32° anniversario del memorabile incontro di due Santi: Giovanni Paolo II proclama la santità di Eustochia Smeralda

Redazione1
di Redazione1 giugno 11, 2020 22:12

32° anniversario del memorabile incontro di due Santi: Giovanni Paolo II proclama la santità di Eustochia Smeralda

Oggi, 11 giugno 2020, ricorre il 32° anniversario della canonizzazione di Eustochia Smeralda Calafato. E si impone con gioiosa intensità il ricordo di quel memorabile giorno del 1988, in cui i messinesi accolsero festanti papa Wojtyla. Uno storico avvenimento segnato dal fatto eccezionale che ha visto il Papa venire apposta nella nostra città – unica volta avvenuta fuori dalle mura Vaticane – per proclamare santa la Beata Eustochia. E affiorano vari momenti del suo incontro con la città e diverse frasi del “messaggio” che il santo padre rivolse ai messinesi.

Sono ricordi edificanti che rimangono indelebili nella memoria della città, e di cui ritornano alla mente alcune espressioni indimenticabili, come lo stupore e l’ammirazione di fronte alla bellezza dello Stretto e della città: “Qui, dove la natura è un inno perenne alla grandezza del Creatore, è più facile disporre l’animo a pensieri alti e soavi e soffermarsi in preghiera”; così i richiami al patrimonio storico culturale di Messina: “teatro di eventi che hanno lasciato  tracce profonde nell’anima della gente”; o quelli riferiti alla vita contemplativa di Eustochia Smeralda: “donna del XV° secolo, testimone e maestra di santità”; ai malati: “saluto cordialmente tutti i malati e tutti coloro che li assistono”; così come il messaggio gioioso e intenso rivolto ai giovani: “Gravi e urgenti problemi si addensano all’orizzonte. E’ certo tuttavia che se voi riuscirete a mettere insieme le vostre energie di mente di cuore e di braccia, troverete soluzioni originali, capaci di accelerare il processo di adeguamento della società alle esigenze poste dai suoi antichi e nuovi bisogni…”

Profondamente sentito il richiamo che Giovanni Paolo II fece della santità dell’umile clarissa messinese.

“Dio chiamò santa Eustochia, la prese per sé (cf. Os 2, 16) ed ella, nel deserto della sua angusta cella e nelle prolungate veglie, visse l’attesa del suo Signore e sposo, il quale la rese capace di intendere le divine parole che rivolgeva al suo cuore” (cf. Os 2, 16).

“L’Onnipotente la fece sua sposa per sempre nella carità e nella compassione, e con questa vera, divina giustizia la condusse alla santità ricolmandola di beni (cf. Os 2, 21). Da parte sua, la nuova santa, con umile costanza, perseverò in questo amore e non esitò mai nel sacrificio, per crescere in tale amore e permanervi”. “La giustizia divina strappa gli uomini dalla bassezza del male e li eleva al vertice della figliolanza soprannaturale. Da tale altezza luminosa è possibile avere uno sguardo vasto, penetrante, che consente di conoscere in profondità il mistero di Cristo”.

“Ne è splendido esempio sant’Eustochia. Ella, ponendosi con assiduità alla scuola di Cristo crocifisso, crebbe nella sua conoscenza e, meditandone i misteri splendenti di grazia, concepì un fedele amore per lui”.

“Per la nostra santa la vita claustrale non fu una mera fuga dal mondo per rifugiarsi in Dio. Ella con la severa ascesi, che si era imposta, voleva certamente unirsi a Cristo, eliminando sempre più ciò che in lei, come in ogni essere umano v’era di caduco, ma sentiva di essere al tempo stesso unita a tutti. Dalla cella del monastero di Montevergine ella estendeva la sua preghiera e il valore delle sue penitenze al mondo intero. In tal modo intendeva essere vicina ad ogni fratello, lenire ogni dolore, chiedere perdono per i peccati di tutti. Oggi sant’Eustochia ci insegna la preziosità della consacrazione totale a Cristo, da amare con affetto sponsale, devoto, completo. Quando si aderisce a lui, si ama col suo stesso cuore, che ha una capacità infinita di carità”.

