PATTI – Celebrazione della Festività di Santa Febronia patrona di Patti; un ricco programma di manifestazioni

Redazione1
di Redazione1 luglio 21, 2017 21:45

PATTI – Celebrazione della Festività di Santa Febronia patrona di Patti; un ricco programma di manifestazioni

Una commemorazione celebrativa di grande valore religioso e culturale, densa di parecchi eventi, che giova a rinsaldare fede, senso di solidarietà, coesione comunitaria e identità collettiva.

Tradizione, storia e spiritualità del ricco passato secolare di Patti Seminario 2°R CPatti, rappresentano un prezioso patrimonio identitario su cui far leva per approfondire consapevolezza delle radici, sviluppare potenzialità sociali ed evidenziare i valori culturali che ne contraddistinguono la comunità.

Di una simile identità localistica, che trova nella religiosità della relativa comunità una delle sue prerogative dominanti, hanno importanza basilare i luoghi sacri della memoria e soprattutto le figure dei Santi che ne sono espressione viva e caratterizzante. Ora, nella città di Patti, che si onora di aver dato i natali a una figlia di eccelsa santità culminata nel Martirio, è il momento in cui fervono i preparativi della Festività commemorativa di Santa Febronia, patrona della città, che domenica 30 luglio avrà la sua celebrazione solenne.

S. Febronia 2Commemorare la ricorrenza di un anniversario che richiama un’antica memoria di santità, è uno di quei riti che oltre a essere manifestazione di fede e devozione, è anche un atto culturale che aiuta la collettività a riunirsi, a favorire il senso di solidarietà e coesione identitaria, collegando il presente al passato, il singolo individuo al gruppo. Sono riti che aiutano l’uomo a ricollegarsi con qualcosa che trascende la sua individualità, e che per questo vengono vissuti in modo sovraindividuale intenso e socializzante.

Sotto questo aspetto appare ben appropriato l’intento del sindaco di Patti, Giuseppe Aquino, che insieme all’associazione “Santa Febronia”, ha deciso di riportare questa festa patronale ai “fasti di un tempo”, perché convinto della sua grande importanza sia sul piano religioso che sotto il profilo socio-culturale e delle tradizioni locali. Pertanto, allo scopo di valorizzare una manifestazione che ritiene contribuisca molto alla tutela dei valori storici e culturali della comunità pattese, ha istituito un comitato dei festeggiamenti con l’obiettivo di curarne meglio l’organizzazione, arricchendola di diversi eventi artistico-musicali, e non solo, che si protrarranno fino al 31 luglio.

 

A. Majolino

 

Di Santa Febronia, ci fornisce le seguenti note agiografiche l’arciprete della Basilica Cattedrale “San Bartolomeo”.

patti“Patti è uno dei pochi Comuni della nostra Diocesi che ha l’onore di annoverare tra i propri concittadini una giovane eccelsa per santità, a cui ha dato i natali e che si gloria di avere come Patrona: la Vergine e Martire Santa Febronia.
Secondo un’antichissima tradizione orale Santa Febronia visse agli inizi del quarto secolo dopo Cristo e subì il martirio sotto l’imperatore Diocleziano.

Pur appartenendo ad una famiglia agiata di origine pagana, conobbe la fede cristiana e fu battezzata dal vescovo S. Agatone ad una fonte, divenuta poi miracolosa, situata in una località detta per questo “Acqua Santa”.
La giovane Febronia, abbandonato il Cattedrale Patti°Copiapaganesimo, si consacrò a Cristo Gesù facendo voto di verginità e, a causa di questa scelta, dovette subire angherie di ogni genere da parte del padre, che già aveva in serbo per lei altri progetti di vita.
Per sfuggire infine alla collera paterna si nascose presso le grotte del Mons Iovis, presso l’attuale località di Mongiove. Ma il padre, scopertone il rifugio, la raggiunse e, accecato dall’odio per la fede cristiana, la uccise gettandone il corpo in balia delle onde”.

“Il corpo della giovane martire, trasportato prodigiosamente dal mare, fu rinvenuto da una lavandaia sulla spiaggia di Minori (Salerno), località marinara della costiera Amalfitana. Da qui la devozione verso la nostra Santa si diffuse rapidamente fra gli abitanti della regione che, per quanto l’abbiano chiamata Trofimena a causa di alterne vicende storiche, ne hanno sempre affermato il legame con la nostra città di Patti.

