TURISMO RELIGIOSO: Risorsa da valorizzare

admin
di admin settembre 26, 2015 15:39

TURISMO RELIGIOSO:  Risorsa da valorizzare

Sono sempre più numerosi coloro che si interessano di Turismo religioso: un
fenomeno in ascesa che, proprio per questo, richiama l’attenzione di diversi tipi di
operatori turistici e non, pubblici e privati. Per cui se ne sente parlare spesso, ma il più
delle volte senza tanta cognizione di causa e con idee programmatiche piuttosto
approssimative, se non addirittura confuse e inconcludenti.

I risultati, dunque, almeno dalle nostre parti, nonostante tante dissertazioni e progetti di varia origine e
impostazione, appaiono deludenti Tra queste iniziative destinate all’insuccesso, va
annoverato anche qualche progetto istituzionale, presentato magari con un bando
promettente, ma che poi risulta improduttivo in quanto propone schemi di
partecipazione generici, o anche farraginosi se non astrusi e complicati, e quindi
praticamente inefficaci.

Simili progetti risultano improduttivi anche se sono associati a
risorse finanziarie, perché le somme erogate sono perlopiù insufficienti, sia perché
l’aiuto economico viene solitamente distribuito a “pioggia”, quindi con effetti
dispersivi; oppure, forse perchè i flussi economici finiscono sempre col premiare i
soliti privilegiati di turno? Del cui operato. di solito, si registra il mancato controllo,
necessario per verificare se, e come. i suddetti finanziamenti sono stati impiegati.

Sappiamo infatti che non mancano certo coloro che hanno il vizio di utilizzare il
denaro pubblico in modo, a dir poco, scorretto a discapito degli interessi collettivi e
territoriali.

E allora? Forse, come al solito, c’è poco da aspettarsi in termini di risultati
concreti a vantaggio della collettività?. Lo farebbero pensare i risultati finora
fallimentari dei numerosi tentativi condotti da più parti, compresi quelli prodotti da
certi sedicenti esperti della materia, spesso velleitari, presuntuosi e accentratori.

I quali si muovono entro il “paraocchi” delle loro presunte competenze tecniche, ignorando
gli apporti interdisciplinari e agendo con modalità organizzative di corto respiro;
soprattutto perchè pensano di poter ottenere risultati improbabili, saltando a piè pari i
passaggi preparatori intermedi, quelli cioè, necessari per affrontare in modo
culturalmente adeguato un piano di valido sviluppo del Turismo religioso integrato
(mai disgiunto cioè da quello culturale).

A parte il vezzo bizzarro secondo cui, specie in ambito pubblico, accade spesso che al fine di organizzare la ripresa di un’attività in
crisi, vengono preposti proprio gli stessi operatori che tale crisi hanno concorso a
determinare e perpetuare.Naturalmente, tali comportamenti deprecabili inducono facilmente a
scoraggiamenti deprimenti; ma il Turismo religioso è di così grande importanza per
una città come Messina, e per gli altri territori limitrofi, da spingere, nonostante tutto,
a cercare con tenacia soluzioni possibili.

Il turismo infatti, dalle nostre parti,rappresenta “l’industria” principale su cui puntare per una proficua possibilità di
sviluppo socioeconomico, che sia quindi logica risultanza di una vera ed efficace
“produzione culturale” ad ampio raggio. Quanto cioè, in senso antropologico,
permette di far leva su qualcosa di valido, quale fattore di crescita e sviluppo, come
può esserlo il grande patrimonio tradizionale, storico e spirituale che conferisce a
Messina un’impronta identitaria caratterizzata da una forte componente religiosa,
finora del tutto disattesa.

Un fattore che, invece, ha potenzialità di grande valore
propulsivo, in quanto ben si coniuga con la naturale vocazione turistica, incentrata
sulle straordinarie caratteristiche paesaggistiche e felice posizione geografica. della
nostra terra.

Anastasio Majolino

admin
di admin settembre 26, 2015 15:39
Scriva un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti ancora, ma Lei potrebbe essere il primo a commentare questo articolo

Scriva un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare gli articoli.


