MESSINA – Una storia vera, nel racconto di vissuti sofferti, sentimenti contrastanti e amore incondizionato

Redazione1
di Redazione1 agosto 8, 2018 21:41

MESSINA – Una storia vera, nel racconto di vissuti sofferti, sentimenti contrastanti e amore incondizionato

 

 

Un interessante libro di Lucia Abbate! Coinvolgente, veritiero, istruttivo. Narra con linguaggio appropriato, scorrevole e schietto i momenti difficili di una vita vissuta con forte volontà di affermazione, e con una ancor più intensa e profonda spinta interiore verso la gioia di vivere. Un percorso esistenziale vario e interessante che fa riflettere positivamente sul modo di affrontare alcune di quelle vicende poco belle che la realtà riserva; da cui però è sempre possibile venire fuori, specialmente se si attinge alle risorse umane più elevate, come quelle spirituali che fanno leva sul potere dell’amore autentico, incondizionato. (A.M.)

“Cani, amore e  ipocondria”. Queste tre parole del titolo sintetizzano gli aspetti cardine su cui si muovono gli eventi principali della vita della protagonista di questo libro (“CANI, AMORE e E IPOCONDRIA” – Ed. Campanotto Narrativa; 180 pag. E. 15,00). Il tutto inserito nella cornice di una città che l’autrice conosce bene: Messina, la sua città. Di cui ci fornisce un interessante spaccato storico-culturale riferito agli anni Cinquanta/Sessanta, con l’immancabile sfondo affascinante e unico dello Stretto.

Attraverso la storia di Lavinia, Lucia Abbate, professore associato di Linguistica presso l’Università degli studi di Messina, tratta il tema della comunicazione tra l’uomo e l’animale, nello specifico tra l’uomo e il cane, basata ovviamente sul linguaggio non verbale e sul sentimento che ne è il contenuto fondamentale.

L’autrice, in questo suo libro, mostra quanto tale rapporto uomo-animale sia importante per gli effetti benefici che produce, poiché, a riprova di quanto sostiene la “pet-therapy”, si rivela un sussidio validissimo nel superamento di momenti critici della nostra vita, oltre che di angosce e stati depressivi. Lavinia, infatti, riesce ad affrontare la crisi coniugale e la successiva separazione, con l’inevitabile conseguente reazione depressiva, grazie all’aiuto di Gioia, il suo primo cane. Attraverso la mediazione di Gioia, la protagonista, poi, riesce a distogliere la sua attenzione dai suoi malesseri e dalle sue paure immaginarie, ad avere più fiducia in se stessa, a non considerarsi più tanto fragile e indifesa. In altri termini, riesce ad imparare a gestire molto meglio la sua ipocondria.

Non solo, ma l’amore che un cane, o qualsiasi animale, ci dona è importante anche perché stimola a riflettere sull’amore, su come dovrebbe essere questo sentimento che nelle sue varie forme è di importanza psicologica centrale nella vita umana.

“Quando sei con lui non devi darti un tono, non ti vuole più magro, meno pigro o più ricco. Con lui non devi trattenere le lacrime e nemmeno l’allegria. Ti puoi mostrare nudo o indifeso. Non gli importa se hai un colore diverso dal suo o se sei troppo colorato. Con lui non devi parlare per forza.” Così recita un noto spot pubblicitario di alimenti per cani. Infatti, nella nostra relazione con gli animali, e in particolar modo con un cane, noi possiamo essere “naturali” al 100%.  Loro ci amano così come siamo. Di un amore incondizionato, fedele, sincero, che non richiede da parte nostra maschere, finzioni o messa in atto di strategie per nascondere i nostri difetti o per apparire più interessanti, intelligenti e affascinanti ai loro occhi. Un amore che ci donano in modo quasi del tutto gratuito: infatti, non si aspettano nient’altro da noi, se non di essere amati.

Ci insegnano, dunque, come dovrebbe essere il vero amore: libero dalle sovrastrutture con cui l’uomo lo inquina, costituite da pregiudizi, pretese egoistiche, insicurezze, barriere difensive, emozioni negative, passioni distruttive. Se imparassimo ad amare così come gli animali ci amano, forse ci verrebbe anche più facile superare l’ultimo gradino per raggiungere la perfezione spirituale dell’amore cristiano: amare non solo chi ci ama, ma anche chi non ci ama, ovvero i nostri nemici. Dunque: amare senza aspettarsi nulla in cambio, neanche di essere amati.

