MESSINA E PROVINCIA – Ma di che cultura viviamo?

Redazione1
di Redazione1 ottobre 19, 2016 20:00

MESSINA E PROVINCIA – Ma di che cultura viviamo?

L’importanza di produrre cultura in senso costruttivo, al fine di generare cratività per modificare l’ambiente in cui si vive, ristrutturare, innovarsi e rinnovarsi per il bene comune.

Già, ma che cultura siamo abituati a usare? E in che modo la usiamo? Ma, soprattutto, di che cultura viviamo? Tentando di scoprire-lidentitacapire meglio come stanno le cose , c’è innanzitutto da dire che questo termine, indicando un mondo variegato e complesso, può facilmente generare equivoci, confusioni, interpretazioni ingannevoli, e anche manipolazioni. Intanto si rileva che – secondo gli studiosi di scienze sociali e affini – l’elemento chiave alla base della costruzione di un’immagine di successo, relativa alla rigenerazione di città, paesi, territori, sembra esserci soprattutto la presenza di stimoli culturali, adeguati a incidere mediante interrelazione tra “cultura, creatività e località”. Da cui soltanto – dicono gli esperti – può conseguire la valida formulazione di un piano strategico, idoneo a promuovere il rafforzamento dell’identità (sempre in stretto binomio con la cultura), e a migliorare la qualità della vita di una comunità e del relativo ambito territoriale.
associazioni-culturali-7Purtroppo, però, se guardiamo verso i siti delle nostre parti, non possiamo non constatare l’emergere di un interessante “paradosso culturale” che ci lascia alquanto perplessi. Affiora dall’osservare che nei nostri siti, mentre da un lato si verifica un pullulare di sedicenti associazioni culturali di varia estrazione e molto attive, dall’altro vediamo che questa presenza stride fortemente con la notevole carenza di stimoli capaci di ottenere risultati efficaci per il miglioramento del vivere sociale, come invece ci si dovrebbe aspettare. Come mai?
A questo proposito giova sottolineare, ancora una volta, che un conto è parlare di cultura nel senso di formazione intellettuale delle singole persone, del loro ricco sapere, generico o specifico che sia, o riguardante le diverse branche artistiche, mentre ben altro è parlare di ciò che si riferisce alla cultura in senso antropologico. Quella intesa, per intenderci, come facoltà degli individui di creare senso costruttivo, “organizzarlo e distribuirlo” all’interno di una società a beneficio dell’uomo e della qualità del suo modo di vivere comunitario. Quindi non è certo il numero elevato di persone colte, o altamente specializzate che, solo per questo, rende migliore la qualità della vita di una comunità. copia-di-patti_1151l’evoluzione negativa dell’identità collettiva di un gruppo sociale, infatti, può coesistere con l’alta percentuale di soggetti, anche molto sapienti e dotati di forte identità soggettiva che lo compongono.
Di conseguenza, sulla base di questa riconosciuta condizione che rende gli esseri umani soggetti culturali, agire secondo un programma svolto nel segno di ciò che riteniamo un modo di “produrre cultura”, non può esaurirsi nel compiere azioni che siano soltanto momenti culturali in senso dotto, intellettualistico o rappresentativo, come manifestazioni museali, artistiche, mostre, concerti, spettacoli, notti bianche, ecc., ma anche, e soprattutto, pratiche attuative rivolte a favorire processi di socializzazione collettivi e promuovere consapevolezza della propria vera identità. E’ soltanto da questa presa di coscienza, copia-di-gioiosa-marea-2infatti, che possono scaturire le energie propulsive capaci di generare creatività nell’uomo, al fine di modificare l’ambiente in cui vive, costruire, ristrutturare, innovarsi e rinnovarsi attraverso un percorso di conquista del bene comune.
A fronte di queste problematiche inerenti alla esigenze esistenziali della nostre gente, non si può non avvertire l’impulso a portare avanti un discorso di approfondimento dei vari aspetti che lo riguardano, allo scopo di promuovere azioni tese a raggiungere obiettivi utili in tal senso. Anche perché, credo, che fra i buoni motivi che spingono a farlo, ci sia la constatazione del fatto che da troppo tempo, le popolazioni dello splendido comprensorio in cui spiccano centri di grande valore turistico religioso e culturale, come San Piero Patti, Librizzi, chiesa-di-tindari-cPatti, Tindari, Gioiosa Marea, San Giorgio ed altri, vivono una condizione poco felice rispetto al prezioso patrimonio di valori storici, tradizionali, spirituali, religiosi e alla ricchezza paesaggistica di stupenda bellezza di cui sono in possesso. Una contraddizione davvero spiacevole e bizzarra, che fa pensare a chi vive una vita disagiata per carenza di risorse, pur risiedendo sopra una miniera d’oro a cielo aperto.

