Edith Stein: filosofa e mistica alla ricerca dell’unica grande Verità

Redazione1
di Redazione1 Agosto 8, 2023 23:17

Edith Stein: filosofa e mistica alla ricerca dell’unica grande Verità

E’ un messaggio forte, veritiero, profondamente spirituale e attuale, quello che ci proviene dall’affascinante mondo della mistica cristiana femminile, in cui brilla la luminosa figura di Santa Teresa Benedetta della Croce, al secolo Edith Stein, di cui domani, 9 agosto, si celebra la solennità liturgica. E sulla scia delle parole di Papa Giovanni Paolo II, proferite in occasione della beatificazione di Edith Stein a Colonia, il 1° maggio del 1987: “Ci inchiniamo profondamente di fronte alla testimonianza della vita e della morte di questa illustre figlia di Israele e allo stesso tempo figlia del Carmelo, Suor Teresa Benedetta della Croce, una personalità che porta nella sua intensa vita una sintesi drammatica del nostro secolo, una sintesi ricca di ferite profonde che ancora sanguinano (quale ebrea deportata nel campo di sterminio di Auschwitz dove il 9 agosto è morta nella camera a gas); e nello stesso tempo la sintesi di una verità piena al di sopra dell’uomo, in un cuore che rimase così a lungo inquieto e inappagato, “fino a quando finalmente trovò pace in Dio””.

Quando il 12 ottobre 1891 Edith Stein nacque a Breslavia, quale ultima di 11 figli, la famiglia festeggiava lo Yom Kippur, la maggior festività ebraica, il giorno dell’espiazione. ” Più di ogni altra cosa ciò ha contribuito a rendere particolarmente cara alla madre la sua figlia più giovane “. Proprio questa data della nascita fu per la carmelitana quasi una profezia.

Il padre, commerciante in legname, venne a mancare quando Edith non aveva ancora compiuto il secondo anno d’età. La madre, una donna molto religiosa, solerte e volitiva, veramente un’ammirevole persona. Non riuscì però a mantenere nei figli una fede vitale. Edith perse la fede in Dio. ” In piena coscienza e di libera scelta smisi di pregare “. rimasta sola dovette sia accudire alla famiglia sia condurre la grande azienda;

Nel 1913 la studentessa Edith Stein si recò a Gottinga per frequentare le lezioni universitarie di Edmund Husserl, divenne sua discepola e assistente e con cui conseguì la laurea. Da lui assorbì il metodo di ricerca e di indagine filosofica. Edith, descriverà così il suo maestro: “Il suo modo di guidare lo sguardo sulle cose stesse e di educare a coglierle intellettualmente con assoluto rigore, a descriverle in maniera sobria, fedele e coscienziosa, ha liberato i suoi allievi da ogni arbitrio e da ogni fatuità nella conoscenza, portandoli a un atteggiamento cognitivo semplice, sottomesso all’oggetto e perciò umile”.

L’opera filosofica più importante della Stein rimane “Essere finito ed Essere eterno”: un libro che rappresenta una sublime sintesi di filosofia e mistica. La sua ricerca è incentrata – soprattutto – sullo studio della condizione antropologica dell’uomo in riferimento all’Eternità.

Prima di abbracciare l’ordine religioso del Carmelo, Edith Stein è stata donna di studio, donna coraggiosa, che avrebbe segnato le pagine della storia contemporanea anche se non fosse divenuta santa.

A quel tempo Edmund Husserl, suo maestro, affascinava il pubblico con un nuovo concetto della verità: il mondo percepito esisteva non solamente in maniera kantiana della percezione soggettiva. I suoi discepoli comprendevano la sua filosofia quale svolta verso il concreto. ” Ritorno all’oggettivismo “. La fenomenologia condusse, senza che lui ne avesse l’intenzione, non pochi dei suoi studenti e studentesse alla fede cristiana. A Gottinga Edith Stein incontrò anche il filosofo Max Scheler. Quest’incontro richiamò la sua attenzione sul cattolicesimo.

Nell’estate del 1921, durante il soggiorno in casa di un’amica, anch’essa discepola di Husserl, dove si recò per alcune settimane, In una notte in cui Edith non riesce a dormire, si aggira per la casa fino a quando si addentra nella biblioteca. E’ lei stessa a raccontare l’episodio: “Presi casualmente un libro dalla biblioteca; portava il titolo “Vita di santa Teresa narrata da lei stessa”. Cominciai a leggere e non potei più lasciarlo finché non ebbi finito. Quando lo rinchiusi, mi dissi: questa è la verità”. Dopo tanto peregrinare, dopo tanto studio, dopo tanta ricerca per la verità, Edith riesce ad approdare all’unica grande Verità: Cristo.

Il l° gennaio del 1922 Edith Stein si fece battezzare. Era il giorno della Circoncisione di Gesù, l’accoglienza di Gesù nella stirpe di Abramo. “Avevo cessato di praticare la mia religione ebraica e mi sentivo nuovamente ebrea solo dopo il mio ritorno a Dio”. Ora sarà sempre cosciente, non solo intellettualmente ma anche tangibilmente, di appartenere alla stirpe di Cristo.

Il 14 ottobre Edith Stein entra nel monastero delle Carmelitane di Colonia. Nel 1934, il 14 aprile, la cerimonia della sua vestizione. Da quel momento Edith Stein porterà il nome di Suor Teresa Benedetta della Croce. Nel 1938 scrive: ” Sotto la Croce capii il destino del popolo di Dio che allora (1933) cominciava ad annunciarsi. Pensavo che capissero che si trattava della Croce di Cristo, che dovevano accettarla a nome di tutti gli altri. Oggi comprendo di più su queste cose, che cosa significa essere sposa del Signore sotto il segno della Croce. Certo, non sarà mai possibile di comprendere tutto questo, poiché è un segreto “.

All’alba del 7 agosto 1942 parte un carico di 987 ebrei in direzione Auschwitz. Fu il giorno 9 agosto nel quale Suor Teresa Benedetta della Croce, assieme a sua sorella Rosa ed a molti altri del suo popolo, morì nelle camere a gas di Auschwitz.

Con la sua beatificazione nel Duomo di Colonia, il 1° maggio del 1987, la Chiesa onorò, per esprimerlo con le parole di Papa Giovanni Paolo II, ” una figlia d’Israele, che durante le persecuzioni dei nazisti è rimasta unita con fede ed amore al Signore Crocifisso, Gesù Cristo, quale cattolica ed al suo popolo quale ebrea”. Lo stesso Pontefice l’ha poi canonizzata nel 1999”. Santa Teresa Benedetta della Croce è copatrona d’Europa insieme a S. Brigida di Svezia e a S. Caterina da Siena.

 

 

 

Redazione da Ag. di inf.

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 Agosto 8, 2023 23:17

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 48:
    • 290:
    Maggio 2024
    L M M G V S D
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

    Login