Importanza della contemplazione nella civiltà del rumore. Nel silenzio e nella preghiera le claustrali intercedono per le sorti dell’umanità

Redazione1
di Redazione1 settembre 17, 2018 19:36

Importanza della contemplazione nella civiltà del rumore. Nel silenzio e nella preghiera le claustrali intercedono per le sorti dell’umanità

Il prezioso patrimonio della nostra identità culturale, dato dall’offerta sacrificale delle suore contemplative che dedicano la loro vita alla preghiera e al sacrificio per essere – come le definisce Papa Francesco – “Fari e fiaccole che accompagnano il cammino dell’umanità”, rafforza “i valori fondamentali della vita contemplativa”, le cui caratteristiche – silenzio, ascolto di Dio, stabilità – “possono e devono costituire una sfida per la mentalità di oggi”.  

Nella società del rumore in cui viviamo: rumore assordante non solo esteriore, ma anche interiore, i cui effetti si riflettono

negativamente sulla persona, rendendola spiritualmente vuota e superficiale, in atto si verifica un “fenomeno di ripresa di tante forme di preghiera e di nuove forme di vita contemplativa, nel popolo di Dio e in molte comunità religiose”. Una tendenza conforme all’importanza che la Chiesa attribuisce all’interiorità spirituale di ogni forma di vita consacrata, in particolar modo nel promuovere la vitalità e il rinnovamento degli Istituti specificamente contemplativi.

E’ infatti dedicata alla vita contemplativa femminile La Costituzione apostolica “Vultum Dei Qaerere – La ricerca del volto di Dio”, firmata da Papa Francesco, in cui si afferma che le religiose contemplative “si collocano nel cuore stesso della Chiesa e del mondo”. Una condizione che “Non è facile che questo mondo, per lo meno una larga parte di esso, comprenda la vostra speciale vocazione e la vostra missione nascosta – scrive Francesco alle contemplative – eppure ne ha immensamente bisogno”.

Anche noi messinesi, cui è dato il privilegio di avere un prezioso presidio spirituale rappresentato dal secolare monastero di Montevergine, dove una Comunità di clarisse vive un modello di vita claustrale secondo la Regola clariana, abbiamo motivo per essere sollecitati a conoscere meglio questa realtà carismatica ecclesiale, che è parte integrante della nostra identità culturale, così da poterne trarre maggior beneficio spirituale.

Infatti, sono proprio le suore dedite alla preghiera e alla contemplazione che Papa Francesco vede come “fari e fiaccole” che guidano e accompagnano il cammino dell’umanità. Un “dono inestimabile ed irrinunciabile” per la Chiesa, cui il Pontefice richiama i temi di riflessione e discernimento indicati nella Costituzione apostolica.

Ad esse, in un mondo che cerca Dio anche inconsapevolmente, è affidato il compito di “diventare interlocutori sapienti”, per “riconoscere le domande che Dio e l’umanità pongono”, ispirate alla necessità di intessere un dialogo con la società contemporanea, salvaguardando però “i valori fondamentali” della vita contemplativa, le cui caratteristiche – silenzio, ascolto di Dio, stabilità – “possono e devono costituire una sfida per la mentalità di oggi”.

Uno dei temi principali di riflessione indicati alle suore contemplative dal Papa, è quello della preghiera: “Midollo da vivere come un modo di allargare il cuore per abbracciare l’intera umanità”, in particolare i sofferenti e non come “un ripiegamento” della vita monastica su se stessa. “Pregate ed intercedete” per “le sorti dell’umanità”, scrive il Papa alle oranti, in tal modo, le comunità diverranno “vere scuole di preghiera”, alimentate dalla “bellezza scandalosa della Croce”.  D’altra parte, prosegue il Papa, “che ne sarebbe senza di voi della Chiesa e di quanti vivono nelle periferie dell’umano e operano negli avamposti dell’evangelizzazione?”.

Ora, in quest’ottica che pone l’attenzione sul beneficio proveniente dalle anime oranti, crediamo utile gettare lo sguardo sul patrimonio costituito da questa realtà esistente nella nostra città, ma anche in tante parti della Sicilia, al fine di avere maggior conoscenza di quanti e quali sono queste roccaforti di sostegno spirituale per tutti noi.

Questi i Monasteri in attività esistenti oggi in Sicilia, facenti parte della Federazione delle Clarisse “Santa Eustochia Calafato”, eretta ed istituita nel novembre del 1956 dalla Sacra Congregazione dei Religiosi.

ALCAMO (TP) – “Santa Chiara”; ALCAMO (TP) “Sacro Cuore”; BIANCAVILLA (CT) – “Santa Chiara”; CALTANISSETTA – “Santa Chiara”; CASTELBUONO (PA) – “Santa Maria degli Angeli”; MESSINA MONTEVERGINE – “Santa Eustochia Smeralda”; SAN GREGORIO (CT) – “San Giuseppe”; TERMINI IMERESE (PA) – “Santa Chiara”. Su ciascuno di questi Monasteri ci ripromettiamo di tornare in seguito.

Le clarisse che fanno parte di queste Comunità appartengono al secondo Ordine francescano: sono le seguaci di Chiara di Favarone, la giovane di Assisi che a 18 anni, attratta dalla testimonianza di Francesco e guidata dal medesimo Spirito, la notte del 18 marzo 1212, Domenica delle Palme, scappa di casa per raggiungere Santa Maria degli Angeli”. In quel sacro luogo, col sostegno e la benedizione del Frate di Assisi, Chiara prende la decisione irrevocabile di intraprendere “una nuova vita nelle mani del Signore. E da Francesco ottiene una prima Regola fondata sulla povertà”.

