Papa Francesco: “Gaudete et Exsultate”, l’ultima esortazione apostolica sulla santità oggi

Redazione1
di Redazione1 aprile 27, 2018 00:06

Papa Francesco: “Gaudete et Exsultate”, l’ultima esortazione apostolica sulla santità oggi

Nel suo nuovo documento rivolto ai cattolici, “Gaudete et exsultate”, presentato recentemente, papa Bergoglio parla “sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo”. Si tratta della terza esortazione apostolica firmata dal papa dopo “Amoris laetitia” sull’amore nella famiglia, del 2016 ed “Evangelii gaudium” sull’annuncio del Vangelo nel mondo attuale, del2013. A questi documenti si aggiungono le due encicliche “Laudato si’”, del 2015, e “Lumen fidei”, del 2013.

Il concetto di fondo di quest’ultimo documento, che Francesco in più occasioni ha avuto modo di esprimere, è che “I santi non sono superuomini, né sono nati perfetti” ma “sono come ognuno di noi”:  persone che hanno vissuto “una vita normale” e che avendo conosciuto l’amore di Dio lo hanno “seguito con tutto il cuore, senza condizioni e ipocrisie”. Viene sottolineato anche che la gioia è il tratto distintivo dei santi, contrariamente alla “faccia da funerale” che alcuni cristiani, che non vivono bene la loro fede, mostrano spesso.

Altri concetti che papa Francesco mette in evidenza nella sua esortazione, si riferiscono al fatto che bisogna evitare di pensare che i santi siano solo quelli stampati nelle immaginette, ma ricordare sempre che i cattolici possono e debbono aspirare a essere santi. E che “per esserlo non è necessario essere vescovi, sacerdoti, religiose o religiosi” ma tutti siamo chiamati a essere santi vivendo con amore e offrendo ciascuno la propria testimonianza nelle occupazioni di ogni giorno, lì dove si trova”.

Papa Francesco suggerisce anche di guardare ai “santi della porta accanto”, nel senso di prendere esempio da coloro che osserviamo compiere il loro dovere con impegno e costanza: “genitori che crescono con amore i figli, gli uomini e le donne che lavorano per portare il pane a casa, i malati, le religiose anziane che continuano a sorridere”. O anche la signora che non parla male delle amiche, ascolta con pazienza e affetto i figli, prega quando si presenta un problema e tratta i poveri con affetto.

Richiamo fondamentale di Bergoglio, dunque è quello di “far risuonare ancora una volta la chiamata alla santità, cercando di incarnarla nel contesto attuale, con i suoi rischi, le sue sfide e le sue opportunità”. Un tema che è stato sempre a caro a papa Francesco, sintetizzabile nel concetto di “universale vocazione alla santità”, per cui «Tutti i cristiani, in quanto battezzati hanno uguale dignità davanti al Signore e sono accomunati dalla stessa vocazione che è quella alla santità». Questa, affermava il Papa, «è un dono che viene offerto a tutti, nessuno escluso, per cui costituisce il carattere distintivo di ogni cristiano».

Naturalmente la strada maestra di questo percorso essenziale e quella che passa dalle Beatitudini: «Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi».

Nel chiudere il documento Bergoglio propone cinque espressioni dell’amore rivolto a Dio e al prossimo: “sopportazione, pazienza, mansuetudine, gioia e audacia; disapprovando che i cristiani usino la violenza verbale nel web, oppure che diffondano diffamazioni e calunnie attraverso i mezzi di informazione.

Nella parte conclusiva, papa Francesco non perde l’occasione di ricordare che l’esistenza del demonio nel mondo è una realtà molto nociva da tenere presente; che il diavolo non è un mito, una rappresentazione o un’idea, ma una entità reale che  ci avvelena con l’odio, la tristezza, l’invidia e i vizi.

