Migranti Sea Watch, vengono accolti dalle Chiese evangeliche. Luca Negri (Fcei): “Accoglienza e solidarietà valori imprescindibili della cultura europea”

Redazione1
di Redazione1 gennaio 11, 2019 17:13

Migranti Sea Watch, vengono accolti dalle Chiese evangeliche. Luca Negri (Fcei): “Accoglienza e solidarietà valori imprescindibili della cultura europea”

E’ terminata L’odissea in mare per i 49 immigrati a bordo della Sea Watch e della Sea Eye, che, nei prossimi giorni, saranno smistati negli otto Stati europei disponibili ad accoglierli. Per l’Italia è la Federazione delle Chiese evangeliche ad aver dato la disponibilità al ministero dell’Interno per l’accoglienza di alcuni dei profughi (una decina) della Sea-Watch che arriveranno nel nostro Paese.

“Dalla nostra esperienza sappiamo che da queste vicende possono nascere belle storie di integrazione”, racconta al Sir Luca Negro, presidente della Fcei. “Alcune persone andranno a Scicli, in Sicilia, dove la Federazione ha una struttura. Altre saranno collocate in strutture della diaconia valdese. Non abbiamo ancora deciso precisamente dove, perché prima di trasferirle vogliamo conoscere le persone e capire le esigenze”. Il tutto

Luca Negro

sarà realizzato “senza oneri dello Stato ma grazie all’8xmille della Chiesa valdese e con la solidarietà internazionale delle nostre Chiese”.                      
Le persone che ci vengono affidate saranno Una decina della Sea Watch. Cosa per noi importante perché crea una continuità tra il progetto dei corridoi umanitari che da anni promuoviamo insieme alla Comunità di Sant’Egidio e i salvataggi in mare. Alcuni politici hanno tentato di dire più volte: salvataggi in mare no, perché in questo modo ci si collude con i trafficanti del mare, e corridoi umanitari sì. Noi invece rispondiamo: guardate, che si tratti di corridoi umanitari o di persone salvate in mare, quello che conta è la vita umana.

E il fatto che siamo noi con la Comunità di Sant’Egidio a promuovere i corridoi umanitari, e sempre noi ad avere l’onore di accogliere queste persone naufraghe in mare, dà un senso di continuità a diverse forme di solidarietà. Per dire una parola positiva, direi che questa vicenda ha mostrato che c’è un’Italia e un’Europa della solidarietà che nonostante tutto emerge.

Le Chiese stanno cercando di dire all’Europa che valori come l’accoglienza, la solidarietà, l’amore per lo straniero sono imprescindibili della nostra cultura europea. E, quindi, è inutile sbandierare le radici cristiane del nostro continente se poi si respingono in mare degli esseri umani. Ho trovato molto forte il contrasto in questo periodo di Natale tra la retorica cristiana del presepe e la realtà dei migranti in mare. Lo straniero, per noi cristiani, è il Cristo che bussa alle nostre porte. Il

riferimento è il Vangelo di Matteo 25: “Ero straniero e mi avete accolto”.

Per il futuro ci immaginiamo un’Europa che sia effettivamente protagonista. Non è possibile lasciare ai singoli Stati la responsabilità di gestire questa situazione. Questo rimbalzo continuo di responsabilità non può continuare. Noi crediamo, quindi, che bisogna puntare a una soluzione su piano europeo. Questo è il futuro. Non ci sarà soluzione se non con un accordo e una progettualità comune di tutti i Paesi dell’Unione europea.

 

 

 

 

Redazione da A. di I.

