Giornata pro Orantibus – Uno sguardo lanciato sulle contemplative. “Sono ancora un interrogativo per gli uomini di oggi?”

Redazione1
di Redazione1 novembre 28, 2019 19:54

Giornata pro Orantibus – Uno sguardo lanciato sulle contemplative. “Sono ancora un interrogativo per gli uomini di oggi?”

Con Diana Papa guardiamo con interesse, gratitudine e affetto alla presenza delle contemplative che nel mondo pregano per la salvezza delle anime. Attenti alla Ratio che aiuta le monache a vivere sinergicamente con tutti i fratelli e le sorelle sparsi nel mondo, partendo dall’impegno a vivere il Battesimo, per essere segno di fede, preghiera e carità al fine di rispondere con la testimonianza di vita che è possibile seguire Cristo vivendo il Vangelo. Lo facciamo da una città che vanta il privilegio di un prezioso presidio di grande spiritualità contemplativa. L’antico monastero di Montevergine, dove vive e opera la comunità di clarisse “Sorelle povere di Santa Chiara”, fondato nel 1464 dalla grande mistica francescana, Eustochia Smeralda Calafato, canonizzata da Papa Giovanni Paolo II a Messina l’11 giugno 1988.

In occasione della Giornata Pro Orantibus, la Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, ha convocato, presso la Pontificia Università Lateranense in Roma, le Presidenti Federali, le Abbadesse, accompagnate da una consorella, dei vari Ordini monastici residenti in Italia. Durante il Convegno, organizzato dal Segretariato Assistenza Monache, la Congregazione ha presentato e consegnato a tutte le contemplative la Ratio Formationis, il cui titolo è: “ L’arte della ricerca del volto di Dio. Linee orientative per la formazione delle monache contemplative”.

La Ratio Formationis è uno strumento che offre delle linee guida, perché sia garantita, in modo armonico e unitario, la formazione delle monache, attraverso la quale le comunità, a livello personale e fraterno, possano esprimere nell’oggi la propria identità carismatica incarnata nella vita monastica. È uno strumento che permette di assimilare, con metodo, i fondamenti, i principi e le norme della formazione che permette l’unità nella molteplicità fondata in Cristo e nel Vangelo. È un bene che la Chiesa stia offrendo, per la formazione delle contemplative, le Linee orientative uguali per tutti gli Ordini.

Per San Benedetto il monaco è colui che cerca Dio per tutta la vita. Sarà compito delle varie spiritualità sviluppare le Linee orientative in fedeltà al proprio carisma, partendo da questa consapevolezza: cercare sempre il volto Dio con Gesù Cristo, osservando il Vangelo, favorendo lo sviluppo integrale della persona.

La Chiesa affida alle monache la Ratio, riconoscendo in loro la capacità di vivere nella dimensione mistica della vita e le invita a curare costantemente la relazione con Gesù Cristo, senso della loro esistenza. È la memoria della gratuità della chiamata, dell’amore fedele del Signore che fa vivere ogni monaca in continua relazione con il Signore risorto. È la memoria di un incontro non fissa nel passato, una memoria che diventa capace di aprire al futuro, di illuminare i passi lungo la via.

Si coglie nel documento che la Chiesa vede le contemplative non divise dal resto del mondo, ma separate, facenti parte del popolo di Dio, con un forte senso di appartenenza alla Chiesa. Le monache sono chiamate dal Signore a testimoniare nella stabilità la presenza di Dio nella storia e il suo amore per l’umanità. Al n. 43 della Ratio è scritto che “la contemplativa è chiamata ad abitare la storia coltivando lo sguardo interiore”. Ed ancora, nello stesso articolo: le monache sono chiamate a “leggere la storia secondo l’intelligenza del cuore; ‘le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce’ (Gaudium et Spes,) di tutti saranno assunte con la sapienza che viene dall’alto e con compassione”.

Nel documento sono presenti aspetti innovativi. Al n.4, la Ratio è definita “uno strumento, per favorire lo sviluppo integrale della persona, attraverso una formazione umana e spirituale, al fine di raggiungere e di consolidare la piena maturità in Cristo”. La Ratio prevede la formazione della monaca nella totalità e per tutta la vita, attraverso un processo artigianale che ha bisogno di tempo. Il percorso è finalizzato non solo ad assimilare gradualmente i sentimenti di Cristo, ma anche ad incarnarli nell’essere e nell’agire.

 

 

 

Redazione da Ag. di I.

