Bangladesh, don Luca Monti in ricordo della sorella morta nella strage di Dacca progetta la costruzione di una chiesa nella diocesi di Khulna

Redazione1
di Redazione1 Ottobre 29, 2017 10:33

Il toccante racconto del fratello di una delle vittime, Don Luca Monti, che ci parla del suo impegno per i cristiani perseguitati nel Bangladesh

(M. Grazia Biasi)

Don Luca Monti è il fratello di Simona, una delle nove vittime italiane della strage di Dacca del 1° luglio 2016. Dopo l’attentato si è fatto promotore, attraverso Acs, della costruzione di una chiesa/struttura in un villaggio dell’entroterra nella diocesi di Khulna, guidata dal vescovo James Romen Boiragi.

Don Luca Monti è protagonista di un progetto per la costruzione di una chiesa in Bangladesh all’indomani del terribile evento. Trentuno anni, originario di Magliano Sabina, svolge il suo ministero sacerdotale nella diocesi di Avellino, parroco della parrocchia dei Santi Apostoli Pietro e Paolo (comune di Santa Lucia di Serino, paese natale di san Giuseppe Moscati).
Racconta il perché del suo progetto per i cristiani del Bangladesh e le riflessioni che ne sono scaturite, alla vigilia del viaggio di Papa Francesco.

Don Luca, com’è nato il progetto che ti ha portato in Bangladesh poco dopo l’attentato di Dacca in cui tua sorella ha perso la vita? 
Nel momento più forte della sofferenza appena tornate le salme in Italia, mentre si organizzavano le esequie di mia sorella Simona. Da un confronto veloce con la mia famiglia è emerso da subito il bisogno di imprimere un sigillo d’amore a quella terribile storia e coinvolgere i tanti che avrebbero partecipato al funerale.

  La ricerca e la preghiera mi hanno indirizzato alla fondazione di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa che soffre” che da decenni si occupa di progetti umanitari e pastorali in tutti i Paesi del mondo.
L’ho trovata una strada rassicurante, fidata… Tra i progetti attivati in Bangladesh ho individuato quello per la costruzione di una chiesa/struttura in un villaggio dell’entroterra nella diocesi di Khulna, guidata dal vescovo James Romen Boiragi. L’edificio sacro sarebbe stato dedicato all’Arcangelo Michele; quando poi mi sono ricordato che il bambino che mia sorella portava in grembo si sarebbe dovuto chiamare Michelangelo, ho colto un segno profetico nella scelta compiuta.
Il giorno delle esequie, la beneficenza dei presenti è stata piuttosto generosa e nei giorni successivi abbiamo destinato la somma per il progetto che nell’arco di pochissimo tempo è stato realizzato.

Nel concreto, di cosa si è trattato?
Alla tettoia utilizzata dai pochi e poveri cristiani di quel villaggio per la preghiera e l’accoglienza dei bambini è stata sostituita una bella chiesa in cemento, secondo una armoniosa architettura asiatica – bella vederla emergere nella foresta! – in cui oltre alle celebrazioni la comunità organizza attività pastorali ed educative.

Da una vicenda di dolore e di odio, un gesto di grande generosità. Cos’è che genera tutto questo? Che lettura siamo capaci di dare a questa reazione di fronte al dolore…?
Sin dai primi momenti della tragedia ho percepito nell’aria un “non so che” di profezia: non è un caso la visita di Papa Francesco tra non molto, e a distanza di poco tempo dall’incontro che il Pontefice ha avuto con noi familiari delle vittime di Dacca il 22 febbraio. In un verso di padre Ermes Ronchi, a me tanto caro, le parole “Tu sei per me, ciò che la primavera è per i fiori”, trovo la sintesi di tutto questo: non lo so cosa sia la primavera per i fiori, forse un’opportunità, un’energia nascosta, un amore che esplode in una stagione della vita del mondo. Linfa nascosta che chiamo carità, presenza di Dio, esperienza che supera ogni emotività passeggera e non mi lascia cadere in un eterno senso di sconfitta, di vendetta o rivendicazione.

Sei stato in Bangladesh per l’inaugurazione di questa chiesa. Che umanità hai incontrato? E quale risposta hai trovato rispetto al dono fatto?
Essere partito lo stesso giorno dell’incontro con Papa Francesco ha dato un valore aggiunto alla mia missione pastorale in Bangladesh, che ho vissuto non come una questione di orgoglio familiare, ma come la scoperta urgente di un mondo cristiano a me sconosciuto.

 Un ricordo particolare…?
Ho visto i bambini di quel villaggio correre incontro al loro vescovo con la gioia di poter abbracciare il Pastore: ho pensato ai nostri giovani annoiati e preoccupati delle omelie presumibilmente lunghe in occasione dei loro incontri in chiesa con i nostri vescovi. Accanto a quella scena felice ho rivisto quella di un occidente cristiano stanco e annoiato nei confronti del Vangelo.

Sul posto, quale sensibilità rispetto alla strage, da cui poi è scaturito il tuo dono?

 Cosa suscita tutto questo nella vita di un prete alle prese con dimensioni parrocchiali più comodamente occidentali? 
Non sono cambiato, ma di sicuro sono stato messo in discussione. Vivo una nuova stagione di amore per Cristo, tra il buio e la luce, scorgendo nel frattempo, l’aurora. Mi sento pertanto un sacerdote in cammino con una visione del mondo più realista, e di sicuro accompagnato dalla preghiera silenziosa e discreta della mia gente.

Papa Francesco sarà in Bangladesh dal 30 novembre al 2 dicembre. Cosa ti aspetti dal suo viaggio?
Porterà come sempre amore nelle periferie esistenziali e sociali. La sua, sarà ancora una volta la carezza e la spinta ad andare avanti.

