MESSINA – Modernità “liquida” e paradosso cristiano

Redazione1
di Redazione1 febbraio 6, 2017 11:21

MESSINA – Modernità “liquida” e paradosso cristiano

La fondamentale contraddizione esistente tra il modello mondano della modernità tendente a flessibilità, instabilità e mutevolezza, rispetto a quello opposto, del cristianesimo, fondato su inflessibilità, regole e continuità.

La concomitanza di due eventi significativi, accaduti di recente, riferiti a due personaggi di bauman2 °spicco, tra loro però molto distanti e differenti, spingono a fare qualche riflessione sulla stridente contraddizione dei relativi modelli esistenziali, tra loro antitetici, che rappresentano. Contraddizione che inevitabilmente richiama uno dei principali paradossi cristiani, riferito alla concezione ribaltata di come si debba vivere la vita, rispetto al modello di esistenza mondano. Il primo evento riguarda la scomparsa di Zygmunt Bauman, il celebre sociologo e filosofo polacco teorizzatore della “modernità liquida”, o “fluida”, (secondo cui la nostra società, in questa fase storica, tende a virare rapidamente verso la velocità, la flessibilità e il cambiamento reiterato); l’altro è dato dalle solenni celebrazioni liturgiche di Eustochia Smeralda Calafato, nella ricorrenza del suo “Dies Natalis”: la clarissa che, più di 5 secoli fa, ha fondato il monastero di S. Eustochia 2clausura di Montevergine tuttora attivo, espressione di un modello di vita totalmente opposto: stabile, inflessibile, “solido”e perenne.
Ora, nel prendere in considerazione queste due polarità comportamentali in forte contrapposizione tra loro, vediamo che possiamo confrontare queste due posizioni con la visione che ne dà lo stesso Bauman quando parla di “sicietà liquida” o “fluida” e “società solida”, di “flessibilità” e “inflessibilità”. Nella prima avviene una spiccata tendenza alla rincorsa che sembra sempre più velocemente lanciata verso il cambiamento, verso ciò che ora viene chiamato modernizzazione, ora progresso, ora miglioramento, ora sviluppo; un modello esistenziale, cioè, che è l’essenza del moderno modo di essere. Un modello di vita, però, che, a verificarne gli effetti, non sembra affatto dare segni di produrre reali benefici per il mondo di oggi, anzi tutt’altro.

Secondo questo modello di comportamento sociale, atteggiamenti come la preoccupazione per la coesione, l’adesione alle regole, il valutare sulla base delle premesse, il restare fedeli ad una promessa, ad una logica di continuità invece di fluttuare sull’onda di opportunità mutevoli e di breve durata, non sono opzioni allettanti. I progetti a cui giurare fedeltà per tutta la vita, una volta scelti e abbracciati per sempre, godono di cattiva reputazione, hanno perso la loro capacità attrattiva.

Monastero Montev.°Ciò invece si verifica in modo ancor più radicale, dando luogo a scelte estreme definibili paradossali, nel modello di vita claustrale; certamente tra quelle che contrastano di più rispetto al modo di vivere del nostro mondo massmediatico e post moderno. Pertanto siamo di fronte a due polarità, due tendenze, che si fronteggiano da posizioni contrapposte: quella della flessibilità e quella della inflessibilità, del cambiamento e della stabilità; della fluida libertà di scelta variabile e quella della solida sicurezza di una scelta fatta per sempre. La prima, che possiamo ben identificare, come abbiamo detto, con la psicologia mondana (edonismo, narcisismo, apparire, ricerca di successo, potere e così via); la seconda, con la cosiddetta psicologia cristiana, espressa in particolar modo dal cattolicesimo, che, con le sue verità dogmatiche rivelate, rappresenta assai bene la condizione di inflessibilità dei suoi saldi principi.

Anche in questo secondo ambito, appartenente in particolar modo alla Chiesa Cattolica nel suo cammino terreno inteso alla evangelizzazione di tutti gli uomini, possiamo distinguere grosso modo due modelli operativi principali fra loro complementari: quello prevalentemente dedicato alla vita attiva di penetrazione sociale, e quello incentrato nella vita contemplativa e di preghiera, di cui i monasteri di clausura sono una testimonianza tra le più “solide”, inflessibili e rigorose e, per questo, preziose, ma al tempo stesso, per molti  alquanto sconcertanti. Nell’ottica cristiana, dunque, queste monasteri clariani rappresentano veri e propri presidi a sostegno spirituale di tutti, attraverso l’impegno donativo della preghiera, della penitenza e del nascondimento nella Clarisse in preghiera 2°povertà.

Ma guardando al cammino dei Cattolici nel mondo, non possiamo non riconoscere – per ammissione della stessa Chiesa – che gli effetti di questa trasformazione, tendente a dare eccessiva importanza alle esigenze di cambiamento, portano ad allentare gli schemi di stabilità che sono propri dell’impostazione di fedeltà alla propria identità. E sappiamo bene che la distanza di duemila anni dall’inizio del Cristianesimo non può non avere effetti tendenti a sbiadirne l’identità.
Ciò perché l’evolversi dei tempi e della cultura spingono ad adattare i propri principi alle esigenze del presente, col pericolo di modificare più del dovuto, alterandone l’essenza, ciò che caratterizza l’originaria fisionomia identitaria. E un tale pericolo non risparmia neppure la Chiesa cattolica che, pur nella sua compattezza istituzionale ancorata a un ben definito magistero gerarchico, ha subìto in passato molte deviazioni e fratture; e tuttora non può non dirsi a rischio di subirne altre.

