MESSINA – Montevergine, Santa Eustochia Smeralda: mediatrice di grazie premurosa e comunicativa

Redazione1
di Redazione1 febbraio 16, 2019 13:12

MESSINA – Montevergine, Santa Eustochia Smeralda: mediatrice di grazie premurosa e comunicativa

Negli scritti di una nostra pubblicazione abbiamo affermato che una delle tendenze che   contraddistinguono la psicologia dei messinesi è data dalla particolare predisposizione che essi hanno per i valori della spiritualità. Una conferma di questo assunto ci proviene dall’esempio dei numerosi concittadini che si sono distinti per santità di vita consacrata, di cui la figura più antica e luminosa, elevata all’onore degli altari l’11 giugno 1988, è Eustochia Smeralda Calafato (1434-1485). A questa   fulgida personalità si aggiunge quella di un altro eminente figlio di questa città, Annibale Maria Di Francia, la cui santità è stata proclamata il 16 maggio 2004.

Due grandi Santi, dunque, precursori di un nutrito gruppo di altri appartenenti alla Chiesa messinese già avviati nel processo di canonizzazione, che fanno di Messina una privilegiata Terra di santi. Un prezioso patrimonio spirituale sovraindividuale che rappresenta motivo di coesione e arricchimento, assai caratterizzante, della nostra identità collettiva.

Ora, riguardo all’importante ruolo di intermediazione che fa di ogni santo un ponte fra l’essere umano e la Divinità, ci preme guardare in particolar modo alla grande mistica francescana, Santa Eustochia Smeralda, l’umile clarissa innamorata del Crocifisso e Fondatrice del Monastero di Montevergine, da cui irradia una spiritualità che da secoli è ispiratrice di religiosità e vita consacrata. Non solo, ma anche per il fatto che la testimonianza delle tante persone che ne hanno invocato l’intercessione, ha messo in evidenza il suo carisma di mediatrice di grazie particolarmente premurosa e comunicativa.

Una Santa che risponde sollecita a chi le si rivolge con fede per chiederle aiuto nei momenti difficili, con i favori divini da lei ottenuti che spesso sono associati a segni straordinari: soprattutto odore di incenso, oppure profumo di rose, o di altri fiori, o con apparizioni in sogno, visioni o sensazioni di intensa gioia.

Riteniamo pertanto interessante, oltre che edificante, riferire di volta in volta qualcuna di queste testimonianze di grazie ottenute dai tanti fedeli, raccolte dalle clarisse di Montevergine.

Una di tali attestazioni ci proviene da Enza Cacopardo, che afferma di aver ricevuto una doppia grazia dalla nostra Santa prima della sua canonizzazione, e così ce la racconta.

Già una volta mio padre era stato oggetto di un evento quasi miracoloso. Affetto da una gravissima malattia al polmone destro, non si era ottenuto l’esito desiderato neanche con un intervento chirurgico e con altri rimedi di cui disponeva la scienza medica. Era guarito invece in seguito alle mie preghiere rivolte alla Beata Eustochia, e alla mia promessa di entrare a far parte della Sua Associazione. Inizialmente partecipai alle riunioni di preghiera ma poi con indolenza me ne allontanai.

In seguito mio padre ebbe una ricaduta. Questa volta senza speranza di guarigione. Una notte, non posso asserire se fu un sogno o una visione, ma certamente vidi una monaca, che altro non poteva essere che la nostra Beata, che vegliava al capezzale del mio povero padre. Umiliata, mi ricordai del mio mancato voto e, pentita, mi rivolsi ad Eustochia con le preghiere più fervide, assicurando che non avrei più commesso il precedente errore. Il male frattanto condusse mio padre in fin di vita e i medici affermavano che solo un miracolo avrebbe potuto salvarlo. Ed è stato proprio così. Mio padre guarì tra lo stupore di tutti. Infatti ancora ora non trovo parole per esprimere l’illimitata riconoscenza verso la nostra Beata per la sua tenera attenzione ai nostri bisogni”.

 

 

A.M.

