MESSINA – Celebrato il 60° di ordinazione sacerdotale di mons. Vincenzo D’Arrigo, parroco dell’Annunziata sempre dedito al bene delle anime a lui affidate

Redazione1
di Redazione1 agosto 9, 2017 23:09

MESSINA – Celebrato il 60° di ordinazione sacerdotale di mons. Vincenzo D’Arrigo, parroco dell’Annunziata sempre dedito al bene delle anime a lui affidate

Il costante impegno dedicato con carità e operosità per il bene del prossimo, che il messinese Vincenzo D’Arrigo ha profuso appassionatamente nella parrocchia dell’Annunziata seguendo il modello di Cristo, concorre con efficacia a far risaltare, rendendolo tangibile, il profondo senso di religiosità che forgia e anima l’identità di Messina. 

(Gazzetta del Sud)

Un padre, un fratello, un amico, un sacerdote di strada che si è sempre posto in prima linea per il bene della sua 60° D'ArrigoR°

amata comunità, il popolo dell’Annunziata, in un territorio di confine carico di criticità, che non ha mai fatto mancare al suo pastore l’affetto e il calore di una vera famiglia. Così mons. Vincenzo D’Arrigo, classe 1930, ha ricordato il sessantesimo anniversario di ordinazione sacerdotale. Tanta gente, la sua, i confratelli sacerdoti, gli operatori pastorali e poi gli amici di sempre, i familiari e le autorità che hanno ricordato con piacere le numerose battaglie sociali portate avanti da questo soldato di Cristo. Era il 4 agosto 1957 quando Vincenzo, a 27 anni, veniva ordinato sacerdote, insieme ad altri nove compagni, dall’arcivescovo Angelo Paino, nel cortile del Seminario Arcivescovile. Dopo alcuni anni da vice parroco prima a S. Pier Niceto e poi a S. Caterina V.M., il 10 ottobre 1965 riceve la nomina a parroco della comunità Maria SS. Annunziata. Nel 2005 Papa Benedetto XVI lo annunziata messinanomina Cappellano di Sua Santità e nel 2014 entra a far parte del Capitolo della Cattedrale come Canonico. Una messa semplice, presieduta domenica 6 agosto da mons. Giovanni Accolla nel piazzale dell’istituto delle suore del Divino Zelo (dove è stato per tanti anni cappellano), con i ricordi di chi questo sacerdote ha avuto la gioia di affiancarlo negli anni. Tra i presenti, il presidente dell’ARS Giovanni Ardizzone, l’ex onorevole Luciano Ordile, il presidente della quinta circoscrizione Santino Morabito, l’architetto Nino Principato. E poi alcuni sacerdoti amici, da padre Antonio Sofia parroco di S. Eustochia – alla quale mons. D’Arrigo ha sempre guardato come modello di vocazione – a don Giovanni Ferrari, suo collaboratore negli ultimi anni, a padre Alessandro Marzullo parroco di Bisconte, che nei quattro anni vissuti all’Annunziata come vice parroco ha imparato da lui “la bellezza della vita sacerdotale”. Nell’omelia, mons. Accolla ha sottolineato la bellezza dello stupore della vocazione che ogni sacerdote deve trasmettere alla propria gente, anche dopo un ministero lungo sessant’anni. “Lo stupore – ha detto – passa attraverso le cose piccole e indifese, attraverso la sofferenza quotidiana che condividiamo con i fratelli e la costante donazione di sé. Oggi, dinanzi a una cultura dell’appiattimento, per la quale spesso attribuiamo anche ai simboli sacri un valore che non corrisponde a una vera testimonianza, il ministero sacerdotale ha qualcosa di nuovo Mons. D'Arrigoe bello da dire, stupendo anche chi non è più capace di farlo”. Questo, come altri anniversari sono segno, ha detto il Presule, della bellezza di un presbiterio – quello messinese – che ha saputo donare alla comunità ecclesiale le proprie fatiche. E di fatiche mons. D’Arrigo ne ha sopportate tante e tante le battaglie portate avanti con le istituzioni: dallo smantellamento delle baracche del villaggio Matteotti, al ritrovamento dei corpi della famiglia Carità morta nell’alluvione del 27 settembre 1998, alle opere di misericordia verso coloro i quali si fermavano in fondo a quella piccola chiesa parrocchiale, sempre aperta in segno di costante accoglienza. Di Mons. D’Arrigo i messinesi ricordano il vigore e il fervore del suo “Viva Maria” gridato ai piedi della Vara, della quale è storico cappellano. Per lui anche gli auguri del Santo Padre, attraverso un messaggio del cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato di Papa Bergoglio. La celebrazione è stata animata dai canti della corale “Santa Maria Goretti.