Redazione1
di Redazione1 novembre 28, 2019 19:54


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Tre barzellette sulla vita religiosa
    Un benedettino, un domenicano, un francescano e un gesuita sono in ritiro spirituale nello stesso luogo… Domenicani, Francescani, Benedettini, Gesuiti, Carmelitani, Clarisse Povere… Nella Chiesa ci sono innumerevoli ordini e congregazioni religiose. Si dice che Dio stesso non sia in grado di conoscere il numero esatto delle congregazioni femminili sulla Terra. Ogni ordine ha una […]
    Rachel Molinatti
  • Gli archeologi scoprono una delle chiese cristiane più antiche
    Il ritrovamento di una basilica in Etiopia solleva domande su quando sia avvenuta la diffusione del cristianesimo nella zona Gli archeologi hanno scoperto di recente la più antica chiesa cristiana nota nell’Africa sub-sahariana, in una zona dell’Etiopia che una volta ospitava l’impero axumita. Il ritrovamento di un’antica basilica, costruita verso l’epoca in cui Costantino legalizzò […]
    John Burger
  • Avete paura di andare a confessarvi? Recitate questa preghiera per avere coraggio!
    Chiedete a Dio di portare luce nell’oscurità perché vi aiuti ad accostarvi al sacramento della sua misericordia Andare a confessarsi non è sempre facile. Spesso l’imbarazzo o la vergogna per i osntri peccati ci impediscono di andare da un sacerdote a chiedere la misericordia di Dio. La Confessione, però, è un gran bene per l’anima, […]
    Philip Kosloski
  • “Padre, mi battezzi perché voglio vivere!”, un racconto di amore e conversione in Venezuela
    Questa la richiesta di un giovane che stava per morire in un ospedale di Caracas All’inizio dell’Avvento – periodo di attesa –, un gruppo di volontari, accompagnati da un giovane sacerdote, visitava un noto ospedale della capitale venezuelana, Caracas. È un gruppo composto dai genitori degli allievi di una scuola agostiniana – venezuelani di origine […]
    Macky Arenas
  • “Il pianto di Gesù”. La storia del canto di Natale “Tu scendi dalle stelle” (VIDEO)
    Ad idearlo fu Sant’Alfonso ed un tenerissimo monologo del Santo ma, nelle sue intenzioni, dovrebbe esserlo di ogni anima con Gesù, il “Creatore del mondo” Tu scendi dalle stelle, il più famoso dei cantici natalizi italiani, fu composto nel 1754 a Nola (Napoli) o, secondo altre fonti, a Deliceto (Foggia). Testo e musica furono opera […]
    don Marcello Stanzione
  • #XmasFacts: “che cosa siete andati a vedere nel deserto?”
    Quindicesima puntata di una produzione di Cube Radio dello IUSVE, che uscirà tutti i giorni fino a Natale In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: […]
    IUSVE Cube Radio
  • Il cardinale organizza l’asta e raccoglie 125mila anche grazie al Papa e Mattarella
    Il porporato di Napoli Crescenzio Sepe in campo per potenziare gli ospedali pediatrici: con questo evento facciamo catechesi a tutta la città Il sombrero di Papa Francesco, la teiera del capo dello Stato Sergio Mattarella, una coppa in vetro murano della presidente del Senato Casellati, una scultura di Salvador Dalì (ceduta dal console di Bulgaria […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Il Vaticano promuove Greta Thunberg: è in campo per difendere il Creato
    Il cardinale Turkson, Prefetto del dicastero vaticano per la promozione dello Sviluppo umano integrale, sostiene la linea dell’attivista: chiede coerenza e impegno per l’ambiente La giovane attivista Greta Thunberg, che ha conquistato la copertina del Time come persona dell’anno per il suo impegno a favore dell’ambiente, è una «grande testimone» per la salvaguardia della “casa […]
    Gelsomino Del Guercio
  • La Perdonanza Celestiniana è Patrimonio Unesco. E voi la conoscete? (VIDEO)
    L’evento, che quest’anno ha celebrato a L’Aquila la sua 725 edizione, è precursore del primo Giubileo istituito da papa Bonifacio VIII nel 130 La Perdonanza Celestiniana (“The Celestinian Forgiveness”) è stata ufficialmente iscritta nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale immateriale dell’Unesco dopo il parere favorevole espresso dal Comitato intergovernativo a Bogotà (Colombia). La candidatura, sostenuta […]
    Gelsomino Del Guercio
  • #XmasFacts: “anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire”
    Quattordicesima puntata di una produzione di Cube Radio dello IUSVE, che uscirà tutti i giorni fino a Natale Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto […]
    IUSVE Cube Radio

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 201:
    • 170:
    dicembre: 2019
    L M M G V S D
    « Nov    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login