Fiducia Supplicans, Vescovi d’Africa contrari alle benedizioni di coppie omosessuali

Redazione1
di Redazione1 Gennaio 13, 2024 23:04

Fiducia Supplicans, Vescovi d’Africa contrari alle benedizioni di coppie omosessuali

Nel riaffermare con forza la comunione con Papa Francesco, le Conferenze episcopali di tutta l’Africa ritengono che le benedizioni extraliturgiche proposte nella Dichiarazione Fiducia Supplicans, di cui il Pontefice si è fatto promotore autorizzando le benedizioni per le coppie cosiddette “irregolari”, non possano essere effettuate in Africa senza esporsi a scandali. Lo hanno affermato i Vescovi nella dichiarazione firmata dal presidente del Secam il cardinale Fridolin Ambongo. (Acist.)

Il testo è dell’11 gennaio e si aggiunge ai tanti che commentano la Dichiarazione e la Nota Stampa successiva che evidentemente non ha chiarito un testo considerato da molti quanto meno confuso.

Facendo riferimento a diversi versetti biblici contro l’omosessualità, i Vescovi cattolici in Africa hanno osservato che la cultura africana non ha spazio per tali unioni.

Il contesto culturale africano, profondamente radicato nei valori della legge naturale riguardo al matrimonio e alla famiglia, complica ulteriormente l’accettazione delle unioni di persone dello stesso sesso, poiché sono viste come contraddittorie con le norme culturali e intrinsecamente corrotte, hanno detto i Vescovi.

Nella loro dichiarazione di cinque pagine, i vescovi hanno affermato che il linguaggio della dichiarazione rimane troppo sottile per essere compreso dalla gente semplice, e che non è facile giustificare che le persone dello stesso sesso che vivono in un’unione stabile non rivendichino la legittimità del loro status. E leggendo le Sacre Scritture: Gesù viene a testimoniare la tenerezza di Dio Non è venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori. Su questo non c’è dubbio. Ma Gesù tende anche la mano al peccatore perché si rialzi, perché si converta. Dopo aver mostrato tanta tenerezza alla donna colta in adulterio, le disse Va’ e d’ora in poi non peccare più.

Tuttavia, i Vescovi hanno riconosciuto che alcuni Paesi del continente più grande del mondo preferiscono avere più tempo per l’approfondimento della Dichiarazione che offre la possibilità di queste benedizioni ma non le impone.

Le Conferenze episcopali africane sottolineano che le persone con tendenze omosessuali devono essere trattate con rispetto e dignità, ricordando loro che le unioni di persone dello stesso sesso sono contrarie alla volontà di Dio e quindi non possono ricevere la benedizione, hanno affermato i vescovi.

Diverso l’atteggiamento dei vescovi francesi che in una nota del Consiglio permanente della Conferenza episcopale scrivono che la Fiducia supplicans è un incoraggiamento ai pastori a benedire le persone che si rivolgono a loro, chiedendo umilmente l’aiuto di Dio.

Aiuto di Dio. In questo modo, li accompagnano nel loro cammino di fede, affinché scoprano la chiamata di Dio nella loro vita e vi rispondano. La Fiducia Supplicans li accompagna nel loro cammino di fede, affinché scoprano la chiamata di Dio nella loro vita e vi rispondano concretamente.

Intanto riemerge dagli archivi un testo di Fernandez sulla sessualità, e qualcuno osa compararlo con Amore e responsabilità di Karol Wojtyła. Insomma la Dichiarazione suscita più polemiche che chiarimenti.

 

 

 

 

Redazione da Ag. di inf.

 

 

Redazione1
di Redazione1 Gennaio 13, 2024 23:04

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 36:
    • 265:
    Febbraio 2024
    L M M G V S D
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    26272829  

    Login