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Niente sarà come prima ma le Tue parole, Signore, non passeranno
    Niente sarà come prima. E’ un bombardamento mediatico: ci prospettano scenari e futuro già compromessi, l’economia e il lavoro; e già laceranti lamenti, dopo la perdita di persone a noi care; il vuoto ci sovrasta e dopo un inno o un canto nei balconi, le iniziative di solidarietà non possono e devono crearci il vuoto […]
    Don Fortunato Di Noto
  • Due gesti ribelli di San Francesco d’Assisi che non tutti conoscono
    L’elemosina e i briganti: due racconti ricavati dalle fonti francescane in cui esce fuori un Francesco sfrontato, ma dal cuore grande Gesti rivoluzionari, «ribelli», controcorrente. Il ribelle è infatti colui che dice di «no» a sistemi iniqui, perversi, accomodanti. Che rinuncia ai «sì» sporcati dal tornaconto personale o da compromessi che non rispettano le persone. […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Coronavirus – Vademecum di sopravvivenza per genitori con figli in età prescolare
    Come trasformare in un periodo difficile in un momento di crescita Chi di noi con figli piccoli, trovandosi costretto a lavorare da casa, per un periodo tanto lungo, non sta rimpiangendo la routine dell’ufficio, l’aiuto delle nonne, delle babysitter…gli asili? Ebbene, ogni situazione per quanto drammatica possa sembrare, con lo spirito giusto e alcuni accorgimenti […]
    Silvia Costantini
  • Dichiarare il falso? In quarantena, non è solo un problema di coscienza
    Le indicazioni dell’avvocato, per non commettere reato Uscire di casa in questi giorni di quarantena, potrebbe rappresentare non solo un rischio per la propria e altrui salute, ma un vero e proprio reato, specie quando nell’autocertificazione (documento necessario per poter mettere piede fuori casa) non si dichiarano i veri motivi dell’uscita. D’altra parte è sempre […]
    Silvia Costantini
  • Comunicare la fede ai tempi del coronavirus: 10 lezioni imparate
    Internet diventa un vero aiuto per vivere la vita cristiana La crisi del coronavirus ha stimolato una reazione sociale, informativa e sanitaria senza precedenti. Stiamo scoprendo nuovi modi di relazionarci agli altri, di svolgere i compiti ordinari, di vivere una normalità diversa. Anche la vita cristiana ha dovuto adeguarsi a queste difficili circostanze.  Molte delle […]
    Juan Narbona
  • Nessuno vi tolga la fede o il desiderio di offrire questa crisi come sacrificio!
    di Alvaro Díaz Da alcune settimane stiamo assistendo a una realtà che ha sorpreso molti di questa generazione. Negli ultimi decenni è raro che si sia vista una situazione del genere: un’infezione che in poco tempo è diventata oggetto della preoccupazione di tutti. Ricordo che nei mesi precedenti consideravamo questa malattia lontana, confinata in Cina, […]
    Catholic Link
  • Ha salvato 7 bambini dall’annegamento in mare ed è poi morto stremato
    Pedro Manuel Salado de Alba ha dato la vita in Ecuador, dove assisteva più di 500 bambini nella scuola che aveva fondato a Quinindé Chiclana è una città costiera della provincia di Cadice, in Spagna. Il turismo ha reso la località un noto luogo di villeggiatura. A meno di 100 chilometri da lì si trova […]
    Dolors Massot
  • La preghiera di Papa Francesco per chi piange
    Nella Messa a Santa Marta, il Papa ha pregato per quanti sono nel dolore in questo tempo di afflizione. Nell’omelia ha ricordato che anche Gesù ha pianto: tante persone oggi piangono, chiediamo la grazia di saper piangere con loro Francesco ha presieduto questa mattina la Messa a Casa Santa Marta nella V Domenica di Quaresima. […]
    Vatican News
  • Se vi costa trovare Dio in mezzo a questa crisi, vi dico io dov’è
    di Fernando Merino Se vi siete chiesti dove sia Dio ora, questo post è per voi. Sono giorni molto difficili e strani per tutti. Sembra una serie di Netflix che non possiamo mettere in pausa. Il fatto di essere chiusi tra quattro mura inizia ad essere complicato. Le notizie ci spaventano, la paura di essere […]
    Catholic Link
  • Due giovani violoncellisti si esibiscono per una vicina anziana in autoisolamento…
    … che ha subito trasmesso l’evento ai suoi nipoti, anch’essi chiusi in casa in un altro continente Con milioni di persone chiuse in casa per evitare il contagio da coronavirus, la gente sta dimostrando creatività, decisione e compassione. Dai cantanti d’opera italiani che allietano i loro vicini alla finestra agli istruttori di fitness spagnoli che […]
    Cerith Gardiner

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 146:
    • 356:
    marzo: 2020
    L M M G V S D
    « Feb    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login