MESSINA – La chiesa di S. Eustochia

admin
di admin maggio 28, 2015 21:17

MESSINA – La chiesa di S. Eustochia

Santa_Eustochia_001

La chiesa di S. Eustochia

II Monastero e la chiesa di Montevergine sorgono in via XXIV Maggio, l’antica Via dei Monasteri, per volere di Eustochia Smeralda Calafato, intorno al 1464. Progettata dall’architetto Nicolò Francesco Maffei, la struttura ha subìto negli anni vari rimaneggiamenti a causa dei danni dovuti alla rivoluzione antispagnola e dai vari terremoti che ne hanno alterato l’originaria forma. L’attuale costruzione (1934) è dell’ing. Francesco Barbaro,che, tenendo conto delle nuove misure antisismiche, ne riprodusse l’antica architettura, riutilizzando anche alcuni resti dell’antíca struttura.

Alla chiesa, in stile romanico modernizzato, si accede da una scalinata balaustrata a due rampe di ispirazione barocca che conduce al portale in pietra con timpano aggettante sormontato da una elegante finestra. L’interno, caratterizzato da finissimi intarsi marmorei, è ad unica navata con quattro altari laterali divisi da lesene, in cui sono posti i quadri di San Francesco che riceve le stimmate (opera di Michele Panebianco), di San Biagio, di Gaetano Corsini, e di Santa Chiara; mentre il quarto altare presenta uno stupendo Crocifisso. Sull’altare maggiore ammiriamo la tela del Quagliata raffigurante la Vergine con il Bambino e i santi Francesco e Chiara; in alto e il corpo incorrotto di Santa Eustochia.

Inoltre, appaiono interessanti gli stemmi appartenenti a diverse famiglie messinesi che si distinsero per le generose donazioni a favore della Chiesa e del Monastero di Montevergine. II soffitto è a volta, dipinto di bianco, con finestroni ornati da stucchi; un tempo invece era riccamente affrescato con ]’Assunzione di Maria, opera purtroppo perduta nel terremoto del 1908, de grande artista messinese Letterio Paladino.

Dirigendosi poi verso la cappella, la prima cosa che s’incontra è un quadro ad olio su tela di un artista ignoto, raffigurante la Beata Eustochia che stringe a se un grande crocifisso.

Santa Eustochia Smeralda Calafato nacque a Messina il 25 Marzo 1934 in località Santissima Annunziata da una ricca e nobile famiglia, fu la madre, fervente cristiana, a trasmettere alla figlia i valori della religione. Fin da giovanissima mostrò l’indole che la caratterizzava, occupandosi insieme alla madre alla cura degli umili e degli ammalati; la povertà fu sua regola di vita che a quel tempo andava diffondendosi in Sicilia sulla scia del movimento francescano che ella ammirò e mise in pratica intensamente.

All’età di circa 15 anni Smeralda entrò nel monastero delle Clarisse di S. Maria di Basicò, ove prese il nome di suor Eustochia. Qui però la Santa non trovò ciò che desiderava, cioè una vita fatta di rinunzie e adesione totale alla prima regola di S. Chiara, poiché nel monastero vivevano tante nobili fanciulle abituate ad una vita accomodante e la badessa del tempo, Suor Milloso, era forse troppo invischiata in faccende temporali che dispiacevano alla Santa.

Fu cosi che Ella fondò con altre consorelle tra cui Suor Jacoba Pollicino, sua biografa e amica, il Monastero di Montevergine. Diventò madre spirituale del convento, educò, istruì e formò le consorelle alla vita francescana indirizzando i loro spiriti alla meditazione della Passione di Cristo, all’umiltà e alla preghiera, all’amore per il Cristo in Croce.

La Santa desiderava soffrire come soffrì Gesù, e questo suo ardente desiderio la portò a mortificare il suo corpo: a portare il cilicio stretto in vita; ad occuparsi dei lavori più umili, a digiunare spesso, a indossare vestiti ruvidi e scomodi e dormire a terra.

Possedeva diversi carismi, tra cui la preveggenza e la guarigione; molti sono gli episodi rilevanti che meriterebbero menzione, durante i quali ella preavvertiva  catastrofi o avvenimenti importanti che stavano per accadere, o per i miracolosi interventi su infermi che miracolosamente guarivano dopo essere entrati in contatto con le sue lacrime.  Eustochia morì nel suo monastero nel 1485, e tutt’oggi, col suo corpo incorrotto e ben visibile, si trova sotto l’abside della Chiesa che prende il suo nome.

 

All’interno della Cappella troviamo fra l’altro:

 

  • II corpo semicorrotto di suor Jacoba Pollicino
  • Una lapide che ricorda il riconoscimento del culto di Papa Pio VI (1782 beatificazione)
  • Lapide di granito che ricorda la bomba inesplosa del 1943
  • Marmo a ricordo della visita di Maria Elisabetta madre del Re Ferdinando II
  • Legno del cipresso al quale la Santa usava appoggiarsi durante la preghiera
  • 150 quadri del Prof. Impallomeni che illustrano la vita della Santa
  • Testamento e Regola di Santa Chiara
  • Due urne contenenti i teschi della madre e della sorella della Beata

 

          Angela Millecro

admin
di admin maggio 28, 2015 21:17
Scriva un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento!