Reliquia S. Febronia PattiLa città di Patti, che custodisce in un’artistica urna argentea, conservata in Cattedrale, alcune reliquie della Santa Concittadina, donate in varie circostanze dai Minoresi, venera come sua celeste Patrona S. Febronia e ne ha più volte sperimentato la potente intercessione in circostanze drammatiche. Tra queste ricordiamo la liberazione dalla peste (XVI sec.) e dalla tirannia di Ascanio Anzalone (1656) e la protezione della popolazione in occasione dei violenti terremoti del 1693, 1908 e 1978”.

don Enzo Smriglio

 

FESTEGGIAMENTI IN ONORE

DI SANTA FEBRONIA VERGINE E MARTIRE

PATRONA E CONCITTADINA DI PATTI

26-30 LUGLIO 2017

Patti ha davvero una “Avvocata in cielo”.

Quest’appellativo – riferito a Santa Febronia – i Pattesi delle generazioni passate lo hanno ripetuto dal più profondo del cuore in tutti i momenti di scampato pericolo.

Anche noi – Pattesi di nascita e di adozione – dopo la recente e dolorosa esperienza dei violenti incendi che hanno sfregiato tanto territorio della nostra Città, possiamo rivolgerci allo stesso modo a Santa Febronia perché, nonostante la violenza distruttrice del fuoco, non abbiamo avuto, grazie a Dio, né feriti gravi né morti tra le numerose persone coinvolte.

Viviamo la festa di quest’anno all’insegna di una più consapevole gratitudine verso il Signore per aver fatto dono alla nostra Città della bella testimonianza di fede della sua figlia più illustre, una testimonianza che mai potrà offuscarsi per il semplice fatto che è espressione di lieta fedeltà al Buon Gesù che non passa mai di moda perché è “ieri oggi e sempre” (Eb 13,8).

L’Arciprete

  1. Enzo Smriglio

PROGRAMMA

  • Mercoledì 26 luglio

Ore 18.00  Santo Rosario

Ore 18.30  Santa Messa

Ore 19.00  La venerata effigie di Santa Febronia verrà collocata nella vara processionale.

Sarà effettuato il solenne scampanio e intonato il tradizionale inno “Diva Trofima”

 

  • Giovedì 27 luglio

Ore 18.15 Santo Rosario

Ore 18.45 Recita della coroncina

Ore 19.00 Santa Messa presieduta da don Pierangelo Scaravilli

 

  • Venerdì 28 luglio

Ore 18.15 Santo Rosario

Ore 18.45 Recita della coroncina

Ore 19.00 Santa Messa presieduta da don Francesco De Luca

Ore 21.30 “Pellegrinaggio”  dei portanti della vara e della varetta dalla Chiesetta di S. Fibrunedda alla Cattedrale e celebrazione del Sacramento della Riconciliazione

 

  • Sabato 29 luglio

Ore 18.15 Santo Rosario

Ore 18.45 Recita della coroncina

Ore 19.00 Santa Messa presieduta da don Adriano Agnello

Ore 19.30 Solenne canto del Vespro con la partecipazione del Venerabile Capitolo della Cattedrale e dei Superiori e studenti del Seminario Vescovile  

  • Domenica 30 luglio

Ore 08.00 Santa Messa

Ore 09.30 Santa Messa

Ore 18.30  Solenne Pontificale presieduto da S.  Ecc.za Rev.ma Mons. Guglielmo Giombanco con la par­tecipazione del Venerabile Capitolo Cattedrale, dei Superiori e Studenti del Seminario Vescovile e delle Autorità Civili e Militari.

Ore 20.00  Processione delle Sacre Reliquie e della venerata Effigie di Santa Febronia

 

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

CULTURALI-ARTISTICHE-MUSICALI

 

25 luglio, 2ª edizione del Festival canoro La Palma D’Oro in villa Comunale.

 26 luglio, concerto d’arpe e degustazione della focaccia pattese nel cortile della Cattedrale.
27 luglio, sfilata dei Bersaglieri Peloritani con loro concerto in Piazza Marconi.
28 luglio, serata di liscio con la De Colores Band e degustazione del dolce di Santa Febronia e della focaccia in piazza Marconi.
29 luglio, Festival della fisarmonica con i gruppi musicali Atmosfera Blu e Music Art in piazza Marconi; estemporanea d’arte nel centro storico con esposizione e premiazione in piazza Niosi.
30 luglio, concerto di Marina Rei in piazza Marconi.
31 luglio, Festa dell’emigrante con gruppo musicale Scoppola d’Amuri in piazza Marconi e degustazione di prodotti tipici.
Dal 24 al 31 luglio, Mostra dell’Artigianato, dalle 18.00 alle 24.00, presso Largo dei Normanni a cura della Confartigianato.

