Profughi ucraini, Chiesa in prima fila con Caritas Polonia, gli aiuti forniti ai rifugiati

Redazione1
di Redazione1 Aprile 16, 2022 23:21

Profughi ucraini, Chiesa in prima fila con Caritas Polonia, gli aiuti forniti ai rifugiati

Tra gli eventi dolorosi e commoventi che polarizzano l’attenzione solidale del mondo anche in tempo di Pasqua, il triste destino toccato al popolo ucraino, costretto a fuggire dalla propria terra per lo scatenarsi di una terribile guerra, assume una priorità quasi totale. E l’attenzione fattiva della Chiesa cattolica, con la mobilitazione delle sue organizzazioni umanitarie è come sempre in prima fila. Ne danno attestato i dati presentati dall’Istituto di Statistica della Chiesa Cattolica e da Caritas Polska.

La quantità di profughi che si è riversata dall’Ucraina in Polonia è diventata ormai un fiume umano che continua a crescere. Sono già circa 4 milioni le persone che hanno attraversato il confine per rifugiarsi nel Paese ospitante dall’inizio della guerra, per fuggire bombardamenti e atroci combattimenti.

La maggior parte di loro arriva con pochi bagagli e in condizioni pietose per gli effetti delle angosce da intenso stress post traumatico, causato dall’orrore di una guerra che da un momento all’’altro gli è piombata addosso. Gente che ha bisogno di tutto, verso cui le Associazioni umanitarie cercano di fare il possibile per prestare soccorso. In prima linea tra i paesi ospitanti Polonia, Romania e Moldavia che sono chiamati ad affrontare impegni logistici e umanitari di enorme entità.

Un contributo importante a questa opera di aiuto lo hanno dato le parrocchie cattoliche di rito romano e bizantino in Polonia, ordini religiosi, Caritas e Conferenza Episcopale, che hanno raccolto e fornito ai rifugiati dall’Ucraina in Polonia aiuti finanziari e materiali per un valore di almeno 209 milioni di złoty, gli ordini religiosi maschili 29 milioni di złoty, le congregazioni femminili 4,3 milioni.

Il valore del sostegno fornito attraverso Caritas Polska e le Caritas diocesane è di 241,3 milioni di złoty – secondo i dati presentati nei giorni scorsi dall’Istituto di Statistica della Chiesa Cattolica e da Caritas Polska.

Presso la sede della Caritas Polska a Varsavia il 12 aprile sono stati presentati i risultati dello studio sugli “Aiuti ai rifugiati dall’Ucraina da parte delle parrocchie e degli ordini cattolici in Polonia”. I dati riguardanti il sostegno fornito finora sono stati presentati anche da Caritas Polska.

Il portavoce della Conferenza Episcopale Polacca, p. Leszek Gęsiak SJ, ha osservato che l’entità degli aiuti si è rivelata inimmaginabile e la mobilitazione dei Polacchi in favore dell’Ucraina ha comportato il coinvolgimento di milioni di persone in tutta la Polonia.

Nel dettaglio le parrocchie polacche hanno fornito aiuti finanziari per un valore di 103 milioni di złoty; hanno distribuito doni in natura per un valore di 106 milioni di złoty; hanno assicurato 282.000 posti letto e hanno distribuito 11 milioni di pasti. Si sono presi cura di 125.000 bambini. Sono state assistite 94.000 persone anziane o disabili. 125.000 persone hanno ricevuto aiuto psicologico o terapeutico. 52.000 persone hanno ricevuto aiuto in relazione alla ricerca di un lavoro. 752.000 persone hanno ricevuto assistenza legale, 543.000 persone hanno trovato passaggi con mezzi di trasporto.

Gli ordini religiosi femminili polacchi hanno fornito aiuti finanziari per un valore di 1,8 milioni di złoty e hanno distribuito doni in natura per un valore di 2,5 milioni di złoty. Hanno assicurato 10.000 mila posti letto. Hanno distribuito quasi 380.000 pasti. Sono stati accuditi 2.400 bambini. Sono stati assistiti 473 anziani o disabili. Quasi 300 persone hanno ricevuto un aiuto psicologico o terapeutico. Quasi 500 persone hanno ricevuto assistenza legale. A 4.000 persone è stato assicurato un passaggio con mezzi di trasporto.

Gli ordini religiosi maschili polacchi hanno fornito aiuto finanziario per un valore di 16 milioni di złoty. Hanno distribuito doni in natura per un valore di 13 milioni di złoty. Hanno assicurato 27.000 mila posti letto. Hanno distribuito 1,8 milioni di pasti. Si sono presi cura di 18.000 bambini. Sono state assistite 7.000 persone anziane o disabili. 13.000 persone hanno ricevuto aiuto psicologico o terapeutico. 4.500 persone hanno ricevuto aiuto in relazione al loro lavoro professionale. 25.000 persone hanno ricevuto assistenza legale. A 23.000 persone è stato assicurato un passaggio con mezzi di trasporto.

 

 

Redazione da a. di inf.

 

 

 

 

 

 

 

Redazione1
di Redazione1 Aprile 16, 2022 23:21

Messina Religiosa su FaceBook

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 34:
    • 253:
    Maggio 2022
    L M M G V S D
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login