Migranti Sea Watch, vengono accolti dalle Chiese evangeliche. Luca Negri (Fcei): “Accoglienza e solidarietà valori imprescindibili della cultura europea”

Redazione1
di Redazione1 gennaio 11, 2019 17:13

Migranti Sea Watch, vengono accolti dalle Chiese evangeliche. Luca Negri (Fcei): “Accoglienza e solidarietà valori imprescindibili della cultura europea”

E’ terminata L’odissea in mare per i 49 immigrati a bordo della Sea Watch e della Sea Eye, che, nei prossimi giorni, saranno smistati negli otto Stati europei disponibili ad accoglierli. Per l’Italia è la Federazione delle Chiese evangeliche ad aver dato la disponibilità al ministero dell’Interno per l’accoglienza di alcuni dei profughi (una decina) della Sea-Watch che arriveranno nel nostro Paese.

“Dalla nostra esperienza sappiamo che da queste vicende possono nascere belle storie di integrazione”, racconta al Sir Luca Negro, presidente della Fcei. “Alcune persone andranno a Scicli, in Sicilia, dove la Federazione ha una struttura. Altre saranno collocate in strutture della diaconia valdese. Non abbiamo ancora deciso precisamente dove, perché prima di trasferirle vogliamo conoscere le persone e capire le esigenze”. Il tutto

Luca Negro

sarà realizzato “senza oneri dello Stato ma grazie all’8xmille della Chiesa valdese e con la solidarietà internazionale delle nostre Chiese”.                      
Le persone che ci vengono affidate saranno Una decina della Sea Watch. Cosa per noi importante perché crea una continuità tra il progetto dei corridoi umanitari che da anni promuoviamo insieme alla Comunità di Sant’Egidio e i salvataggi in mare. Alcuni politici hanno tentato di dire più volte: salvataggi in mare no, perché in questo modo ci si collude con i trafficanti del mare, e corridoi umanitari sì. Noi invece rispondiamo: guardate, che si tratti di corridoi umanitari o di persone salvate in mare, quello che conta è la vita umana.

E il fatto che siamo noi con la Comunità di Sant’Egidio a promuovere i corridoi umanitari, e sempre noi ad avere l’onore di accogliere queste persone naufraghe in mare, dà un senso di continuità a diverse forme di solidarietà. Per dire una parola positiva, direi che questa vicenda ha mostrato che c’è un’Italia e un’Europa della solidarietà che nonostante tutto emerge.

Le Chiese stanno cercando di dire all’Europa che valori come l’accoglienza, la solidarietà, l’amore per lo straniero sono imprescindibili della nostra cultura europea. E, quindi, è inutile sbandierare le radici cristiane del nostro continente se poi si respingono in mare degli esseri umani. Ho trovato molto forte il contrasto in questo periodo di Natale tra la retorica cristiana del presepe e la realtà dei migranti in mare. Lo straniero, per noi cristiani, è il Cristo che bussa alle nostre porte. Il

riferimento è il Vangelo di Matteo 25: “Ero straniero e mi avete accolto”.

Per il futuro ci immaginiamo un’Europa che sia effettivamente protagonista. Non è possibile lasciare ai singoli Stati la responsabilità di gestire questa situazione. Questo rimbalzo continuo di responsabilità non può continuare. Noi crediamo, quindi, che bisogna puntare a una soluzione su piano europeo. Questo è il futuro. Non ci sarà soluzione se non con un accordo e una progettualità comune di tutti i Paesi dell’Unione europea.

 

 

 

 

Redazione da A. di I.