 

Redazione

Redazione1
di Redazione1 settembre 17, 2018 19:36


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Santa Teresa d’Avila mette in guardia sulla falsa pace degli amici del demonio
    Teresa d’Avila nacque in Spagna nel 1515 e morì ad Alba de Tormes il 4 ottobre 1582. Paolo VI la proclamò dottore della Chiesa. Consideriamo ora come si inseriscono gli Angeli eletti e quelli decaduti nel contesto della complessa esistenza di S.Teresa d’Avila, nelle sue vicende umane, nel suo cammino interiore, nelle sue esperienze mistiche. […]
    don Marcello Stanzione
  • Nennolina, la bambina mistica e sofferente che scriveva le letterine a Gesù
    "Tu perdonaci e fa’ che un giorno veniamo con te in Paradiso". Antonietta Meo, Nennolina, è morta a soli sette anni ma è un esempio di santità per i giovani di tutto il mondo. Ha vissuto la sua breve vita senza una gamba, tra mille difficoltàSanti giovanissimi, attratti come per osmosi dal messaggio di Dio […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Vi raccontiamo gli incontri con il diavolo di 5 preti esorcisti
    Da Don Alfonso Commod a Don Leone Iorio: manifestazioni sataniche avvenute in tutta Italia. Malefici e Massoneria come cause di venuta dei demoniCinque preti esorcisti raccontano il loro incontro con il diavolo. Lo fanno in Esorcisti (edizioni Sugarco) a cura di Marcello Stanzione. La particolarità di questi racconti è che si svolgono in varie zone […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Chiuso (per ora) il primo bordello dove si può fare sesso con le sexy robot
    Houston, Texas. L'apertura del cyber store del sesso ha scatenato le proteste dei gruppi religiosi e delle associazioni schierate contro il traffico sessuale. Si raccolgono firme per strada.In queste ultime settimane i quotidiani hanno riportato le cronache di tentativi quasi riusciti a Torino e Houston di apertura di bordelli di sexdolls, in cui i clienti […]
    Silvia Lucchetti
  • Cosa dice la Chiesa sulla recita del Rosario senza la contemplazione dei misteri?
    Il grande valore del Rosario e dei grani che lo compongono è la contemplazione dei misteri della vita di Gesù: gaudiosi, luminosi, gloriosi e dolorosi. Il Rosario è cristocentrico, non mariocentricoSe smettiamo di contemplare i misteri del Rosario, questo perde la sua bellezza, anche se la recita delle Ave Maria e dei Padre Nostro ha […]
    Felipe Aquino
  • Gladys Aylward, una madre per cento bambini
    Appassionata di mondo orientale e disposta a diffondere la Parola di Dio, divenne una delle missionarie più famose e amate della CinaGladys Aylward era una giovane inglese nata nell’inverno 1902 in una famiglia di umili origini. I suoi genitori riuscivano a malapena a mantenere lei e le sue due sorelle, per cui dovette aiutarli economicamente […]
    Sandra Ferrer
  • Ora Erin ha una figlia “grazie” alla migliore amica, diventata madre surrogata
    Dopo 6 aborti spontanei e nove fecondazioni in vitro Erin Boelhower è diventata madre perché l'amica Rachel si è offerta come madre surrogata, partorendo e poi allattando la piccola Scottie.La pratica dell‘utero in affitto è frutto di un delirio moderno che crede di poter ingabbiare il segreto della vita e riprodurlo a piacimento. In molti […]
    Annalisa Teggi
  • Evangelizzare non è proselitismo, è un atto d’amore
    Mentre Papa Francesco ha istituito un mese missionario straordinario per l’ottobre 2019, l’arcivescovo Giovanni Pietro Dal Toso, presidente delle Opere pontificie missionarie (OPM), è tornato sul senso dell’evangelizzazione. Ricordando che la Chiesa «non esiste se non per evangelizzare», egli ha spiegato che essa «non può privare gli uomini della Buona Notizia che essi sono amati […]
    Jesús Colina
  • La madre di Montini lo fece per la pianeta del figlio: lei trasformò l’abito nuziale in veste battesimale per i suoi bimbi
    Giuditta Alghisi confezionò una ricchissima ed elegante pianeta al figlio Giovanni Battista, futuro Paolo VI, per la sua prima Messa. Bérengère, sposata e madre di 5 figli, ha trasformato il suo abito da sposa in veste battesimale per i suoi figli. Un’idea originale e piena di senso per un capo d’abbigliamento carico di storia famigliare.In […]
    Giovanni Marcotullio
  • Lotti con tutti i tuoi impegni? Questa preghiera ti può aiutare
    Sono i momenti in cui lottiamo che contano di piùLa ricercatrice Brené Brown, esperta di temi legati a vergogna e vulnerabilità, scrive: “L’integrità è scegliere il coraggio rispetto al comfort; scegliere ciò che è giusto rispetto a ciò che è divertente, rapido o facile; e scegliere di mettere in pratica i nostri valori anziché limitarsi […]
    Sophia Swinford

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

Almanacco

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 67:
    • 172:
    ottobre: 2018
    L M M G V S D
    « Set    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

    Login