Papa Francesco: “Gaudete et Exsultate”, l’ultima esortazione apostolica sulla santità oggi

Redazione1
di Redazione1 aprile 27, 2018 00:06

Papa Francesco: “Gaudete et Exsultate”, l’ultima esortazione apostolica sulla santità oggi

Nel suo nuovo documento rivolto ai cattolici, “Gaudete et exsultate”, presentato recentemente, papa Bergoglio parla “sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo”. Si tratta della terza esortazione apostolica firmata dal papa dopo “Amoris laetitia” sull’amore nella famiglia, del 2016 ed “Evangelii gaudium” sull’annuncio del Vangelo nel mondo attuale, del2013. A questi documenti si aggiungono le due encicliche “Laudato si’”, del 2015, e “Lumen fidei”, del 2013.

Il concetto di fondo di quest’ultimo documento, che Francesco in più occasioni ha avuto modo di esprimere, è che “I santi non sono superuomini, né sono nati perfetti” ma “sono come ognuno di noi”:  persone che hanno vissuto “una vita normale” e che avendo conosciuto l’amore di Dio lo hanno “seguito con tutto il cuore, senza condizioni e ipocrisie”. Viene sottolineato anche che la gioia è il tratto distintivo dei santi, contrariamente alla “faccia da funerale” che alcuni cristiani, che non vivono bene la loro fede, mostrano spesso.

Altri concetti che papa Francesco mette in evidenza nella sua esortazione, si riferiscono al fatto che bisogna evitare di pensare che i santi siano solo quelli stampati nelle immaginette, ma ricordare sempre che i cattolici possono e debbono aspirare a essere santi. E che “per esserlo non è necessario essere vescovi, sacerdoti, religiose o religiosi” ma tutti siamo chiamati a essere santi vivendo con amore e offrendo ciascuno la propria testimonianza nelle occupazioni di ogni giorno, lì dove si trova”.

Papa Francesco suggerisce anche di guardare ai “santi della porta accanto”, nel senso di prendere esempio da coloro che osserviamo compiere il loro dovere con impegno e costanza: “genitori che crescono con amore i figli, gli uomini e le donne che lavorano per portare il pane a casa, i malati, le religiose anziane che continuano a sorridere”. O anche la signora che non parla male delle amiche, ascolta con pazienza e affetto i figli, prega quando si presenta un problema e tratta i poveri con affetto.

Richiamo fondamentale di Bergoglio, dunque è quello di “far risuonare ancora una volta la chiamata alla santità, cercando di incarnarla nel contesto attuale, con i suoi rischi, le sue sfide e le sue opportunità”. Un tema che è stato sempre a caro a papa Francesco, sintetizzabile nel concetto di “universale vocazione alla santità”, per cui «Tutti i cristiani, in quanto battezzati hanno uguale dignità davanti al Signore e sono accomunati dalla stessa vocazione che è quella alla santità». Questa, affermava il Papa, «è un dono che viene offerto a tutti, nessuno escluso, per cui costituisce il carattere distintivo di ogni cristiano».

Naturalmente la strada maestra di questo percorso essenziale e quella che passa dalle Beatitudini: «Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi».

Nel chiudere il documento Bergoglio propone cinque espressioni dell’amore rivolto a Dio e al prossimo: “sopportazione, pazienza, mansuetudine, gioia e audacia; disapprovando che i cristiani usino la violenza verbale nel web, oppure che diffondano diffamazioni e calunnie attraverso i mezzi di informazione.

Nella parte conclusiva, papa Francesco non perde l’occasione di ricordare che l’esistenza del demonio nel mondo è una realtà molto nociva da tenere presente; che il diavolo non è un mito, una rappresentazione o un’idea, ma una entità reale che  ci avvelena con l’odio, la tristezza, l’invidia e i vizi.

