Eventi sconvolgenti e presenza del “Maligno” nel mondo.

Redazione1
di Redazione1 aprile 2, 2017 19:18

Eventi sconvolgenti e presenza del “Maligno” nel mondo.

Le manifestazioni di  spietato terrorismo, tante orrende uccisioni di massa e perversità diffuse in varie parti della terra, associate a disumana ferocia, creano generale sgomento e fanno evidenziare la presenza nel mondo del malefico fattore diabolico.

L’orrendo attentato terroristico di Londra, seguito a quelli di Nizza, Berlino e precedenti, le altre disumane atrocità tentazione_deserto5 °dell’Isis, la diffusione di tanti atti di feroce violenza, le stragi di popolazioni inermi, le diverse forme di cattiveria delinquenziale: un coacervo di fatti sconvolgenti che fanno percepire la presenza sulla terra di un “male” distruttivo, dilagante e inarrestabile. Un male che va intaccando anche le fasce dei giovanissimi: “baby gang” malavitose, pornografia minorile, pedofilia, droga. Insomma, una marea montante di manifestazioni perverse, che spinge a pensare all’azione malefica di quella entità diabolica, di cui il cristianesimo segnala da sempre la presenza nel mondo.

Nella concezione cristiana, come sappiamo, il Diavolo è ritenuto una reale entità, misteriosa e potente, che fornisce all’origine e alla natura del male sulla terra una causalità effettiva ed efficace: quella data da una creatura (un angelo caduto) divenuta malvagia per essersi ribellata a Dio, la cui esistenza è rivelata Bibbia R °soprattutto da Sacra Scrittura, Patristica, Tradizione e, nel Vangelo, da Gesù Cristo stesso che la chiama Satana (l’avversario), il principe delle tenebre. Dunque, una raffigurazione di un essere spirituale invisibile e profondamente cattivo che opera per propagare il male nel mondo.

Tale verità di fede, però, fondata su una entità così misteriosa, invisibile e indimostrabile, non è certo facile da credere in una società in cui dominano razionalità, realtà tangibili e pragmatismo scientifico-tecnologico. Per cui tende a prevalere un generale scetticismo – da cui non sono esenti anche parecchi credenti – verso un’entità da molti ritenuta inesistente e, fra l’altro, negata da presunti illuminati rappresentanti del sapere intellettualistico.

Nel considerare, adesso, le opposte convinzioni, tra verità di fede e verità di ragione, c’è da riflettere anche su uno strano fenomeno alquanto contraddittorio e inquietante. Succede, infatti, che contrariamente al prevalente pragmatismo razionale che nega la presenza diabolica, sono molti coloro che non solo sono convinti assertori di questa entità malefica, ma si professano anche suoi seguaci dedicandogli persino una incredibile attività di culto. Si stima infatti che nel nostro Paese i seguaci di Satana siano parecchie decine di migliaia; numerose le sette che praticano culti e riti satanici, con tanto di satanismo °messe nere cui spesso sono associati atti blasfemi, immorali e delittuosi; e su Internet risultano attivi migliaia di siti dedicati al demonio. Un fenomeno cospicuo, dunque, in espansione e preoccupante, che attira nella sua orbita parecchie persone, fra cui numerose appartenenti al mondo giovanile. Soggetti con particolare tendenza alle esperienze eccitanti, misteriose e proibite, portati alla ribellione, all’aggressività, alla durezza dei sentimenti e alla ostinazione.

Ora, se non ci è dato vedere il “maligno” mentre opera in mezzo agli uomini, è possibile almeno ricavare un identikit del suo modello operativo? Prendendo spunto dai “comportamenti di segnalazione” umani che ne rappresentano l’espressione attiva, mediante i quali risalire alla fonte della provenienza malefica cui si ispirano gli adoratori di Satana, un aiuto efficace ci viene fornito dagli strumenti interpretativi della scienza psicologica, insieme a quelli che ci provengono dal Cristianesimo. Si ha modo così di individuare le caratteristiche psicologiche che connotano il modello comportamentale satanico, che è rappresentativo di uno schema di valori ribaltato rispetto a quello di Dio, per cui il suo modo di manifestarsi non può che essere il contrario del bene che proviene dal modello divino. Per cui Satana non può che essere sinonimo di avversario, nemico, incredulità, odio, menzogna, tradimento, vendetta, eversione e violenza. Tutti comportamenti che, sul piano umano, trovano corrispondenza in un Io assolutista, superbo, egoista, antagonista e ribelle, che pretende di fare tutto ciò che vuole con ogni mezzo e contro ogni legge morale. Un modello comportamentale di perversione – attribuibile a Satana nel suo grado massimo – ma riscontrabile, in una ampia gamma di gradazioni, anche nell’uomo comune, le cui le tendenze psichiche individuali, specie se instabili e anomale, concorrono a favorire gli effetti malefici indotti sia a livello individuale che sociale.