 

A. Majolino

 

 

Redazione1
di Redazione1 giugno 11, 2020 22:12


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miracolosa
    “Il Tuo Cuore trafitto, rappresentato sulla Medaglia, si appoggerà sempre sul nostro” Ecco una bella preghiera alla Vergine Maria da recitare alle 17.00 del 27 novembre, festa della Medaglia Miracolosa: O Vergine Immacolata: sappiamo che sempre e ovunque sei disposta ad ascoltare le preghiere dei tuoi figli esiliati in questa valle di lacrime, ma sappiamo […]
    Corazones.org
  • I 5 libri più belli della settimana scelti per le donne
    Regalare un libro per Natale? Buona idea, basta che non sia solo un bel titolo. Vi consigliamo 5 libri che parlano all’anima Stiamo per entrare in Avvento, tempo dell’attesa a cui la liturgia attribuisce il colore viola. Un colore ostico, a dire il vero e su cui pesano tantissimi pregiudizi. Per puro caso stamattina ho […]
    Annalisa Teggi
  • Ogni mese, più di 300 cristiani vengono incarcerati per la loro fede
    Aiuto alla Chiesa che Soffre e la presentazione del rapporto “Libera i tuoi prigionieri” “Al giorno d’oggi… un’infinità di persone è detenuta ingiustamente; come nel mio caso, il loro crimine è la fede a cui si rifiutano di rinunciare”. Queste parole sono state pronunciate da Asia Bibi, la prima donna del Pakistan ad essere stata […]
    Aiuto alla Chiesa che Soffre
  • Cosa facevano i soldati in tempo di guerra quando non potevano andare a Messa?
    Prima di Internet, il personale militare aveva uno strumento semplice con cui poteva unire mentalmente le proprie preghiere alla Chiesa la domenica mattina I cattolici di tutto il mondo si sono resi conto di recente di cosa significhi non poter andare a Messa in una chiesa. Anche se molti templi sono di nuovo aperti dopo […]
    John Burger
  • Messa di Natale anticipata: dopo il governo, c’è l’ok di un vescovo
    Dalla diocesi di Monreale monsignor Pennisi dice: “Non c’è nulla di strano”. La Cei valuta ma il Governo spinge per mantenere il coprifuoco alle 22 ed evitare la tradizionale messa di mezzanotte Gesù non nascerà più a mezzanotte ma qualche ora prima: è probabile, infatti, che la messa di Natale quest’anno sia anticipata. E’ una […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Corona d’Avvento, un’idea semplice da fare coi bambini
    Prepariamo una Corona d’Avvento molto semplice per coinvolgere i nostri figli e avvicinarli al cuore del Natale: luce e attesa. La corona d’Avvento È uno dei tanti casi di “importazione” di un elemento nato come pagano, nella Scandinavia precristiana, arrivato a noi per adattamento dei luterani e poi accolta a pieno titolo nella nostra tradizione […]
    Martha, Mary and Me
  • “Sana ciò che sanguina”. La preghiera non è mai l’ultima spiaggia
    Anche l’anniversario della presenza sui social può aiutarmi a riflettere sullo stato della mia vita interiore, a riconoscere i limiti che mi affliggono e la grazia a cui posso sempre attingere. Di Francesca Centofanti Anniversari social I miei primi sei anni di social (l’iscrizione a Facebook la feci che avevo 44 anni e già molti […]
    Semplici scatti
  • Sto scrivendo a Gesù prima di dormire
    Spesso sono talmente cotta che scrivo la parola Gesù e sto lì, ferma, a respirare. Altre volte scrivo qualche riga in cui affido tutto a Lui. E voi? di Anita Baldisserotto Sto scrivendo a Gesù prima di dormire da qualche tempo. Nel mio quaderno azzurro acceso, che avevo preso con le pagine bianche puntinate nel […]
    MIENMIUAIF - MIA MOGLIE ED IO
  • 26 marzo 1989: il giorno in cui Maradona andò a Lourdes
    Diego Armando Maradona, la leggenda del calcio nata in Argentina, è morto per una crisi cardio-respiratoria il 25 novembre. Si sa che è sempre rimasto fedele alla patria e al calcio… ma è meno noto che era uomo di parola, e che le sue promesse erano talvolta lontane dall’immagine del genio dannato… Ragazzo dai piedi […]
    Louise Alméras
  • La fede ci aiuta a guardare le cose per ciò che sono
    Il Vangelo di Luca sembra suggerire che la fede ci aiuta a guardare finalmente le cose per ciò che sono e non per quello che appaiono. In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola: «Osservate la pianta di fico e tutti gli alberi: quando già germogliano, capite voi stessi, guardandoli, che ormai l’estate […]
    Luigi Maria Epicoco

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 70:
    • 145:
    novembre: 2020
    L M M G V S D
    « Ott    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

    Login