In fiamme Notre Dame. I vescovi francesi: “È una grande perdita, una grande ferita”. La Santa Sede: “Sgomento e tristezza”

Redazione1
di Redazione1 aprile 16, 2019 23:08

In fiamme Notre Dame. I vescovi francesi: “È una grande perdita, una grande ferita”. La Santa Sede: “Sgomento e tristezza”

Un incendio di vaste proporzioni ha devastato ieri la cattedrale Notre-Dame de Paris. Di fronte alle terribili immagini delle fiamme che hanno avvolto uno dei simboli più significativi della cristianità europea, non solo Parigi ma anche tutto il mondo si è fermato, colpito dallo spettacolo drammatico della distruzione di un luogo di preghiera così ricco di storia e conosciuto da tutti. Le immagini del fuoco che si è diffuso rapidamente distruggendo la parte superiore del tempio, hanno fanno intravvedere lo spettacolo impressionante del crollo del tetto e dell’elegante guglia che domina il tempio. Meno male che per il lavoro dei vigili del fuoco le due torri della facciata si sono salvate, così come la struttura portante.

Secondo le informazioni tratte da una prima ricostruzione sulle cause del doloroso evento, le fiamme si sono sviluppate nel pomeriggio su un’impalcatura che attorniava la cattedrale per lavori di conservazione, provocando la fuoriuscita di una minacciosa colonna di fumo. Poi il fuoco ha avvolto le strutture superiori facendole crollare. Per ore i parigini e migliaia di turisti hanno guardato con sgomento l’incendio ardere la cattedrale. Molti hanno pianto. Tanti sono accorsi rimanendo a lungo raccolti in preghiera e intonando canti.

La notizia è rimbalzata in poche ore in tutto il mondo. La Santa Sede ha appreso con “sgomento e tristezza” la notizia del terribile incendio che ha distrutto la cattedrale di Notre-Dame de Paris, simbolo della cristianità in Francia e nel mondo: “Esprimiamo la nostra prossimità ai cattolici francesi e alla popolazione di Parigi. Preghiamo per i pompieri e per tutti quanti fanno il possibile per far fronte alla drammatica situazione”.

Sul posto si è recato l’arcivescovo di Parigi, mons. Michel Aupetit. “È un dramma”, ha detto, chiedendo tramite un tweet a tutti i sacerdoti della città di suonare le campane delle loro chiesa per invitare alla preghiera. La situazione è drammatica. Anche il presidente francese, Emmanuel Macron, si è recato sul posto, rinviando il discorso alla nazione che era inizialmente programmato per stasera.

In preda a sgomento, tra i cattolici francesi, è anche mons. Éric de Moulins-Beaufort, neo eletto presidente dei vescovi. “Ho avuto un grido di orrore”, dice. “Sono stato ordinato in questa cattedrale. Questo luogo rappresenta tanti eventi”.  “Per un parigino, Notre Dame è una sorta di evidenza”. È “uno dei simboli degli sforzi di pace, bellezza, speranza, fede e anche al di là della fede cristiana. È una grande perdita, una grande ferita”. Ciò che ha colpito al cuore la città di Parigi è, in particolare, “la caduta della guglia”. “Rappresentava un dito teso verso Dio”, commenta mons. de Moulins-Beaufort. “Questo dramma ci ricorda che niente su questa terra è fatto per durare per sempre…”. “È una parte della nostra carne ad essere stata sfregiata. Ma spero che questo creerà un nuovo slancio, un movimento universale”.

Commentando il terribile evento distruttivo di Parigi, il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, ha definito Notre Dame Una “cattedrale per credenti e non credenti”, “una creatura vivente nella quale anche i non credenti entrano per fare un itinerario di bellezza”.

“Il Pontificio Consiglio della Cultura – ha ricordato il cardinale, durante la presentazione del padiglione della Santa Sede all’Expo di Orticultura a Pechino, in sala stampa vaticana – “ha inglobato, al tempo di Benedetto XVI, anche la Pontificia Commissione dei beni culturali, che ha un legame con tutto l’orizzonte di questo immenso patrimonio ecclesiale, che se anche non è più di proprietà della Chiesa – come nel caso della cattedrale di Notre Dame, che è di proprietà dello Stato francese – rimane sempre una creatura vivente nella quale si celebra liturgia, si fanno incontri di fede, e nella quale anche non credenti entrano per fare itinerario di bellezza”. “Mi ha colpito il fatto che molti parigini, e anche turisti, ieri piangessero davanti a questo evento, e questo dimostra che le grandi cattedrali, le grandi basiliche, sono in realtà dei corpi viventi”, ha detto Ravasi offrendo “una testimonianza personale e ottimistica in questo momento così cupo”.

“Gli inizi della cattedrale di Notre Dame risalgono alla notte dei tempi, all’inizio del gotico, nell’XI secolo – ha ricordato il porporato – e poi si continuerà a costruirla fino al 1325. La sua storia è simile a quella di una persona che, attraverso la sua vita, incrocia sofferenze, ferite, a volte sembra anche essere quasi sulla soglia della morte, e continuamente rinasce e rivive. Quella guglia che tutti avete visto crollare, col suo corpo di legno ricoperto di piombo, in realtà così com’e ora è stata costruita nel 1800, e quindi c’è questo continuo vivere attraverso gli interventi architettonici più diversi, tante volte anche attraverso ricostruzioni radicali”.