Non ci sono commenti ancora, ma Lei potrebbe essere il primo a commentare questo articolo

Scriva un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare gli articoli.


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Cantante curato da Padre Pio afferma che il santo lo ha guidato nella registrazione questa canzone
    I proventi di “Meraviglioso” andranno alle opere della Saint Pio Foundation L’attore, poi diventato cantante, Robert Davi si è unito alla Saint Pio Foundation per produrre un brano per raccogliere fondi per l’ente caritativo. La canzone e il video che l’accompagna sono stati registrati come messaggio di pace e speranza in un’epoca in un cui […]
    J.P. Mauro
  • “Toccare di nuovo Gesù”. Riflessione di un sacerdote che invita a tornare nelle chiese
    di padre Juan Carlos Vásconez Poche ore prima della cerimonia della mia ordinazione sacerdotale, l’allora Prelato dell’Opus Dei ha ricordato a noi diaconi che ci stavamo preparando, che saremmo diventati sacerdoti soprattutto per avvicinare le anime a Dio attraverso i sacramenti. Che questo era il dono più grande che Dio aveva fatto all’umanità, rendersi presente […]
    Catholic Link
  • Foto esclusive: la festa di San Gennaro a New York torna alle sue umili origini
    Nel 94° anno del suo svolgimento, la devozione va avanti nonostante la pandemia Se le strade di New York City potessero parlare, racconterebbero mille storie di fede. Ovviamente ci sarebbero anche storie di crimini e caos, ma questa è un’altra storia. Se potessero davvero parlare, vi donerebbero storie di santi come Madre Cabrini, Elizabeth Ann […]
    Jeffrey Bruno
  • Sapersi distaccare dai propri genitori, una questione essenziale per una giovane coppia
    Anche se le due prescrizioni di lasciare e onorare i genitori possono sembrare paradossali, sono comunque molto importanti per una coppia che vuole mettere su famiglia. Ecco alcuni suggerimenti su come tagliare il cordone ombelicale con i genitori e vivere una vita di coppia serena. di Ariane Lecointre-Cloix Da bambina, Estelle era sempre “leale e […]
    Edifa
  • Eredità: come evitare il regolamento dei conti
    L’eredità spesso risveglia dei sentimenti che avremmo preferito lasciare da parte. Quando si prepara il testamento o si ereditano dei beni dai genitori, è importante assicurarsi che la divisione non si trasformi in uno battaglia. di Firenze Brière-Loth I credenti si comportano meglio degli altri quando si tratta di eredità? Frate Jean Emmanuel Ena esplora […]
    Edifa
  • Consigli astuti per avere una memoria da elefante
    Compleanni, codice della carta di credito, testi di canzoni… Per evitare dei vuoti di memoria, bisogna stimolare costantemente il cervello. Ecco qualche esercizio pratico per far funzionare i nostri neuroni quotidianamente. di Dr. Cécile Maître La memoria si consuma se non è utilizzata. Ecco qualche consiglio del dottor Cécile Maître per farla funzionare ogni giorno. […]
    Edifa
  • Santificate la vostra vita quotidiana con San Josemaría Escrivà
    Chiamato il santo patrono del quotidiano, San Josemaría era convinto che le circostanze della vita non siano un ostacolo sulla via della perfezione e del sacrificio. Ecco i cinque passi per mettere in pratica questa filosofia nella vita quotidiana. di Beatrice de La Coste Il fondatore dell’Opus Dei aveva una convinzione, presente in tutti i […]
    Edifa
  • Ogni credente ha un angelo custode a titolo di “pedagogo” o di “pastore”
    Lo dice San Basilio. Ecco cosa intende. Ma il dibattito è aperto sull’assegnazione dello spirito celeste alla nascita o dopo il Battesimo L’esistenza degli Angeli custodi è molto rassicurante per noi umani. Ma è opportuno chiedersi se ha qualche fondamento teologico, a tale riguardo una preghiera recita così: “O Santo Angelo, che Dio, per la […]
    don Marcello Stanzione
  • Prendendo precauzioni, le chiese cattoliche hanno evitato focolai di Covid, dicono i medici
    “Mantenere la distanza, indossare le mascherine e lavarsi le mani”, continuano a consigliare gli esperti in un nuovo rapporto Nella festa dell’Assunzione, il 15 agosto, molti piccoli gruppi si sono riuniti in vari punti della piazza all’esterno della cattedrale di St. Mary a San Francisco (Stati Uniti). Ogni gruppo, limitato a una dozzina di persone, […]
    John Burger
  • Cosa dice la Bibbia sul pettegolezzo e le chiacchiere?
    L’uso malevolo e distorto della lingua, al fine di procurare male a qualcuno, è condannato sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento. Ecco come Il tema del pettegolezzo, nelle sue varie forme, lo ritroviamo trasversalmente negli scritti sia dell’Antico sia del Nuovo Testamento, soprattutto nei Libri sapienziali, nei Salmi, nei Vangeli e nelle Lettere di […]
    Gelsomino Del Guercio