Redazione1
di Redazione1 gennaio 11, 2019 17:13


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Tre barzellette sulla vita religiosa
    Un benedettino, un domenicano, un francescano e un gesuita sono in ritiro spirituale nello stesso luogo… Domenicani, Francescani, Benedettini, Gesuiti, Carmelitani, Clarisse Povere… Nella Chiesa ci sono innumerevoli ordini e congregazioni religiose. Si dice che Dio stesso non sia in grado di conoscere il numero esatto delle congregazioni femminili sulla Terra. Ogni ordine ha una […]
    Rachel Molinatti
  • Gli archeologi scoprono una delle chiese cristiane più antiche
    Il ritrovamento di una basilica in Etiopia solleva domande su quando sia avvenuta la diffusione del cristianesimo nella zona Gli archeologi hanno scoperto di recente la più antica chiesa cristiana nota nell’Africa sub-sahariana, in una zona dell’Etiopia che una volta ospitava l’impero axumita. Il ritrovamento di un’antica basilica, costruita verso l’epoca in cui Costantino legalizzò […]
    John Burger
  • Avete paura di andare a confessarvi? Recitate questa preghiera per avere coraggio!
    Chiedete a Dio di portare luce nell’oscurità perché vi aiuti ad accostarvi al sacramento della sua misericordia Andare a confessarsi non è sempre facile. Spesso l’imbarazzo o la vergogna per i osntri peccati ci impediscono di andare da un sacerdote a chiedere la misericordia di Dio. La Confessione, però, è un gran bene per l’anima, […]
    Philip Kosloski
  • “Padre, mi battezzi perché voglio vivere!”, un racconto di amore e conversione in Venezuela
    Questa la richiesta di un giovane che stava per morire in un ospedale di Caracas All’inizio dell’Avvento – periodo di attesa –, un gruppo di volontari, accompagnati da un giovane sacerdote, visitava un noto ospedale della capitale venezuelana, Caracas. È un gruppo composto dai genitori degli allievi di una scuola agostiniana – venezuelani di origine […]
    Macky Arenas
  • “Il pianto di Gesù”. La storia del canto di Natale “Tu scendi dalle stelle” (VIDEO)
    Ad idearlo fu Sant’Alfonso ed un tenerissimo monologo del Santo ma, nelle sue intenzioni, dovrebbe esserlo di ogni anima con Gesù, il “Creatore del mondo” Tu scendi dalle stelle, il più famoso dei cantici natalizi italiani, fu composto nel 1754 a Nola (Napoli) o, secondo altre fonti, a Deliceto (Foggia). Testo e musica furono opera […]
    don Marcello Stanzione
  • #XmasFacts: “che cosa siete andati a vedere nel deserto?”
    Quindicesima puntata di una produzione di Cube Radio dello IUSVE, che uscirà tutti i giorni fino a Natale In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: […]
    IUSVE Cube Radio
  • Il cardinale organizza l’asta e raccoglie 125mila anche grazie al Papa e Mattarella
    Il porporato di Napoli Crescenzio Sepe in campo per potenziare gli ospedali pediatrici: con questo evento facciamo catechesi a tutta la città Il sombrero di Papa Francesco, la teiera del capo dello Stato Sergio Mattarella, una coppa in vetro murano della presidente del Senato Casellati, una scultura di Salvador Dalì (ceduta dal console di Bulgaria […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Il Vaticano promuove Greta Thunberg: è in campo per difendere il Creato
    Il cardinale Turkson, Prefetto del dicastero vaticano per la promozione dello Sviluppo umano integrale, sostiene la linea dell’attivista: chiede coerenza e impegno per l’ambiente La giovane attivista Greta Thunberg, che ha conquistato la copertina del Time come persona dell’anno per il suo impegno a favore dell’ambiente, è una «grande testimone» per la salvaguardia della “casa […]
    Gelsomino Del Guercio
  • La Perdonanza Celestiniana è Patrimonio Unesco. E voi la conoscete? (VIDEO)
    L’evento, che quest’anno ha celebrato a L’Aquila la sua 725 edizione, è precursore del primo Giubileo istituito da papa Bonifacio VIII nel 130 La Perdonanza Celestiniana (“The Celestinian Forgiveness”) è stata ufficialmente iscritta nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale immateriale dell’Unesco dopo il parere favorevole espresso dal Comitato intergovernativo a Bogotà (Colombia). La candidatura, sostenuta […]
    Gelsomino Del Guercio
  • #XmasFacts: “anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire”
    Quattordicesima puntata di una produzione di Cube Radio dello IUSVE, che uscirà tutti i giorni fino a Natale Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?». Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto […]
    IUSVE Cube Radio

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 200:
    • 170:
    dicembre: 2019
    L M M G V S D
    « Nov    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Login