I valori dello sport: “Una cultura di umanità, civiltà e spiritualità”

Redazione1
di Redazione1 febbraio 5, 2021 21:32

I valori dello sport: “Una cultura di umanità, civiltà e spiritualità”

Parlando di sport, a parte le motivazioni psicologiche legate a punti di vista viziati da logiche prettamente individualistiche, non si può che dirne bene: lo sport è salute, serve a scaricare lo stress, favorisce il benessere del corpo che rende sana la mente, tonifica i muscoli, e via dicendo; ma poi, per lo più, si trascura di riconoscere che lo sport serve anche, e molto, a temprare la volontà, la forza d’animo e…lo spirito. Ecco, sotto questo aspetto che appare particolarmente importante in un mondo in crisi, in cui le sollecitazioni materialistiche, egoistiche e deprimenti prevalgono, ci sembra molto utile prestare attenzione agli interessanti rilievi che Gabriella Forlese, un’innamorata dello sport, andrà facendo riguardo a questa apprezzabile e benefica attività umana. (A.M.)

Lo sport, manifestazione di vita, di gioia, affascinante contesto in cui si affermano valori fondamentali che, al di là del mondo prettamente sportivo, abbracciano la quotidianità inglobando il rapporto con il prossimo e con se stessi. Un contesto che, rivolto ai giovani, contribuisce alla formazione della loro personalità in modo sano ed equilibrato e che, rivolto agli adulti, permette loro di meglio affrontare le difficoltà quotidiane, offrendo una rapida soluzione alla gestione dello stress.

L’attività sportiva, inoltre, permette di mantenere mente e corpo in perfetta sintonia tra loro e con l’ambiente circostante, attraverso la capacità di mettersi in gioco, di uscire dalla propria “confort zone”, di scoprire o riscoprire abilità e potenzialità rivolte alla realizzazione di obiettivi, con grande capacità di resilienza.

Lo sport, quindi, è da intendersi come una delle principali manifestazioni dell’uomo; ed in questo senso anche la CEI, attraverso la competente Commissione Ecclesiale,  lo definisce “…un valore dell’uomo e della cultura, un luogo di umanità e civiltà…”.
Appare quindi evidente come la Chiesa promuova i valori sportivi ritenendoli consonanti con la dimensione spirituale.

Prendiamo in considerazione i valori olimpici: Pierre de Coubertin (1863-1937), fondatore dei Giochi olimpici moderni, ne era convinto: lo sport può aiutare gli uomini a superare il loro limiti, ma anche ad avvicinarsi e a capirsi meglio, indipendentemente dalle differenze. Per tale ragione egli difendeva i valori umanistici, divenuti indissociabili dall’Olimpismo: rispetto dell’avversario, amicizia fra i popoli, senza dimenticare il fair play, un codice di condotta utile sia nello sport che nella vita in generale.

Attraverso la pratica sportiva, l’individuo cresce, progredisce nel corpo e nell’anima, acquisisce conoscenza e consapevolezza delle proprie capacità e dei propri limiti. Impara a rispettare l’altro, a comprendere i propri punti di forza e di debolezza accettandoli e rispettandoli. Acquisisce maggior carattere e determinazione, che gli serviranno per affrontare la vita di tutti i giorni.

Emblematiche sono al riguardo le parole pronunciate dal cardinal Bagnasco agli atleti azzurri alla vigilia delle Olimpiadi di Londra 2012 in cui il Presidente della CEI esalta i valori umani e spirituali dello sport affermando “ Lo sport rappresenta «una lezione di vita più che mai necessaria oggi in un tempo di crisi che chiama tutti a rigore e sacrificio» oltre che essere «un veicolo educativo mentre la vera sfida non è solo quella di ottenere riconoscimenti umani, ma pure premi più preziosi come insegna la Sacra Scrittura. La Carta olimpica ci ricorda che scopo del Movimento olimpico è contribuire alla costruzione di un mondo migliore. Da sempre, lo sport ha favorito un movimento di idee e di intenti all’insegna di un universalismo caratterizzato da istanze di fraternità e amicizia tra i popoli; di concordia e di pace tra le nazioni».

Per usare le parole della Chiesa “Lo sport, come la cura del corpo nel suo insieme, non può essere un fine a sé, decadendo nel culto della materia. Esso è al servizio di tutto l’uomo; dunque lungi dall’intralciare il perfezionamento intellettuale e morale, deve promuoverlo, aiutarlo e favorirlo” (PIO XI Discorso per il congresso scientifico Nazionale dello Sport e dell’Educazione Fisica, 8.11.1952); ed ancora “…una filosofia dello sport, il cui principio-chiave non è ‘lo sport per lo sport’ o per altre motivazioni che non siano la dignità, la libertà, lo sviluppo integrale dell’uomo” (GIOVANNI PAOLO II Discorso per il Giubileo Internazionale degli Sportivi 12.4.1984).
La Chiesa intende, quindi, promuovere la funzione di umanizzazione dello sport, privilegiando la sua potenzialità di elevazione e di servizio a Dio, e tenendo conto della sua relatività rispetto ai più, per contribuire alla formazione di una società conforme alle aspettative del dettato cristiano, per contribuire alla formazione di una società conforme alle aspettative del dettato cristiano.

