La devozione di S. Teresina di Lisieux al Santo Volto di Gesù, ispirazione feconda per l’iter quaresimale

Redazione1
di Redazione1 Febbraio 26, 2023 00:53

La devozione di S. Teresina di Lisieux al Santo Volto di Gesù, ispirazione feconda per l’iter quaresimale

E’ un’evenienza felice quella che vede l’Anno giubilare indetto dalla Chiesa in onore di S. Teresina di Lisieux, insieme alla commemorazione del suo 150° della nascita celebrato dall’Unesco, associati al cammino quaresimale incentrato sulla devozione al Volto Santo di Gesù, che tanto ha animato la spiritualità della mistica carmelitana.

Teresa del Bambin Gesù , Dottore della Chiesa, carmelitana scalza di Lisieux, il 6 agosto del 1896, Festa della Trasfigurazione, compone un Atto di  consacrazione al  Volto Santo di Gesù, che è presente in Internet e che troviamo anche nelle Opere complete di Santa Teresa del Bambin Gesù . Fu la prima a comporre questo Atto, fu la prima a portare il nome religioso del Volto Santo, la prima nel Carmelo di Lisieux, che ebbe sempre questa grandissima devozione.

La sorella Celina dice che questa santa devozione fu per Teresa del Bambin Gesù “il coronamento e la completa realizzazione del suo amore per l’umanità di Cristo; era lo specchio nel quale vedeva l’Anima e il Cuore del suo Diletto Amato, e dove lo contemplava tutto intero. Così come la fotografia del solo volto di una persona amata basta per rendercela presente”. Sempre Celina scrive: “Si può dire che la devozione al Santo Volto ha orientato tutta la vita spirituale di Teresina”. La sua stessa infanzia è stata illuminata da questa sua passione che la pervadeva totalmente da spingerla ad aggiungere al suo primo nome religioso anche quello “del Volto Santo”.

“Se si vuole conservare la giusta nota delle sue pie inclinazioni”, scrive Celina, “bisogna riconoscere che questa le supera tutte senza alcun dubbio, perché le riassume tutte. È contemplando il volto straziato di Gesù, meditando le sue umiliazioni, che attinse l’umiltà, l’amore per la sofferenza, la generosità nel sacrificio, lo zelo per le anime, il distacco dalle creature e infine tutte le virtù attive, forti, virili, che le abbiamo visto mettere in pratica”.

Tutta la santità di Teresina, riferisce Celina, viene dalla devozione al Volto Santo. “Senza conoscerlo, Teresina anticipa quanto scrisse Santa Gertrude in una rivelazione mistica nella quale Gesù le disse: «l’anima desiderosa di crescere nel bene, deve buttarsi nel mio seno. Ma se le viene voglia di portare il suo volo più lontano e di salire ancora più in alto sulle ali dei suoi desideri, si innalzi con la velocità di un’aquila, voli intorno al mio Volto, sostenuta come un Serafino, sulle ali di una carità generosa».

E questo fece suor Teresa del Bambino Gesù; e la conseguenza del suo innalzarsi fu un amore veramente serafico che produsse frutti di generosità eroica. Teresa indicò alle sue novizie il Volto di Gesù (di cui  stata coniata una medaglia) come un libro dal quale attingeva la scienza dell’amore e l’arte delle virtù. Infatti, Teresina nel suo mistico blasone, da lei stessa disegnato, vicino al Santo Volto trascrisse con cura questo motto: «L’Amore non si paga che con l’amore».

Le sue lettere, la sua autobiografia, le sue poesie sono impregnate d’Amore per questo Volto benedetto. Resto convinta che fu la mia piccola sorella, dice Celina, l’ispiratrice del mio progetto di riprodurre il Santo Volto della Sacra Sindone di Torino, e che devo a lei la riuscita di questa riproduzione, eseguita nel 1904, sette anni dopo la sua morte.

Una parte dell’Atto di consacrazione:

== O Volto Adorabile di Gesù, giacché ti sei degnato di scegliere particolarmente le anime nostre per donarti ad esse, noi veniamo a consacrarle a te!…Ci sembra, o Gesù, di sentirti dire a noi: «Apritemi, sorelle mie, mie spose amate, poiché il mio Volto è coperto di rugiada e i miei capelli delle stille della notte». Le anime nostre comprendono il tuo linguaggio d’amore: noi vogliamo asciugare il tuo dolce Volto e consolarti della dimenticanza dei cattivi: ai loro occhi tu sei ancora come nascosto e ti considerano come un oggetto di disprezzo!…

O Volto più bello dei gigli e delle rose di primavera, tu non sei nascosto agli occhi nostri! Le Lacrime che velano il tuo sguardo divino, ci appaiono come Diamanti preziosi che vogliamo raccogliere per acquistare con il loro valore infinito le anime dei nostri fratelli. Dalla tua Bocca adorata abbiamo inteso il gemito amoroso: comprendendo che la sete che ti consuma è una sete d’Amore, noi vorremmo, per dissetarti, possedere un Amore infinito! Amato e diletto Sposo delle anime nostre, se avessimo l’amore di tutti i cuori, tutto questo amore sarebbe tuo!… ==

 

 

Redazione da Ag. di inf.

