Vilnius, celebrato l’85° della coroncina della Divina Misericordia, il 4 ottobre Festa di S. Faustina

Redazione1
di Redazione1 settembre 28, 2020 19:20

Vilnius, celebrato l’85° della coroncina della Divina Misericordia, il 4 ottobre Festa di S. Faustina

Casa di Faustina, dove le fu rivelata la preghiera della Divina Misericordia

Fu nella notte tra il 13 e 14 settembre di 85 anni fa, che suor Faustina Kowalska, a Vilnius, ricevette per la prima volta la rivelazione della coroncina della Divina Misericordia: la preghiera per la salvezza delle anime ormai diffusa in tutto il mondo, (Andrea Gagliarducci – AciStampa). Ricorrenza che è stata festeggiata con una veglia nella capitale lituana dove c’è la casa in cui la suora abitò. Il 5 ottobre sarà il giorno dedicato a Santa Faustina Kowalska, in un anno in cui non solo si celebra il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, che fu il più grande promotore del culto della Divina Misericordia, ma in cui si celebrano anche molti anniversari legati proprio alla Santa. Il 30 aprile, infatti, sono ricorsi i 20 anni dalla canonizzazione della Kowalska, l’apostola di questa devozione.

La coroncina della Divina Misericordia si prega con in mano un normale rosario, specifica Gagliarducci, ma invece di Pater, Ave e Gloria, ai grani del rosario, ci si appella all’Amore misericordioso di Dio. Quest’anno, nella capitale lituana (che per un periodo è stata anche in territorio polacco) sono stati celebrati anche gli 85 anni dalla prima esposizione dell’immagine della Divina Misericordia, il cui originale è proprio in Lituania. Tale preghiera fu rivelata proprio a Suor Faustina durante delle visioni mistiche, nella casa dove la suora abitava a Vilnius. Quella casa, centro delle celebrazioni del 13 e 14 settembre, è aperta a tutti, ed è meta per almeno 30 mila pellegrini l’anno.

Ma come mai Suor Faustina era a Vilnius? Tra il 1933 e il 1936, è la spiegazione, le suore della Congregazione della Divina Misericordia a Cracovia si stabiliscono a Vilnius, all’ex monastero della Madre di Dio della misericordia. E proprio lì, la veggente visse più di 80 visioni ed esperienze mistiche, che descrive dettagliatamente nel suo diario. Durante una di queste visioni, Faustina vede le calamità che stanno accadendo al mondo, e sente una supplica: Padre Eterno, ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo figlio dilettissimo e Nostro Signore Gesù Cristo, per i peccati nostri e del mondo. Queste parole diventano il fondamento della coroncina alla Divina Misericordia di Dio. Suor Faustina sostiene che queste parole aiutano le anime fiduciose a cadere nell’abbraccio della misericordia di Dio come un bambino nelle mani di una madre amata.

Il modello di questa pratica religiosa, è stato dettato dallo stesso Gesù, durante le sue apparizioni, alla suora polacca. “La sera, stando nella mia cella vidi il Signore Gesù vestito di una veste bianca – scrisse sul suo Diario Faustina nel convento di Płock – una mano alzata per benedire, mentre l’altra toccava sul petto la veste, che ivi leggermente scostata lasciava uscire due grandi raggi, rosso l’uno e l’altro pallido. (…) Dopo un istante Gesù mi disse: ‘Dipingi un’immagine secondo il modello che vedi, con sotto scritto: ‘Gesù confido in Te!’”. L’immagine rappresenta dunque il Salvatore risorto che porta agli uomini la pace con la remissione dei peccati a prezzo della sua Passione e morte in croce. I raggi del sangue e dell’acqua che scaturiscono dal cuore di Gesù trafitto dalla lancia e le cicatrici delle ferite della crocifissione richiamano gli avvenimenti del Venerdì Santo.

Nelle rivelazioni successive, è la precisazione, il Signore Gesù ha fatto grandi promesse riguardo questa preghiera a condizione che sia detta in uno spirito di fiducia in Lui e di misericordia verso gli altri. La promessa generale dice che pronunciando con sicurezza la coroncina si può chiedere tutto, se è conforme alla volontà di Dio. Inoltre, Gesù ha definito con molta chiarezza tre promesse legate alla venerazione dell’immagine: la salvezza eterna, la vittoria sui nemici della salvezza, grandi progressi sulla via della perfezione cristiana, la grazia di una morte felice.

Per celebrare la ricorrenza, è la conclusione, si è anche fatto un pellegrinaggio, iniziato dalla casa di Santa Faustina fino ad arrivare al cortile della Casa di Santa Faustina. Lì, c’è stata una veglia, animata con il racconto di storie personali su come l’esperienza di preghiera arricchisce e cambia vari ambiti della vita.

Le celebrazioni non sono finite. Tutto porta verso la festa di Santa Faustina, che si celebra il 5 ottobre, e verso altre ricorrenze, come il 115esimo dell’apertura del monastero della divina misericordia a Danzica.

