Origini e significato del toponimo Giostra, rione popolare di Messina, spiegati in un interessante articolo tratto da un lavoro di ricerca

Redazione1
di Redazione1 luglio 28, 2017 17:14

Origini e significato del toponimo Giostra, rione popolare di Messina, spiegati in un interessante articolo tratto da un lavoro di ricerca

 

La nozione di identità, strettamente legata all’appartenenza culturale cui si riferisce, deve sempre essere intesa in relazione all’unicità della storia e dell’esperienza dell’individuo, o del gruppo, di cui si parla nel contesto sociale di attinenza, in un ambiente che sia ben delimitato e connotato. E’ infatti dal rapporto di interazione e conoscenza nei confronti dei propri simili e del territorio in cui si vive, che provengono i fattori adatti a sviluppare quel senso di adesione sociale che, diventando riflessivo, dà luogo all’identità collettiva. Conoscendo meglio passato  e caratteristiche delle zone che compongono l’insieme di una città, ponendo particolare attenzione a quelle periferiche, si rende più idealmente compatta, salda e proficua l’immagine simbolica che una comunità costruisce di sé, e in cui i suoi membri si identificano.

Un valido contributo culturale in questo senso ce lo dà l’articolo seguente, con il quale l’autrice – già Professore Associato di Linguistica presso il “Dipartimento di Civiltà antiche e moderne” dell’Università degli Studi di Messina – ci fornisce il  “gustoso” frutto di una sua dotta ricerca, che permette di entrare nelle pieghe nascoste di etimologie, significati e varie connessioni relativi ad un rinomato rione periferico: toponimo importante della composita e allargata identità localistica messinese.

Con questo articolo mi occuperò del toponimo Giostra, rione di giostra R °Messina, nome anche del “Torrente” e “Viale” della città. Il termine italiano giostra (giòsta), documentato dal XIV sec., nel Medioevo e nel Rinascimento indicava vari esercizi di abilità cavallereschi, in particolare un tipo di combattimento in cui due cavalieri cercavano di sbalzarsi di sella colpendosi con la lancia. In seguito ha indicato una struttura girevole attrezzata per bambini, con cavallini, seggiolini e vetture varie che girano a suon di musica;  al plurale, le giostre, indicano più genericamente il complesso dei divertimenti che fanno parte di un Luna Park.

giostra 2 R °Il termine giostra proviene dal francese antico joste – in franc. moderno joute “gara, giostra”-  dal latino iuxtāre “accostare l’un l’altro”  da iuxta “vicino”. Il torrente Giostra nel corso dei secoli ebbe varie denominazioni: Calcidicus, San Rizzo, Badiazza, S. Maria La Valle, S. Maria Scala, Ritiro, S. Michele, della Grazia, S. Maria di Gesù, S. Francesco di Paola,  S. Leone.

Il nominativo attuale del IX quartiere di Messina – che comprende anche la zona di Giostra – è ancora quello di San Leone, denominazione coniata in passato a indicare il borgo medesimo, chiamato S. Leo, in onore di Papa Leone II, nato pare proprio a Messina. pontefice per poco tempo, dal 17 agosto 682 al 3 luglio 683.

Samperi,  nella sua Iconologia, narra: << S. Leone pontefice Secondo, di questo nome fù cittadino Messinese, come affermano molti Autori e ve n’è la tradizione & i vestigi antichissimi, impero che fuori della Città, verso la parte settentrionale discosta un miglio dalla Città, v’è un’antichissima Chiesa di San Leo, ch’a dato il nome ad un popolatoGiostra 4 ° Borgo, detto S. Leo, di più v’era una nobilissima famiglia de’ Papaleoni, descendenti di questo pontefice, le cui case erano, ove si fondò poi il Monasterio di Monte Vergine, anzi v’è fama, che l’antica fontana vicino alla Marina, detta Ponteleone, ò volgarmente Pozzoleone che sia stata delle Case di questo Pontefice>>.

