Cristiani perseguitati: in Nigeria e in Siria, Pasqua sotto la minaccia dei terroristi

Redazione1
di Redazione1 aprile 4, 2021 22:53

Cristiani perseguitati: in Nigeria e in Siria, Pasqua sotto la minaccia dei terroristi

Festività pasquali rese ancora difficili per i cristiani. Chiamati nuovamente a confrontarsi con avvenimenti carichi di un grave bagaglio di difficoltà e sofferenza. Costretti a subire anche una chiusura opprimente e indiscriminata a causa della pandemia. Tutti motivi di profonda e triste riflessione in grado di appannare non poco la gioiosità della Resurrezione che caratterizza la ricorrenza centrale della fede cristiana. Ancor più perché “al Cristo vittorioso sulla morte – ci ricorda Papa Francesco – siamo portati a chiedere di alleviare anche le sofferenze di tanti fratelli perseguitati a causa del suo nome, come pure di tutti coloro che patiscono ingiustamente le conseguenze dei tanti conflitti e violenze in corso”.

Come accade in atto in Nigeria e in Siria, dove la Pasqua viene vissuta nelle comunità cristiane sotto la minaccia dei terroristi di Boko Haram e dei jihadisti di Tahrir al-Sham. Accomunate dalla paura di attentati, rapimenti, discriminazioni e abusi di vario genere, costrette a vivere la fede all’interno delle loro chiese e delle loro case, alla paura rispondono con il coraggio della fede. La certezza è che “non esiste vittoria senza sofferenza e non c’è Sepolcro vuoto senza Calvario”. Vivranno la Pasqua “come pecore in mezzo ai lupi, prudenti come i serpenti e semplici come le colombe” (Sir).

Da Maiduguri, capitale dello stato federale di Borno (Nigeria), culla del gruppo jihadista affiliato all’Isis, Boko Haram, a Idlib, nel nord-ovest della Siria, ultima roccaforte dei jihadisti di Jabhat al-Nusra oggi Tahrir al-Sham, e bastione di altre milizie legate ad Al-Qaeda e Isis, opposte al regime del presidente siriano Bashar al Assad. Seppur lontane migliaia di chilometri, le comunità cristiane di Nigeria e Siria sono accomunate dalla paura di attentati, rapimenti, discriminazioni e abusi di vario genere, che le spingono a vivere la fede all’interno delle loro chiese e delle loro case. Paura che cresce nei tempi forti come Natale e adesso, Pasqua. “Come pecore in mezzo ai lupi, prudenti come i serpenti e semplici come le colombe”: è il passo del Vangelo (Mt.10,16) che forse meglio di ogni altro definisce la vita di queste comunità e dei loro pastori. Vivere in queste aree per un cristiano è duro, richiede coraggio e fede. Alla violenza dei terroristi si risponde con le armi del bene e della preghiera.

Nigeria. Don Joseph Bature Fidelis è il parroco di san Patrizio, a Maiduguri. Il sacerdote nigeriano, nel 2014, durante l’offensiva terroristica lanciata da Boko Haram per trasformare il nord della Nigeria in Califfato, scelse di restare con i propri fedeli nonostante, racconta, “fossi stato minacciato per due volte e avessi visto persone uccise e tagliate a pezzi. Credo che questi attacchi non cancelleranno la fede del nostro popolo”. Sebbene la minaccia di Boko Haram incomba ancora su Maiduguri, la comunità di don Joseph si prepara alla Pasqua con lo spirito di sempre: “prudenti come i serpenti e semplici come le colombe”.

“Siamo sotto pressione – racconta al Sir – ogni volta ci aspettiamo un attacco. La Pasqua, così come il Natale, sono tempi favorevoli agli attentati perché i terroristi sanno bene che attaccarci adesso avrebbe una eco notevole. Per questo motivo prestiamo molta attenzione alle celebrazioni, soprattutto ora in Settimana Santa”. Prima cosa, dunque, la prudenza: “è necessario garantire la sicurezza dei nostri fedeli, non esporli a rischi inutili. Tutti sappiamo che non dobbiamo restare troppo

Knaye, la comunità cristiana

tempo fuori da casa e in luoghi aperti dove è più facile subire attacchi, come chiese e ambienti collegati”. Per questo motivo, dichiara il parroco, “i riti pasquali saranno celebrati in maniera essenziale e senza dilungarci troppo. Davanti le chiese avremo presidi delle Forze dell’Ordine con i nostri giovani che conoscono i membri della comunità”. Le funzioni si svolgeranno tutte in orario pomeridiano e nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19. “Siamo abituati a sopportare questa situazione – aggiunge don Joseph – ma siamo anche coscienti che non possiamo arrenderci alla paura. La sfida è ardua ma dobbiamo essere coraggiosi perché la Pasqua ci parla della vittoria della vita sulla morte.

