Cristiani, Pro-Vocati dal Vangelo. Vivere da profeti nella storia

Redazione1
di Redazione1 giugno 2, 2019 22:48

Cristiani, Pro-Vocati dal Vangelo. Vivere da profeti nella storia

Dal contributo di pensiero sulle difficoltà e criticità dei cristiani nel vivere il presente, ma anche  per gettare uno sguardo con speranza e fiducia al futuro, espresso da Diana Papa, emergono interessanti riflessioni e interrogativi che esortano a non stare a guardare la storia che passa.

Ci muoviamo in questo tempo con un certo imbarazzo, mentre fatichiamo a chiamare con il proprio nome il disagio che proviamo: spesso attribuiamo agli altri la causa del nostro malessere. Sembra che anche noi cristiani abbiamo perso il senso della nostra vita, la meta da raggiungere. Brancoliamo, a volte, nel buio per cercare il benessere e la felicità e non ci rendiamo conto di aver smarrito la strada del Vangelo, abbandonando l’amore di prima (cfr. Ap 2,4) verso il Signore.

Quando pensiamo che per essere cristiani basta sapere tante cose su Dio, senza rimanere in contatto con il suo Spirito che anima la nostra esistenza, rischiamo di trasformare la nostra vita cristiana in una difesa ideologica, distante dalla realtà o in uno spiritualismo, lontano da Dio e dalle persone. Se, infatti, non viviamo di fede che si nutre della Parola e dell’ascolto della voce di Dio, lasciamo morire in noi, giorno dopo giorno, la vita secondo lo Spirito: scivoliamo verso una vuota religiosità, senza testimoniare un’esistenza incarnata, che fa vedere il Risorto nella ferialità esistenziale.

Oggi siamo chiamati ad essere incisivi nella storia, perciò abbiamo bisogno di rivisitare il nostro cammino di fede, per non lasciarci trasportare dal torrente in piena del momento o trascinare dalla voce del più forte, che tenta di rendere insignificante anche la Parola di Dio.

Siamo invitati da Gesù a camminare sulle acque con fede, rimanendo ancorati a Lui. È la relazione con Cristo, infatti, che unifica profondamente la persona, che dà la forza e il coraggio di seguire le sue orme, anche nelle difficoltà, che fa essere segno efficace della Sua presenza. È il Risorto che sprona, invia, rende sensibili e lungimiranti, dona il cuore di carne, fa scegliere secondo Dio, per il bene non solo personale ma anche comune, permette di essere aderenti alla realtà, interpretare la vita reale illuminati da Cristo e dal Vangelo. Chi ha il cuore abitato da Dio vede, ascolta, interpreta, discerne, agisce come Gesù. Il cristiano che, per amore, permette a Dio di operare sempre nella sua vita, è chiamato a diventare un inviato dello Spirito, non solo nelle grandi occasioni, ma nella ferialità di ogni giorno, a lavorare in rete e in sinergia con gli altri.

= Dove fondiamo le nostre scelte? Come coniughiamo il nostro operare con il Vangelo?  Da che cosa capiamo che stiamo agendo secondo Dio?

Il mondo oggi ha bisogno di profeti che consentono al Signore di manifestare, attraverso di loro, la Sua prossimità agli uomini e alle donne del nostro tempo, attraverso la cura delle persone, la tenerezza soprattutto verso coloro che si trovano ai margini dell’esistenza. Urge, perciò, la presenza di profeti che non blaterano a nome proprio e non cercano il protagonismo, ma che siano canali di trasmissione della vita di Dio nella quotidianità, attraverso la testimonianza della carità. Dio continua ad interpellare ogni battezzato per essere, nella fedeltà, un autentico profeta tra la gente con atteggiamenti di accoglienza, di gratuità, di ascolto, di rispetto, di condivisione, di solidarietà. Non basta conoscere cerebralmente il Vangelo, occorre tradurlo in scelte coerenti e concrete per il bene dell’umanità.

In quale luogo siamo chiamati ad essere oggi autentici testimoni di Gesù Cristo nella carità? Come riconosciamo la presenza di Dio laddove viviamo e in che modo aiutiamo gli altri a vedere il Signore risorto nella vita di tutti i giorni? La nostra esistenza quotidiana rimanda alla prossimità di Dio? Siamo portatori della pace donata da Cristo tra gli uomini e le donne di oggi, come i profeti? Dove troviamo il coraggio di denunciare le ingiustizie, come Gesù? In che modo ci stiamo liberando di tutto, per vivere solo secondo il Vangelo?

Come cristiani non possiamo più stare a guardare la storia che passa. È giunto il tempo di lasciare i nostri luoghi protetti, per addentrarci nei sobborghi dei poveri spesso tanto intrisi di umanità, per imparare dagli abbandonati della società la vita autentica che viene da Dio.

E noi come stiamo vivendo da profeti nella storia, in opere e parole, come Gesù?

 

 

 

 

Redazione da Ag. di I.

