Vilnius, celebrato l’85° della coroncina della Divina Misericordia, il 4 ottobre Festa di S. Faustina

Redazione1
di Redazione1 settembre 28, 2020 19:20

Vilnius, celebrato l’85° della coroncina della Divina Misericordia, il 4 ottobre Festa di S. Faustina

Casa di Faustina, dove le fu rivelata la preghiera della Divina Misericordia

Fu nella notte tra il 13 e 14 settembre di 85 anni fa, che suor Faustina Kowalska, a Vilnius, ricevette per la prima volta la rivelazione della coroncina della Divina Misericordia: la preghiera per la salvezza delle anime ormai diffusa in tutto il mondo, (Andrea Gagliarducci – AciStampa). Ricorrenza che è stata festeggiata con una veglia nella capitale lituana dove c’è la casa in cui la suora abitò. Il 5 ottobre sarà il giorno dedicato a Santa Faustina Kowalska, in un anno in cui non solo si celebra il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, che fu il più grande promotore del culto della Divina Misericordia, ma in cui si celebrano anche molti anniversari legati proprio alla Santa. Il 30 aprile, infatti, sono ricorsi i 20 anni dalla canonizzazione della Kowalska, l’apostola di questa devozione.

La coroncina della Divina Misericordia si prega con in mano un normale rosario, specifica Gagliarducci, ma invece di Pater, Ave e Gloria, ai grani del rosario, ci si appella all’Amore misericordioso di Dio. Quest’anno, nella capitale lituana (che per un periodo è stata anche in territorio polacco) sono stati celebrati anche gli 85 anni dalla prima esposizione dell’immagine della Divina Misericordia, il cui originale è proprio in Lituania. Tale preghiera fu rivelata proprio a Suor Faustina durante delle visioni mistiche, nella casa dove la suora abitava a Vilnius. Quella casa, centro delle celebrazioni del 13 e 14 settembre, è aperta a tutti, ed è meta per almeno 30 mila pellegrini l’anno.

Ma come mai Suor Faustina era a Vilnius? Tra il 1933 e il 1936, è la spiegazione, le suore della Congregazione della Divina Misericordia a Cracovia si stabiliscono a Vilnius, all’ex monastero della Madre di Dio della misericordia. E proprio lì, la veggente visse più di 80 visioni ed esperienze mistiche, che descrive dettagliatamente nel suo diario. Durante una di queste visioni, Faustina vede le calamità che stanno accadendo al mondo, e sente una supplica: Padre Eterno, ti offro il Corpo e il Sangue, l’Anima e la Divinità del Tuo figlio dilettissimo e Nostro Signore Gesù Cristo, per i peccati nostri e del mondo. Queste parole diventano il fondamento della coroncina alla Divina Misericordia di Dio. Suor Faustina sostiene che queste parole aiutano le anime fiduciose a cadere nell’abbraccio della misericordia di Dio come un bambino nelle mani di una madre amata.

Il modello di questa pratica religiosa, è stato dettato dallo stesso Gesù, durante le sue apparizioni, alla suora polacca. “La sera, stando nella mia cella vidi il Signore Gesù vestito di una veste bianca – scrisse sul suo Diario Faustina nel convento di Płock – una mano alzata per benedire, mentre l’altra toccava sul petto la veste, che ivi leggermente scostata lasciava uscire due grandi raggi, rosso l’uno e l’altro pallido. (…) Dopo un istante Gesù mi disse: ‘Dipingi un’immagine secondo il modello che vedi, con sotto scritto: ‘Gesù confido in Te!’”. L’immagine rappresenta dunque il Salvatore risorto che porta agli uomini la pace con la remissione dei peccati a prezzo della sua Passione e morte in croce. I raggi del sangue e dell’acqua che scaturiscono dal cuore di Gesù trafitto dalla lancia e le cicatrici delle ferite della crocifissione richiamano gli avvenimenti del Venerdì Santo.

Nelle rivelazioni successive, è la precisazione, il Signore Gesù ha fatto grandi promesse riguardo questa preghiera a condizione che sia detta in uno spirito di fiducia in Lui e di misericordia verso gli altri. La promessa generale dice che pronunciando con sicurezza la coroncina si può chiedere tutto, se è conforme alla volontà di Dio. Inoltre, Gesù ha definito con molta chiarezza tre promesse legate alla venerazione dell’immagine: la salvezza eterna, la vittoria sui nemici della salvezza, grandi progressi sulla via della perfezione cristiana, la grazia di una morte felice.

Per celebrare la ricorrenza, è la conclusione, si è anche fatto un pellegrinaggio, iniziato dalla casa di Santa Faustina fino ad arrivare al cortile della Casa di Santa Faustina. Lì, c’è stata una veglia, animata con il racconto di storie personali su come l’esperienza di preghiera arricchisce e cambia vari ambiti della vita.

Le celebrazioni non sono finite. Tutto porta verso la festa di Santa Faustina, che si celebra il 5 ottobre, e verso altre ricorrenze, come il 115esimo dell’apertura del monastero della divina misericordia a Danzica.