 

 

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 luglio 21, 2017 21:45


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Tre barzellette sulla vita religiosa
    Un benedettino, un domenicano, un francescano e un gesuita sono in ritiro spirituale nello stesso luogo… Domenicani, Francescani, Benedettini, Gesuiti, Carmelitani, Clarisse Povere… Nella Chiesa ci sono innumerevoli ordini e congregazioni religiose. Si dice che Dio stesso non sia in grado di conoscere il numero esatto delle congregazioni femminili sulla Terra. Ogni ordine ha una […]
    Rachel Molinatti
  • Gli archeologi scoprono una delle chiese cristiane più antiche
    Il ritrovamento di una basilica in Etiopia solleva domande su quando sia avvenuta la diffusione del cristianesimo nella zona Gli archeologi hanno scoperto di recente la più antica chiesa cristiana nota nell’Africa sub-sahariana, in una zona dell’Etiopia che una volta ospitava l’impero axumita. Il ritrovamento di un’antica basilica, costruita verso l’epoca in cui Costantino legalizzò […]
    John Burger
  • Avete paura di andare a confessarvi? Recitate questa preghiera per avere coraggio!
    Chiedete a Dio di portare luce nell’oscurità perché vi aiuti ad accostarvi al sacramento della sua misericordia Andare a confessarsi non è sempre facile. Spesso l’imbarazzo o la vergogna per i osntri peccati ci impediscono di andare da un sacerdote a chiedere la misericordia di Dio. La Confessione, però, è un gran bene per l’anima, […]
    Philip Kosloski
  • “Padre, mi battezzi perché voglio vivere!”, un racconto di amore e conversione in Venezuela
    Questa la richiesta di un giovane che stava per morire in un ospedale di Caracas All’inizio dell’Avvento – periodo di attesa –, un gruppo di volontari, accompagnati da un giovane sacerdote, visitava un noto ospedale della capitale venezuelana, Caracas. È un gruppo composto dai genitori degli allievi di una scuola agostiniana – venezuelani di origine […]
    Macky Arenas
  • “Il pianto di Gesù”. La storia del canto di Natale “Tu scendi dalle stelle” (VIDEO)
    Ad idearlo fu Sant’Alfonso ed un tenerissimo monologo del Santo ma, nelle sue intenzioni, dovrebbe esserlo di ogni anima con Gesù, il “Creatore del mondo” Tu scendi dalle stelle, il più famoso dei cantici natalizi italiani, fu composto nel 1754 a Nola (Napoli) o, secondo altre fonti, a Deliceto (Foggia). Testo e musica furono opera […]
    don Marcello Stanzione
  • #XmasFacts: “che cosa siete andati a vedere nel deserto?”
    Quindicesima puntata di una produzione di Cube Radio dello IUSVE, che uscirà tutti i giorni fino a Natale In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: […]
    IUSVE Cube Radio
  • Il cardinale organizza l’asta e raccoglie 125mila anche grazie al Papa e Mattarella
    Il porporato di Napoli Crescenzio Sepe in campo per potenziare gli ospedali pediatrici: con questo evento facciamo catechesi a tutta la città Il sombrero di Papa Francesco, la teiera del capo dello Stato Sergio Mattarella, una coppa in vetro murano della presidente del Senato Casellati, una scultura di Salvador Dalì (ceduta dal console di Bulgaria […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Il Vaticano promuove Greta Thunberg: è in campo per difendere il Creato
    Il cardinale Turkson, Prefetto del dicastero vaticano per la promozione dello Sviluppo umano integrale, sostiene la linea dell’attivista: chiede coerenza e impegno per l’ambiente La giovane attivista Greta Thunberg, che ha conquistato la copertina del Time come persona dell’anno per il suo impegno a favore dell’ambiente, è una «grande testimone» per la salvaguardia della “casa […]
    Gelsomino Del Guercio
  • La Perdonanza Celestiniana è Patrimonio Unesco. E voi la conoscete? (VIDEO)
    L’evento, che quest’anno ha celebrato a L’Aquila la sua 725 edizione, è precursore del primo Giubileo istituito da papa Bonifacio VIII nel 130 La Perdonanza Celestiniana (“The Celestinian Forgiveness”) è stata ufficialmente iscritta nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale immateriale dell’Unesco dopo il parere favorevole espresso dal Comitato intergovernativo a Bogotà (Colombia). La candidatura, sostenuta […]
    Gelsomino Del Guercio
  • #XmasFacts: “anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire”
    Quattordicesima puntata di una produzione di Cube Radio dello IUSVE, che uscirà tutti i giorni fino a Natale Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto […]
    IUSVE Cube Radio

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 200:
    • 170:
    dicembre: 2019
    L M M G V S D
    « Nov    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login