Madonna della Lettera: Messina festeggia la patrona, rinnovando una venerazione secolare

Redazione1
di Redazione1 Giugno 1, 2020 21:14

Madonna della Lettera: Messina festeggia la patrona, rinnovando una venerazione secolare

Le celebrazioni in preparazione alla Festività della Patrona di Messina, iniziate il 25 maggio con la Novena (ore 17.30), cui partecipano le Confraternite cittadine, culmineranno con la solennità di S. Maria della Lettera, che sarà celebrata mercoledì 3 giugno. Il pontificale della solennità sarà presieduto dall’Arcivescovo mons. Giovanni Accolla alle ore 10.30.  Alle ore 21, invece, sarà recitata la preghiera del Rosario.

La Madonna della Lettera, eletta a Patrona di Messina, è la figura sacra più rappresentativa della religiosità dei messinesi, che con la Madre di Gesù hanno un secolare legame di devozione risalente ai primordi del cristianesimo. Un vincolo che si è instaurato attraverso la significativa unicità dell’ambasceria di fede inviata dalla città a Maria di Nazareth, propiziata dal fervore cristiano suscitato dalla predicazione di S. Paolo nella nostra terra.

Una devozione rappresentativa di un patrimonio storico, tradizionale e spirituale che imprime alla nostra città una peculiarità di valore identitario assai caratterizzante, sia sul piano della religiosità che di quello socioculturale. Il segno distintivo che dà particolare motivazione e denominazione al culto che i messinesi hanno per la Vergine Maria, è dato dalla lettera con cui ella rispose alla fede dimostrata con sollecitudine da Messina, benedicendo e promettendo perenne protezione alla nostra città. Benedizione (Vos et ipsam

civitatem benedicimus) scritta a perpetuo ricordo alla base della colonna eretta all’imboccatura del porto, che regge la statua della Madonna nell’atto di benedire questa terra e la sua gente.

== In occasione di questa Festività sono sospese processioni e manifestazioni esterne.

In data 26 maggio, l’Arcivescovo ha provveduto a pubblicare il decreto che prevede la sospensione delle manifestazioni esterne delle feste patronali, parrocchiali e di qualunque altro genere: quale processioni, trasferimento pubblico di immagini sacre, fiaccolate o momenti di preghiera all’aperto che creino assembramenti incontrollabili o non consoni alla normativa vigente.

Il decreto avrà vigore fino al 15 ottobre 2020.

 

 

Redazione

 

 

Redazione1
di Redazione1 Giugno 1, 2020 21:14

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 12:
    • 245:
    Agosto 2022
    L M M G V S D
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

    Login