“Homo sapiens” in crisi: aumentano i disturbi mentali, vacilla l’identità nazionale. Rapporto Eurispes: “l’Italia Paese del ‘NI’ soffre di ‘qualipatia’”

Redazione1
di Redazione1 febbraio 3, 2019 23:45

“Homo sapiens” in crisi: aumentano i disturbi mentali, vacilla l’identità nazionale. Rapporto Eurispes: “l’Italia Paese del ‘NI’ soffre di ‘qualipatia’”

E’ un fenomeno contraddittorio non poco inquietante quello che si evidenzia all’inizio di  quest’anno in relazione alle prospettive di salute degli italiani. Si riferisce a una previsione pessimistica che stride non poco con le aspettative di benessere espresse, a capodanno, con particolare intenzione da tutti, soprattutto con gli auguri di “Buona salute”. A renderci consapevoli di questa sgradevole realtà contraddittoria sono le fonti informative specializzate del settore, che non ci danno certo belle notizie. Informazioni avvertite particolarmente negative perchè si riferiscono a disturbi riguardanti la nostra psiche.

Apprendiamo infatti, dalla Società di Psicopatologia, che i “disturbi mentali sono in aumento entro il 2020”, primi fra tutti ansia e depressione. E che questo trend in crescita interessa soprattutto la fascia giovanile compresa tra i 10 e i 24 anni. A lanciare l’allarme è il presidente della “Sopsi” in occasione del XXII Congresso nazionale della società Italiana di Psicopatologia che si è svolto a Roma.

A sostegno di queste previsioni, altre fonti informative ci avvertono che il benessere psicologico in Italia è diminuito tra i giovani e gli adulti, riferendo che secondo i dati di ricerca sono specialmente lo status economico, l’esclusione sociale, in particolare quella relativa al mercato del lavoro, che influiscono sul benessere psicologico. Ma a tal proposito, per quanto professionalmente ci compete, teniamo a precisare che tra le cause dei malesseri psicologici non possono non essere annoverati, quali fattori importanti, i vissuti remoti della storia individuale legati al periodo dell’infanzia, dovuti ad apprendimenti inquinati da conflittualità e disgregazioni familiari, carenze affettive e traumi non risolti rimasti impressi nella memoria emotiva del soggetto.

Inoltre va anche considerata l’inevitabile interazione circuitale che si stabilisce tra le realtà negative originate dall’interno della persona e quelle derivanti dall’esterno, per cui i fattori disturbanti provenienti dalla struttura del soggetto non possono non riflettersi in qualche modo sulla struttura socio-politica-culturale in cui  egli vive, e viceversa. Dunque, il valido motivo di aggravamento dei disturbi psichici dell’uomo di oggi va attribuito anche alla scadente organizzazione sociale e all’inefficace conduzione delle politiche di governo che lo riguardano, e che inevitabilmente influiscono negativamente sulla qualità del suo modo di essere.

Si verifica pertanto uno strano paradosso: il pensiero dell’”Homo sapiens”, definito da Bertrand Russell “luce del mondo e più importante gloria dell’uomo”, mentre è capace, da un lato, di grandi conquiste nel campo del progresso scientifico,

tecnologico, delle opere architettoniche e artistiche, dall’altro è in crescente crisi di stabilità da far temere nocive regressioni qualitative della mente, quindi dell’identità culturale, non solo individuale ma anche collettiva e nazionale.

Ora, il paradosso di questo decadimento delle qualità mentali che rendono contraddittoria l’espressività umana, sembra infiltrarsi con crescenti effetti negativi anche nelle istituzioni, sminuendone la qualità di funzionamento. Ce ne dà convinta conferma il Rapporto Italia 2019 dell’Eurispes. il cui presidente Gian Maria Fara, usa il termine “qualipatia”: neologismo con cui definisce l’attuale malessere istituzionale “l’avversione e il rifiuto per tutto ciò che richiama la qualità”. Dunque una forma di patologia sociale che fa dell’Italia “il Paese del ‘Ni’, dove primeggia l’incertezza nelle formulazioni del “Si” e del “No”, che crea una notevole confusione di competenze e di responsabilità. Un Paese dove prevale il conflitto tra vedute, proposte e scelte, che fa fatica ad affermare la propria identità, in preda com’è a parecchie contraddizioni paralizzanti e ingiustificabili.