L’usanza rinascimentale di praticare le “giostre” era diffusa in Sicilia e anche a Messina, dove, come si deduce dalle testimonianze scritte, non mancavano i cavalieri esperti in scontri individuali o collettivi che praticavano spettacoli d’armi in recinti circolari delle campagne nei dintorni della citttà. Nel volume “Il quartiere S. Leone di Messina”  di Nino Principato, a proposito del Viale Giostra si riferisce: << dal Viale Regina Elena, salendo per il Viale Giostra, ha inizio l’omonima Contrada così denominata per i tornei cavallereschi, le Giostre, appunto, che qui si tennero sin dal XVI sec. Memorabile, fra tutte, fu la giostra del 10 settembre 1553 che si svolse con “armi di guerra” e per tre domeniche consecutive >>.(…)

Cavalieri stella 2 °Caio Domenico Gallo negli Annali della città di Messina, citando l’opera di Buonfiglio, parla di giostre, tornei e giuochi militari nella Messina del Cinquecento: Ricordiamo a Messina le attività militari dei “Cavalieri della Stella”: un ordine nobiliare, chiamato anche “Accademia”, istituito per ordine di re Filippo II nel 1596. I “Cavalieri”, detti della Stella <<per una stella gemmata che portavano in petto per divisa del loro ordine>>, addestravano cavalli, si esercitavano con le armi, promuovendo giostre e tornei, e partecipavano a imprese militari in difesa del territorio, come quelle contro i turchi, in seguito alla cui minaccia era stato costituito l’ordine, come appare negli stessi Annali: << quest’ordine militare fu dai Messinesi intrapreso e stabilito allora quando le continue minacce dell’Ottomano atterrivano la Sicilia, e l’Italia, facendosi con poderose armate vedere nei mari, e nel Canale di Sicilia>>.

Nel trattato del 1629 Il cavaliere di Antonino Ansalone, nobile messinese esperto nelle arti cavalleresche, la pratica dei tornei viene considerata  un’antichissima tradizione dell’Isola:

<< Il torneo a cavallo, d’onde derivi, lo descrive Virgilio, quando Enea trovandosi in Sicilia, dopo fatti quattro giuochi in onore dell’esequie del padre, impose ad Ascanio, che co’ giovanetti dell’età sua facesse il quinto … E perché il giuoco consiste principalmente in saper spignere e fermare a tempo il cauallo: in andare e venire di repulone, con la spada in mano, & in voltare con destrezza su la destra, per potere togliere il vantaggio della mano con sollecitudine all’auuersario>>. (…)

La denominazione di Giostra  fu  dunque data al Rione e alla Fiumara Cavalieri giostra R °messinese in ricordo delle antiche giostre, ma può essere anche sorta dall’omonimo cognome. Non è da escludere infatti che il toponimo facesse riferimento a una famiglia di cognome Giostra o Giustra – sempre collegato ai tornei – che abitava o possedeva delle case o delle proprietà in quella zona  Ed è proprio questa variante in –u- che può fare luce sulla forma più antica e popolare del nome, Giustra, poi italianizzato in Giostra.   Ggiuxt¥a, nella sua forma popolare, è entrata a far parte integrante del lessico siciliano come appellativo, in senso soprattutto dispregiativo: ggioṣṭ¥otu ( “abitante del rione di Giostra”) (…).

Lo studio dei toponimi deve essere condotto, oltre che sulla base delle testimonianze storiche, anche su quella delle indagini dialettologiche, attraverso il confronto fra la forma ufficiale dei nomi, spesso italianizzati e alterati dai cartografi, e la corrispondente voce dialettale, che  molto spesso si rivela più fedele al significato originario”.

 

Lucia Abbate

 