 

 

 

Redazione, da sito di informazione

Redazione1
di Redazione1 aprile 27, 2018 00:06


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Ho perso il lavoro, ma monetizzo spogliandomi su OnlyFans
    L’amarissima illusione di Only Fans, dove pornostar e grandi influencer guadagnano sempre di più e tante donne comuni rimaste senza lavoro si spogliano a pagamento, ma restano sul lastrico (anche umanamente). Spogliarsi a pagamento, come si chiama oggi questo mestiere? Businness in tempo di pandemia. Si può raccontarsela così, ma poi c’è sempre la realtà […]
    Annalisa Teggi
  • La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel mondo
    Credeva fermamente che il male e la violenza nel mondo si potessero sconfiggere solo con la bontà La tentazione di “rispondere al fuoco col fuoco” esiste, soprattutto quando abbiamo a che fare con violenze e ingiustizie nel mondo. San Giovanni Paolo II, però, credeva che combattere il male con altro male non avrebbe fatto che […]
    Philip Kosloski
  • Prete cattolico da dieci anni, il “già-vescovo” anglicano si racconta 
    Il 15 gennaio 2011 tre “già-vescovi” anglicani, tra cui padre Keith Newton, venivano ordinati preti da mons. Vincent Nichols, arcivescovo di Westminster (UK). Il giorno stesso, l’Ordinariato personale di Nostra Signora di Walsingham veniva fondato a mezzo di un decreto della Congregazione per la Dottrina della Fede, e padre Keith Newton ne veniva ordinato primo […]
    i.Media per Aleteia
  • I 5 libri più belli della settimana scelti per le donne
    Ci sono libri che arrivano a costare 700 euro a copia (ma non li valgono!). Ecco la nostra proposta, a basso costo e alto profilo 🙂 Serie TV Non sono una binge watcher (quelli che guardano episodi di serie tv uno dietro l’altro, fino a diventarne dipendenti, Ndr) e si ved; confido sempre in Google […]
    Paola Belletti
  • «”Cara” Lisa, oggi morirai con l’iniezione letale»: la lettera-choc alla condannata.
    La pena di morte è un retaggio di una mentalità basata sulla vendetta, possiamo indorare la pillola, ma resta una tragedia Una condanna a morte già eseguita; la condannata a morte si chiamava Lisa Montgmery, uccisa il 13 gennaio nel carcere dell’Indiana dopo l’ultima sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti. Pena di morte con […]
    Don Fortunato Di Noto
  • Fu una terribile epidemia a legare per sempre il maiale a sant’Antonio
    Da una grazia ricevuta nacquero gli Ospedali antoniani, durante una terribile epidemia di “fuoco sacro” in Francia. E dal maiale venne un sollievo per i malati… C’era una volta una epidemia. Che barba, eh? C’è sempre una qualche epidemia, nella Storia. Fuoco sacro Questa, però, è una epidemia strana, una di quelle che piacciono tanto […]
    Una penna spuntata
  • Stare presso la vita e presso la morte è vocazione della donna
    Il racconto di una buona, di una bella morte, avvenuta prima che scoppiasse questa pandemia che ha travolto anche il momento sacro del lutto, può insegnarci tanto sulla vita, sulla bellezza dell’obbedienza, sull’abitudine a rendere grazie, sulla vita eterna. Negli ultimi giorni la mia famiglia ha vissuto un momento importante e intenso, la morte del […]
    Teologia del corpo and more
  • 5 santi che amavano giocare a scacchi
    Queste donne e questi uomini santi erano fans del gioco già secoli fa Gli scacchi stanno vedendo aumentare la loro popolarità grazie a programmi recenti come The Queen’s Gambit di Netflix, che si è guadagnato un pubblico di milioni di spettatori. Se il gioco può richiedere la pazienza di un santo, solo pochi degli uomini […]
    Cerith Gardiner
  • San Luca era un medico?
    L’evangelista viene descritto come tale, e ha usato termini medici nel suo Vangelo San Luca, a cui è dovuta la redazione di uno dei quattro Vangeli, viene spesso indicato come santo patrono dei medici. Perché? Tradizionalmente, si crede che San Luca fosse un “dottore”, secondo la pratica della medicina greca dell’epoca. La Catholic Encyclopedia offre una breve […]
    Philip Kosloski
  • Cosa deve fare la Chiesa per rendere ancora efficace l’incontro con Cristo?
    Non deve minare la basi, ma aprire varchi nel tetto, come fanno gli amici del paralitico nel Vangelo di oggi. Per poter essere efficace non deve rinunciare alla radicalità del Vangelo ma ai contenitori in cui è abituata ad operare. Gesù entrò di nuovo a Cafàrnao, dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa […]
    Luigi Maria Epicoco

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 203:
    • 414:
    gennaio: 2021
    L M M G V S D
    « Dic    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

    Login