“Homo sapiens” in crisi: aumentano i disturbi mentali, vacilla l’identità nazionale. Rapporto Eurispes: “l’Italia Paese del ‘NI’ soffre di ‘qualipatia’”

Redazione1
di Redazione1 febbraio 3, 2019 23:45

“Homo sapiens” in crisi: aumentano i disturbi mentali, vacilla l’identità nazionale. Rapporto Eurispes: “l’Italia Paese del ‘NI’ soffre di ‘qualipatia’”

E’ un fenomeno contraddittorio non poco inquietante quello che si evidenzia all’inizio di  quest’anno in relazione alle prospettive di salute degli italiani. Si riferisce a una previsione pessimistica che stride non poco con le aspettative di benessere espresse, a capodanno, con particolare intenzione da tutti, soprattutto con gli auguri di “Buona salute”. A renderci consapevoli di questa sgradevole realtà contraddittoria sono le fonti informative specializzate del settore, che non ci danno certo belle notizie. Informazioni avvertite particolarmente negative perchè si riferiscono a disturbi riguardanti la nostra psiche.

Apprendiamo infatti, dalla Società di Psicopatologia, che i “disturbi mentali sono in aumento entro il 2020”, primi fra tutti ansia e depressione. E che questo trend in crescita interessa soprattutto la fascia giovanile compresa tra i 10 e i 24 anni. A lanciare l’allarme è il presidente della “Sopsi” in occasione del XXII Congresso nazionale della società Italiana di Psicopatologia che si è svolto a Roma.

A sostegno di queste previsioni, altre fonti informative ci avvertono che il benessere psicologico in Italia è diminuito tra i giovani e gli adulti, riferendo che secondo i dati di ricerca sono specialmente lo status economico, l’esclusione sociale, in particolare quella relativa al mercato del lavoro, che influiscono sul benessere psicologico. Ma a tal proposito, per quanto professionalmente ci compete, teniamo a precisare che tra le cause dei malesseri psicologici non possono non essere annoverati, quali fattori importanti, i vissuti remoti della storia individuale legati al periodo dell’infanzia, dovuti ad apprendimenti inquinati da conflittualità e disgregazioni familiari, carenze affettive e traumi non risolti rimasti impressi nella memoria emotiva del soggetto.

Inoltre va anche considerata l’inevitabile interazione circuitale che si stabilisce tra le realtà negative originate dall’interno della persona e quelle derivanti dall’esterno, per cui i fattori disturbanti provenienti dalla struttura del soggetto non possono non riflettersi in qualche modo sulla struttura socio-politica-culturale in cui  egli vive, e viceversa. Dunque, il valido motivo di aggravamento dei disturbi psichici dell’uomo di oggi va attribuito anche alla scadente organizzazione sociale e all’inefficace conduzione delle politiche di governo che lo riguardano, e che inevitabilmente influiscono negativamente sulla qualità del suo modo di essere.

Si verifica pertanto uno strano paradosso: il pensiero dell’”Homo sapiens”, definito da Bertrand Russell “luce del mondo e più importante gloria dell’uomo”, mentre è capace, da un lato, di grandi conquiste nel campo del progresso scientifico,

tecnologico, delle opere architettoniche e artistiche, dall’altro è in crescente crisi di stabilità da far temere nocive regressioni qualitative della mente, quindi dell’identità culturale, non solo individuale ma anche collettiva e nazionale.

Ora, il paradosso di questo decadimento delle qualità mentali che rendono contraddittoria l’espressività umana, sembra infiltrarsi con crescenti effetti negativi anche nelle istituzioni, sminuendone la qualità di funzionamento. Ce ne dà convinta conferma il Rapporto Italia 2019 dell’Eurispes. il cui presidente Gian Maria Fara, usa il termine “qualipatia”: neologismo con cui definisce l’attuale malessere istituzionale “l’avversione e il rifiuto per tutto ciò che richiama la qualità”. Dunque una forma di patologia sociale che fa dell’Italia “il Paese del ‘Ni’, dove primeggia l’incertezza nelle formulazioni del “Si” e del “No”, che crea una notevole confusione di competenze e di responsabilità. Un Paese dove prevale il conflitto tra vedute, proposte e scelte, che fa fatica ad affermare la propria identità, in preda com’è a parecchie contraddizioni paralizzanti e ingiustificabili.