 

A. M.

Redazione1
di Redazione1 ottobre 19, 2016 20:00


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Vuoi seguire i riti della Quaresima officiati dal Papa? Ti diciamo noi come fare
    Da Sant’Anselmo alla Penitenza, ecco come approfondire il tuo rapporto con Cristo, accompagnando Francesco verso Pasqua di Risurrezione La Quaresima è una delle ricorrenze più importanti che la Chiesa cattolica celebra durante l’anno liturgico. E’ un periodo di penitenza di quaranta giorni in preparazione della Pasqua, dal mercoledì delle Ceneri al Sabato Santo. La Quaresima […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Le 2 cose da cambiare nella Chiesa cattolica
    Parla padre Gabriel Vila Verde, citando Santa Madre Teresa di Calcutta Sulla sua pagina persona su Facebook, padre Gabriel Vila Verde ha postato questo commento: “Anch’io, quando ero laico, pensavo di avere la soluzione per la Chiesa tra le mani. Con l’orgoglio di chi aveva letto due pagine del Trattato, pensavo che se il Papa […]
    Aleteia
  • È peccato per una cattolica sposare un evangelico ricevendo la bendizione del pastore?
    Padre Cido Pereira risponde al dubbio di una madre di famiglia Nella sua rubrica sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi brasiliana di San Paolo, padre Cido Pereira ha risposto questa settimana a un dubbio espresso da una madre di famiglia: “Vediamo il dubbio che mi ha presentato Neusa, di Osasco (San Paolo): ‘Mia figlia è […]
    Aleteia Brasil
  • Come e perché Querida Amazonia ci aiuta a comprendere meglio la Chiesa
    Nella tradizione dell’insegnamento di Paolo VI, ma anche di Benedetto XVI, l’esortazione postsinodale “Querida Amazonia” invita a comprendere la missione della Chiesa e la sua realtà con l’intelligenza della fede. Senza chiudere porta alcuna, papa Francesco conferma la sua volontà di non clericalizzare i laici e di non laicizzare i chierici. Esattamente 50 anni fa, […]
    Christophe Dickès
  • Papa Francesco: con la mitezza conquistiamo il cuore del fratello
    E’ la terza delle otto Beatitudini del Vangelo di Matteo: “Beati i miti perché avranno in eredità la terra”. Papa Francesco ne parla all’udienza generale di questo mercoledì e spiega che non c’è terra più bella da ereditare che il cuore del fratello, la pace ritrovata con lui Proseguendo il ciclo dedicato alle Beatitudini, all’udienza […]
    Vatican News
  • Il “revenge porn”, una pratica “estremamente comune” tra i giovani
    La diffusione di immagini o di video intimi non è appannaggio della vita politica. Se in Francia si sta versando molto inchiostro sul caso di Benjamin Griveaux, il “revenge porn” è anche una pratica molto diffusa tra gli adolescenti. Secondo Thérèse Hargot, sessuologa e saggista, si tratta di un fenomeno dall’importante rilevanza sociale. Benjamin Griveaux, […]
    Mathilde De Robien
  • Haiti: cosa rivela la terribile morte di 15 bambini dopo l’incendio in un orfanotrofio?
    Una tragedia che parla, tra le altre cose, di irregolarità e della complessa situazione dei bambini abbandonati dai genitori Il Paese più povero dell’America Latina è tornato a fare notizia a livello internazionale, e ancora una volta per un aspetto che chiama a riflettere. Il 13 febbraio, la morte di 15 minori che vivevano in […]
    Pablo Cesio
  • La maternità, quanti sacrifici! Ma le ricompense arrivano. La sua prima parola? «Papà»!
    La gravidanza, gli sbalzi ormonali, la ritenzione idrica, i doloretti un po’ ovunque e infine il momento magico ma pur sempre doloroso del parto. E l’allattamento, le notti in bianco, le colichette. Ce la possiamo aspettare qualche piccola ricompensa dal nostro bimbo, no? di Lisa Zu Questo post è per mio marito. Che aspetta con […]
    Aleteia
  • La Comunione spirituale? Una possibilità meravigliosa di stare con Gesù!
    Raccogliersi e chiedere a Gesù di venire nel proprio cuore è qualcosa di profondamente bello. Ho provato una gioia e uno stupore brevi ma davvero intensi: ero proprio felice. Beauty in the pain #2 – Giuseppe Signorin La domenica mi portano la comunione a casa. È bellissimo, non potendo andare in chiesa. Gesù qui in […]
    MIENMIUAIF - MIA MOGLIE ED IO
  • Consigli per coppie felici. #5 Fate l’amore e fatelo bene
    Troppi tabù sul sesso di coppia in una società che paradossalmente sessualizza ed erotizza tutto. Tornate a fare l’amore, ci vuole impegno e costanza, ma senza ci condanniamo alla divisione e all’infelicità. di Marco Scarmagnani «Fare l’amore?» «Chi se lo ricorda?» «Devo chiederle un appuntamento!» «Ah, ormai… ci abbiamo messo una croce» «Passiamo oltre dotto’». […]
    Semprenews

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 144:
    • 197:
    febbraio: 2020
    L M M G V S D
    « Gen    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    242526272829  

    Login