 

 

 

Redazione, da sito di informazione

Redazione1
di Redazione1 aprile 27, 2018 00:06


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Un medico nel focolaio di Alzano Lombardo: nel volto dei miei colleghi la vittoria di Cristo
    Da primario di ortopedia, Luca Salvi viene catapultato nel pieno dell’emergenza coronavirus. Nuovi protocolli, nuovi assetti, tutto riconvertito per fronteggiare la richiesta crescente dovuta all’espandersi del contagio. E in questa prova la riscoperta di sè, del valore dei legami, del senso del lavoro e dell’amicizia. Dal carisma di Don Giussani una capacità di sguardo nuova […]
    Paola Belletti
  • Coronavirus: come accompagnare i più piccoli nel lutto
    Da diverse settimane, ogni giorno, i bambini si confrontano con la morte sugli schermi televisivi. Il Covid-19 ha infatti già mietuto molte vittime. Ma quando il dolore colpisce una persona molto cara, è una tragedia insopportabile. Più che per un adulto, la morte di una persona cara è devastante nella la vita di un bambino. […]
    Edifa
  • La Corona di Spine di Cristo è sopravvissuta a guerre, rivoluzioni e all’incendio di Notre-Dame
    Le spine della reliquia della Crocifissione si ritrovano in collezioni delle chiese e perfino al British Museum Un anno fa ci si è preoccupati molto per la Corona di Spine di Cristo. Quando un incendio ha quasi distrutto la cattedrale di Notre-Dame, a Parigi, è stato il primo oggetto che un sacerdote indomito è corso […]
    Lucien de Guise
  • Quello che Dio vuole da noi in questo momento è purificarci
    Come interpretare la Bibbia? Cosa dice all’uomo di oggi? Quali perle nascondono i suoi testi? Oscar García Aguado è un sacerdote di Madrid autore di due brevi opere: Aprende a manejar la Biblia. Aproximación al Antiguo Testamento e Aprende a manejar la Biblia. Para disfrutar del Nuevo Testamento. Si tratta di due libri nati da […]
    Alvaro Real
  • I santuari d’Europa per un tour virtuale di Pasqua
    Il COMECE lancia un nuovo servizio nei giorni del Triduo Pasquale per aiutare i fedeli d’Europa Nel contesto dell’attuale pandemia di Covid-19 e dell’impossibilità per molti di partecipare fisicamente alle celebrazioni e ai momenti di preghiera della Chiesa, giovedì 9 aprile 2020, pochi giorni prima di Pasqua, viene lanciato dal COMECE – l’unione delle conferenze […]
    Lucandrea Massaro
  • Vivete la Via Crucis a casa con i vostri figli
    Molti cristiani dovranno vivere il Venerdì Santo senza poter uscire di casa. Ecco consigli e idee per organizzare una Via Crucis a casa con i figli. di Christine Ponsard  Molte famiglie vivranno la Settimana Santa isolati nelle loro case e non potranno andare in chiesa. Tra tutto ciò che viene proposto in questa settimana per […]
    Edifa
  • Una meditazione del Venerdì Santo per trovare la via della santità
    Il Venerdì Santo la Chiesa commemora la Crocifissione e la Morte di Gesù sulla croce. Come il Buon Ladrone crocifisso accanto a Cristo imploriamo la Sua misericordia. di Christine Ponsard Non si può capire in cosa consiste la santità senza guardare all’unico santo canonizzato da Gesù stesso: il Buon Ladrone. Non sappiamo quasi nulla di […]
    Edifa
  • «Diaconato femminile: necessario un rapporto dinamico con la tradizione», parla Anne-Marie Pelletier
    «Non sono sicura che ci sia molto da guadagnare nel particolarizzare il ministero» di donne già al servizio della Chiesa, confida con prudenza Anne-Marie Pelletier, nominata membro della nuova Commissione di studio sul diaconato femminile appena creata da Papa Francesco. Abbiamo intervistato la teologa francese, che si rallegra di vedere che la questione viene ancora […]
    Claire Guigou
  • I 5 libri più belli della settimana scelti per le donne
    La lettura può accompagnarci a guardare quelle zone più esposte del nostro io che chiedono aiuto. Brancolare e tentennare sono i verbi che descrivono le mie giornate in quarantena con la famiglia. La fase propositiva-entusiasta del «organizzerò cose fantastiche!» è passata; pesa la fatica – oggettivamente piccola ma non insignificante – di gestire la casa, […]
    Annalisa Teggi
  • Su coronavirus e peste: Dio è con noi, non contro di noi
    La storia delle pesti ci lascia con una speranza inaspettata: in mezzo a questi mali naturali, Dio ci fa sapere che è il Signore Il 6 dicembre 1666, sulla scia dello scoppio della Morte Nera che uccise il 15% della popolazione inglese, il reverendo Josiah Hunter di York pronunciò un sermone intitolato “L’Orrore della Peste”. […]
    Gabriel Torretta, O.P.

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 208:
    • 216:
    aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

    Login