Divina Misericordia, domenica a Roma nella chiesa di Santo Spirito in Sassia si pregherà per l’Europa

Redazione1
di Redazione1 Aprile 23, 2022 21:59

Divina Misericordia, domenica a Roma nella chiesa di Santo Spirito in Sassia si pregherà per l’Europa

Con l’estensione a tutta la Chiesa della festività, voluta da Giovanni Paolo II, che si celebra la prima domenica dopo Pasqua, il culto all’Amore misericordioso ha avuto un’incredibile ripercussione sui fedeli. Infatti, l’icona di Gesù, con due raggi, uno rosso e l’altro pallido, che scaturiscono dal suo petto, secondo la visione avuta da Santa Faustina, ha avuto una notevole diffusione. Un’icona che ha chiaro collegamento col versetto di Giovanni evangelista sul costato trafitto di Gesù da cui «scaturì sangue e acqua» (Gv 19,34), che ha sempre destato fin dall’antichità delle profonde risonanze nella Tradizione cristiana.

Sono tante le parrocchie che ogni giorno, alle 15, si riuniscono per la recita della Coroncina. E domani in tante chiese italiane si celebrerà questa festa al termine della novena iniziata venerdì scorso. “Ogni giorno condurrai al Mio Cuore un diverso gruppo di anime e le immergerai nel mare della mia Misericordia”, ha detto Gesù a Santa Faustina Kowalska.

Anche quest’anno, dopo l’esperienza vissuta nel 2021, durante la Settimana Santa, presso la basilica dei Santi XII Apostoli a Roma, alla presenza di autorità civili ed ecclesiali, il Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS), in questa festa promuove una speciale veglia di preghiera per proclamare la Risurrezione di Cristo sull’Europa. Nella drammatica emergenza umanitaria che ci vede tutti coinvolti, si invocherà la pace nel cuore del nostro Continente cristiano, con una speciale intenzione per le popolazioni coinvolte nel conflitto tra Russia e Ucraina.

L’evento si svolgerà in Roma domani 24 aprile, Domenica della Divina Misericordia e Pasqua ortodossa, alle ore 21, presso la chiesa di Santo Spirito in Sassia – santuario della Divina Misericordia, e verrà trasmesso in diretta dai canali social del RnS (Facebook e YouTube). Alcuni testimoni si alterneranno in preghiera, in rappresentanza di diverse istituzioni. Non mancherà la voce dei profughi rifugiati in Italia.

“La risurrezione di Gesù – dichiara Salvatore Martinez, presidente nazionale del RnS – sembra tardare in tante parti del mondo, ancor più in Paesi di tradizione cristiana che scandalosamente scelgono la via della morte a quella della vita. Nello spirito della Pasqua, in preghiera, vogliamo proclamare la vittoria della vita sulla morte, del bene sul male, della speranza sulla disperazione, della fraternità sull’inimicizia, coinvolgendo amici e testimoni che s’impegnano ogni giorno nella costruzione della pace”.

A noi è chiesto di pregare più che di giudicare per cambiare la storia. E, insieme, chiedere allo Spirito Santo che apra nuove vie anche dove sembra impossibile. La preghiera per l’Europa, pertanto, trova ispirazione nella profetica condotta di Papa Francesco, che ha voluto rinnovare l’atto di consacrazione al Cuore immacolato di Maria, e nella memoria benedetta di san Giovanni Paolo II che, venti anni fa, volle affidare il mondo alla Divina Misericordia”.

 

 

 

Redazione da a.di inf.       

 

 

Redazione1
di Redazione1 Aprile 23, 2022 21:59

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 35:
    • 253:
    Maggio 2022
    L M M G V S D
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login