Redazione1
di Redazione1 febbraio 16, 2019 13:12


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Chiusa la tomba del beato Carlo Acutis, visitata da 41mila persone
    Cerimonia di chiusura ad Assisi con il Prefetto delle Cause per i Santi mons. Semeraro. “Carlo come san Francesco, umiltà per loro è stata la prima virtù” San Francesco d’Assisi e Carlo Acutis hanno “camminato” insieme in questi diciannove giorni in cui la tomba del giovane beato è stata oggetto di venerazione al pubblico. «Francesco […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Cristofobia: allievo in Svezia costretto a togliersi il crocifisso per partecipare alla foto scolastica
    La cristofobia non esiste, dicono gli “esperti”. La fotografa ha “suggerito” che il crocifisso fosse un “insulto” La cristofobia non esiste, dicono i cosiddetti “esperti”, ma la sua inesistenza non le impedisce di manifestarsi tutti i giorni. I “grandi media” sviano la questione, ma i fatti si moltiplicano come parte della normalità, soprattutto nei Paesi […]
    Francisco Vêneto
  • Suor Clare Crockett, essere tutta di Dio col sorriso e la chitarra in mano
    Dal sogno di diventare una star del cinema al convento. Ogni giorno Suor Clare offriva al Signore un assegno in bianco, affinché Egli potesse chiederle tutto quello che voleva. Nonostante io abbia qualche santo speciale che mi ha sempre accompagnata nelle varie fasi della vita, tappa fissa per novene e piagnucolamenti vari, in generale vado molto […]
    Martha, Mary and Me
  • Halloween negli USA ai tempi di una pandemia (che non è quella in corso)
    Nel 1918 anche negli Stati Uniti si pose il problema dei festeggiamenti per la vigilia di Ognissanti in concomitanza con l’esplosione della pandemia di spagnola, durante un conflitto mondiale, per di più. Vediamo come si è evoluta questa festa e come ha inciso su di essa la gestione dell’epidemia di allora. “Stupida robaccia europea, monumento […]
    Una penna spuntata
  • Il Papa: non vivere e pregare come se Dio e i poveri non esistessero
    Nella catechesi dell’udienza generale, Papa Francesco conclude la riflessione sui Salmi, inserita nel ciclo sulla preghiera, e sottolinea che il Salterio ci insegna ad invocare Dio per noi, ma anche per i fratelli e per il mondo. E spiega le precauzioni dovute alla pandemia, che non gli permettono di scendere a salutare i fedeli I […]
    Vatican News
  • Siria: i Francescani si prendono cura dei cristiani che vivono sotto la legge islamica
    Circa 300 famiglie cristiane nella Siria occidentale affrontano persecuzione, violenza e pericoli, perfino la morte, mentre i loro villaggi continuano ad essere controllati da gruppi jihadisti I villaggi di Knayeh e Yacobieh, nella provincia di Idlib, vicino al confine turco nella Siria occidentale, sono ancora sotto il controllo dei gruppi jihadisti. Qui l’islamismo è ancora […]
    Aiuto alla Chiesa che Soffre
  • Qual è la battaglia della nostra vita?
    Una riflessione che grida dal profondo del cuore di Emilio Muñoz Díaz Sarò chiaro con voi. La mia intenzione è essere diretto, farvi captare il messaggio senza romanticismi, farvi capire davvero ciò che sta accadendo e suscitare quel fuoco di motivazione che vi porti a pensare al cammino che vi è toccato e alla battaglia […]
    Catholic Link
  • Nel volto di un vecchio prete il riflesso della bellezza di Dio
    Non appena si è rivolto verso l’assemblea ho subito colto qualcosa di speciale e stupendo nel suo volto. La santità renda belle le persone! Intendiamoci: la scelta di essere credente o non credente non si basa su dei “motivi” come quelli che portano a scegliere una marca di lavatrice anziché un’altra. Si crede per l’intima […]
    Chiara Bertoglio
  • Conoscete le chiese che costellano la splendida isola di Capri? (FOTO)
    Tra stradine acciottolate e picchi a strapiombo si nascondono templi meravigliosi L’isola di Capri è probabilmente una delle più note al mondo. I turisti accorrono a visitarla per le sue meravigliose scogliere, le acque blu, le spiagge sabbiose e l’architettura e i siti archeologici che la caratterizzano. Capri ospita una dozzina di chiese che servono […]
    V. M. Traverso
  • La preghiera delle religioni per la salvezza degli uomini e del mondo
    Roma per un giorno capitale della pace, per l’incontro internazionale “Nessuno si salva da solo – Pace e Fraternità”, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, alla presenza del Papa. Tra i partecipanti il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, il Patriarca Bartolomeo I assieme a rappresentanti di islam, ebraismo e buddismo Nessuno si salva da solo! […]
    Vatican News

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 76:
    • 148:
    ottobre: 2020
    L M M G V S D
    « Set    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

    Login