Eruzione a Stromboli. Eolie in stato di allerta: paura onda anomala. Visita del vescovo ausiliare Cesare Di Pietro

Redazione1
di Redazione1 luglio 7, 2019 22:34

Eruzione a Stromboli.  Eolie in stato di allerta: paura onda anomala. Visita del vescovo ausiliare Cesare Di Pietro

Rimane viva la paura negli abitanti dell’isola e nei turisti dopo le violente esplosioni di mercoledì scorso sullo Stromboli, durante le quali una pioggia di lapilli infuocati ha acceso vari focolai nella campagna e nei canneti di Ginostra, per cui molta vegetazione è andata distrutta. Un escursionista che si sarebbe avventurato nella zona sommitale in compagnia di un amico e senza l’ausilio di guide, è morto colpito dalle emissioni del vulcano.

Per la violenta esplosione, “Abbiamo aperto le porte della chiesa per dare riparo e conforto a chi ne aveva bisogno e siamo corsi in strada con i nostri concittadini”. A parlare è don Giovanni Longo, parroco Chiese di Stromboli e Ginostra, che racconta quanto accaduto nelle ore in cui l’eruzione dello Stromboli alta due chilometri ha emesso una densa colonna di fumo e lapilli di varia grandezza.  “Una parrocchiana era in lacrime”, molta gente era pronta a scappare in fretta e furia”, aggiunge il parroco.

“Sembrava di stare all’inferno per il fuoco che veniva dal cielo per l’eruzione alta due chilometri”, una parrocchiana era in lacrime, spaventatissima”. A parlare è un parrocchiano che ha vissuto con grande paura la pioggia di lapilli in fiamme di varia grandezza che hanno innescato una serie di incendi. Tra i cittadini c’è stata gara di solidarietà tra loro e  nei confronti dei turisti presenti sull’isola. Sono stati questi ultimi i più spaventati da un fenomeno del quale pare non si abbia avuto alcun preavviso. A Stromboli le porte della chiesa sono rimaste aperte per coloro chi avessero avuto bisogno di aiuto e conforto. “Molta gente si è rifugiata proprio lì per paura, la chiesa infatti si trova più in alto rispetto al livello del mare”. “Si è pregato davanti a Gesù Eucaristia per chiedere aiuto, conforto e protezione”.

In questo momento c’è ancora molta paura su tutte le isole. Quanto accaduto oggi ha riportato alla mente quel che è successo nel 2002, quando un’eruzione simile provocò uno tsunami in tutto il basso Tirreno. Si teme che le cose possano ripetersi. Insomma la paura dell’onda anomala è tanta.

Ad esprime una “prossimità attenta e affettuosa”, agli abitanti dell’isola, provati dalle conseguenze dell’attività vulcanica dello scorso mercoledì, c’è stato di recente a Ginostra e Stromboli la visita del vescovo ausiliare di Messina mons. Cesare Di Pietro. Presente anche qualche turista. Il presule ha portato “il saluto paterno dell’arcivescovo mons. Giovanni Accolla e dell’intera comunità” dell’Arcidiocesi di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela.

“Abbiamo voluto essere qui di persona – spiega mons. Di Pietro – non potevamo fare a meno di esserci: è una comunità che abbiamo nel cuore, figli amati, e gli abitanti lo sanno, ma quando si è nella sofferenza e nella difficoltà, la prossimità deve essere manifestata con maggiore concretezza”. La parte più lunga della visita del presule è dedicata proprio all’incontro e all’ascolto. “Questa terra è un angolo di paradiso – dice il vescovo – del resto qui la natura è stata generosa, ma le condizioni di vita sono aspre.

Un impegno assunto già prima che gli eventi ultimi e tragici si registrassero. “Uno dei nostri progetti è la sistemazione dei locali parrocchiali di Ginostra, luogo anche di aggregazione e di una coesione sociale che su un’isola riveste una importanza particolare”. Un “segno di speranza” che la comunità parrocchiale dell’isola chiede al vescovo,

presentandogli la più piccola delle residenti a Ginostra, una piccola figlia di genitori dello Sri Lanka da anni abitanti dell’isola, che dallo scorso 2 giugno, “col battesimo, è parte viva e gioiosa della chiesa locale”. In serata, nella parrocchia San Vincenzo Ferreri, a Stromboli, lo stesso vescovo ausiliare ha guidatol’adorazione eucaristica e la preghiera per “Implorare che il vulcano si fermi e che l’attività stromboliana torni alla normalità – spiega – che non ci siano ulteriori danni e soprattutto tragedie come quella che si è registrata e per la quale esprimiamo dolore e vicinanza”.

 

 

Redazione da Ag. di I.