Redazione1
di Redazione1 luglio 28, 2017 17:14


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Cantante curato da Padre Pio afferma che il santo lo ha guidato nella registrazione questa canzone
    I proventi di “Meraviglioso” andranno alle opere della Saint Pio Foundation L’attore, poi diventato cantante, Robert Davi si è unito alla Saint Pio Foundation per produrre un brano per raccogliere fondi per l’ente caritativo. La canzone e il video che l’accompagna sono stati registrati come messaggio di pace e speranza in un’epoca in un cui […]
    J.P. Mauro
  • “Toccare di nuovo Gesù”. Riflessione di un sacerdote che invita a tornare nelle chiese
    di padre Juan Carlos Vásconez Poche ore prima della cerimonia della mia ordinazione sacerdotale, l’allora Prelato dell’Opus Dei ha ricordato a noi diaconi che ci stavamo preparando, che saremmo diventati sacerdoti soprattutto per avvicinare le anime a Dio attraverso i sacramenti. Che questo era il dono più grande che Dio aveva fatto all’umanità, rendersi presente […]
    Catholic Link
  • Foto esclusive: la festa di San Gennaro a New York torna alle sue umili origini
    Nel 94° anno del suo svolgimento, la devozione va avanti nonostante la pandemia Se le strade di New York City potessero parlare, racconterebbero mille storie di fede. Ovviamente ci sarebbero anche storie di crimini e caos, ma questa è un’altra storia. Se potessero davvero parlare, vi donerebbero storie di santi come Madre Cabrini, Elizabeth Ann […]
    Jeffrey Bruno
  • Sapersi distaccare dai propri genitori, una questione essenziale per una giovane coppia
    Anche se le due prescrizioni di lasciare e onorare i genitori possono sembrare paradossali, sono comunque molto importanti per una coppia che vuole mettere su famiglia. Ecco alcuni suggerimenti su come tagliare il cordone ombelicale con i genitori e vivere una vita di coppia serena. di Ariane Lecointre-Cloix Da bambina, Estelle era sempre “leale e […]
    Edifa
  • Eredità: come evitare il regolamento dei conti
    L’eredità spesso risveglia dei sentimenti che avremmo preferito lasciare da parte. Quando si prepara il testamento o si ereditano dei beni dai genitori, è importante assicurarsi che la divisione non si trasformi in uno battaglia. di Firenze Brière-Loth I credenti si comportano meglio degli altri quando si tratta di eredità? Frate Jean Emmanuel Ena esplora […]
    Edifa
  • Consigli astuti per avere una memoria da elefante
    Compleanni, codice della carta di credito, testi di canzoni… Per evitare dei vuoti di memoria, bisogna stimolare costantemente il cervello. Ecco qualche esercizio pratico per far funzionare i nostri neuroni quotidianamente. di Dr. Cécile Maître La memoria si consuma se non è utilizzata. Ecco qualche consiglio del dottor Cécile Maître per farla funzionare ogni giorno. […]
    Edifa
  • Santificate la vostra vita quotidiana con San Josemaría Escrivà
    Chiamato il santo patrono del quotidiano, San Josemaría era convinto che le circostanze della vita non siano un ostacolo sulla via della perfezione e del sacrificio. Ecco i cinque passi per mettere in pratica questa filosofia nella vita quotidiana. di Beatrice de La Coste Il fondatore dell’Opus Dei aveva una convinzione, presente in tutti i […]
    Edifa
  • Ogni credente ha un angelo custode a titolo di “pedagogo” o di “pastore”
    Lo dice San Basilio. Ecco cosa intende. Ma il dibattito è aperto sull’assegnazione dello spirito celeste alla nascita o dopo il Battesimo L’esistenza degli Angeli custodi è molto rassicurante per noi umani. Ma è opportuno chiedersi se ha qualche fondamento teologico, a tale riguardo una preghiera recita così: “O Santo Angelo, che Dio, per la […]
    don Marcello Stanzione
  • Prendendo precauzioni, le chiese cattoliche hanno evitato focolai di Covid, dicono i medici
    “Mantenere la distanza, indossare le mascherine e lavarsi le mani”, continuano a consigliare gli esperti in un nuovo rapporto Nella festa dell’Assunzione, il 15 agosto, molti piccoli gruppi si sono riuniti in vari punti della piazza all’esterno della cattedrale di St. Mary a San Francisco (Stati Uniti). Ogni gruppo, limitato a una dozzina di persone, […]
    John Burger
  • Cosa dice la Bibbia sul pettegolezzo e le chiacchiere?
    L’uso malevolo e distorto della lingua, al fine di procurare male a qualcuno, è condannato sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento. Ecco come Il tema del pettegolezzo, nelle sue varie forme, lo ritroviamo trasversalmente negli scritti sia dell’Antico sia del Nuovo Testamento, soprattutto nei Libri sapienziali, nei Salmi, nei Vangeli e nelle Lettere di […]
    Gelsomino Del Guercio