 

Anastasio Majolino

 

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 febbraio 3, 2019 23:45


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • 5 buoni motivi per guardare la serie Suits
    Per una volta un contenuto tv è davvero buono, equilibrato, positivo. I buoni sono buoni, i cattivi non sono per niente affascinanti, l'amore è nella coppia, l'amicizia è un valore.Accendere la televisione è come passeggiare in trincea, non sai quando e dove, ma sicuramente ti spareranno. Tutto è ideologizzato, tutto è costruito affinché menti ingenue […]
    Martha, Mary and Me
  • Come posso accettare e perdonare la mia debolezza?
    Serve molta umiltà per accettare il perdono...È sempre possibile rinascere. Posso sempre tornare all’inizio del cammino già percorso. Servono sforzo, lotta e dedizione, è vero. È una decisione di testa, della volontà che dice che vuole e del cuore che abbraccia il primo passo compiuto. Ho mai dovuto tornare sui miei passi? Ho dovuto tornare […]
    Carlos Padilla
  • La missione è dire al mondo che la Verità ci tiene per mano
    Dissuaso dall'usare la parola "verità" per testimoniare il Vangelo, un sacerdote riscopre coi suoi alunni la grande novità del Cristianesimo: essere testimoni di un'esperienza di bene che cambia la vita.di Luca Speziale Un paio di mesi dopo il nostro arrivo in Inghilterra siamo stati invitati dalla diocesi a partecipare a un corso organizzato dalla Conferenza […]
    Fraternità San Carlo Borromeo
  • Esorcismi e Unione Antidemoniaca: così San Giuseppe Pallotti sfidava il diavolo
    "“Non io ma Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo comanda, o demonio, a te e ai tuoi satelliti di non sottovalutare alcun ordine" San Vincenzo Pallotti (1795-1850), protettore del clero, ebbe sempre una particolare sensibilità nella lotta contro il demonio Nei primi giorni del suo sacerdozio, il 26 maggio 1818, in una lettera a […]
    don Marcello Stanzione
  • Per chi dice che non va più in Chiesa per colpa dei preti o di alcuni cristiani…
    Ricordate che in Chiesa non si va né per la simpatia dei ministri né per la cordialità dei parrocchiani. E se delle volte un buon sacerdote o un buon cristiano sono un formidabile aiuto alla propria fede, è pur vero che ciò che conta quando si ha sete è l’acqua e non la qualità del […]
    Luigi Maria Epicoco
  • Quali sono le mancanze gravi nei confronti del primo comandamento?
    Mettere Dio al secondo posto nella vita, dopo il denaro, ad esempio, è una di questeI comandamenti di Dio iniziano dicendo “Amerai Dio al di sopra di tutto”. Il primo comandamento si riferisce all’amore di Dio, e Gesù lo ha riassunto in questo modo: “Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con […]
    Reginaldo Manzotti
  • E voi, care donne, lasciate caricare la lavastoviglie alle amiche?
    Noi donne abbiamo una certa difficoltà a lasciare usare la lavastoviglie a qualcun altro. Eppure se imparassimo a farlo romperemmo con il perfezionismo e con la mania di volere tutto come diciamo noi. di Anita Baldisserotto Se siamo amiche mi lasci fare la tua lavastoviglie? Vi sembrerà strano ma ora vi racconto: ho notato che […]
    MIENMIUAIF - MIA MOGLIE ED IO
  • Un grande miracolo per il piccolo Gabry: trovato donatore compatibile!
    Gabriele ha 2 anni ed ha una malattia genetica rarissima: la Sifd. Finalmente è stato identificato il donatore di midollo osseo: «Non sappiamo chi sia ma gli dobbiamo tutto» le parole del padre.Gabriele, anzi, “Gabry Little Hero”, come è intitolata la pagina Facebook creata dai genitori per raccontare la sua storia, è un guerriero di […]
    Silvia Lucchetti
  • Cari genitori, 5 regole per evitare che i vostri figli siano vittime di internet e chat perverse
    Dal cyberbullismo al sexting: come prevenire adescamento e violazioni della privacy Con la ripresa della scuola e il moltiplicarsi delle occasioni delle relazioni tra pari anche tramite social e smartphone è più facile che un ragazzo possa cadere in una delle tante trappole della rete come prevaricazioni, cyberbullismo, sexting e sextortion, adescamento, violazioni della privacy, […]
    Gelsomino Del Guercio
  • La verità dietro gli adolescenti autolesionisti
    Gli adolescenti che effettuano il cutting o si infliggono altri tipi di ferite stanno chiedendo disperatamente aiutoL’autolesionismo tra gli adolescenti non è una moda o un tentativo di attirare l’attenzione. Quando diffondiamo punti di vista del genere, proviamo a molti adolescenti che hanno ragione a sentirsi soli di fronte ai loro problemi. L’autolesionismo ha cause […]
    Małgorzata Rybak

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 40:
    • 130:
    settembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ago    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

    Login