Giornata pro Orantibus – Uno sguardo lanciato sulle contemplative. “Sono ancora un interrogativo per gli uomini di oggi?”

Redazione1
di Redazione1 novembre 28, 2019 19:54

Giornata pro Orantibus – Uno sguardo lanciato sulle contemplative. “Sono ancora un interrogativo per gli uomini di oggi?”

Con Diana Papa guardiamo con interesse, gratitudine e affetto alla presenza delle contemplative che nel mondo pregano per la salvezza delle anime. Attenti alla Ratio che aiuta le monache a vivere sinergicamente con tutti i fratelli e le sorelle sparsi nel mondo, partendo dall’impegno a vivere il Battesimo, per essere segno di fede, preghiera e carità al fine di rispondere con la testimonianza di vita che è possibile seguire Cristo vivendo il Vangelo. Lo facciamo da una città che vanta il privilegio di un prezioso presidio di grande spiritualità contemplativa. L’antico monastero di Montevergine, dove vive e opera la comunità di clarisse “Sorelle povere di Santa Chiara”, fondato nel 1464 dalla grande mistica francescana, Eustochia Smeralda Calafato, canonizzata da Papa Giovanni Paolo II a Messina l’11 giugno 1988.

In occasione della Giornata Pro Orantibus, la Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, ha convocato, presso la Pontificia Università Lateranense in Roma, le Presidenti Federali, le Abbadesse, accompagnate da una consorella, dei vari Ordini monastici residenti in Italia. Durante il Convegno, organizzato dal Segretariato Assistenza Monache, la Congregazione ha presentato e consegnato a tutte le contemplative la Ratio Formationis, il cui titolo è: “ L’arte della ricerca del volto di Dio. Linee orientative per la formazione delle monache contemplative”.

La Ratio Formationis è uno strumento che offre delle linee guida, perché sia garantita, in modo armonico e unitario, la formazione delle monache, attraverso la quale le comunità, a livello personale e fraterno, possano esprimere nell’oggi la propria identità carismatica incarnata nella vita monastica. È uno strumento che permette di assimilare, con metodo, i fondamenti, i principi e le norme della formazione che permette l’unità nella molteplicità fondata in Cristo e nel Vangelo. È un bene che la Chiesa stia offrendo, per la formazione delle contemplative, le Linee orientative uguali per tutti gli Ordini.

Per San Benedetto il monaco è colui che cerca Dio per tutta la vita. Sarà compito delle varie spiritualità sviluppare le Linee orientative in fedeltà al proprio carisma, partendo da questa consapevolezza: cercare sempre il volto Dio con Gesù Cristo, osservando il Vangelo, favorendo lo sviluppo integrale della persona.

La Chiesa affida alle monache la Ratio, riconoscendo in loro la capacità di vivere nella dimensione mistica della vita e le invita a curare costantemente la relazione con Gesù Cristo, senso della loro esistenza. È la memoria della gratuità della chiamata, dell’amore fedele del Signore che fa vivere ogni monaca in continua relazione con il Signore risorto. È la memoria di un incontro non fissa nel passato, una memoria che diventa capace di aprire al futuro, di illuminare i passi lungo la via.

Si coglie nel documento che la Chiesa vede le contemplative non divise dal resto del mondo, ma separate, facenti parte del popolo di Dio, con un forte senso di appartenenza alla Chiesa. Le monache sono chiamate dal Signore a testimoniare nella stabilità la presenza di Dio nella storia e il suo amore per l’umanità. Al n. 43 della Ratio è scritto che “la contemplativa è chiamata ad abitare la storia coltivando lo sguardo interiore”. Ed ancora, nello stesso articolo: le monache sono chiamate a “leggere la storia secondo l’intelligenza del cuore; ‘le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce’ (Gaudium et Spes,) di tutti saranno assunte con la sapienza che viene dall’alto e con compassione”.

Nel documento sono presenti aspetti innovativi. Al n.4, la Ratio è definita “uno strumento, per favorire lo sviluppo integrale della persona, attraverso una formazione umana e spirituale, al fine di raggiungere e di consolidare la piena maturità in Cristo”. La Ratio prevede la formazione della monaca nella totalità e per tutta la vita, attraverso un processo artigianale che ha bisogno di tempo. Il percorso è finalizzato non solo ad assimilare gradualmente i sentimenti di Cristo, ma anche ad incarnarli nell’essere e nell’agire.

 

 

 

Redazione da Ag. di I.

