Ricordando suor Chiara Ausilia, sulle ali della poesia che si fa preghiera

Redazione1
di Redazione1 Febbraio 20, 2022 19:03

Ricordando suor Chiara Ausilia, sulle ali della poesia che si fa preghiera

I fedeli che frequentano la chiesa di Santa Eustochia, situata accanto al secolare monastero di Montevergine, non possono non sentir riaffiorare spesso un ricordo affettuoso, e venato di mestizia, rimasto impresso nella memoria di tutti: quello della cara suor Chiara Ausilia scomparsa prematuramente nell’agosto scorso in modo improvviso e silenzioso.

Un ricordo che è rimasto vivo nel cuore e nella mente delle consorelle, con cui ha condiviso per tanti anni il percorso di contemplazione e preghiera per la salvezza del mondo nella comunità claustrale, dove la clarissa ha lasciato un grande vuoto e un richiamo di persistente affettuosità e tristezza.

Ma la sua figura gioiosa, dal sorriso luminoso e accogliente, rimane memoria perenne anche in tutti coloro che l’hanno conosciuta e apprezzata, per l’immancabile disponibilità amorevole con cui offriva il suo sostegno a chiunque glielo chiedesse. Un’immagine che possiamo ben definire fonte di rasserenamento e di gioia, dispensatrice di sollecitudine e solidarietà fraterna per tutti, che fa sentire molto la mancanza di una persona così cara.

Suor Ausilia – dai ricordi di chi la conosceva profondamente – “Come S. Francesco ha amato tutte le creature e in modo speciale gli animali. Su tutti riversava tenerezza, sopportava con spirito instancabile tutte le fatiche piccole e grandi, senza rinunciare alla preghiera che non tralasciava anche con il sacrificio del riposo”.

“Al Padre delle misericordie rendiamo lode, onore e gloria per il dono di questa nostra sorella suor Chiara Ausilia, figlia davvero degna della Madre S. Chiara e insieme a loro diciamo ‘Benedetto Signore che mi hai creata’”.

“Come per tutte le persone generose – è il pensiero di chi le era vicino – abbiamo compreso la grandezza della sua anima soprattutto adesso che il buon Dio l’ha chiamata a sé, lasciando un vuoto in ogni angolo del monastero. Dove ha vissuto i suoi 58 anni con fecondità spirituale nella semplicità dei piccoli”. Anni che hanno avuto un lungo periodo in cui suor Ausilia è stata afflitta  da grande sofferenza, vissuta cristianamente con eroica sopportazione. Un’esperienza particolarmente dolorosa che, crediamo, meriterebbe di essere approfondita per certi aspetti edificanti, ma non solo, che l’hanno caratterizzata, e quindi valutata adeguatamente mediante il metro che misura il grado dei meriti di santità.

Suor Chiara Ausilia, da anima sensibile qual era, sentiva fortemente i sentimenti di altruismo e tenerezza, con l’’ardente anelito di raggiungere l’unione perfetta e perenne col suo Signore Gesù. Una forte aspirazione che esprimeva mediante versi poetici vibranti di amore sconfinato.

Dalle sue poesie, vere e proprie preghiere dense di offerta totale, attraverso cui vengono esternati contenuti di intensa spiritualità, emergono struggenti desideri di unione col Dio della pace, dell’amore e della libertà. Come nel componimento lirico che riportiamo in calce, in cui la clarissa chiede al suo Signore “ali per volare lontano”, per poterlo raggiungere, essere salvata, rinascere, e con Lui essere libera davvero totalmente. Poesie che meritavano di essere raccolte in un libro; così come è stato fatto per volontà della Abbadessa, Madre Maria Agnese Pavone, che insieme alle consorelle, ha inteso farne una pubblicazione, dal titolo “Canti di Clarissa – sulle ali della poesia”, che ho avuto l’onore e il piacere di curare.

Ora, nel pubblicare questa poesia, che ha configurazione di fervente preghiera, ci piace pensare, con gioia, la cara Ausilia, immaginandola proprio secondo il suo vivo desiderio: finalmente libera e felice.

 Anastasio Majolino

LIBERTÀ

Signore dammi ali per volare lontano,

lontano da ogni schiavitù,

lontano da me stessa,

dalle mie ansie, pensieri, tristezze.

Ali di libertà, ali di speranza.

Voglio rinascere

e tu solo puoi salvarmi.

Spezza i lacci che mi legano

anche se d’acciaio,

perché possa correre senza paura

incontro alla vita.

Quando ti avrò trovato,

solo allora sarò libera davvero.

Correrò, correrò

e la mia esistenza scorrerà felice

e il mio cuore canterà le tue meraviglie:

di bontà, di dolcezza, di pazienza, di fedeltà.

Libertà e vita si abbracciano insieme

nel vincolo di amore,

chi è libero vive davvero

non sciupa il tempo che gli è dato.

Anche chiuso in una prigione

spazierebbe in orizzonti di luce,

spalancherebbe il cuore alla gioia,

godrebbe della bellezza,

del silenzio che creano armonia.

Sinfonia di note e polifonia di voci

nel creato

celebrano le meraviglie del Signore

che fa nuove tutte le cose.

Libertà di credere, di amare, di gioire,

di ridere.

Libertà di parlare, di piangere, di soffrire,

di sbagliare.