 

Redazione1
di Redazione1 Ottobre 29, 2017 10:33

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

  • Papa Francesco: ricevuti i vescovi della Toscana in visita ad limina 4 Marzo 2024
    Circa due ore di colloquio: tanto è durato l’incontro che questa mattina i vescovi toscani hanno avuto con Papa Francesco in occasione della visita ad limina. Lo rende noto Toscana Oggi. I vescovi sono stati ricevuti intorno alle 9 nella biblioteca privata del Palazzo Apostolico, e si sono intrattenuti toccando vari temi della vita della […]
  • Quaresima: l’8 e il 9 marzo torna l’iniziativa “24 Ore per il Signore” 4 Marzo 2024
    È giunta all’undicesima edizione la “24 Ore per il Signore”, iniziativa quaresimale di preghiera e riconciliazione voluta da Papa Francesco, che ogni anno si celebra nelle diocesi di tutto il mondo alla vigilia della quarta domenica di Quaresima. Il motto scelto dal Papa per questa edizione, che si terrà da venerdì 8 a sabato 9 […]
  • Presentato l’incontro di maggio: a Roma attesi oltre 100mila bambini. P. Enzo Fortunato: “Sono il futuro e la promessa di un mondo migliore” 4 Marzo 2024
    Si è aperto con un ringraziamento a Papa Francesco l’incontro di presentazione per la Giornata mondiale dei bambini promossa dal Dicastero per la cultura e l’educazione e dal coordinatore della stessa Gmb, padre Enzo Fortunato che si terrà il 25 e 26 maggio. Ed è stato il Papa con la sua lettera pubblicata lo stesso […]
  • Azione cattolica: nuova delegazione regionale Abruzzo-Molise, Di Battista confermato delegato 4 Marzo 2024
    Si è svolto ieri domenica 3 marzo, presso la Casa di formazione “San Giovanni XXIII” di Larino (Campobasso), il Consiglio regionale elettivo dell’Azione cattolica Abruzzo-Molise al quale hanno preso parte i rappresentanti delle presidenze diocesane abruzzesi e molisane, anch’esse di recente nomina, per eleggere i nuovi componenti della Delegazione regionale Abruzzo-Molise di Azione cattolica per […]
  • Papa Francesco: all’Angelus, “il disamo è un dovere morale” 4 Marzo 2024
    “Il 5 marzo ricorre la seconda Giornata internazionale per la consapevolezza sul disarmo e la non proliferazione. Quante risorse vengono sprecate per le spese militari che, a causa della situazione attuale, continuano tristemente ad aumentare!”. Lo ha detto Papa Francesco, ieri, al termine dell’Angelus, auspicando “vivamente che la comunità internazionale comprenda che il disarmo è […]
  • Papa Francesco: all’Angelus, su guerra a Gaza “basta, per favore! Fermatevi!” 4 Marzo 2024
    “Porto quotidianamente nel cuore, con dolore, la sofferenza delle popolazioni in Palestina e in Israele, dovuta alle ostilità in corso”. Lo ha detto Papa Francesco, ieri, al termine dell’Angelus, ricordando “le migliaia di morti, di feriti, di sfollati, le immani distruzioni”, che “causano dolore, e questo con conseguenze tremende sui piccoli e gli indifesi, che […]
  • Papa Francesco: all’Angelus, “fare in noi e attorno a noi più casa e meno mercato” 4 Marzo 2024
    “L’invito oggi, anche per il nostro cammino di Quaresima, è a fare in noi e attorno a noi più casa e meno mercato”. Lo ha detto Papa Francesco, ieri, all’Angelus commentando il Vangelo della Domenica sul brano di Gesù che scaccia i mercanti dal tempio. Soffermandosi sul contrasto tra casa e mercato, il Pontefice ha […]
  • Dicastero per la Cultura e l’Educazione: presentata oggi a Roma la Giornata Mondiale dei Bambini 2 Marzo 2024
    Presentato oggi a Roma nella Sala Stampa dell’Olimpico la Giornata Mondiale dei Bambini che si terrà nelle giornate del 25 e del 26 maggio “Nelle prime tre settimane siamo già a quasi 58mila Bambini aderenti penso che arriveremo ad oltre centomila per maggio” dice padre Enzo Fortunato coordinatore dell’evento. “I bambini rappresentano il cuore dello […]
  • Papa Francesco: ha ricevuto a Casa Santa Marta il Comitato organizzatore della Giornata mondiale dei bambini 2 Marzo 2024
    Questo pomeriggio alle 15, a Casa Santa Marta, Papa Francesco ha ricevuto il Comitato organizzatore della Giornata mondiale dei bambini, in programma il 25 e il 26 maggio a Roma, in occasione della pubblicazione del suo Messaggio dedicato all’evento. Nel salutare i presenti, il Papa ha rivolto loro alcune parole di ringraziamento, interrogandosi sulla sofferenza […]
  • Papa Francesco: ricevuto in udienza il Cancelliere tedesco Olaf Scholz 2 Marzo 2024
    Questa mattina Papa Francesco ha ricevuto in udienza nel Palazzo Apostolico Vaticano il Cancelliere della Repubblica Federale di Germania Olaf Scholz, il quale si è successivamente incontrato con il card. Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato da mons. Mirosław Wachowski, Sotto-Segretario per i Rapporti con gli Stati. “Nel corso dei cordiali colloqui in Segreteria di […]

Commenti recenti

     

    • 100:
    • 289:
    Marzo 2024
    L M M G V S D
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

    Login