Gabriella Forlese

 

 

Redazione1
di Redazione1 febbraio 5, 2021 21:32


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • La trasfigurazione di Gesù è avvenuta sul monte Tabor?
    Dopo sei giorni, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li portò sopra un monte alto, in un luogo appartato, loro soli. Si trasfigurò davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e discorrevano con Gesù. Prendendo […]
    padre Paweł Rytel-Andrianik
  • Nuovo rapimento in Nigeria, ma i media pensano ai cani di Lady Gaga
    Rapiti ieri 317 studenti dal dormitorio del liceo statale di Jangebe, nello stato nigeriano del Zamfara: è il terzo rapimento di massa in tre mesi. Su Twitter Obianuju Ekeocha ha denunciato: «C'è più attenzione mediatica per i cani rapiti di una star che per dei giovani nigeriani». Ieri, proprio mentre traducevamo l’intervista al pastore Gideon […]
    Giovanni Marcotullio
  • No dei vescovi USA all’Equality Act sul gender
    I leader religiosi mettono in guardia contro l'“imposizione di punti di vista nuovi e divisivi relativi al gender”L’Equality Act, che emenderebbe il Civil Rights Act del 1964 impedendo esplicitamente la discriminazione basata sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, verrà votato questa settimana alla Camera dei Rappresentanti. Mercoledì, i vescovi cattolici degli Stati Uniti hanno diffuso […]
    John Burger
  • “Spero di riuscirci fino in fondo”. Il digiuno quaresimale di Etty Hillesum
    Fratel Semeraro ci racconta la Quaresima vissuta da Etty. L'intellettuale ebrea ebbe una vita libertina, ma nonostante ciò, tenne ferme le sue convinzioni religiose Il digiuno quaresimale di Etty Hillesum è un digiuno “libero”, “spontaneo”. Lo ha praticato persino nel campo di concentramento dove lavorava come assistente sociale, cioè a Westerbroke, in Olanda. Fratel Michael […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Una visione davvero terrificante della crocifissione di Gesù
    Un'ombra della Croce è l'unica indicazione della barbarie che ha appena avuto luogoI 40 giorni che Cristo ha trascorso nel deserto devono essere stati un tormento grande quasi quanto la crocifissione. Trovare immagini che combinino questi due aspetti delle ultime settimane di Nostro Signore è quasi impossibile. Questo dipinto del 1867 ospitato nel Museo d’Orsay, […]
    Lucien de Guise
  • Posso fare ciò che voglio a patto di non ferire gli altri?
    La vera giustizia è quindi, per essenza, una specie di generosità: va al di là della leggePosso davvero fare ciò che voglio? A volte non capiamo realmente il significato delle regole che ci vengono imposte, perché non riusciamo a vedere quanto siano utili e possano proteggerci. Non parlo solo del fatto di dover indossare una […]
    Jeanne Larghero
  • La basilica di San Pietro: nel cuore della Chiesa, ai piedi dell’apostolo
    Rivivi l’antica tradizione quaresimale dei cristiani di Roma. Alla scoperta delle “chiese stazionali”Il primo sabato di Quaresima ci porta nel cuore della cristianità: la basilica di S. Pietro. Siamo sulle pendici del Colle Vaticano. La basilica è stata costruita intorno al 325 dall’imperatore Costantino sul luogo del martirio e della sepoltura del “principe degli apostoli”. […]
    Marinella Bandini
  • La scienziata di 26 anni che ha lasciato tutto per Dio
    La storia di una giovane spagnola che si è dedicata alla Terapia Cellulare ma non seguirà il cammino abitualeMaría del Carmen Martín Astorga è di Málaga (Spagna) e ha 26 anni. Mentre leggete questo articolo, ‘Maricarmen’ – come la chiamano i suoi amici – si dedica alla ricerca in Terapia Cellulare in Medicina veterinaria e […]
    Javier González García
  • “Francesco nella Terra di Abramo”
    Rai Premium propone un reportage che anticipa i temi e i luoghi dello storico viaggio di Papa Francesco in IraqLa prima volta di un Papa in Iraq, la prima volta di un Papa nella terra di Abramo. Una visita storica. Domenica 28 febbraio alle 15.15, a pochi giorni dal viaggio di Francesco in Iraq, previsto […]
    Lucandrea Massaro
  • Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
    Grazie e miracoli sono stati riferiti dai pellegrini che si sono bagnati nelle acque del Santuario dell'Amore Misericorioso a Collevalenza “Non come un giudice per condannare la gente e infliggerle la Sua punizione, ma come un Padre amorevole che la perdona, che dimentica e non tiene conto delle offese commesse contro di LUI”. Madre Speranza […]
    Bret Thoman, OFS

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 19:
    • 181:
    febbraio: 2021
    L M M G V S D
    « Gen    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728

    Login