Redazione1
di Redazione1 gennaio 11, 2019 17:13


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Le reti sociali diffondono presunti “segni visti nel cielo” durante la pandemia
    Le nuvole e il sole stanno simboleggiando qualche messaggio divino attraverso immagini impressionanti viste e condivise? Alcune fotografie condivise sulle reti sociali stanno richiamando l’attenzione di molti in questo momento di pandemia di Covid-19. Le immagini diffuse mostrano fenomeni visivi relativi alla forma delle nuvole e alle manifestazioni della luce del sole. Insieme alle immagini […]
    Aleteia
  • Maria cosparge di profumo i piedi di Gesù: l’amore vero sembra sempre uno spreco!
    Non si può capire nulla del messaggio di Gesù se si continua ragionare solo nell’ottica dell’utile. L’amore per sua natura è “inutile” cioè “gratuito”. Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Làzzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui fecero per lui una cena: Marta serviva e Làzzaro era […]
    Luigi Maria Epicoco
  • Rinunciamo per ora alla confessione, chiediamo nel cuore il perdono di Dio
    Ognuno di noi può chiedere il perdono di Dio nel proprio cuore, se non c’è la possibilità di confessarsi, con il proposito di farlo appena possibile. Una norma del Catechismo a cui la Chiesa ci invita a fare riferimento in questi giorni di pandemia. Il Papa ha ricordato, qualche giorno fa, che ognuno di noi […]
    Toscana Oggi
  • San Rocco sfila insieme al prete, nelle strade vuote, per proteggere Serra Riccò
    Il paesino in provincia di Genova si affida ad una processione in solitaria con il santo che si invoca contro le epidemie. Iniziative anche in provincia di Alessandria, e a Noci, nel barese Originale iniziativa del giovane parroco di alcune comunità sulle alture di Serra Riccò, in provincia di Genova. In occasione della domenica delle […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Nonna Ada ce la fa! A 104 anni sconfigge il coronavirus e torna a recitare il suo Rosario
    Appena guarita, tra le prime cose che ha fatto questa super nonnina dalla grandissima fede, è stata la preghiera alla Madonna! A 104 anni, dopo due guerre, ha superato anche la battaglia contro il coronavirus. Ed è una delle più anziane sopravvissute al mondo a questa pandemia. La sua storia è ancora più eccezionale poiché […]
    Gelsomino Del Guercio
  • 11 gioie nascoste della quarantena
    E non riguarda solo il fatto di stare tutto il giorno in pigiama! Molti sono ormai da giorni chiusi in casa per rispettare le misure di contenimento del contagio del COVID-19, e anch’io sono da tre settimane in isolamento nel mio appartamento con quattro figli tra i 12 e i 21 anni. È un’esperienza che […]
    Cerith Gardiner
  • La levitazione di Suor Candida di Gesù, trattenuta in aria dal suo angelo
    Un fenomeno straordinario per la santa spagnola, canonizzata da Benedetto XVI, riportato nelle testimonianze del suo processo di canonizzazione Juana Cipitria y Barriola nacque in Spagna a Berrospe il 31 maggio1845 e morì il 9 agosto1912 a Salamanca, fondatrice sotto il nome di Candida Maria di Gesù della congregazione delle Figlie di Gesù di Salamanca. […]
    don Marcello Stanzione
  • L’Angelus della domenica delle Palme. Il Papa: Stringiamoci spiritualmente a chi soffre
    Cari fratelli e sorelle, prima di concludere questa celebrazione, desidero salutare quanti vi hanno preso parte attraverso i mezzi di comunicazione sociale. In particolare, il mio pensiero va ai giovani di tutto il mondo, che vivono in maniera inedita, a livello diocesano, l’odierna Giornata Mondiale della Gioventù. Oggi era previsto il passaggio della Croce dai […]
    Aleteia
  • Omelia di Papa Francesco per la Domenica delle Palme
    “Davanti a Dio che ci serve fino a dare la vita, chiediamo la grazia di vivere per servire” Pubblichiamo di seguito l’omelia che Papa Francesco ha pronunciato in occasione della Domenica delle Palme, dopo la proclamazione della Passione del Signore secondo Matteo: * * * Gesù «svuotò se stesso, assumendo una condizione di servo» (Fil […]
    Sala Stampa della Santa Sede
  • Vivere in casa il Lunedì Santo
    Aleteia si mobilita per proporvi – col concorso della rivista Magnificat – di celebrare questo secondo giorno della Settimana Santa con una celebrazione della Parola di Dio. Indicazioni per l’uso: Se si è soli, è preferibile leggere semplicemente le letture e le orazioni della messa della domenica nel messalina e/o seguire la messa in televisione. […]
    Aleteia

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 140:
    • 268:
    aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

    Login