Coronavirus: “Tempesta sanitaria-psico-sociale perfetta”, e seguente dilagare di disturbi mentali

Redazione1
di Redazione1 settembre 11, 2020 20:12

Coronavirus: “Tempesta sanitaria-psico-sociale perfetta”, e seguente dilagare di disturbi mentali

La terribile calamità piovutaci addosso con la pandemia da Coronavirus, che a causa dei suoi effetti nefasti, sul piano sanitario, psichico e sociale, si può definire una “tempesta perfetta”, nel momento in cui sembra allentare la morsa, e lasciare campo solo alla ripresa, prospetta invece un seguito non meno grave della stessa pandemia.

Innanzitutto per il fatto che non sarà facile riadattarsi alla normalità dopo un così lungo periodo critico, ma soprattutto perché, a causa del pesante periodo di paura, isolamento e limitazione di libertà (lockdown e quarantena), c’è seriamente da temere un dilagare di disturbi, riguardanti la salute mentale, di notevole entità e non poco prolungato. A partire da Irritabilità, aggressività, tachicardia, difficoltà di concentrazione, ansia, depressione, con possibilità di arrivare a forme di maggiore entità come ipocondria, disturbi ossessivo-compulsivi, attacchi di panico, fino a stati di confusione mentale, ma anche a forme di depersonalizzazione e derealizzazione.  Quest’ultimo disturbo psichico, derivante in particolare dalla costrizione a isolamento, solitudine, privazione di libertà e contatto sociale, Il soggetto può sentirsi fuori dalla realtà, avvertendo senso di distacco dall’ambiente circostante (persone, cose, mondo esterno) con sensazione di irrealtà.  Tutti malesseri da ascrivere alla sindrome post-traumatica da stress, generata dal Coronavirus con annessi lockdown e quarantene.

Insomma, siamo di fronte ad un insieme polimorfo di fattori devastanti che fanno di questa pandemia il peggiore disastro dall’inizio del secolo, segnando il 2020 come un “annus horribilis” indimenticabile. Praticamente, una crisi generalizzata in grado di incrinare identità psicosomatiche individuali e collettive con serie conseguenze, oltre che sanitarie, anche economiche, sociali, politiche determinando così una crisi culturale epocale da mettere in ginocchio il ”superattrezzato” e orgoglioso uomo postmoderno.

Ora, ci sembra interessante cercare di inquadrare i vari disturbi psicologici, che già si manifestano numerosi, secondo un criterio che evidenzi il nesso tra i tipi di stress accusati e i relativi effetti disturbanti. Una correlazione che si riallaccia ai princìpi della Teoria generale dei sistemi, secondo cui l’essere vivente rappresenta una entità biologica dotata di organizzazione sistemica autoregolata e fondata su scambi di informazione circolari a feedack, mediante input e output, tra essere umano e ambiente.

Ebbene, in base a questo criterio possiamo distinguere tre tipi di stress in riferimento alle condizioni che si sono verificate nella calamità da Covid-19: il primo, prodotto da carenza di stress, il secondo dovuto a stress in eccesso, e il terzo derivante da sovraccarico di informazione, per di più contraddittoria e allarmante.

Nella prima fascia, pertanto, vanno situati i fattori disturbanti relativi al bene di cui la persona è stata privata (socialità, contatti fisici, manifestazioni affettive, libertà di attività esterna e di spostamento), in cui sono  prevalenti: depressione, sfiducia, astenia, tensione psiconervosa, irritabilità, tendenza ad autorelegarsi in casa per paura che permanga il rischio di contagio; inoltre distacco dalla realtà quotidiana, perdita di interessi, manifestazioni psicosomatiche come cefalea, tachicardia, disturbi gastro intestinali, abuso di alcool e altre sostanze.

Mentre nella seconda striscia vanno collocati gli effetti del malessere accusato in modo diretto (sofferenza fisica, ansia, agitazione, paura del contagio, angoscia da quarantena e minaccia per la vita propria e dei propri cari nelle situazioni critiche), in cui prevalgono sindromi ansiose-depressive, ipervigilanza, agitazione, scarsa concentrazione, stato di allarme, incubi, fobie ossessive, ipocondria, disturbi ossessivo-compulsivi, attacchi di panico, confusione mentale; fino al verificarsi, in soggetti predisposti, di vere e proprie psicosi.  Al terzo posto, infine, ci sono gli effetti derivanti dalla straordinaria criticità di un contesto epidemiologico caratterizzato da martellante flusso di informazioni allarmanti, in certi casi anche attraverso immagini particolarmente impressionanti, la cui diffusione ha trasformato la pandemia in un terrorizzante fenomeno mediatico. Una condizione destabilizzante da cui scaturiscono principalmente incertezza, insicurezza, ansia, con terrore al pensiero di un’ondata di ritorno del Coronavirus, per le incaute informazioni trasmesse dai media e autorità improvvide che spesso ne prospettano il pericolo incombente, da cui possono derivare paure assillanti e incubi notturni.