Redazione1
di Redazione1 luglio 7, 2019 22:34


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • La Chiesa pentecostale ha almeno tre aspetti negativi
    Il movimento di ispirazione cristiana ha buoni numeri sopratutto nel sud America. Ma la dottrina presenta vistose lacuneI Pentecostali sono il gruppo evangelico di matrice protestante più diffuso in Italia e abbracciano numerose comunità molto diverse l’una dall’altra ed esprimono una realtà molto complessa sotto il profili dottrinale e sociale. Gli stessi studiosi di religione […]
    don Marcello Stanzione
  • Il volto oscuro di FaceApp, tra razzismo, privacy e identità in balia dei filtri
    È molto simpatico il filtro Nonno, magari tra un po' ci faranno credere che il selfie invecchia al posto nostro come fu per Dorian Gray. Di sicuro questa applicazione non è trasparente sulla gestione dei dati personali...«Ecco la generazione che ti cerca, cerca il Tuo volto Dio di Giacobbe», era uno dei miei versetti preferiti […]
    Annalisa Teggi
  • Video divertente: Papa Francesco fa giochi di magia
    Scena originale alla Casa Santa Marta: “Cosa può spezzare il cuore dell'uomo?”La Casa Santa Marta ha ospitato una scena divertente. San Giovanni Bosco usava la magia per predicare ai giovani e ai bambini che incontrava, e sulla sua scia il sacerdote messicano José Luis González Santoscoy, dell’arcidiocesi di Guadalajara, si è presentato davanti a Papa […]
    Ary Waldir Ramos Díaz
  • Come scegliere i padrini per la Cresima e i testimoni del matrimonio
    Non sono persone che servono per “decorare” l'altareAlcuni sacramenti della Chiesa ci permettono di scegliere dei padrini, ma non sempre consideriamo quello che secondo la Chiesa è l’aspetto fondamentale per compiere questa scelta. Oltre a questo, a volte non compiamo bene il nostro ruolo di figliocci. Per comprendere meglio la questione, abbiamo parlato con il […]
    Jovens de Maria
  • Dio ha un sogno incredibile per ogni coppia
    Conservo nel mio cuore un canto decisamente commovente che mi torna spesso in testa. È quello del poeta tedesco Rainhard May, “Menschenjunges” (cucciolo d’uomo). Descrive un padre davanti alla culla del suo nuovo nato. Mentre guarda il piccolo s’immagina le mille vite che quello vivrà. Con emozione, pensa anche a tutto ciò che lui e […]
    Paul Habsburg
  • Il sacerdote brasiliano aggredito davanti a 50.000 fedeli e il suo perdono
    Spinto da un'altezza di più di un metro da una 40enne con problemi mentaliPadre Marcelo Rossi è diventato negli ultimi giorni uno dei protagonisti delle reti sociali. Il 14 luglio, mentre stava parlando davanti a 50.000 persone durante una celebrazione eucaristica in occasione della chiusura del campo giovanile Por Hoje Não (PHN), nella città brasiliana […]
    Aleteia
  • La missione di alcuni gesuiti presso i rifugiati iracheni
    In Iraq il Servizio gesuita per i rifugiati (JRS) s’impegna presso numerosi sfollati in condizione di grande difficoltà, specialmente psicologica. Recentemente padre Joseph Cassar, presidente del JRS in Iraq, confidava la propria speranza di vedere una popolazione unita.Il Servizio gesuita per i rifugiati (JRS) è presente in 56 Paesi per accompagnare, servire e difendere la […]
    Colombe de Barmon
  • Cosa ci dice di noi la smania di condividere foto e video sui social?
    Prima di calare la scure della condanna morale e del "dove andremo a finire", fermiamoci ad osservare questo fenomeno che riguarda tutti noi: l'uso dei social e la condivisione spesso eccessiva di foto della nostra vita di tutti i giorni, figli compresi, ci dicono qualcosa di come pensiamo a noi, agli altri e al valore […]
    Paola Belletti
  • Preti sposati anche in Italia: il caso della Chiesa greco-cattolica ucraina
    In Italia è stata ufficialmente inquadrata dal Papa come Esarcato Apostolico. Conta 70mila fedeli Preti sposati anche in Italia: ma solo se greco-cattolici di rito bizantino. È quanto sarà possibile d’ora in avanti grazie alla decisione presa da Papa Francesco che ha dato forma istituzionale alla presenza della forte comunità di fedeli ucraini greco-cattolici inquadrata […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Pregate per la guarigione con questa novena a Nostra Signora di Lourdes
    La Madonna di Lourdes è nota per la sua intercessione per la guarigione sia fisica che spiritualeGesù è noto come il “Medico Divino”, e mentre era sulla Terra ha guarito molte persone. Dio desidera guarire le nostre ferite e ci ha lasciato vari modi per tornare alla piena salute. Nel secolo scorso, Dio è intervenuto […]
    Philip Kosloski

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

Almanacco

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 29:
    • 113:
    luglio: 2019
    L M M G V S D
    « Giu    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

    Login