MESSINA – A Montevergine, Rinnovazione della Professione Religiosa di una clarissa, nel 50° anniversario della Consacrazione

Redazione1
di Redazione1 Luglio 2, 2016 11:37

MESSINA – A Montevergine, Rinnovazione della Professione Religiosa di una clarissa, nel 50° anniversario della Consacrazione

La solenne Celebrazione commemorativa si è svolta nella chiesa di Santa Eustochia

La vita di totale donazione sacrificale che le claustrali offrono perRinnov. Professione sr. Adriana ° amore di Dio e per la salvezza dell’umanità, è certamente un’opera di immenso valore spirituale e religioso, che riesce a suscitare tanta edificazione e gratitudine in tutti i credenti. A questi sentimenti di lodevole e commovente considerazione di cristiana fraternità, non possono non associarsi moti di ancor più grande ammirazione e gioia, nel vedere un cammino vocazionale di questo tipo, raggiungere lo straordinario traguardo di 50 anni di professione religiosa. E’ quanto intimamente si prova nel veder realizzato il compimento di un così lungo e ammirevole cammino di vita consacrata da parte di suor Chiara Adriana Cacopardo del Celeste Padre, trascorso con assoluta fedeltà e continuità nell’Ordine delle Sorelle povere di Santa Chiara.

Il rito di ringraziamento per questa ricorrenza così significativa, si è svolto durante una solenne Concelebrazione Eucaristica nella chiesa di Santa Eustochia, in una atmosfera di intima e fraterna spiritualità, che ha visto le clarisse della Comunità di Montevergine stringersi affettuosamente intorno alla consorella festeggiata, insieme ai parenti, agli amici e a un nutrito numero di fedeli.

IMG_0893 °A dare un apporto significativo di preghiera partecipativa alla concelebrazione, presieduta dal cappellano del monastero, mons. Pietro Aliquò, sono stati: p. Salvatore Alessandrà, cappellano della casa circondariale, il cappuccino p. Luigi Sabaddino, parroco di S. Maria di Pompei, p. Scolaro, parroco di S. Nicolò di Bari a Gazzi, e l’Assistente delle Clarisse di Sicilia, p. Domenico Di Liberto, dei Frati Minori.

Durante il solenne rito di ringraziamento, mons. Aliquò ha indicato suor Adriana – il cui viso è stato illuminato da un radioso sorriso per tutta la cerimonia – come un esempio edificante di donna realizzata e felice, per aver fondato la sua vita sui punti cardine che IMG_0881 °costituiscono il fondamento di ogni vera felicità. Cioè l’amore totalizzate verso Dio, la costante fedeltà a questo amore incondizionato, e la gioia, che inevitabilmente ne consegue.

La cerimonia, poi, ha toccato il suo momento culminante e denso di emozione, quando suor Adriana, rinnovando la promessa della suaIMG_0901 ° Professione religiosa, alla domanda di rito rivoltale dal celebrante: “cosa chiedi a Dio e alla sua Santa Chiesa?”, ha confermato, con toni decisi e commossi, di voler seguire fino alla morte la povertà di Gesù Cristo e della sua Santissima Madre.

Anastasio Majolino

Redazione1
di Redazione1 Luglio 2, 2016 11:37

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 12:
    • 245:
    Agosto 2022
    L M M G V S D
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

    Login