In un Paese in crisi diviso e confuso, i cristiani cosa fanno per dare aiuto?

Redazione1
di Redazione1 giugno 11, 2018 17:15

In un Paese in crisi diviso e confuso, i cristiani cosa fanno per dare aiuto?

Nei momenti difficili che il nostro Paese sta attraversando, tra fermenti e tensioni diffusi nelle varie forze politiche e sociali in crisi di identità, da più parti viene sollecitata una necessaria assunzione di responsabilità del laicato cattolico. Il card.Bassetti: cristiani “assenti o latitanti” rischiano “irrilevanza”.

In tempi difficili come quelli che il nostro Paese sta vivendo per i postumi di una crisi durissima, in cui alle difficoltà dell’economia si unisce il travaglio della fine di un ciclo politico, l’affievolirsi della capacità di affrontare i problemi, con un vistoso limite culturale nel proporre soluzioni valide ai numerosi problemi che gravano sulla nostra società, sono diversi coloro che si domandano: “ma i cristiani che fine hanno fatto?” Oppure, qualcun altro in modo più direttamente autoreferenziale: “dove siamo noi adulti cristiani per aiutare oggi?”.

Per cui, di fronte a tanti fermenti e tensioni diffusi nelle varie forze politiche e sociali e alle conseguenze che è facile immaginare per il futuro, come altre volte nella storia, in questo momento difficile si registra, da più parti, un affiorare di riflessioni sulla necessità di una assunzione di responsabilità del laicato cattolico.

Sotto questo profilo, un interrogativo che si ispira alle esortazioni evangeliche ci sembra particolarmente significativo: “Come ci stiamo attivando perché possiamo essere protagonisti della nostra storia nel rispetto delle relazioni intergenerazionali? Dove siamo noi cristiani oggi, per costruire con tutti gli uomini e le donne di buona volontà, al di là della diversità e nel rispetto reciproco, un mondo di giustizia e di pace, rispettoso di ogni persona e del creato?”  Perciò non si può tralasciare di pensare che inevitabilmente “il vuoto lasciato nella società dai cristiani oggi ci interpella…”.

In questo emergere di riflessioni e interrogativi, ovviamente, assumono particolare importanza le considerazioni espresse di recente dal cardinale Gualtiero Bassetti – arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, – che intervenendo all’incontro “Preghiera per l’Italia” promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, ha usato toni decisi

sull’idea di fondo secondo cui “ci vuole una svolta per cominciare a lavorare insieme con  senso di responsabilità nelle parole e nei fatti, per ritessere tessuto umano in nome della pace civile e sociale”.

Entrando nel vivo dell’interessante argomento, Bassetti si è soffermato a spiegare che in un momento così serio della nostra storia, i cristiani non possono essere assenti o latitanti, con i loro valori, anzi – come diceva Paolo VI – quali esperti di umanità hanno una particolare responsabilità”. Ha affermato inoltre che disertare quel servizio al bene comune, che è fare politica in democrazia, si rischierebbe l’irrilevanza. “Non davanti agli uomini, ma soprattutto davanti al Signore”.

Anche perché “far luce non è dominare, ma nemmeno nascondersi sotto il moggio; per cui “e’ venuto il momento, come ho detto recentemente, di avviare nuovi processi, senza preoccuparsi di occupare spazi di potere, in cui i giovani – soprattutto i giovani – si sentano chiamati ad assumersi nuove responsabilità e ad elaborare nuove ‘idee ricostruttive’ per la democrazia del nostro Paese.

A tal proposito, Bassetti si è detto convinto che “le energie morali di questo Paese sono ancora tante e tantissimi siano i talenti, forse inespressi, forse nascosti, che necessitano di essere valorizzati”. “Preghiamo per l’Italia, perché lo Spirito del Signore soffi nel cuore dei responsabili e degli italiani, affinché s’impegnino per il bene comune, in particolare per le fasce più povere della popolazione – ha continuato Bassetti – memori che l’Italia – per la sua storia e la sua collocazione geografica in Europa e nel Mediterraneo – ha una particolare vocazione e una sua responsabilità. Possa essere il nostro Paese una vera madre per tutti i suoi cittadini e una presenza di pace e di soccorso nel mondo!”.

“È eticamente doveroso lavorare per il bene comune dell’Italia senza partigianeria, con carità e responsabilità, senza soffiare sul fuoco della frustrazione e della rabbia sociale”, ha ribadito il cardinale: “Che tutte le forze politiche, gli operatori della comunicazione, i responsabili a qualunque titolo non badino all’interesse immediato e di parte!”. “La conclusione di un periodo difficile, richiama tutti a un senso di responsabilità nelle parole e nei fatti, sempre tenendo conto del rispetto delle persone e del bene comune”.