Redazione1
di Redazione1 giugno 2, 2019 22:48


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • “Padre Pio ha scritto delle profezie sulla fine del mondo. Eccole”. State attenti ai messaggi falsi!
    In tempo di Coronavirus, i frati di San Giovanni Rotondo smentiscono con decisione gli annunci catastrofici attribuiti al santo di Pietrelcina «In questo periodo di ansia e di preoccupazione dilaganti, sono state diffuse nuovamente alcune profezie apocalittiche attribuite a san Pio da Pietrelcina, che sarebbero state rivelate ad alcuni sedicenti figli spirituali quando il santo […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Ecco come celebrare in casa la quinta domenica di Quaresima
    Nei giorni e nelle settimane a venire, in parecchi fra noi saremo legittimamente impediti a partecipare alla messa domenicale. Ecco perché Aleteia si è mobilitata per proporvi, col concorso della rivista internazionale Magnificat, di santificare la V domenica di Quaresima con una celebrazione della Parola di Dio. Indicazioni per l’uso: Se si è soli, è […]
    Aleteia
  • Il vescovo di Pinerolo prima di essere intubato: “Pregate per me”
    L’ultimo messaggio di monsignor Derio Olivero è un accorato saluto alla sua diocesi. Sono oltre cinquanta i religiosi morti dall’inizio della pandemia «Purtroppo mi intubano per almeno 10 giorni. Fai pregare per me». Questo il messaggio che il vescovo di Pinerolo Derio Olivero ha inviato al vicario generale della diocesi, don Gustavo Bertea. Positivo al […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Niente lavanda dei piedi e messa crismale, Via Crucis a San Pietro: come cambia la Pasqua
    Ecco come si svolgeranno quest’anno i riti guidati da Papa Francesco: dalla Domenica delle Palme alla notte di Pasqua, tutte le novità L’emergenza coronavirus stravolge i riti pasquali officiati da Papa Francesco. Le indicazioni ufficiali di come come potranno o dovranno essere celebrati, sono state diffuse mercoledì scorso tramite un apposito decreto dalla Congregazione del […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Le vittime del coronavirus a cui nessuno pensa
    A tu per tu con don Pietro Sigurani, il prete dei poveri Il coronavirus sta mietendo vittime in tutto il mondo, non solo rubando vite, ma anche facendo danni enormi a livello economico, colpendo le fasce di popolazione più deboli. La conseguenza pratica? La crescita esponenziale dei poveri, di persone che non hanno di che […]
    Silvia Costantini
  • Il memento mori nell’arte: teschi, scheletri e frutta putrefatta per ricordarci la vanità della vita
    Nei secoli scorsi la mortalità era un pensiero costante, ma questi utili promemoria dell’inevitabilità della morte restano un tema artistico popolare anche oggi Con l’avvicinarsi della Quaresima, i pensieri cattolici si volgeranno alla morte – e alla resurrezione. In passato erano pensieri costanti, e la loro espressione più comune era il memento mori, ovvero “ricorda […]
    Lucien de Guise
  • Il Vaticano trasforma una vasta collezione di manoscritti in libri da colorare
    Nell’ultimo decennio, i Musei Vaticani hanno lavorato diligentemente per digitalizzare la loro vasta collezione di oltre 82.000 manoscritti, perché il mondo potesse condividere la storia universale dell’umanità. Questi manoscritti digitali, circa 20.000 dei quali già disponibili, sono una risorsa dal valore inestimabile sia per gli storici che per i semplici amatori, perché possono essere esaminati […]
    J.P. Mauro
  • Coronavirus: accorato appello di Pupi Avati contro la TV spazzatura
    “Far crescere culturalmente il paese”, chiede il regista In questo periodo di isolamento forzato, il regista bolognese Pupi Avati, uno dei personaggi più significativi del panorama cinematografico italiano e internazionale, ha scritto una commovente lettera appello indirizzata alla Rai e ai media in generale, perché approfittino di questo momento di grande incertezza per riscoprire la […]
    Silvia Costantini
  • Mattarella: “L’Europa comprenda la minaccia, prima che sia troppo tardi”
    Il discorso del Presidente della Repubblica: “Nostro senso di responsabilità ammirato in tutto il mondo” “Unita’ e coesione sociale sono indispensabili in questa condizione”. Lo dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un messaggio alla nazione. “Vorrei ringraziare tutti voi. I sacrifici di comportamento che le misure indicate dal Governo richiedono a tutti sono accettati con grande senso […]
    Dire - Agenzia di Stampa Nazionale
  • Ruth, la missionaria colombiana in Africa che lotta contro il Coronavirus
    La minaccia del coronavirus è una delle situazioni più difficili che ha dovuto vivere suor Ruth, salesiana di Don Bosco dal 2006 in missione nel continente africano “Preghiamo che il virus non arrivi qui. Questa pandemia è davvero minacciosa, soprattutto per i Paesi africani”. Così diceva qualche tempo fa riferendosi alla pandemia mondiale di coronavirus […]
    Lucía Chamat

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 168:
    • 218:
    marzo: 2020
    L M M G V S D
    « Feb    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login