Redazione1
di Redazione1 novembre 28, 2019 19:54


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • La figlia spirituale di Padre Pio che ha diffuso il culto di San Michele arcangelo
    La storia di Lina Fiorellini e della sua corrispondenza inedita con il santo di Pietrelcina Lina Fiorellini, originaria di Parma, nacque il 1892 e morì nel 1974. Lina aveva conosciuto Padre Pio da Pietrelcina fin dal 1919, ed era stata subito attratta dalla santità del frate del Gargano, tanto da trasferirsi appena possibile a San […]
    don Marcello Stanzione
  • Il sacerdote cappuccino che lottò contro il razzismo sulla via della canonizzazione
    Padre Stephen Eckert lavorò instancabilmente per l’uguaglianza razziale a Milwaukee Nato in Canada, padre Stephen Eckert si unì all’ordine cappuccino, venne ordinato nel 1896 e come primo incarico venne inviato a New York. Mentre era lì si innamorò degli afroamericani, e sentì il desiderio di servire le loro necessità spirituali, cosa rara nell’America dell’epoca. Questa […]
    Philip Kosloski
  • Sanremo, Festival delle donne: arrabbiarsi, ma per le cose sbagliate
    Dal “passo indietro” alla Novello, alla richiesta di esclusione del rapper Junior Cally, fino a Elettra Lamborghini e il twerking: le polemiche sul Festival di San Remo 2020 mettono al centro la donna … Sì, ma quale? Poi gli uomini ci dicono che siamo complicate. Dolcemente però, che altrimenti chi ci sente? Ma certe volte, […]
    Giovanna Binci
  • Genitori scoraggiati? Queste citazioni bibliche vi ricaricheranno
    Talvolta essere genitori è usurante. E allora, se siete scoraggiati, sfiniti, di tanto in tanto anche perduti, meditate queste parole della Bibbia. Esse contengono consigli che possono farvi dare veri e propri colpi di reni nella vostra vita quotidiana. Conoscete bene la scena: chiedete qualcosa a vostro figlio, lui vi ignora completamente. Sapete bene che […]
    Cerith Gardiner
  • Perché San Sebastiano è il santo patrono degli atleti?
    Non ha mai praticato uno sport, ma la sua straordinaria resistenza fisica lo ha reso un santo popolare tra gli atleti San Sebastiano è noto in tutto il mondo come il “santo patrono degli atleti”, ma perché? Ha mai partecipato a qualche evento sportivo? Si sa relativamente poco di questo santo, martire cristiano del III […]
    Philip Kosloski
  • Una inedita Chiara Lubich raccontata in un documentario tv (FOTO e VIDEO)
    A 100 anni dalla nascita, la fondatrice del Movimento dei Focolari viene ricordata per il dialogo ecumenico e l’economia di comunione da chi l’ha conosciuta di persona Tv2000, in occasione dell’anniversario della nascita di Chiara Lubich la fondatrice del Movimento dei Focolari, trasmette il documentario ‘Essere fuoco’ in onda mercoledì 22 gennaio ore 23 e […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Boom dei sandali realizzati dai monaci benedettini francesi
    Sono così richiesti che i religiosi non riescono a far fronte alla domanda Il nuovo anno è iniziato da pochissimo, ma i monaci benedettini del monastero di La Gard (Francia) sono già stati inondati di ordini per i loro sandali realizzati a mano. Dalla fondazione nel 2003, i religiosi del monastero di Sainte-Marie de La […]
    J.P. Mauro
  • I primi tre nomi di Gesù (secondo Matteo)
    La lettura del Vangelo secondo Matteo, nel tempo di Natale, ci fa scoprire tre nomi attribuiti a Gesù che rappresentano come uno scorcio inaugurale della sua esistenza, della sua missione e della sua identità. “Figlio di Davide”, “Emmanuele” e “Nazareno”: questi sono i tre nomi che il Vangelo secondo san Matteo dà a Gesù nei […]
    Jean-Michel Castaing
  • La Cappella Sistina di Madrid
    In un angolo del centro di Madrid si nasconde uno dei tesori custoditi meglio della capitale spagnola Nel pieno centro di Madrid, vicino a calle Fuencarral, circondata da negozi, bar e ristoranti alla moda, si nasconde una delle grandi meraviglie della capitale spagnola. Pochi conoscono questa piccola chiesa che fa angolo tra calle de la […]
    Alvaro Real
  • Come avere un figlio con la sindrome di Down ha cambiato la musica di questa rock star
    La nascita prematura del figlio Down di Cormac Neeson ha avuto un effetto profondamente positivo sul musicista Nel 2014 Cormac Neeson, del gruppo dell’Irlanda del Nord The Answer, è diventato padre per la prima volta. L’arrivo del figlio Dabhog ha cambiato non solo la sua prospettiva nella vita, ma anche la sua creatività. In un’intervista […]
    Cerith Gardiner

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 85:
    • 263:
    gennaio: 2020
    L M M G V S D
    « Dic    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

    Login