 

 

 

Redazione da Ag. di i.

 

Redazione1
di Redazione1 settembre 28, 2020 19:20


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Quali sono i veri numeri sulle tasse pagate dal Vaticano?
    Basta con le fake news. Il Vaticano ha pagato nel 2019 oltre 9milioni di euro di tasse. E le polemiche sulle Ici passate non pagate sono pretestuose e false «Le tasse vanno pagate», ha detto domenica scorsa all’Angelus il Papa. E subito sui social è riesplosa la tiritera sul Vaticano che invece non paga le […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Sogna la Madonna e la fa dipingere. Con il quadro va negli ospedali
    Antonella Luberti, ex modella, scenografo e architetto ha iniziato un lungo pellegrinaggio con “Maria Madre di Amore e Misericordia”. La sua storia ricorda quella del quadro della Divina Misericordia E’ iniziato da Padova il pellegrinaggio del quadro della Madonna apparsa in sogno ad Antonella Luberti, architetto, scenografa ed ex modella 54enne. “Maria Madre di Amore […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Francesco: siamo credibili testimoni di Dio solo se siamo fratelli
    Nella Basilica romana dell’Aracoeli il Papa vive il primo momento del 34.mo Incontro di preghiera per la Pace, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio nello “spirito di Assisi”. Uniti in preghiera con il Pontefice il Patriarca ortodosso ecumenico Bartolomeo I e il vescovo Heinrich presidente del Consiglio della Chiesa Evangelica in Germania di Adriana Masotti – […]
    Vatican News
  • 5 suggerimenti per usare gli appuntamenti online per trovare un coniuge cattolico
    Se usate Internet, potete essere speranzosi e positivi Sperate di trovare un coniuge online? Non preoccupatevi se lo fate, non vi giudico certo. Internet è uno strumento utilissimo, e allora perché non usarlo per una cosa importante? Trovare una persona che vi aiuti ad arrivare in Cielo attraverso il sacramento del matrimonio è decisamente importante. […]
    Cecilia Pigg
  • TikTok: 3 regole che genitori e figli dovrebbero assolutamente conoscere
    I segreti del social network tanto amato dai giovani TikTok è un luogo virtuale dove le persone, in genere i giovani cantano, recitano, ballano e si fanno vedere. Una vetrina  per mettersi in mostra. ll social network cinese, lanciato nel settembre 2016, è oggi uno dei più vissuti del momento: basti pensare che nel  mese […]
    Umberto Macchi
  • Qualche motivo spirituale per cui Dio potrebbe permettere la malattia
    Se teniamo a mente che Dio è un Padre amorevole, sarà più facile affrontare le prove del nostro mondo caduto Quando siamo malati o vediamo ammalarsi un amico o un familiare, è naturale chiederci perché Dio permetta una sofferenza simile. Se la sofferenza nel mondo può essere fatta risalire ad Adamo ed Eva nel giardino, […]
    Philip Kosloski
  • La suora mistica che scopriva le ostie rubate o profanate
    Madre Yvonne Aimée era una religiosa agostiniana dalle doti straordinarie. Con l’aiuto del suo angelo scovava le profanazioni di ostie Madre Yvonne Aimée (1901-1951) era una religiosa agostiniana che visse a Malestroit, paesino della Bretagna, dal 1927 fino alla sua dipartita. Molti testimoniano che sia morta in odore di santità. Padre Labutte riporta nella sua […]
    don Marcello Stanzione
  • Disoccupata con 4 figli paga il medico con una collanina, lui le trova lavoro
    Una splendida gara di solidarietà a Napoli: il dottore ha condiviso la storia di questa mamma su Facebook, dopo un giorno è arrivata una proposta di lavoro per lei e un pacco alimentare per la famiglia. Le buone notizie sono quelle che ci mostrano che la solidarietà è una mossa che ci appartiene e non […]
    Annalisa Teggi
  • Sopportate le tempeste della vita essendo una roccia
    San Paolo della Croce esortava i suoi seguaci ad essere rocce che riescono a resistere a qualsiasi tormenta Le prove della vita possono essere difficili da sopportare. Spesso opponiamo resistenza, rifiutando di accettare i modi in cui cambiano la nostra esistenza. Soprattutto, non le accettiamo dalla mano di Dio. San Paolo della Croce, però, ci […]
    Philip Kosloski
  • L’origine della parola “cattolico” il primo santo che ha usato questo termine
    Si festeggia in questi giorni, e la parola che ha usato ha segnato la storia per sempre Molti, anche cattolici, non conoscono l’origine della parola “cattolico”. Il 17 ottobre, la Chiesa cattolica ha celebrato la festa liturgica di Sant’Ignazio di Antiochia, vescovo e martire dei primi tempi del cristianesimo. Fu proprio lui il primo santo […]
    Francisco Vêneto

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 68:
    • 148:
    ottobre: 2020
    L M M G V S D
    « Set    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

    Login