 

 

 

Redazione da Ag. di i.

 

Redazione1
di Redazione1 settembre 28, 2020 19:20

RSS aleteia

  • Il Papa: Gesù ci tratta da amici e ci chiede di abitare nel suo amore
    Qual è l’amore in cui Gesù ci dice di rimanere per avere la sua gioia? Papa Francesco al Regina Caeli risponde a questa domanda attingendo al Vangelo di oggi nel quale “Gesù, dopo aver paragonato Sé stesso alla vite e noi ai tralci”, spiega quale sia “il frutto che portano coloro che rimangono uniti a Lui”. Questo […]
    Vatican News
  • I nuovi proletari e il dovere per il Papa di essere “avvocato dei poveri”
    Parole profetiche su quelli che oggi il suo successore Francesco chiama “gli scartati”. Un’analisi realistica sui grandi squilibri e sulle conseguenze dell’esodo verso i grandi agglomerati urbani. Una critica all’ideologia marxista e al suo materialismo ateo, ma anche una critica all’ideologia liberale che meno di vent’anni dopo avrebbe prevalso aprendo definitivamente la strada al turbo-capitalismo. […]
    Andrea Tornielli
  • “L’amore mi ha insegnato ogni cosa”. Un corto animato che offre preziose lezioni di vita
    di Franco Lanata Vi presentiamo un cortometraggio di Fred e Sam Gillaume intitolato “La volpe e l’uccellino”, che ci mostra in modo artistico, allegorico e semplice il valore e la bellezza delle relazioni personali. Come si vede, la trama non è complessa, ma la realtà umana che rappresenta sì. La storia narrata è quella di […]
    Catholic Link
  • Emozioni e “trucchetti da santi” (4/5): combattere la pigrizia con Girolamo di Stridone
    Come i santi più grandi hanno gestito le loro emozioni? Sulla scia di Edwige Billot (autrice in Francia di “Et si les saints nous coachaient sur nos émotions ?” [Téqui]), Aleteia vi propone di scoprire ogni giorno per cinque giorni un “trucchetto da santo” per orientare un’emozione secondo il cuore di Dio. The post Emozioni […]
    Mathilde De Robien
  • Il Papa, vaccini: sospendere a tempo la proprietà intellettuale
    È il tema del momento della politica, che deve fare i conti con economia ed interessi. È il tema di sempre di Francesco, che guarda costantemente agli esseri umani, specie se interessano a pochi. Los Angeles si illumina per uno spettacolo su YouTube, che vuole avere la forza di un movimento d’opinione in grado di […]
    Vatican News
  • Affidate tutte le vostre preoccupazioni alla Vergine Maria per camminare meglio verso il Signore
    Gesù ci ha dato Sua Madre, e non in un qualsiasi momento ma poco prima di morire (Gv 19, 26-27). Maria è anche nostra, sotto la Croce è diventata Madre della Chiesa. Lei ci è data per essere vicina a noi come segno discreto della sollecitudine del Padre, per condurci a Gesù, per aprirci all’azione […]
    Edifa
  • Come aiutare il figlio a trovare la sua vocazione?
    È sempre Dio che chiama. Ma Egli chiama con discrezione, come “un mendicante che bussa alla porta”. Affinché i nostri figli sentano la chiamata di Dio, è necessario che la loro attenzione si concentri su quest’unica domanda: qual è il piano d’amore che Dio ha per me? Non spingere il figlio a scegliere una strada […]
    Edifa
  • Festa della mamma: non dimentichiamo di celebrare la maternità spirituale di Maria e quella della Chiesa
    La festa della mamma ci invita a pensare non solo a colei che ci ha dato la vita e ci ha cresciuti, ma anche alla maternità spirituale di cui beneficiamo incessantemente: quella di Maria e quella della Chiesa. Come la Vergine Maria e la Chiesa esercitano la maternità? Attraverso il Suo “Fiat”, Maria acconsente al […]
    Edifa
  • Una mamma su due lascia il lavoro per la cura dei figli
    Oltre una mamma su due (53,3%) che si licenzia lo fa perché non riesce a conciliare con il proprio lavoro la cura dei figli, il tempo fuori casa e gli orari di scuole e asili nido. E’ quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati dell’Ispettorato nazionale del lavoro in occasione della Festa della […]
    Agi
  • Lettera aperta in risposta a una mamma agnostica
    di Will Wright Questa lettera aperta è stata scritta in risposta a un articolo virale scritto da Amelia Kibbie e che si può leggere qui. Cara Amelia, nel momento in cui scrivo questo testo il tuo articolo è stato condiviso 20.928 volte solo su Facebook. È quindi chiaro che questo sentimento risuoni nel cuore di […]
    Catholic Link

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 22:
    • 145:
    maggio: 2021
    L M M G V S D
    « Apr    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

    Login