 

Rachele Gerace

 

Redazione1
di Redazione1 agosto 9, 2017 23:09


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Il bambino di 6 anni che si alza presto per distribuire il caffè ai senzatetto
    Popolare tra i volontari, la maggior parte dei quali ex tossicodipendenti, il piccolo Alfie si è già guadagnato il soprannome di “Angioletto” Alfie Roncero ha 6 anni e vive a Edimburgo, in Scozia. Insieme al padre Richard, di 36 anni, si alza presto tutti i giorni con un obiettivo speciale e concreto: portare bevande calde […]
    Sempre Família
  • Paura di sposarsi? Liberi si diventa amando l’altro!
    Nella universale ricerca di libertà – che tocca ciascuno di noi – sono numerosi quelli che hanno paura di impegnarsi nel matrimonio, poiché c’è una forte confusione tra la “piccola libertà” – quella che si vuole tenere stretti a sé – e la vera libertà di darsi agli altri. È rinunciando a questa concezione depauperata […]
    Paul Habsburg
  • Quando l’amore pone davanti a una decisione difficile
    Basta anteporre il bene dell’altro al mio Giorni fa pensavo al potere dell’amore. Posso donare la vita per amore. Senza tenere niente per me, senza preservarmi. L’amore tira fuori il meglio dalla mia anima, e mi rende capace di sogni impossibile. L’amore che dono, l’amore che ricevo. Chi ama desidera la persona amata. Cerca il […]
    Carlos Padilla
  • Assassinato un parroco e suo padre in Siria. L’Isis rivendica: “Crociati eliminati”
    Il sacerdote era impegnato nella restaurazione di una chiesa nella regione di Deir ez-Zor, distrutta dai fondamentalisti nel 2014 Un prete cattolico armeno e suo padre sono stati uccisi oggi in un agguato rivendicato dal Daesh nel distretto siriano di Busayra, nella regione di Deir ez-Zor sotto controllo delle forze curdo-siriane. La zona si trova […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Perché ci preoccupiamo per cose che non accadranno mai?
    Avete paura di tutto? Di fronte a una sfida rimanete paralizzati? Vedete rischi e minacce ovunque? Preferite non agire perché non vi succeda niente di male? In genere tendiamo a proiettarci nel futuro per poter stabilire le attività che svolgeremo a breve termine. Chi vuole un posto di lavoro, ad esempio, cerca di formarsi nel […]
    María del Castillo
  • Può lo yoga aiutarci a pregare meglio?
    Alcuni cristiani pensano di poter pregare meglio grazie allo yoga, che insegna la concentrazione. Nulla di pericoloso vedono in queste tecniche orientali di meditazione. Resta tuttavia la domanda: è possibile combinare yoga e fede cristiana? Le tecniche di meditazione orientali sono molto seducenti. Esse costituiscono potenti mezzi per ritirarci dal mondo esteriore, fugace e volubile, […]
    Joseph-Marie Verlinde
  • Papa Francesco: il diavolo distrugge l’uomo perché Dio si è fatto come noi
    Papa Francesco, nell’omelia della Messa a Casa Santa Marta, analizza la Prima Lettura dal Libro della Sapienza e sottolinea che per l’invidia di Gesù che si è fatto uomo, il Grande Bugiardo ci tenta per distruggere l’umanità Il diavolo esiste e per la sua invidia per il Figlio di Dio che si è fatto uomo, […]
    Vatican News
  • “Non sei abbastanza bella per stare con lui!” … e se fossi tu a essere giudicata così?
    Keanu Reeves si è mostrato in pubblico con Alexandra Grant e sono piovuti su di lei un mare di giudizi pesanti perché è una bellezza “solo”normale. Sparlare è il verbo preferito degli invidiosi, ricordiamo loro che prediligere ciascuno è il verbo di Dio. Questo articolo aveva un’origine diversa, volevo partire da altro, poi leggendo in […]
    Stile di vita di una folle donna cattolica
  • Il messaggio che ha emozionato il Papa da parte della sorella
    Consegnata al Pontefice un’opera che rappresenta la mano di sua sorella, accompagnata da un bel messaggio Un artista plastico argentino ha regalato a Papa Francesco una scultura replica della mano sinistra di sua sorella, María Elena, che il Pontefice non vede da quando ha assunto la cattedra di Pietro, nel 2013. Gustavo Masó, che di […]
    Esteban Pittaro
  • Il “Codex Amiatinus”, il più antico manoscritto sopravvissuto della Bibbia completa in vulgata latina
    È anche considerato la copia più accurata della traduzione originale di San Girolamo Anche se non sappiamo molto di San Ceolfrido, conosciamo almeno qualche dato a lui relativo: era sicuramente l’abate anglosassone del monastero di San Paolo, in Inghilterra, ed era guardiano di Beda il Venerabile. Sappiamo anche che alla fine del VII secolo commissionò […]
    Daniel R. Esparza

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 48:
    • 181:
    novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  

    Login