“Cattolici in osservazione” – Quanti musoni in giro! Dov’è la gioia che dovrebbero mostrare?

Redazione1
di Redazione1 gennaio 9, 2020 19:51

“Cattolici in osservazione” – Quanti musoni in giro! Dov’è la gioia che dovrebbero mostrare?

 Gli psicologi insegnano che l’intelligenza per essere di alto livello deve far prendere coscienza, in modo realistico, dei pregi di cui si è dotati, facendoli apprezzare e valorizzare correttamente. Ma avvertono, altresì, che prerogativa di intelligenza ancor più elevata, è saper acquisire consapevolezza dei propri limiti, difetti ed errori, e sapersi ravvedere . Poiché noi cattolici sappiamo che “siamo tutti figli di Dio, ma imperfetti e bisognosi di perdono e di aiuto”,  è bene essere accorti e solerti nel correggerci e migliorarci. Ora, in buona misura, qualche stimolo ad essere consapevoli e autocorrettivi ci viene fornito dalle varie osservazioni che ci verranno sommessamente segnalate. Giovano a farci riflettere su ciò che in noi andrebbe modificato o eliminato, in modo da migliorare il nostro modo di essere cattolici. Così come qui ci viene evidenziato dalla nostra “Cattolica osservante”, a proposito della gioia non espressa.

Prima di cimentarmi in descrizioni più o meno particolareggiate sui vari “esemplari” di cattolici praticanti e non, credo sia doveroso fare una premessa. Che siamo tutti figli di Dio, ma imperfetti e bisognosi di perdono e di aiuto. Pertanto cercherò di rendere i miei rilievi scevri da quella saccenza tipica di chi nel descrivere i difetti altrui, pecca di superbia credendosi immune da quelle piccole o grandi mancanze che sta mettendo in luce.

Bene! Da dove comincio? Ma dall'”esemplare” del “cattolico triste”!!!

Entriamo nelle chiese, osserviamo, parliamo, ascoltiamo la parola di Dio. Ecco… Credo sia una vera e propria incongruenza dell’umanità cristiana, dei credenti, parlare della gioia che ci dà la Buona novella del Vangelo senza averne mai fatto esperienza. Perché è risaputo che quando pretendi di parlare di qualcosa (in questo caso appunto la letizia evangelica) senza neppure sapere cosa sia, trasmetti a chi ti ascolta un messaggio travisato nel suo significato più intimo e vivificante. Questo è uno dei principali motivi che  contribuiscono alla formazione di tanti cattolici tristi, musoni, curvi e oppressi nonostante la loro ligia osservanza dei 10 comandamenti. Perché la gioia non si impara… Si dona e basta; e se non la possiedi non parlarne come se già l’avessi. Piuttosto cercala. E invita a cercarla. E quando, per grazia, invaderà il tuo cuore, non avrai bisogno di parlarne. Perché basterà guardarti, e chi è triste si delizierà del tuo sorriso, dei tuoi occhi brillanti, e le tue parole diverranno gioia vera, diffusione di bene, simpatia e sollievo.

 

La “Cattolica osservante”  

