“Cattolici in osservazione” – Quanti musoni in giro! Dov’è la gioia che dovrebbero mostrare?

Redazione1
di Redazione1 gennaio 9, 2020 19:51

“Cattolici in osservazione” – Quanti musoni in giro! Dov’è la gioia che dovrebbero mostrare?

 Gli psicologi insegnano che l’intelligenza per essere di alto livello deve far prendere coscienza, in modo realistico, dei pregi di cui si è dotati, facendoli apprezzare e valorizzare correttamente. Ma avvertono, altresì, che prerogativa di intelligenza ancor più elevata, è saper acquisire consapevolezza dei propri limiti, difetti ed errori, e sapersi ravvedere . Poiché noi cattolici sappiamo che “siamo tutti figli di Dio, ma imperfetti e bisognosi di perdono e di aiuto”,  è bene essere accorti e solerti nel correggerci e migliorarci. Ora, in buona misura, qualche stimolo ad essere consapevoli e autocorrettivi ci viene fornito dalle varie osservazioni che ci verranno sommessamente segnalate. Giovano a farci riflettere su ciò che in noi andrebbe modificato o eliminato, in modo da migliorare il nostro modo di essere cattolici. Così come qui ci viene evidenziato dalla nostra “Cattolica osservante”, a proposito della gioia non espressa.

Prima di cimentarmi in descrizioni più o meno particolareggiate sui vari “esemplari” di cattolici praticanti e non, credo sia doveroso fare una premessa. Che siamo tutti figli di Dio, ma imperfetti e bisognosi di perdono e di aiuto. Pertanto cercherò di rendere i miei rilievi scevri da quella saccenza tipica di chi nel descrivere i difetti altrui, pecca di superbia credendosi immune da quelle piccole o grandi mancanze che sta mettendo in luce.

Bene! Da dove comincio? Ma dall'”esemplare” del “cattolico triste”!!!

Entriamo nelle chiese, osserviamo, parliamo, ascoltiamo la parola di Dio. Ecco… Credo sia una vera e propria incongruenza dell’umanità cristiana, dei credenti, parlare della gioia che ci dà la Buona novella del Vangelo senza averne mai fatto esperienza. Perché è risaputo che quando pretendi di parlare di qualcosa (in questo caso appunto la letizia evangelica) senza neppure sapere cosa sia, trasmetti a chi ti ascolta un messaggio travisato nel suo significato più intimo e vivificante. Questo è uno dei principali motivi che  contribuiscono alla formazione di tanti cattolici tristi, musoni, curvi e oppressi nonostante la loro ligia osservanza dei 10 comandamenti. Perché la gioia non si impara… Si dona e basta; e se non la possiedi non parlarne come se già l’avessi. Piuttosto cercala. E invita a cercarla. E quando, per grazia, invaderà il tuo cuore, non avrai bisogno di parlarne. Perché basterà guardarti, e chi è triste si delizierà del tuo sorriso, dei tuoi occhi brillanti, e le tue parole diverranno gioia vera, diffusione di bene, simpatia e sollievo.

 

La “Cattolica osservante”  