Per quanto riguarda la terapia, gli strumenti idonei a curare adeguatamente questi malesseri, complicati da vari fattori, poggia su due pilastri: la farmacoterapia e la psicoterapia. Mezzi di cura fra loro non alternativi e utilizzabili mediante applicazioni anche combinate a reciproco sostegno. Ma nonostante l’efficacia di psicofarmaci sempre più raffinati ed efficaci, nelle forme psicopatologiche di tipo funzionale persistenti (tipo nevrosi e psicosomatosi), correlate a modelli comportamentali derivanti da fattori traumatici o di apprendimento, acquisiti nel passato remoto così come in quello recente di cui si tratta, la psicoterapia costituisce il rimedio fondamentale per la sua capacità di agire anche, e soprattutto, sulle risonanze emotive disturbanti impresse nella memoria emotiva.

Anastasio Majolino

 

    

Redazione1
di Redazione1 settembre 11, 2020 20:12

RSS aleteia

  • I nuovi proletari e il dovere per il Papa di essere “avvocato dei poveri”
    Parole profetiche su quelli che oggi il suo successore Francesco chiama “gli scartati”. Un’analisi realistica sui grandi squilibri e sulle conseguenze dell’esodo verso i grandi agglomerati urbani. Una critica all’ideologia marxista e al suo materialismo ateo, ma anche una critica all’ideologia liberale che meno di vent’anni dopo avrebbe prevalso aprendo definitivamente la strada al turbo-capitalismo. […]
    Andrea Tornielli
  • “L’amore mi ha insegnato ogni cosa”. Un corto animato che offre preziose lezioni di vita
    di Franco Lanata Vi presentiamo un cortometraggio di Fred e Sam Gillaume intitolato “La volpe e l’uccellino”, che ci mostra in modo artistico, allegorico e semplice il valore e la bellezza delle relazioni personali. Come si vede, la trama non è complessa, ma la realtà umana che rappresenta sì. La storia narrata è quella di […]
    Catholic Link
  • Emozioni e “trucchetti da santi” (4/5): combattere la pigrizia con Girolamo di Stridone
    Come i santi più grandi hanno gestito le loro emozioni? Sulla scia di Edwige Billot (autrice in Francia di “Et si les saints nous coachaient sur nos émotions ?” [Téqui]), Aleteia vi propone di scoprire ogni giorno per cinque giorni un “trucchetto da santo” per orientare un’emozione secondo il cuore di Dio. The post Emozioni […]
    Mathilde De Robien
  • Il Papa, vaccini: sospendere a tempo la proprietà intellettuale
    È il tema del momento della politica, che deve fare i conti con economia ed interessi. È il tema di sempre di Francesco, che guarda costantemente agli esseri umani, specie se interessano a pochi. Los Angeles si illumina per uno spettacolo su YouTube, che vuole avere la forza di un movimento d’opinione in grado di […]
    Vatican News
  • Affidate tutte le vostre preoccupazioni alla Vergine Maria per camminare meglio verso il Signore
    Gesù ci ha dato Sua Madre, e non in un qualsiasi momento ma poco prima di morire (Gv 19, 26-27). Maria è anche nostra, sotto la Croce è diventata Madre della Chiesa. Lei ci è data per essere vicina a noi come segno discreto della sollecitudine del Padre, per condurci a Gesù, per aprirci all’azione […]
    Edifa
  • Come aiutare il figlio a trovare la sua vocazione?
    È sempre Dio che chiama. Ma Egli chiama con discrezione, come “un mendicante che bussa alla porta”. Affinché i nostri figli sentano la chiamata di Dio, è necessario che la loro attenzione si concentri su quest’unica domanda: qual è il piano d’amore che Dio ha per me? Non spingere il figlio a scegliere una strada […]
    Edifa
  • Festa della mamma: non dimentichiamo di celebrare la maternità spirituale di Maria e quella della Chiesa
    La festa della mamma ci invita a pensare non solo a colei che ci ha dato la vita e ci ha cresciuti, ma anche alla maternità spirituale di cui beneficiamo incessantemente: quella di Maria e quella della Chiesa. Come la Vergine Maria e la Chiesa esercitano la maternità? Attraverso il Suo “Fiat”, Maria acconsente al […]
    Edifa
  • Una mamma su due lascia il lavoro per la cura dei figli
    Oltre una mamma su due (53,3%) che si licenzia lo fa perché non riesce a conciliare con il proprio lavoro la cura dei figli, il tempo fuori casa e gli orari di scuole e asili nido. E’ quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati dell’Ispettorato nazionale del lavoro in occasione della Festa della […]
    Agi
  • Lettera aperta in risposta a una mamma agnostica
    di Will Wright Questa lettera aperta è stata scritta in risposta a un articolo virale scritto da Amelia Kibbie e che si può leggere qui. Cara Amelia, nel momento in cui scrivo questo testo il tuo articolo è stato condiviso 20.928 volte solo su Facebook. È quindi chiaro che questo sentimento risuoni nel cuore di […]
    Catholic Link
  • Adrienne, una comunicatrice cattolica alla NASA
    Adrienne Alessandro O’Brien ha concluso gli studi presso la Facoltà di Comunicazione della Pontificia Università della Santa Croce nel 2007-2008. Dopo gli studi è stata scelta per lavorare non in un’organizzazione cattolica ma alla NASA, come responsabile della comunicazione del Goddard Space Flight Center. Il Goddard è un laboratorio di ricerca scientifica sul cosmo al […]
    Dolors Massot

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 19:
    • 145:
    maggio: 2021
    L M M G V S D
    « Apr    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

    Login