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 gennaio 9, 2020 19:51


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Papa Francesco: chi fa la guerra non sa dominare le proprie passioni
    “Quando si accoglie la Legge di Dio nel cuore si capisce che bisogna abbandonare uno stile di vita fatto di promesse non mantenute”, di passioni che travolgono. All’Angelus in Piazza San Pietro, Francesco ricorda che non amare il prossimo significa uccidere se stessi, che l’amore di Gesù aiuta a vincere i sentimenti egoistici e possessivi […]
    Vatican News
  • Nel 2022 il prossimo Sinodo dei vescovi. Il tema all’esame di Francesco
    Fra due anni, in autunno, si svolgerà la XVI Assemblea generale ordinaria. Francesco lo ha deciso in occasione della riunione della Segreteria del Sinodo. Al Pontefice è stata presentata una terna di possibili argomenti La prossima Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi è indetta “per l’autunno 2022”, in modo da assicurare un “maggior coinvolgimento” […]
    Vatican News
  • Sei frustrato per quello che ti manca e non valorizzi ciò che hai?
    Ossessionarti per quello che non hai ti acceca Il giorno in cui mi sono laureata è stato uno dei più tristi della mia vita. Avevo conseguito il titolo tanto sognato per anni prima di entrare all’università e per altrettanti studiando e lavorando per ottenerlo. E finalmente eccolo lì, ma non sapevo cosa fare. Avevo raggiunto […]
    Maria José Fuenteálamo
  • Ecco perché essere single non significa solitudine o tristezza
    di María Belén Andrada “E il fidanzato?”. Spesso negli incontri familiari qualche zia indiscreta pone questa temuta domanda. “Non c’è”, rispondiamo, e vorremmo aggiungere “Sono single, sola con me stessa, sola contro il mondo”. Beh, forse no, è un po’ esagerato. Oggi, però, vorrei parlarvi di come affrontare il tema dell’essere single, come guardarsi in […]
    Catholic Link
  • Angeli sotto forma di “personaggi misteriosi”, che hanno salvato la vita delle persone
    “Tim pregò: “Dio mio, solo voi potete venirci in aiuto”. Subito, i ragazzi scorsero una macchina che si affiancò ad essi. Da dove veniva?” Numerosi libri attuali riportano le esperienze di contemporanei che affermano di essere stati, in un modo o in un altro, contattati da un personaggio misterioso in cui essi hanno riconosciuto un […]
    don Marcello Stanzione
  • Perché la Madonna è stata concepita senza peccato?
    Comprendere il dogma dell’Immacolata Concezione L’8 dicembre la Chiesa celebra la solennità dell’Immacolata Concezione della Vergine Maria, e spiega che per essere la Madre del Salvatore Maria è stata arricchita da Dio “di doni degni di una così grande missione”. Al momento dell’Annunciazione, l’angelo Gabriele la saluta come “piena di grazia”; ovvero senza peccato, colei […]
    Felipe Aquino
  • 109 anni di normalità e una certezza: «La fede è la chiave della mia vita»
    Jewell Hutson vive in una modesta casa in Texas, è stata una maestra per 50 anni, si è sposata e ha avuto un figlio. Ora è vedova e nessuno le ha mai sentito pronunciare cose cattive sugli altri. Una troupe televisiva entra in una piccola casa di quartiere. Che sarà successo? Un efferato delitto? Ormai […]
    Annalisa Teggi
  • Casa per casa: la messa “itinerante” di don Alfredo Levis
    Il parroco, per limiti di età diventato collaboratore parrocchiale, è stato l’ “inventore”, in provincia di Belluno, di un nuovo modo di far avvicinare le famiglie indigenti a Cristo Sono tanti i parroci di montagna che d’inverno vanno a celebrare la Messa in casa di anziani o ammalati, in continuo aumento. Come a Sospirolo e […]
    Gelsomino Del Guercio
  • “L’angelo era una bellissima donna”. Le visioni della veggente di Akita
    Suor Agnese Katsuko Sasagawa racconta la prima volta che ha visto uno spirito celeste, quando era in ospedale a Myoko: insieme avrebbero recitato la corona del Rosario In Giappone, in relazione coi prodigi che si produssero dal 1973 al 1981 su di una statua della Vergine Maria “Signora di tutti i popoli” nella comunità delle […]
    don Marcello Stanzione
  • 11 consigli di Santa Teresa di Gesù per una buona vita di preghiera
    “Non parlare mai male di nessuno, e non ascoltare mai, a meno che non si tratti di se stesso” Nella sua opera “Preghiere di tutti i tempi della Chiesa”, il professor Felipe Aquino elenca questi 11 consigli per la vita di preghiera, dati da una delle più grandi mistiche della storia del cristianesimo: Santa Teresa […]
    Aleteia Brasil

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 260:
    • 237:
    febbraio: 2020
    L M M G V S D
    « Gen    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    242526272829  

    Login