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

  • RnS: card. De Donatis all’Alleluja! International Web Meeting, “nulla potrà più essere come prima” 26 settembre 2020
    Una speciale iniziativa in chiave digitale, un gesto di vicinanza spirituale, un’esperienza di fraternità promosse dal Rinnovamento nello Spirito Santo (www.rinnovamento.org). Può riassumersi così l’“Alleluja! International Web Meeting”, il grande evento internazionale di preghiera e di evangelizzazione in programma oggi e domani presso la sede nazionale di Roma e rivolto agli aderenti del Movimento (in […]
  • Alla Salesiana si parla di intelligenza artificiale: impossibile lasciare sole le macchine 26 settembre 2020
    Non solo per addetti ai lavori. Anche se la complessità può a prima vista scoraggiare, l’intelligenza artificiale non è un tema riservato a una ristretta cerchia di ingegneri. A occuparsene dovrebbero essere tutti: dai filosofi ai teologi, dai giuristi ai politici, dai sociologi agli psicologi. È uno dei punti emersi al convegno promosso dalla Università […]
  • Giornata mondiale migrazioni: Migrantes, on line “Migranti press” 26 settembre 2020
    “Come Gesù Cristo costretti a fuggire: accogliere, proteggere, programmare, integrare gli sfollati interni”: questo il tema della 106ma Giornata Mondiale del Migrante e Rifugiato che si celebrerà domani, 27 settembre. La Fondazione Migrantes ha inviato a  tutte le parrocchie italiane un numero speciale della  rivista Migranti-Press per permettere alle diocesi e alla parrocchie di poter preparare adeguatamente la Giornata. Il giornale […]
  • Famiglia vincenziana: accanto ai “senzatetto” in 158 Paesi del mondo 26 settembre 2020
    “L’Alleanza della Famiglia vincenziana per i senzatetto è il nostro unico progetto comune. Pertanto, esso dev’essere promosso, esteso e introdotto nei 158 paesi dove la Famiglia vincenziana è presente affinché nessuna Congregazione o Associazione rimanga estranea a questo progetto, ma che tutte prendano parte attiva all’iniziativa in ogni angolo del mondo dove viviamo e serviamo”. […]
  • Giornata mondiale migrazioni: Sant’Egidio, domani in piazza con il Papa 26 settembre 2020
    In occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato la Comunità di Sant’Egidio si unisce alle celebrazioni che si tengono in tutto il mondo, a partire da quella con Papa Francesco in piazza San Pietro, domani, 27 settembre, a cui parteciperà con “Genti di Pace”, composto da migranti che frequentano le Scuole di Lingua […]
  • Migranti: card. Czerny, cercare “misure alternative alla detenzione” 26 settembre 2020
    “Misure alternative alla detenzione dei migranti; accesso al territorio ai richiedenti di protezione internazionale; dignità di lavoratori migranti”. Sono questi alcuni versanti su cui la Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale sta lavorando, per “aiutare il lavoro della Commissione vaticana Covid-19 e soprattutto di sostenere il magistero del […]
  • Giornata mondiale migrazioni: Caritas Internationalis, “garantire accesso incondizionato ai beni primari” 26 settembre 2020
    “Garantire agli sfollati interni l’accesso incondizionato a beni primari – come cibo e acqua – e ai servizi di base, permettendo loro di vivere una vita dignitosa, specialmente in questo periodo di pandemia di Covid-19”. E’ una delle richieste avanzate dalla Caritas Internationalis, in sintonia con Papa Francesco, in vista della Giornata mondiale del migrante […]
  • Papa Francesco: nomina David Charles Baulcombe membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze 26 settembre 2020
    Il Papa ha nominato membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze  David Charles Baulcombe, professore di Botanica presso l’Università di Cambridge. A darne notizia è oggi la Sala Stampa della Santa Sede. Il prof. Baulcombe è nato il 7 aprile 1952 a Solihull, in Gran Bretagna. Ha studiato presso le Università di Leeds ed Edimburgo, conseguendo il […]
  • Papa Francesco: nomina mons. Mamberti suo inviato a Bruxelles 26 settembre 2020
    Il Papa ha nominato il card. Dominique Mamberti, prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, suo inviato speciale a presiedere la celebrazione della Messa che si terrà il 28 novembre prossimo, nella basilica di Koekelberg a Bruxelles, in occasione del 150° anniversario di fondazione dell’Associazione Pro Petri Sede. Ne dà notizia oggi la Sala Stampa della Santa […]
  • Anno Ignaziano: card. Omella (Barcellona), “il Papa non esclude di visitare Manresa” 26 settembre 2020
    “Il Papa non esclude di visitare Manresa in occasione dell’Anno Ignaziano del 2022”. Lo ha detto il cardinale arcivescovo di Barcellona Juan José Omella alla stampa, al termine di una riunione dei vertici della Conferenza episcopale spagnola con il Santo Padre, nei giorni scorsi. “Soprattutto perché non conosce Manresa” – ha sottolineato Omella, secondo quanto […]

Commenti recenti

     

    • 107:
    • 205:
    settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Ago    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

    Login