 

Anastasio Majolino

 

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 febbraio 3, 2019 23:45


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Il bambino di 6 anni che si alza presto per distribuire il caffè ai senzatetto
    Popolare tra i volontari, la maggior parte dei quali ex tossicodipendenti, il piccolo Alfie si è già guadagnato il soprannome di “Angioletto” Alfie Roncero ha 6 anni e vive a Edimburgo, in Scozia. Insieme al padre Richard, di 36 anni, si alza presto tutti i giorni con un obiettivo speciale e concreto: portare bevande calde […]
    Sempre Família
  • Paura di sposarsi? Liberi si diventa amando l’altro!
    Nella universale ricerca di libertà – che tocca ciascuno di noi – sono numerosi quelli che hanno paura di impegnarsi nel matrimonio, poiché c’è una forte confusione tra la “piccola libertà” – quella che si vuole tenere stretti a sé – e la vera libertà di darsi agli altri. È rinunciando a questa concezione depauperata […]
    Paul Habsburg
  • Quando l’amore pone davanti a una decisione difficile
    Basta anteporre il bene dell’altro al mio Giorni fa pensavo al potere dell’amore. Posso donare la vita per amore. Senza tenere niente per me, senza preservarmi. L’amore tira fuori il meglio dalla mia anima, e mi rende capace di sogni impossibile. L’amore che dono, l’amore che ricevo. Chi ama desidera la persona amata. Cerca il […]
    Carlos Padilla
  • Assassinato un parroco e suo padre in Siria. L’Isis rivendica: “Crociati eliminati”
    Il sacerdote era impegnato nella restaurazione di una chiesa nella regione di Deir ez-Zor, distrutta dai fondamentalisti nel 2014 Un prete cattolico armeno e suo padre sono stati uccisi oggi in un agguato rivendicato dal Daesh nel distretto siriano di Busayra, nella regione di Deir ez-Zor sotto controllo delle forze curdo-siriane. La zona si trova […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Perché ci preoccupiamo per cose che non accadranno mai?
    Avete paura di tutto? Di fronte a una sfida rimanete paralizzati? Vedete rischi e minacce ovunque? Preferite non agire perché non vi succeda niente di male? In genere tendiamo a proiettarci nel futuro per poter stabilire le attività che svolgeremo a breve termine. Chi vuole un posto di lavoro, ad esempio, cerca di formarsi nel […]
    María del Castillo
  • Può lo yoga aiutarci a pregare meglio?
    Alcuni cristiani pensano di poter pregare meglio grazie allo yoga, che insegna la concentrazione. Nulla di pericoloso vedono in queste tecniche orientali di meditazione. Resta tuttavia la domanda: è possibile combinare yoga e fede cristiana? Le tecniche di meditazione orientali sono molto seducenti. Esse costituiscono potenti mezzi per ritirarci dal mondo esteriore, fugace e volubile, […]
    Joseph-Marie Verlinde
  • Papa Francesco: il diavolo distrugge l’uomo perché Dio si è fatto come noi
    Papa Francesco, nell’omelia della Messa a Casa Santa Marta, analizza la Prima Lettura dal Libro della Sapienza e sottolinea che per l’invidia di Gesù che si è fatto uomo, il Grande Bugiardo ci tenta per distruggere l’umanità Il diavolo esiste e per la sua invidia per il Figlio di Dio che si è fatto uomo, […]
    Vatican News
  • “Non sei abbastanza bella per stare con lui!” … e se fossi tu a essere giudicata così?
    Keanu Reeves si è mostrato in pubblico con Alexandra Grant e sono piovuti su di lei un mare di giudizi pesanti perché è una bellezza “solo”normale. Sparlare è il verbo preferito degli invidiosi, ricordiamo loro che prediligere ciascuno è il verbo di Dio. Questo articolo aveva un’origine diversa, volevo partire da altro, poi leggendo in […]
    Stile di vita di una folle donna cattolica
  • Il messaggio che ha emozionato il Papa da parte della sorella
    Consegnata al Pontefice un’opera che rappresenta la mano di sua sorella, accompagnata da un bel messaggio Un artista plastico argentino ha regalato a Papa Francesco una scultura replica della mano sinistra di sua sorella, María Elena, che il Pontefice non vede da quando ha assunto la cattedra di Pietro, nel 2013. Gustavo Masó, che di […]
    Esteban Pittaro
  • Il “Codex Amiatinus”, il più antico manoscritto sopravvissuto della Bibbia completa in vulgata latina
    È anche considerato la copia più accurata della traduzione originale di San Girolamo Anche se non sappiamo molto di San Ceolfrido, conosciamo almeno qualche dato a lui relativo: era sicuramente l’abate anglosassone del monastero di San Paolo, in Inghilterra, ed era guardiano di Beda il Venerabile. Sappiamo anche che alla fine del VII secolo commissionò […]
    Daniel R. Esparza

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 49:
    • 181:
    novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  

    Login