Sappiamo anche che non esiste vittoria senza sofferenza e sacrificio, non c’è Sepolcro vuoto senza Calvario. Patiamo questa persecuzione nella certezza che i frutti alla fine saranno di gioia e di vittoria in Cristo”. “Non siamo circondati solo dal male, intorno a noi anche tanta gente, tanti fratelli di altre fedi con cui stiamo costruendo un futuro di pace e convivenza”.

Siria, Padre Hanna Jallouf

Siria. Nel Governatorato di Idlib, nel nordovest della Siria, vive una esigua comunità cristiana, poco più di 210 famiglie, sparse in tre villaggi situati nella Valle dell’Oronte, Knaye, Yacoubieh e Gidaideh. Con loro due frati della Custodia di Terra Santa, il parroco di Knaye, padre Hanna Jallouf, e il suo confratello padre Louai Bsharat. Sono gli unici religiosi rimasti nella zona. Da 10 anni portano avanti la loro missione “tra i nostri fedeli e i fratelli delle altre fedi che sono nel bisogno”.

“Tutti i preti e i sacerdoti che c’erano sono fuggiti dopo la distruzione e il saccheggio di molte chiese e luoghi di culto da parte dei miliziani” dice al Sir padre Hanna che nel 2014 fu rapito dai jihadisti di Jabhat al-Nusra insieme ad altri 16 parrocchiani e poi liberato. A Idlib si fronteggiano l’esercito siriano, supportato dalla Russia, e le forze ribelli che fanno capo ai jihadisti di Tahrir al-Sham (ex Al Nusra) e

Siria, Knayeh convento di San Giuseppe

all’Esercito Nazionale Siriano, sostenuto dalla Turchia. Una situazione che impedisce di muoversi: “Tutte le strade chiuse, non possiamo uscire dalla provincia né recarci a Damasco, ad Aleppo o Latakia” dice padre Hanna. Questo rende la vita ancora più difficile perché “la nostra comunità è composta da persone anziane, molte sono malate e avrebbero necessità di curarsi altrove. Inoltre il Covid-19 ha colpito  quasi l’80% della nostra comunità.

Abbiamo avuto anche due morti. Grazie a Dio i malati sono tutti guariti e anche i centri Covid adesso stanno chiudendo perché non c’è più gente malata. Tra i nostri fedeli c’è anche qualche coppia di giovani con bambini. Aiutiamo tutti con viveri e gasolio, cercando di offrire anche un po’ di istruzione e di educazione religiosa”. “Una delle nostre parrocchie è dedicata a san Giuseppe, e come il padre putativo di Gesù lavoriamo nel silenzio” sottolinea padre Hanna. E silenzio da queste parti significa anche che “le nostre campane non possono suonare, che non possiamo indossare il nostro saio per uscire, che non possiamo avere croci sui campanili e immagini sacre esposte all’esterno, che i nostri riti devono essere celebrati solo nel chiuso delle chiese. Sarà così anche per questa Pasqua”.

“Nonostante tutta questa sofferenza siamo consapevoli di vivere un momento di grazia che vogliamo condividere anche con chi ci è vicino e ci sostiene”.

 

 

Redazione da Ag. di i.