 

Fenia Abate

Redazione1
di Redazione1 agosto 8, 2018 21:41


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Il Coro angelico dei Troni
    Alla pari dei Serafini e dei Cherubini, con i quali compongono il primo ordine, i Troni sono angeli che bruciano dell’amore di Dio e dell’intelligenza divina, così come scrive Daniele: “Il suo trono era fiamme e fuoco”. “Attorno al trono c’erano ventiquattro troni su cui stavano seduti ventiquattro anziani vestiti di vesti bianche e con […]
    don Marcello Stanzione
  • Un cavallo al posto di Gesù. Il vescovo: niente benedizione al “drappellone” del Palio di Siena
    L'animale, simbolo del Palio, è in braccio a  Maria. Un'immagine... tutt'altro che cristiana! Ed è scontro con il sindaco«E’ un’opera d’arte moderna ma non rispetta i caratteri della cultura mariana e per questo benedico la città, ma non il drappellone».  Così l’arcivescovo di Siena Antonio Buoncristiani, durante la cerimonia dell’offerta dei ceri e dei “censi” […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Genova. Mamma insieme alla figlia sotto le macerie: “Non prendete me, salvate lei!” (VIDEO)
    Marina ha tenuto stretta la mano di sua figlia sotto le macerie ed è grazie a questo gesto di tenerezza e d'amore che i Vigili del Fuoco sono riusciti a salvare la ragazza“C’è mia figlia Camilla, tiratela fuori!” Questo è il grido disperato di mamma Marina sommersa dalle macerie insieme alla figlia dopo il crollo […]
    Silvia Lucchetti
  • Global warming e fake news sull’anno Mille: essere cattolici non significa essere climatoscettici
    Non esiste riscaldamento globale. Anzi, forse esiste ma non ci farà niente: ne abbiamo già visti altri, ad esempio i tre secoli di “POM”… Girano online questa e altre amenità per minimizzare il dato del riscaldamento globale (e poter quindi nicchiare sulle responsabilità antropiche). Degli studiosi di medioevo hanno simpaticamente illustrato una dettagliata smentita, che […]
    Giovanni Marcotullio
  • La Chiesa che piace a Papa Francesco: in Irlanda visiterà un Centro per i senzatetto
    Blitz nel pomeriggio del 25 agosto. Ogni giorno la struttura sforna 700 pasti per i poveri di Dublino e migliaia di visite gratuite e assistenza ai bambini homelessCi sarà una tappa molto speciale nella visita pastorale di Papa Francesco a Dublino, in Irlanda, prevista il 25 e 26 agosto in occasione del “Festival delle famiglie“. […]
    Gelsomino Del Guercio
  • La vergogna dei 301 preti pedofili in Pennsylvania. Nel mirino anche i vescovi insabbiatori
    Una triste storia che scuote gli Stati Uniti. Il Vaticano: abusi riprovevoli1356 pagine di pura vergogna. Quasi 70 anni, 1000 vittime, 301 preti coinvolti. Una parte della Chiesa malata continua a far danni. Al centro delle cronache, dopo la triste vicenda del Cile, ancora una volta gli abusi sessuali del clero sui bambini. Lo scandalo della […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Una sorpresa recapitata direttamente da Dio (VIDEO)
    Nessuno si aspettava di trovare dietro un telo nero un capolavoro così prezioso ...Cosa sarà? Un gruppo di persone viene invitato ad ammirare un’opera d’arte nascosta dietro un telo nero. Ciascuno, a turno, entra e si siede di fronte al misterioso capolavoro in attesa che cali il sipario. Vang Gogh? Monet? Una fotografia meravigliosa? L’attesa […]
    Annalisa Teggi
  • Alla ricerca del tempo perduto: i benefici dello slow life style
    Prendersi del tempo non significa perdere del tempo. Il fatto che i movimenti slow emergano testimoniano una vera volontà di rinsaldare i vincoli con la semplicità, di essere attenti a sé e agli altri e, in ultima analisi, di passare dal versante materiale a quello spirituale della vita.Nel 2011 usciva Time Out, film americano di […]
    Axelle Partaix
  • Quante volte ci siamo illlusi che qualcosa e non Qualcuno potesse regalarci la felicità?
    "Questo desiderio di felicità ce l’ha messo Lui nel cuore, e solo Lui può colmarlo, ma allora perché non lo fa e basta, invece di lasciarci questa libertà a causa della quale la maggior parte delle volte andiamo a sbattere contro un muro, e ci facciamo anche male?"di Anna Mazzitelli È un bel po’ che […]
    Piovono Miracoli
  • Frérè Roger di Taizé, preghiera e riconciliazione per i giovani
    Il 16 agosto 2005, durante la preghiera serale, frérè Roger Schutz, fondatore della comunità ecumenica di Taizé, veniva ucciso da una squilibrata. Le sue parole ai giovani: fate una vita semplice e costruite comunione“Canterò in eterno la misericordia del Signore”. Dodicimila cuori nella chiesa della Riconciliazione di Taizé, e milioni, uniti spiritualmente a loro, pregavano […]
    Vatican News

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

Almanacco

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 30:
    • 154:
    agosto: 2018
    L M M G V S D
    « Lug    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  

    Login