Messina – Gioia ed emozione per sei nuovi presbiteri. Mons. Accolla:“Vivete il ministero sacerdotale col cuore rivolto ai fratelli”

Redazione1
di Redazione1 luglio 4, 2019 18:54

Messina – Gioia ed emozione per sei nuovi presbiteri. Mons. Accolla:“Vivete il ministero sacerdotale col cuore rivolto ai fratelli”

Il solenne rito di ordinazione durante il quale, nei giorni scorsi, sei diaconi sono stati consacrati presbiteri, arricchendo la Chiesa messinese di nuova e preziosa linfa sacerdotale, è uno di quegli avvenimenti emozionanti che suscitano gioia e incoraggiamento, specialmente in tempi come i nostri in cui l’attuale crisi che sta attraversando la Chiesa porta ovviamente anche ad una crisi del sacerdozio. Un argomento preoccupante quest’ultimo posto al centro del prossimo incontro del Ratzinger Schuelerkreis, il circolo di ex allievi di Benedetto XVI, che si terrà a Roma il 27 e 28 settembre, durante il quale saranno discussi argomenti del tipo: “Le sfide attuali per l’ordine sacro” e “Sacerdozio nella teologia di Joseph Ratzinger alla luce della situazione attuale”.  

Ma ora, tornando al momento gioioso di questa ordinazione, per richiamarne piacevolmente una sintesi, ci gioviamo del gradevole resoconto stilato dall’agile penna di Rachele Gerace, tratto da Gazzetta del Sud. 

Fabio Berbiglia 40 anni, Gianfranco Pistorino 37, Giuseppe Rinaldi 29, Justin Mangombi Kapesa 51, Domenico Greco 44, Lakmal Fernando 28: la chiesa messinese gioisce per l’ordinazione presbiterale di 6 diaconi. Una vocazione cresciuta negli anni e arricchita da tante esperienze non solo spirituali, ma anche d’impegno sociale, umanitario, culturale in seno alle parrocchie d’origine S. Nicola di Bari Ganzirri, S. Nicolò di Bari Gazzi, S. Elena, San Saba, Santi Pietro e Paolo di Rogliano in provincia di Cosenza, santuario Ecce Homo di Calvaruso.

Tanta emozione sui loro volti, diversi per formazione e caratteristiche personali, ma accomunati dall’amore per il Signore che hanno potuto sperimentare supportati dalle loro famiglie, vicine nel lungo cammino di preparazione vocazionale. Una vita apparentemente completa per chi come Fabio, fisiopatologo al centro Neurolesi da 15 anni, tanti amici e un matrimonio alle porte, a 28 anni durante un viaggio “casuale” a Medjugorie aveva avvertito un grande vuoto, Gianfranco, laureato in fisica e “costretto” a frequentare i fine settimana vocazionali di nascosto ai genitori preoccupati di poter “perdere” perso quell’unico figlio e Giuseppe, un cammino ventennale in Azione Cattolica, rivelatosi fondamentale in momenti particolari della propria esistenza durante i quali ha “toccato con mano le piaghe sofferenti di Cristo”.

C’è poi chi come chi come Justin di Lemfu, del Congo, è cresciuto all’ombra della fede cristiana professata dai suoi genitori e, giunto in Italia, è stato accolto da due famiglie “adottive” – quella di Michela e Vittorio a Barcellona e quella di Mariagrazia e Girolamo a San Saba – che hanno continuato a sostenerlo nel cammino vocazionale.

Domenico, cofondatore nel 2001 in seno all’arcidiocesi messinese con padre Maurizio Vaccaro della realtà religiosa di fedeli laici “Fraternità Amici di Gesù Buon Pastore” e appassionato di arte e musica che continua a condividere nel percorso di evangelizzazione con i fratelli e Lakmal, che ha conosciuto la realtà religiosa dei francescani del Terz’ordine regolare dopo essere giunto in Italia con i suoi genitori alla ricerca di una sistemazione.

Circa un migliaio di persone lo scorso 28 giugno in Cattedrale hanno partecipato al rito di ordinazione, avvenuto per l’imposizione delle mani di mons. Giovanni Accolla; i candidati al sacerdozio sono stati presentati dal rettore del Seminario don Alessandro Lo Nardo. “Vivete il ministero sacerdotale con lo sguardo umile del cuore rivolto ai fratelli. Siate sempre fonti autentiche dell’annuncio, dispensatori della misericordia di Dio e testimoni della riconciliazione, confermando nella fede quanti incontrerete lungo il vostro cammino senza distinzione di ceto sociale, età, religione”, ha detto l’arcivescovo agli ordinandi.

E poi, rivolgendosi alle mamme: “Guardate la Vergine Maria come modello di ogni maternità espressa con forza e discrezione. Siate sempre vicine ai vostri figli, non allontanate mai da loro il vostro sguardo nella gioia dell’incontro con il Signore”.

Alla messa, concelebrata dal vescovo ausiliare mons. Cesare Di Pietro e animata dal coro diocesano “S. Maria della Lettera accompagnato e diretto da don Giovanni Lombardo e i maestri Nazzareno De Benedetto e Angelo Cannata, erano presenti oltre ai sacerdoti e i religiosi, familiari, parenti e amici dei neo sacerdoti insieme alle rispettive comunità parrocchiali. I novelli sacerdoti celebreranno oggi e domani la loro prima messa nelle parrocchie di appartenenza.