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 gennaio 9, 2020 19:51


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Fatti bello come se andassi in chiesa! Consigli per prepararsi alla Pasqua in casa (VIDEO)
    Sarà sicuramente una Pasqua diversa, è vero, ma possiamo viverla al meglio attraverso i suggerimenti di don Alberto Ravegnani. All’inizio della quarantena abbiamo provato tutti un grande desiderio di preghiera, una forte ricerca di Dio, un bisogno profondo di parlare con Lui ed ascoltarlo. Attraverso i social e la tv abbiamo potuto recitare il Rosario, […]
    Silvia Lucchetti
  • Persone perbene: la più grande risorsa dell’Italia di fronte a questa crisi
    In tempi di coronavirus, parla l’imprenditore Sauro Pellerucci, ideatore del progetto: “Io Sono Una Persona Perbene” In questi giorni di grande crisi l’Italia reagisce offrendo la migliore versione di sé stessa, mostrando quel volto e quella forza che spesso sembravano essere sopiti.  Ed ecco che vediamo alla ribalta delle cronache tante storie di brave persone, […]
    Silvia Costantini
  • Camminate dove ha camminato Gesù nei giorni precedenti la sua crocifissione
    In questa Settimana Santa, fate dei tour virtuali di Gerusalemme, dal Giardino del Gestemani alla chiesa del Santo Sepolcro Ogni Settimana Santa, per avvicinarsi a Gesù nei giorni precedenti la sua crocifissione e la sua gloriosa resurrezione, i cristiani si riuniscono in chiesa per ascoltare le letture del Vangelo che descrivono la sua Passione. Quest’anno, […]
    Zelda Caldwell
  • Il ristorante è chiuso, ma la cucina è aperta per i poveri
    In ogni circostanza ciascuno può sempre decidere cosa fare del tempo che gli è dato: c’è chi ha unito in modo virtuoso la chiusura del proprio locale di ristorazione e il bisogno di chi si è ritrovato a patire la fame.  Si comincia a vedere gente che ha fame perché non può lavorare, perché non […]
    Annalisa Teggi
  • Inginocchiati di fronte al coniuge, ai figli e lavagli i piedi chiedendo perdono
    Chi è solo può farlo magari al telefono, con le persone più vicine. Credetemi, sarà un Giovedì Santo meraviglioso! “Approfittando del momento presente…”. Sono certo che oggi il Signore stupirà tutti noi. Viene nell’intimità del Cenacolo che sono le nostre case, si inginocchia dinanzi a noi e si dona sino alla fine per perdonarci e […]
    Don Antonello Iapicca
  • Stupefacente: l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci in carne ed ossa
    Il regista-creatore Armondo Linus Acosta ha unito il talento di tre italiani vincitori del premio Oscar per dare forma in un “quadro che vive” il capolavoro leonardesco sin nei suoi minimi dettagli. Come si è svolta l’Ultima Cena di Gesù? Anzi, come l’ha immaginata e dipinta uno degli artisti più grandi della storia, Leonardo da […]
    Jesús Colina
  • La Santa Messa nella Cena del Signore per il Giovedì Santo
    Le celebrazioni del Giovedì e Venerdì Santo, la Messa della Veglia e della Domenica: così tutto è stato ripensato per accompagnare i fedeli in tempo di pandemia Questo Giovedì Santo, Papa Francesco non presiederà la Messa del Crisma con i sacerdoti di Roma: la celebrazione si terrà a crisi finita. La Messa in Coena Domini, […]
    Aleteia
  • Il nemico numero uno sarà il neoliberismo
    Il mondo che verrà secondo l’economista Stefano Zamagni di Marco Bellizi   Nel “nuovo mondo” del dopovirus il nemico numero uno sarà il liberismo. E insieme ad esso, almeno in Italia, la burocrazia, l’ostinazione nel rifiutare il principio di sussidiarietà, la resistenza alle opportunità che la tecnologia ha dimostrato di poter fornire. Nonostante questo compito […]
    L'Osservatore Romano
  • Perché quest’anno la Settimana Santa sarà diversa
    Se ci saranno alcuni cambiamenti nella liturgia, molto resta uguale La Pasqua non cambia. A differenza di alcune feste della Chiesa che possono essere trasferite ad altri giorni, la celebrazione della Passione, Morte e Resurrezione di Cristo è legata alla festa ebraica della Pasqua. Il nostro ricordo annuale di questi eventi sacri segue il cambiamento […]
    Padre Patrick Briscoe
  • Disegni di Gesù da stampare e colorare nella Settimana Santa
    Potranno aiutare i vostri bambini a contemplare l’Ultima Cena e le scene della Passione e Morte di Gesù I bambini amano molto colorare i disegni, e in questa Settimana Santa in casa potete stampare molte immagini tratte da Dibujos para catequesis che permetteranno loro di pregare mentre colorano l’Ultima Cena o il Giovedì Santo o […]
    Aleteia

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 184:
    • 149:
    aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

    Login