 

 

 

Redazione da sito di informazione

 

Redazione1
di Redazione1 giugno 11, 2018 17:15


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Conoscete la Vergine della O?
    E la parola segreta nascosta in alcune antiche preghiere dell'ultima settimana d'Avvento?Quando qualcuno è sorpreso esclama “Oh!” Questa interiezione è stata scelta da chi parla spagnolo come invocazione per una Vergine ammirata per il mistero di un Dio che si fa uomo. “Maria della O” è uno dei nomi con cui viene chiamata la Vergine […]
    Aleteia
  • Un messaggio che fa riflettere scritto sulla porta di un paziente con demenza senile
    Un pastore dice che la seconda forza più potente nell'universo è la storiaBill Mead ha trascorso tutta la vita servendo gli altri – la sua famiglia, il suo Paese, la sua Chiesa. Nato in povertà, ha lavorato sodo, ha studiato, è entrato in Marina e in seguito è diventato pastore. Alla fine gli è stata […]
    Zoe Romanowsky
  • Come dare ai nostri piccoli atti quotidiani un valore di eternità?
    Un giorno, mentre ero in preghiera – tempo propizio per conversare con Dio, dal quale ci si sa amati – interrogavo il Signore perché mi mostrasse a che cosa assomigliano gli atti che poniamo nel corso della nostra giornata.Tutta la nostra vita consiste nel porre degli atti, è il segno stesso del nostro essere vivi. […]
    Alain Noël
  • Calendari, Erode, Magi… indovinare la data della nascita di Gesù è un rompicapo
    Il 4 a.C. sarebbe stato un anno assai impegnato, ma in realtà non è del tutto veroIndovinare i tempi biblici in cui si sono svolti gli eventi relativi a Betlemme e alla nascita di Gesù, il re Erode il Grande e l’omaggio dei Magi al Bambino Gesù come si legge nel Vangelo di San Matteo […]
    Russell E. Saltzman
  • La pedalata dei Babbi Natale che portano regali e offerte ai bambini malati oncologici (VIDEO)
    Il centro di Roma da alcuni anni vede la biciclettata dei Babbi Natale che riempiono di allegria e doni i piccoli pazienti e le loro famiglieUno squadrone di Babbi Natale in bicicletta ha invaso le vie del centro di Roma per andare a portare doni, offerte in denaro, sorrisi ai bambini onco-ematologici della casa famiglia […]
    Silvia Lucchetti
  • E se nessuno mi regala niente questo Natale?
    Il video che tutti dovremmo vedere ogni giornodi Rafael Pérez del Solar Tra i ricordi più belli dei Natali di quando ero bambino ci sono le cene tutti insieme, in famiglia (mio nonno era bravissimo a cucinare!) Ci riunivamo intorno a una grande tavola con zii, cugini e nonni. Era bellissimo anche quando pregavamo intorno […]
    Catholic Link
  • Quel che Giovanni Paolo II ci ha lasciato sui valori essenziali della vita
    Per trovare risposte alle diverse sfide della quotidianità, niente è come lasciarsi guidare dalla grande sapienza di san Giovanni Paolo II.La sapienza di Giovanni Paolo II va oltre il tempo. Rischiara il nostro quotidiano e si estende a numerosi argomenti contemporanei che il Papa polacco non ha mai eluso per tutto il corso del suo […]
    Marzena Wilkanowicz-Devoud
  • Il vostro Natale non sarà completo senza questo video straordinario
    di Gabriel Motoa Una delle cose che mi piacciono di più nel periodo natalizio è ascoltare e cantare i canti tipici del periodo. Ogni mattina di dicembre, mio padre sintonizza fin dalle prime ore del giorno emittenti radiofoniche che trasmettono queste canzoni, e da che mi ricordo mi rallegra molto iniziare ogni giorno del mese […]
    Catholic Link
  • Rissa tra mamme alla recita di Natale in una scuola elementare a Gela (VIDEO)
    Quando si dice che l'esempio è la più alta forma di educazione! Conviene correre ai ripari, o almeno a distanza di sicurezza da queste due manesche signore. Signore...Questi giorni, che dovrebbero essere scanditi dalla Novena di Natale non meno che dalla corsa ai regali che cerchiamo di non rendere troppo concitata, sono segnati anche per genitori e nonni dal susseguirsi di recite, concerti, saggi scolastici... […]
    Paola Belletti
  • L’allarme dei ricercatori: la metà dei Paesi del mondo sta scomparendo
    Il calo della fertilità può mettere a rischio la continuità della razza umanaI ricercatori si sono trovati di fronte a una “grande sorpresa” per quanto riguarda i dati demografici mondiali. Uno studio senza precedenti sulla popolazione mondiale ha rivelato che la metà dei Paesi del mondo è crollata al di sotto del tasso che può […]
    Tom Hoopes

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

Almanacco

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 21:
    • 62:
    dicembre: 2018
    L M M G V S D
    « Nov    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  

    Login