 

Rachele Gerace

Redazione1
di Redazione1 luglio 4, 2019 18:54

RSS aleteia

  • Preghiera mattutina per chiedere a Dio di benedire la nostra giornata
    Il modo in cui iniziamo la giornata detta spesso il corso del resto del giorno. È per questo che la Chiesa incoraggia fortemente i fedeli a iniziare la loro giornata con una preghiera mattutina. Eccone una offerta dal Breviario Romano che chiede a Dio di benedire la nostra giornata e di renderla santa:Signore Dio, Re […]
    Philip Kosloski
  • Il Burkina Faso sconvolto dopo un massacro costato la vita a più di cento persone
    Chi è sopravvissuto all’attacco terroristico più sanguinoso da quando si è scatenata la violenza islamista in Burkina Faso, nell’Africa Occidentale, vive nel terrore di altri attacchi. Lo ha riferito Laurent Dabiré, vescovo cattolico di Dori, alla fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS), osservando che “la gente è senza parole. Soprattutto chi vive nel […]
    Aiuto alla Chiesa che Soffre
  • A cosa vi aggrappate, a Cristo o alle ideologie?
    Cristo o ideologie: a cosa vi aggrappate? È la domanda che p. Gabriel Vila Verde ha lanciato a chi accompagna le sue reti sociali. Il sacerdote ha scritto: “Nella tempesta della vita, ciascuno si aggrappa al tronco che considera più sicuro. Per alcuni è il tronco delle ideologie politiche, per altri il tronco della menzogna, […]
    José Miguel Carrera
  • 12 nomi papali che potreste dare ai vostri figli
    Se Pietro, con riferimento al Pescatore di Galilea, resta un evergreen, la lunga lista dei pontefici romani offre una larga scelta di nomi belli, talvolta originali e sempre ricchi di storia cristiana. The post 12 nomi papali che potreste dare ai vostri figli appeared first on Aleteia.org - Italiano.
    Giovanni Marcotullio
  • India: orfana a 7 anni accudisce il fratello di 2 mesi
    La seconda ondata del Covid ha colpito l’India tra aprile e maggio con una furia devastante, si sono raggiunti picchi giornalieri che sfioravano i 300 mila contagi. Il sistema sanitario non ha retto l’urto, il numero esponenziale di vittime è dipeso anche dalla carenza di ossigeno e di strutture ospedaliere adeguate. E come coda velenosissima […]
    Annalisa Teggi
  • Patrizia Pellegrino: mia figlia è sopravvissuta per miracolo e di questo ringrazio Maria
    Nell’ultimo numero in edicola del settimanale Maria con te viene riportata la testimonianza dell’attrice napoletana Patrizia Pellegrino, 58 anni, reduce da un delicato intervento chirurgico per l’asportazione di un rene a causa di un tumore.  L’attrice confida l’angoscia provata al pensiero di poter lasciare soli i tre figli, “i quali hanno bisogno di me quanto […]
    Silvia Lucchetti
  • Accesso ai vaccini, i gesuiti: ora brevetti liberi, c’è una catastrofe in corso
    Liberalizzare i brevetti dei vaccini anti Covid. Fare in modo che siano accessibili a tutta la popolazione mondiale e non solo a Stati Uniti, Europa, e pochi “eletti”. I gesuiti alzano la voce contro le difficoltà a reperire vaccini degli Stati più poveri. Un problema di cui si ne parla troppo poco. L’autorevole rivista La […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Tokyo, le Olimpiadi per “uomini che si sentono donne”
    I diritti di una categoria contro quelli di tutte le altre Non poteva che essere questa la naturale, mostruosa conseguenza. Se leggi di stato stanno affermando che è giusto che una persona venga trattata a seconda di come dice di sentirsi in merito al genere, se queste leggi si diffondono come un super batterio farmacoresistente […]
    Paola Belletti
  • Maciej voleva diventare rocker: oggi scrive magnifiche icone
    Venerate da alcuni, collezionate da altri, le icone – espressioni di arte plurimillenaria – affascinano. Che cosa rivelano, al di là della bellezza artistica? Come trasformano la vita di quanti le scrivono? Abbiamo incontrato Maciej Leszczynski, iconografo, cantore e teologo. The post Maciej voleva diventare rocker: oggi scrive magnifiche icone appeared first on Aleteia.org - […]
    Marzena Wilkanowicz-Devoud
  • Sant’Angela da Foligno, che trascorse i suoi primi trent’anni conducendo una “vita mortalmente peccaminosa”
    “L’umiltà esiste solo in coloro che sono abbastanza poveri da vedere che non possiedono nulla”. Sant’Angela da Foligno A 18 chilometri da Assisi si trova Foligno, città che affonda le sue radici in epoca romana. Anche se ampiamente trascurata nella maggior parte delle vie di pellegrinaggio e offuscata dalla vicina Assisi per via della santità […]
    Bret Thoman, OFS

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 430:
    • 1805:
    giugno: 2021
    L M M G V S D
    « Mag    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

    Login