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

  • RnS: card. De Donatis all’Alleluja! International Web Meeting, “nulla potrà più essere come prima” 26 settembre 2020
    Una speciale iniziativa in chiave digitale, un gesto di vicinanza spirituale, un’esperienza di fraternità promosse dal Rinnovamento nello Spirito Santo (www.rinnovamento.org). Può riassumersi così l’“Alleluja! International Web Meeting”, il grande evento internazionale di preghiera e di evangelizzazione in programma oggi e domani presso la sede nazionale di Roma e rivolto agli aderenti del Movimento (in […]
  • Alla Salesiana si parla di intelligenza artificiale: impossibile lasciare sole le macchine 26 settembre 2020
    Non solo per addetti ai lavori. Anche se la complessità può a prima vista scoraggiare, l’intelligenza artificiale non è un tema riservato a una ristretta cerchia di ingegneri. A occuparsene dovrebbero essere tutti: dai filosofi ai teologi, dai giuristi ai politici, dai sociologi agli psicologi. È uno dei punti emersi al convegno promosso dalla Università […]
  • Giornata mondiale migrazioni: Migrantes, on line “Migranti press” 26 settembre 2020
    “Come Gesù Cristo costretti a fuggire: accogliere, proteggere, programmare, integrare gli sfollati interni”: questo il tema della 106ma Giornata Mondiale del Migrante e Rifugiato che si celebrerà domani, 27 settembre. La Fondazione Migrantes ha inviato a  tutte le parrocchie italiane un numero speciale della  rivista Migranti-Press per permettere alle diocesi e alla parrocchie di poter preparare adeguatamente la Giornata. Il giornale […]
  • Famiglia vincenziana: accanto ai “senzatetto” in 158 Paesi del mondo 26 settembre 2020
    “L’Alleanza della Famiglia vincenziana per i senzatetto è il nostro unico progetto comune. Pertanto, esso dev’essere promosso, esteso e introdotto nei 158 paesi dove la Famiglia vincenziana è presente affinché nessuna Congregazione o Associazione rimanga estranea a questo progetto, ma che tutte prendano parte attiva all’iniziativa in ogni angolo del mondo dove viviamo e serviamo”. […]
  • Giornata mondiale migrazioni: Sant’Egidio, domani in piazza con il Papa 26 settembre 2020
    In occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato la Comunità di Sant’Egidio si unisce alle celebrazioni che si tengono in tutto il mondo, a partire da quella con Papa Francesco in piazza San Pietro, domani, 27 settembre, a cui parteciperà con “Genti di Pace”, composto da migranti che frequentano le Scuole di Lingua […]
  • Migranti: card. Czerny, cercare “misure alternative alla detenzione” 26 settembre 2020
    “Misure alternative alla detenzione dei migranti; accesso al territorio ai richiedenti di protezione internazionale; dignità di lavoratori migranti”. Sono questi alcuni versanti su cui la Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale sta lavorando, per “aiutare il lavoro della Commissione vaticana Covid-19 e soprattutto di sostenere il magistero del […]
  • Giornata mondiale migrazioni: Caritas Internationalis, “garantire accesso incondizionato ai beni primari” 26 settembre 2020
    “Garantire agli sfollati interni l’accesso incondizionato a beni primari – come cibo e acqua – e ai servizi di base, permettendo loro di vivere una vita dignitosa, specialmente in questo periodo di pandemia di Covid-19”. E’ una delle richieste avanzate dalla Caritas Internationalis, in sintonia con Papa Francesco, in vista della Giornata mondiale del migrante […]
  • Papa Francesco: nomina David Charles Baulcombe membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze 26 settembre 2020
    Il Papa ha nominato membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze  David Charles Baulcombe, professore di Botanica presso l’Università di Cambridge. A darne notizia è oggi la Sala Stampa della Santa Sede. Il prof. Baulcombe è nato il 7 aprile 1952 a Solihull, in Gran Bretagna. Ha studiato presso le Università di Leeds ed Edimburgo, conseguendo il […]
  • Papa Francesco: nomina mons. Mamberti suo inviato a Bruxelles 26 settembre 2020
    Il Papa ha nominato il card. Dominique Mamberti, prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, suo inviato speciale a presiedere la celebrazione della Messa che si terrà il 28 novembre prossimo, nella basilica di Koekelberg a Bruxelles, in occasione del 150° anniversario di fondazione dell’Associazione Pro Petri Sede. Ne dà notizia oggi la Sala Stampa della Santa […]
  • Anno Ignaziano: card. Omella (Barcellona), “il Papa non esclude di visitare Manresa” 26 settembre 2020
    “Il Papa non esclude di visitare Manresa in occasione dell’Anno Ignaziano del 2022”. Lo ha detto il cardinale arcivescovo di Barcellona Juan José Omella alla stampa, al termine di una riunione dei vertici della Conferenza episcopale spagnola con il Santo Padre, nei giorni scorsi. “Soprattutto perché non conosce Manresa” – ha sottolineato Omella, secondo quanto […]

Commenti recenti

     

    • 106:
    • 205:
    settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Ago    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

    Login