 

 

Redazione1
di Redazione1 Febbraio 26, 2023 00:53

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

  • Famiglia: Cei, dal 25 al 28 aprile a Palermo la Settimana nazionale di studi sulla spiritualità 23 Aprile 2024
    “Di fronte all’altro. Sposi e presbiteri, insieme discepoli missionari” è il tema della XXV edizione della Settimana nazionale di studi sulla spiritualità coniugale e familiare, promossa dall’Ufficio nazionale per la pastorale della famiglia della Cei ad Altavilla Milicia (PA), dal 25 al 28 aprile. “Non stiamo attraversando un tempo facile, soprattutto perché venti di guerra […]
  • Libri: Roma, domani la presentazione del libro di Ignazio Ingrao, “cinque domande che agitano la Chiesa” 23 Aprile 2024
    Dalle donne nella Chiesa alle riforme avviate, quali solo le prospettive della Chiesa di Francesco e i suoi interrogativi più urgenti? Delle nuove sfide che attendono la Chiesa parla Ignazio Ingrao nel suo ultimo libro, “Cinque domande che agitano la Chiesa” (Edizioni San Paolo), che verrà presentato domani, a Roma, presso il Ministero della Cultura […]
  • Fine vita: Telepace, dedicata all’Hospice la rubrica settimanale “Ospitalità è…” del Fatebenefratelli Provincia Lombardo-Veneta 23 Aprile 2024
    “Ospitalità è… Accompagnamento nel fine vita”. E’ dedicata all’Hospice e al percorso di assistenza e accompagnamento rivolto ai suoi “speciali” pazienti e alle loro famiglie la puntata settimanale della rubrica “Ospitalità è…” del  Fatebenefratelli della Provincia Lombardo-Veneta. Questa settimana su Telepace e le altre emittenti del gruppo Corallo, andrà on onda l’intervista a Mora Maria […]
  • San Pio di Pietrelcina: il 29 aprile conferenza stampa sulle sue fotografie 23 Aprile 2024
    In occasione del venticinquesimo anniversario della beatificazione di San Pio di Pietrelcina e per celebrare il decimo anniversario della Saint Pio Foundation, la suddetta Fondazione, con il patrocinio del Dicastero della Comunicazione e del Dicastero per l’Educazione e la Cultura del Vaticano, organizza una conferenza stampa “Fotografie di San Pio – Memorie di un Santo”, […]
  • San Giovanni XXIII: domenica 28 aprile, celebrazione a Sotto il Monte per i dieci anni dalla proclamazione della Sua santità 23 Aprile 2024
    Per ricordare il 10° anniversario della Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII, mons. Francesco Beschi, vescovo di Bergamo, presidierà domenica 28 aprile, alle ore 16, presso il Santuario di Sotto il Monte, una solenne celebrazione. Era la seconda domenica di Pasqua, il 27 aprile 2014, giorno della festa della Divina Misericordia. “In queste coordinate – si […]
  • Congregazioni: Missionari Vincenziani, ad aprile 2025 il quarto centenario di fondazione 23 Aprile 2024
    “Dopo il grande Giubileo dell’anno 2000, che con Giovanni Paolo II ha introdotto la Chiesa nel terzo millennio della sua storia, abbiamo vissuto il Giubileo straordinario della Misericordia (8 dicembre 2015 – 20 novembre 2016), voluto da Papa Francesco, che ci ha permesso di riscoprire la forza e la tenerezza dell’amore misericordioso del Padre, per […]
  • Santa Sede: il 6 maggio il giuramento di 34 nuove Guardie Svizzere 23 Aprile 2024
    Trentaquattro nuove reclute della Guardia Svizzera Pontificia presteranno solenne giuramento il prossimo 6 maggio, come tradizione, alle 17, nel Cortile di San Damaso del Palazzo Apostolico in Vaticano. Il giuramento avviene sulla bandiera del Corpo delle Guardie Svizzere Pontificie e alla presenza del rappresentante del Santo Padre, monsignor Edgar Peña Parra, sostituto per gli Affari […]
  • Comunicazione: Vaticano, il 27 aprile commemorazione del 150° anniversario della nascita di Guglielmo Marconi 23 Aprile 2024
    Sabato prossimo, 27 aprile, presso la Palazzina Marconi, è in programma una manifestazione commemorativa del 150° anniversario della nascita di Guglielmo Marconi (1874-2024). Ad introdurre l’incontro, dopo alcune attività amatoriali – si legge in una nota – sarà alle 11.35 mons. Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati e le Organizzazioni internazionali. […]
  • Azione cattolica: la formazione è un continuo invito alla conversione 23 Aprile 2024
    All’interno dello statuto e del progetto formativo di Azione cattolica emerge chiaramente il primario impegno dell’associazione nella cura alla formazione integrale di ogni associato, attraverso l’intreccio della vita associativa, vita ecclesiale e vita civile. Reinterpretando una preziosa intuizione di Yves Congar, potremmo dire che l’Ac ritrova il senso autentico della sua missione “nell’opera stessa che […]
  • Carceri. Don Grimaldi: “Con il convegno nazionale invitiamo a combattere l’indifferenza per promuovere la cura” 23 Aprile 2024
    È tutto pronto per il quinto convegno nazionale dei cappellani e degli operatori della pastorale penitenziaria che si svolgerà ad Assisi dal 24 al 27 aprile. Il tema prescelto per l’evento promosso dall’Ispettorato generale dei cappellani nelle carceri italiane, che ha una cadenza biennale, è “‘Lo vide e ne ebbe compassione. (Lc 10,33). Dall’indifferenza alla […]

Commenti recenti

     

    • 225:
    • 325:
    Aprile 2024
    L M M G V S D
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  

    Login