prossimo; e mentre le norme sanitarie impongono il distanziamento fisico, siamo chiamati a vivere in modo solidale gli uni per gli altri mediante scelte di austerità responsabili”.

Durante la celebrazione presieduta dall’arcivescovo Giovanni Accolla, in segno di perenne di devozione e preghiera in nome della città, il sindaco Cateno De Luca ha acceso la lampada votiva che arderà davanti alla Santa, e offerto l’olio che alimenterà la sua fiammella.

In questo contesto celebrativo rassicurante, fonte di fiducia e speranza, Eustochia è stata indicata da mons. Accolla quale “modello attuale di santità” a cui guardare e rivolgere l’implorazione perché ci ottenga la liberazione dalla pandemia. Un proposito intensamente partecipato dai presenti che ha conferito alla celebrazione un particolare segno di fede e di speranza, cui ha contribuito intensamente la presenza orante e rasserenante delle clarisse con l’abbadessa Madre Agnese Pavone, insieme al cappellano mons. Pietro Aliquò.

Anastasio Majolino  

Redazione1
di Redazione1 gennaio 23, 2021 17:32

RSS aleteia

  • Il Papa: Gesù ci tratta da amici e ci chiede di abitare nel suo amore
    Qual è l’amore in cui Gesù ci dice di rimanere per avere la sua gioia? Papa Francesco al Regina Caeli risponde a questa domanda attingendo al Vangelo di oggi nel quale “Gesù, dopo aver paragonato Sé stesso alla vite e noi ai tralci”, spiega quale sia “il frutto che portano coloro che rimangono uniti a Lui”. Questo […]
    Vatican News
  • I nuovi proletari e il dovere per il Papa di essere “avvocato dei poveri”
    Parole profetiche su quelli che oggi il suo successore Francesco chiama “gli scartati”. Un’analisi realistica sui grandi squilibri e sulle conseguenze dell’esodo verso i grandi agglomerati urbani. Una critica all’ideologia marxista e al suo materialismo ateo, ma anche una critica all’ideologia liberale che meno di vent’anni dopo avrebbe prevalso aprendo definitivamente la strada al turbo-capitalismo. […]
    Andrea Tornielli
  • “L’amore mi ha insegnato ogni cosa”. Un corto animato che offre preziose lezioni di vita
    di Franco Lanata Vi presentiamo un cortometraggio di Fred e Sam Gillaume intitolato “La volpe e l’uccellino”, che ci mostra in modo artistico, allegorico e semplice il valore e la bellezza delle relazioni personali. Come si vede, la trama non è complessa, ma la realtà umana che rappresenta sì. La storia narrata è quella di […]
    Catholic Link
  • Emozioni e “trucchetti da santi” (4/5): combattere la pigrizia con Girolamo di Stridone
    Come i santi più grandi hanno gestito le loro emozioni? Sulla scia di Edwige Billot (autrice in Francia di “Et si les saints nous coachaient sur nos émotions ?” [Téqui]), Aleteia vi propone di scoprire ogni giorno per cinque giorni un “trucchetto da santo” per orientare un’emozione secondo il cuore di Dio. The post Emozioni […]
    Mathilde De Robien
  • Il Papa, vaccini: sospendere a tempo la proprietà intellettuale
    È il tema del momento della politica, che deve fare i conti con economia ed interessi. È il tema di sempre di Francesco, che guarda costantemente agli esseri umani, specie se interessano a pochi. Los Angeles si illumina per uno spettacolo su YouTube, che vuole avere la forza di un movimento d’opinione in grado di […]
    Vatican News
  • Affidate tutte le vostre preoccupazioni alla Vergine Maria per camminare meglio verso il Signore
    Gesù ci ha dato Sua Madre, e non in un qualsiasi momento ma poco prima di morire (Gv 19, 26-27). Maria è anche nostra, sotto la Croce è diventata Madre della Chiesa. Lei ci è data per essere vicina a noi come segno discreto della sollecitudine del Padre, per condurci a Gesù, per aprirci all’azione […]
    Edifa
  • Come aiutare il figlio a trovare la sua vocazione?
    È sempre Dio che chiama. Ma Egli chiama con discrezione, come “un mendicante che bussa alla porta”. Affinché i nostri figli sentano la chiamata di Dio, è necessario che la loro attenzione si concentri su quest’unica domanda: qual è il piano d’amore che Dio ha per me? Non spingere il figlio a scegliere una strada […]
    Edifa
  • Festa della mamma: non dimentichiamo di celebrare la maternità spirituale di Maria e quella della Chiesa
    La festa della mamma ci invita a pensare non solo a colei che ci ha dato la vita e ci ha cresciuti, ma anche alla maternità spirituale di cui beneficiamo incessantemente: quella di Maria e quella della Chiesa. Come la Vergine Maria e la Chiesa esercitano la maternità? Attraverso il Suo “Fiat”, Maria acconsente al […]
    Edifa
  • Una mamma su due lascia il lavoro per la cura dei figli
    Oltre una mamma su due (53,3%) che si licenzia lo fa perché non riesce a conciliare con il proprio lavoro la cura dei figli, il tempo fuori casa e gli orari di scuole e asili nido. E’ quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati dell’Ispettorato nazionale del lavoro in occasione della Festa della […]
    Agi
  • Lettera aperta in risposta a una mamma agnostica
    di Will Wright Questa lettera aperta è stata scritta in risposta a un articolo virale scritto da Amelia Kibbie e che si può leggere qui. Cara Amelia, nel momento in cui scrivo questo testo il tuo articolo è stato condiviso 20.928 volte solo su Facebook. È quindi chiaro che questo sentimento risuoni nel cuore di […]
    Catholic Link

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 22:
    • 145:
    maggio: 2021
    L M M G V S D
    « Apr    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

    Login