Redazione1
di Redazione1 aprile 4, 2021 22:53

RSS aleteia

  • Hadjadj: «Andiamo verso una società senza odore»
    La chiamano «sindrome di Proust». È la capacità della nostra memoria olfattiva di ricordare una esperienza del passato, anche caduta nel dimenticatoio. Basta un odore, un profumo familiare ed ecco riaffiorare le emozioni collegate a quell’antica esperienza. Proprio come la celebre madeleine di Proust, il dolcetto imbevuto di tè che col suo sapore, all’inizio di […]
    Emiliano Fumaneri
  • Via il bastone e il deambulatore: Mary e Gordon si riabbracciano dopo il Covid
    Una coppia di pensionati britannici separati da mesi a causa del Coronavirus si ritrova, e il loro video – condiviso sui social – commuove l’Inghilterra. The post Via il bastone e il deambulatore: Mary e Gordon si riabbracciano dopo il Covid appeared first on Aleteia.org - Italiano.
    Aleteia
  • Come aiutare i figli adolescenti a distinguere tra flirt e vero amore?
    di Christine Ponsard A cinque o sei anni, si gioca a “m’ama, non m’ama”, staccando ad uno ad uno i petali bianchi delle margherite, come se si recitasse una filastrocca. Dieci anni dopo, le cose cambiano e, margherita o no, dire “ti amo” non dovrebbe più essere così banale. Il flirt è un male o […]
    Edifa
  • La “croce di Caravaca” è la testimonianza di un’apparizione di angeli
    La “croce di Caravaca”, molto venerata in Spagna, è legata ad un’apparizione di angeli, avvenuta nel 1700, al sacerdote Giovanni Perez.   Il dialogo tra un sacerdote e l’emiro Alla metà del XIII secolo, padre Pérez era prigioniero dei maomettani del regno di Murcia. E fu trascinato davanti all’emiro Zeit Abulet. – Chi sei? Chiese […]
    don Marcello Stanzione
  • Perché stiamo esplorando Marte: cosa potrebbero dire C.S. Lewis e Sant’Agostino
    Il pomeriggio del 18 febbraio 2021, sono stato uno dei tanti in tutto il mondo a guardare con tensione la trasmissione in tempo reale dal centro di controllo missione del Jet Propulsion Laboratory della NASA. L’ultimo esploratore robotico stava per arrivare sul pianeta Marte. Sono trascorsi minuti pieni di ansia e aggiornamenti, mentre la NASA […]
    Thomas Salerno
  • Un padre, due figli e il viaggio di dire addio alla mamma
    E’ morta venerdì scorso l’attrice Helen McCrory. Per molti è stata uno dei volti nella saga di Harry Potter (dove ha interpretato Narcissa Malfoy), per altri era la co-protagonista nel film The Queen e star della serie tv Peaky Blinders. Famosa sì, ma non così smaccatamente celebre come altre dive. Sotto i riflettori, ma con […]
    Annalisa Teggi
  • “El Abrazo”, di Mikel Azurmendi: gli Atti degli Apostoli oggi
    Mikel Azurmendi è di San Sebastián e ha 78 anni. Era professore universitario e oggi è in pensione. La sua vita è stata piena di contrasti. È stato espulso dal seminario all’epoca di Franco ed è andato a vivere in Francia, dove lavorava e al contempo studiava. È lì che lo hanno invitato a fondare […]
    Jorge Martínez Lucena
  • “Un fuoco sulla fronte”: così Don Davide Banzato ha sentito lo Spirito Santo
    Il sacramento della Cresima ha proiettato Don Davide Banzato in un’altra dimensione: in quel momento, infatti, ha avvertito il primo contatto con lo Spirito Santo. E da lì a poco, la vita dell’adolescente Davide, sarebbe cambiata per sempre. Il sacerdote della comunità “Nuovi Orizzonti” lo racconta nel suo nuovo libro autobiografico: “Tutto, ma prete mai” […]
    Gelsomino Del Guercio
  • In 26 nazioni del mondo la libertà religiosa è soffocata dalla persecuzione
    Il Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo 2021, pubblicato dalla fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS) e giunto alla sua XV edizione, evidenzia che in una nazione su tre si registrano gravi violazioni della libertà religiosa. Secondo lo studio, presentato oggi ufficialmente a Roma e in altre grandi città in tutto il mondo, […]
    Aiuto alla Chiesa che Soffre
  • L’incontro con Dio di uno psicologo best-seller
    È uno dei pensatori più influenti dell’attualità. Dopo il successo mondiale del suo libro 12 rules for life (più di cinque milioni di copie vendute), lo psicologo e professore canadese ha pubblicato Beyond order. 12 more rules for life. Si tratta di un saggio che presenta la dicotomia tra il caos e l’eccesso di ordine, […]
    Benito Rodríguez