 

Anastasio Majolino

Redazione1
di Redazione1 febbraio 6, 2017 11:21


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Lezioni sulla gioia da un santo disabile
    Il beato Ermanno era affetto da palatoschisi, paralisi cerebrale e spina bifida, ma era il monaco più allegro del monastero Nella società moderna, la salute fisica è un obiettivo così valorizzato che quando ci ammaliamo o diventiamo gravemente disabili possiamo avere la tentazione di rinunciare alla vita. Possiamo essere tentati di cadere nella disperazione e […]
    Philip Kosloski
  • Il missionario cattolico che lavora in un sottomarino
    “Sul fondo del mare ho potuto vivere l’esperienza incredibile di recitare il Rosario in profondità. Ho sentito una pace e un silenzio interiore che solo chi lo ha vissuto riesce a descrivere” Il portale della Comunità Cattolica Shalom ha diffuso questo mese la testimonianza di Fabiano, brasiliano, militare, marito e padre di famiglia, che fa […]
    Comunità Shalom
  • I 5 libri più belli della settimana scelti per le donne
    Questa settimana vi propriamo un carteggio d’amore d’altri tempi, un thriller scientifico e alcuni scorci insoliti sulla fede. C’era una volta un bravissimo scrittore che era anche uno strano lettore, Federigo Tozzi. Sentite che metodo seguiva per valutare se un libro era scritto bene o male: Apro il libro a caso; ma, piuttosto, verso la […]
    Annalisa Teggi
  • Lorella Cuccarini accusata di omofobia: la sua risposta è una lezione di stile
    La famosa showgirl è stata accusata strumentalmente da Tommaso Zorzi, un concorrente del Grande Fratello Vip, di essere omofoba. La risposta della presentatrice è un manifesto di autentico rispetto e apertura al dialogo Ieri nel reality del Grande Fratello VIP il concorrente Tommaso Zorzi, influencer 25enne, ha insultato e accusato di omofobia Lorella Cuccarini durante […]
    Silvia Lucchetti
  • 3 misteri meravigliosi collegati alla morte di Padre Pio
    di Mauricio Montoya Ogni 23 settembre celebriamo la memoria di un santo molto speciale: Padre Pio da Pietrelcina, un uomo orante, amante dell’Eucaristia, totalmente mistico e dedito alla sua vocazione religiosa. Molti lo conoscono per la testimonianza delle sue stigmate, ma la verità è che anche se si tratta di qualcosa di magnifico, la santità […]
    Catholic Link
  • Apparizioni mariane: il messaggio di Pontmain
    Lourdes, Rue du Bac, Pontmain, Pellevoisin, La Salette… I nomi dei grandi santuari francesi costruiti su luoghi di apparizioni mariane sono ben noti. Ma quali sono i messaggi che la Vergine vi ha affidato? Aleteia vi propone di approfondire il loro senso. Oggi, il messaggio di Pontmain. Pontmain, in Mayenne, 17 gennaio 1871. È notte […]
    Aleteia
  • Prego e mi distraggo, ma la Madonna con la Sua grazia mi attrae
    Che meraviglia recitare il santo rosario immaginandosi tra le braccia di Maria, come fossimo dei bambini piccoli. Lo consigliava lo stesso San Josèmaria Escrivà. Proviamo anche noi… Devo confessare che mi distraggo molto quando recito il Rosario. Ultimamente ho trovato una maniera di concentrarmi che dà buoni risultati. Immagino di essere un bambino piccolo, come […]
    Giuseppe Corigliano
  • Quando sei nel buio professa la tua fede: “Tu sei il Cristo!”
    Davanti allo scandalo della croce, quando ciò che succede sembra smentire tutto ciò che abbiamo compreso e creduto, la nostra fede è chiamata ad approfondirsi e il nostro cuore a farsi più lieto: la Resurrezione è vicina! Dal Vangelo di ✠ Gesù Cristo secondo Luca (9,18-22) Un giorno, mentre Gesù si trovava in un luogo […]
    Luigi Maria Epicoco
  • Che forma hanno gli angeli? Rispondono i mistici che li hanno visti
    Gli Angeli hanno dunque il privilegio dell’immortalità e dell’eternità, ma anche quello di una perpetua gioventù La definizione classica dell’Angelo dovrebbe risolvere la questione del corpo angelico, nella misura in cui il corpo è la parte tangibile dell’incarnazione, della materia, alla quale gli Angeli sono estranei. Ciò detto, i Padri e i Dottori della Chiesa […]
    don Marcello Stanzione
  • Angelica muore di tumore a 18 anni, nonostante una grande gara di solidarietà
    Un calvario cominciato a gennaio e sostenuto da una cordata umana di preghiere e donazioni. “La vita è la cosa più bella. La sua è stata breve. Ma di una qualità immensa” ha detto il sacerdote al funerale. Un tumore aggressivo al cervello non ha dato scampo a una giovane promessa siciliana della pallavolo; pochi […]
    Annalisa Teggi

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 160:
    • 149:
    settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Ago    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

    Login