 

 

Redazione da Ag. di I.

Redazione1
di Redazione1 aprile 16, 2019 23:08


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Papa Francesco esorta la Chiesa a non rimanere “statica”
    Guidata dallo Spirito Santo, non deve smettere di far comprendere in pienezza gli insegnamenti di Gesù. L’auspicio è che faccia risplendere il proprio volto “bello e luminoso” voluto da Cristodi Giada Aquilino – Città del Vaticano Una Chiesa libera da “legami mondani”, non “statica”, nella quale ogni fedele si lasci “istruire e guidare” dallo Spirito […]
    Mirko Testa
  • Chi sono i «miti» delle Beatitudini che erediteranno la terra?
    A cosa si riferisce la frase «Beati i miti, perché erediteranno la terra»? Si parla di un ruolo che le persone miti potranno avere nella storia di questo mondo, o si parla di una loro posizione privilegiata in paradiso? Fabio Luppi Risponde don Stefano Tarocchi, docente di Sacra Scrittura alla Facoltà teologica dell’Italia Centrale. La […]
    Toscana Oggi
  • Le frasi più forti dei Papi sull’Europa
    «Hanno voluto negare le radici dell'Europa e così Dio si è vendicato» Dalla visione profetica di Pio XII, il Papa della seconda guerra mondiale, alle parole di mediazione di Giovanni XXIII. Dagli appelli di Giovanni Paolo II alle stoccate sui valori cristiani messi in discussione da parte di Benedetto XVI e Francesco. Ecco le frasi dei […]
    Gelsomino Del Guercio
  • L’angelo del Portogallo e le apparizioni a Fatima prima della Madonna
    Lo spirito celeste ha fatto da precursore alla Vergine. Ecco gli episodi più significativi che sono avvenuti raccontati da Suor Lucia Una  delle apparizioni mariane più importanti  del XX secolo, è stata certamente quella di Fatima in Portogallo dove l’angelo della nazione portoghese, quindi uno spirito buono territoriale, interpretò un ruolo di  capitale importanza. La […]
    don Marcello Stanzione
  • Come si smette di avere paura di poter fallire?
    Ecco alcuni esercizi per star meglio anche di fronte ai "no" La paura di fallire che ci scuote dentro, che non ci fa vivere serenamente. Come affrontarla e superarla? Lo psicoterapeuta Pasquale Ionata risponde con un’analisi molto efficace nel suo nuovo libro “Accogli ciò che è” (Città Nuova). Lo psicoterapeuta parte da un presupposto: per […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Ecco a voi il sapore della birra della Bibbia!
    I ricercatori israeliani realizzano il lievito di 5.000 anni fa per ricreare la birra anticaDopo aver riunito dei campioni di lievito da pentole di terracotta trovate in occasione degli scavi archeologici in Israele e non usate per migliaia di anni, un’équipe composta da biologi, archeologi e birrai artigianali ha elaborato con successo una birra che […]
    J.P. Mauro
  • Trasformare i cadaveri in compost è cristiano?
    Lo Stato di Washington è il primo ad approvare una legge che regola questa pratica, che entrerà in vigore il 1° maggio 2020“Recompose offre un’opzione alternativa alla cremazione e ai metodi di sepoltura convenzionali. Il nostro servizio, la ricomposizione, trasforma dolcemente i resti umani in terra, perché possiamo alimentare una nuova vita dopo la morte”. […]
    Jaime Septién
  • Chiara Amirante: affido le persone ferite che incontro a Maria e Lei interviene sempre!
    In una recente intervista la fondatrice di Nuovi Orizzonti parla della sua devozione mariana, dei pellegrinaggi a Medjugorje e Lourdes e di come la Provvidenza sia sempre intervenuta in suo aiuto.Sul nuovo numero del settimanale Maria con te è apparsa una bella intervista di Antonio Sanfrancesco a Chiara Amirante, la fondatrice della comunità di Nuovi Orizzonti. […]
    Silvia Lucchetti
  • La Chiesa lucra sui 35 euro al giorno per ogni migrante?
    Tranquilli, non c'è dietro nessun business di Vaticano o parrocchie! 35 euro per ogni migranti. E poi quei soldi dove finiscono? Come li utilizza la Chiesa? Si fa chiarezza su questi temi nel libro “I soldi della Chiesa. Ricchezze favolose e povertà evangelica” (Edizioni Paoline), Mimmo Muolo, vaticanista di Avvenire. Muolo premette: qualcuno sostiene si […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Vincent Lambert: la dichiarazione dei Vescovi di Francia
    Qualche giorno dopo l’annuncia fatto dal medico del CHU di Reims sull’arresto delle cure elementari (alimentazione e idratazione) di Vincent Lambert, la commissione di Bioetica della Conferenza dei Vescovi di Francia (CEF) ha reagito il 18 maggio 2019 (dunque prima della precipitazione e del colpo di scena del 20) pubblicando una dichiarazione intitolata “Un’ambizione: la […]
    Aleteia

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

Almanacco

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 228:
    • 156:
    maggio: 2019
    L M M G V S D
    « Apr    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

    Login