Libertà: anelito di ogni creatura ferita dal peccato,

epifania di risurrezione, sete di verità.

Libertà: salvezza pregustata

che inonda di pace un cuore che ama.

 

Redazione1
di Redazione1 Febbraio 20, 2022 19:03

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

  • Unità dei cristiani: card. Grech, “non possiamo parlare di primato e collegialità senza ricollegarli alla sinodalità” 13 Giugno 2024
    “Se c’è un luogo, un contesto che oggi può manifestare – anzi, sta manifestando – una modalità nuova di esercitare il primato, questo è proprio il processo sinodale”. Ne è convinto il card. Mario Grech, segretario della Segreteria generale del Sinodo, intervenuto alla presentazione – in sala stampa vaticana – del documento “Il vescovo di […]
  • Unità dei cristiani: card. Koch, “continuare il dialogo sull’infallibilità” 13 Giugno 2024
    “Tutti parlano dell’infallibilità del Papa, ma al Concilio Vaticano II si è detto dell’infallibilità della Chiesa”. A precisarlo è stato il card. Kurt Koch, prefetto del Dicastero per la promozione dell’unità dei cristiani, rispondendo alle domande dei giornalisti, durante la presentazione – in sala stampa vaticana – del Documento di studio “Il vescovo di Roma. […]
  • Giornata mondiale dei poveri: Dicastero per l’evangelizzazione, il 17 novembre la messa del Papa e il pranzo con i poveri 13 Giugno 2024
    “I poveri hanno un posto privilegiato nel cuore di Dio, che è attento e vicino a ognuno di loro”. A ribadirlo è il Papa, nel messaggio per la VIII Giornata mondiale dei poveri, in programma il 17 novembre sul tema: “La preghiera del povero sale fino a Dio”.  “Dio ascolta la preghiera dei poveri e, […]
  • Papa Francesco: domani al G7, il programma ufficiale 13 Giugno 2024
    Domani Papa Francesco sarà il primo papa della storia a partecipare ad un G7. Alle 11 – informa la Sala Stampa della Santa Sede, che ne ha diffuso oggi il programma ufficiale – il Santo Padre partirà dall’eliporto del Vaticano per atterrare alle 12.30 nel campo sportivo di Borgo Egnazia, dove è accolto dal presidente […]
  • Pace: da oggi a domenica il card. Zuppi in Terra Santa 13 Giugno 2024
    Da questa mattina e fino al 16 giugno l’arcivescovo di Bologna e presidente della Conferenza episcopale italiana, card. Matteo Zuppi, parteciperà a un Pellegrinaggio di comunione e pace in Terra Santa. “Pace a voi!”, questo il titolo e il tema del pellegrinaggio proposto dalla Chiesa di Bologna in comunione con il Patriarcato di Gerusalemme dei […]
  • Unità dei cristiani: card. Koch, “primato e sinodalità non sono due dimensioni ecclesiali concorrenti” 13 Giugno 2024
    “Tutti i documenti concordano sulla necessità di un servizio di unità a livello universale, anche se i fondamenti e le modalità di questo servizio sono oggetto di diverse interpretazioni”. Lo ha detto il card. Kurt Koch, prefetto del Dicastero per l’unità dei cristiani, presentando – in sala stampa vaticana – il documento di studio “Il […]
  • Unità dei cristiani: serve “esercizio sinodale del primato petrino” 13 Giugno 2024
    Il primato petrino dovrebbe essere inteso come “esercizio di un primato universale basato sul riconoscimento dell’interdipendenza reciproca tra primato e sinodalità a ogni livello della vita della Chiesa: locale, regionale e universale”. È una delle proposte contenute nel Documento di studio “Il vescovo di Roma”, in cui si fa presente la “necessità di un ministero […]
  • Unità dei cristiani: “la questione del primato non è più un problema, ma un’opportunità” 13 Giugno 2024
    “A differenza delle polemiche del passato, la questione del primato non è più vista semplicemente come un problema, ma anche come un’opportunità per una riflessione comune sulla natura della Chiesa e sulla sua missione nel mondo”. È quanto si legge nel Documento di studio “Il vescovo di Roma. Primato e sinodalità nei dialoghi ecumenici e […]
  • Papa Francesco: “i movimenti chiusi vanno cancellati, non sono ecclesiali” 13 Giugno 2024
    “I movimenti chiusi vanno cancellati, non sono ecclesiali”. Lo ha detto, a braccio, il Papa, ricevendo in udienza i partecipanti all’Incontro annuale con i Moderatori delle associazioni di fedeli, dei movimenti ecclesiali e delle nuove comunità, promosso dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita sul tema: “La sfida della sinodalità per la […]
  • Università salesiana: aperte le iscrizioni all’esame di ammissione per la Facoltà di scienze della comunicazione sociale 13 Giugno 2024
    Sono ufficialmente aperte le iscrizioni all’esame di ammissione per i corsi di Laurea e Laurea Magistrale in Comunicazione sociale, Media digitali e Cultura erogati dalla Facoltà di scienze della comunicazione sociale (Fsc) dell’Università pontificia salesiana per l’anno accademico 2024/2025. Per iniziare il percorso di studi in comunicazione in Fsc è necessario, infatti, sostenere un esame […]

Commenti recenti

     

    • 218:
    • 358:
    Giugno 2024
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930

    Login