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

  • Teologia: Istituto Giovanni Paolo II, le novità del nuovo anno accademico 20 aprile 2021
    Studi sul femminismo e sul patriarcato, su disabilità, economia e adozioni, e ancora studi storici e biblici, teatro, arte, letteratura e cinema. Nell’anno “Famiglia Amoris Laetitia”, il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II rilancia la sfida degli studi su Matrimonio e Famiglia con un’offerta formativa che allarga il proprio orizzonte, aprendosi in particolare ai laici. Il nuovo piano […]
  • Matrimonio e famiglia: il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II rilancia la sfida, allarga gli orizzonti e si apre ai laici 20 aprile 2021
    Studi sul femminismo e sul patriarcato, su disabilità, economia e adozioni, e ancora studi storici e biblici, teatro, arte, letteratura e cinema. Nell’anno Famiglia Amoris Laetitia, il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II (Jp2) rilancia la sfida degli studi su matrimonio e famiglia con un’offerta formativa che guarda sempre più lontano, allargando il proprio orizzonte e aprendosi […]
  • Associazioni: istituito il comitato scientifico di “Tu es Petrus” 20 aprile 2021
    L’associazione internazionale di ispirazione cattolica “Tu es Petrus”, che ha come presidente onorario il card. Kurt Koch ed è stata fondata nel 2005 a Battipaglia (Sa) dal card. Francesco Marchisano e dal vaticanista Gianluca Barile, ha ufficialmente istituito il proprio comitato scientifico, alla cui presidenza onoraria è stato chiamato il sacerdote Maurizio Patriciello. Compito del neonato […]
  • Vangelo senza limiti: convegno missionario seminaristi con il card. Bassetti 20 aprile 2021
    “Un appuntamento prezioso per risvegliare nella vita dei candidati al presbiterato la sensibilità missionaria, per prendere coscienza che ognuno è chiamato a vivere la missione della Chiesa, che è l’annuncio del Vangelo al mondo, senza limiti di spazio e di tempo”. Prende avvio domani, mercoledì 21 aprile, il 64° convegno missionario nazionale dei seminaristi, organizzato […]
  • Sant’Antonio di Padova: basilica del Santo, oggi la sesta meditazione per i “Tredici martedì” dedicata all’incontro con San Francesco 20 aprile 2021
    Con la sesta video-meditazione dedicata al Capitolo delle Stuoie e all’incontro tra San Francesco e Sant’Antonio giunge quasi alla metà del percorso dei “Tredici martedì”, che per 13 settimane ci prepara spiritualmente alla Festa di Sant’Antonio da Padova, il 13 giugno. Oggi fra Roberto Brandinelli, si legge in una nota dei frati della basilica del […]
  • Papa Francesco: telegramma di cordoglio per la morte del card. Koto Khoarai 20 aprile 2021
    “Gratitudine” per la sua testimonianza di consacrato e per il suo “lungo impegno nella promozione delle vocazioni al sacerdozio e per la sua dedizione all’apostolato educativo nella Chiesa del Lesotho”. Ad esprimerle è il Papa, nel telegramma di cordoglio per la morte, avvenuta sabato 17 aprile, del card. Sebastian Koto Khoarai, vescovo emerito di Mohale’s […]
  • Libertà religiosa: Asia Bibi, appello “per abolizione della legge sulla blasfemia” 20 aprile 2021
    “Abolisca la legge sulla blasfemia o ne impedisca l’abuso”: è l’appello lanciato al primo ministro pakistano Imran Khan da Asia Bibi, la donna cattolica pakistana che ha trascorso quasi dieci anni in carcere con l’accusa di blasfemia. Collegata dal Canada, dove oggi vive con la famiglia, la donna ha portato la sua testimonianza alla presentazione […]
  • Giornata mondiale nonni e anziani: si celebra il 25 luglio sul tema “Io sono con te tutti i giorni” 20 aprile 2021
    Domenica 25 luglio si celebrerà la I Giornata mondiale dei nonni e degli anziani. Il tema scelto dal Papa per la Giornata è “Io sono con te tutti i giorni” (cfr. Mt 28,20) e “intende esprimere la vicinanza del Signore e della Chiesa alla vita di ciascun anziano, specialmente in questo tempo difficile di pandemia”. È quanto si legge […]
  • Giornata mondiale nonni e anziani. Scelzo: “Sarà una festa dell’incontro” 20 aprile 2021
    “Una festa dell’incontro”. Così Vittorio Scelzo, incaricato per gli anziani del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, definisce la  Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, che ci celebrerà per la prima volta per volere del Papa il 25 luglio. “Io sono con te tutti i giorni”, il tema dell’iniziativa, diffuso oggi. […]
  • Musei Vaticani: da oggi “Celata Pulchritudo”, un progetto multimediale per scoprirne i segreti 20 aprile 2021
    Segreti, storie poco note, curiosità si nascondono dietro la bellezza universalmente riconosciuta dei capolavori delle collezioni vaticane. “Celata Pulchritudo. I segreti dei Musei Vaticani” è il nuovo progetto multimediale nato in collaborazione tra Vatican News e Musei Vaticani. A partire da oggi, una serie di brevi video si propone di raccontare l’arte delle raccolte pontificie in modo nuovo. Dalle fonti […]

Commenti recenti

     

    • 93:
    • 187:
    aprile: 2021
    L M M G V S D
    « Mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

    Login