Questa speciale vulnerabilità psichica dell’uomo è confermata da autorevoli studiosi del settore e da una funzione psicologica connaturata, presente nell’inconscio collettivo, tendente a sfociare verso azioni abnormi e malefiche, che Freud denomina “pulsione di Giudizio-Universale R°morte”, Jung definisce “Ombra”, altri “Il distruttore”, i Greci chiamano “Thanatos” e i Latini ’”Orcus”. Per cui l’osservazione psicologica, in concordanza con la verità di fede, rivela che il seme del demonio è insito nell’essere umano, ed è correlabile con quella debolezza umana innata che nella Sacra Scrittura è chiamata peccato. Per cui si può dire che il “maligno” sia intrinseco alla natura umana, e che in certi casi estremi ha caratteristiche tali da non far più distinguere ciò che è umano da ciò che è diabolico. Stratagemma prioritario di Satana secondo la Bibbia: indurre a credere che egli non esista e utilizzare l’inganno per far credere sia bene ciò che è male.

 

Anastasio Majolino

Redazione1
di Redazione1 aprile 2, 2017 19:18


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • La “sfida d’amore” cattolica diventa virale su Instagram
    Non riuscirete a smettere di leggere queste storie d’amore dolci, divertenti e ispiratrici che le donne cattoliche stanno condividendo Una cattolica che scrive su Instagram, Stephanie Weinert, ha avviato un movimento virale in cui incoraggia le donne a condividere la storia di come hanno incontrato il proprio marito con #fridayintroductionsourlovestory. Avvertenza: non collegatevi a meno […]
    Theresa Civantos Barber
  • Down e modella, Sofia Jirau ha illuminato la Fashion Week di New York
    Sofia Jirau, giovane modella di Porto Rico, si è fatta notare durante una delle fashion week più prestigiose al mondo: portatrice di trisomia 21, lo scorso 10 febbraio ha brillato alla sfilata newyorkese della stilista Marisa Santiago. Slanciate, longilinee e gracili: così sono le modelle che siamo abituati a vedere sulle passerelle delle sfilate di […]
    Cerith Gardiner
  • Rocío e Rodrigo, gli adolescenti che hanno vinto il cancro sorridendo (FOTO)
    La coppia che ha creato la piattaforma Adolessence è diventata virale su Instagram raccontando la sua storia di superamento Rocío ha avuto stamattina un esame e deve studiare per un altro che ha tra due giorni. Non ha dormito affatto, e ha anche discusso con un’amica, ma non fa niente. Deve andare all’ospedale. Rodrigo le […]
    Javier González García
  • La lettera di Charles de Foucauld alle donne che perdono un figlio
    In una lettera datata 12 febbraio 1900 e redatta a Nazaret, dove viveva come eremita, il beato Charles de Foucauld consola la sorella minore, Marie de Blic, detta Mimì, che aveva appena perso il suo settimo figlio, Régis, dopo sole poche ore di vita. Mia cara Mimì, ho appena ricevuto la lettera che mi hai […]
    Mathilde De Robien
  • Aleksandra Soldatova: soffro di bulimia, mi fermo per curarmi. Anche questo è un risultato da podio
    La giovane ed eccellente atleta russa, dopo le voci che si sono rincorse sulla sua salute che la volevano addirittura scampata ad un tentato suicidio, confessa le proprie condizioni: soffro di bulimia, devo curarmi e farlo fino in fondo. Sport e disturbi alimentari non sono compatibili. Aleksandra Soldatova, star della ginnastica ritmica: “Soffro di bulimia. […]
    Paola Belletti
  • La Costituzione Italiana per una società più felice
    Al via “Dentro tutti”, la testata multicanale del pensiero positivo Chi pensa che la legge sia materia sterile e che abbia poco a vedere con la vita di ciascuno di noi, avrà modo di ricredersi, grazie al nuovo progetto “Dentro tutti”, iniziativa incentrata sui temi fondanti della Costituzione, al servizio del volontariato e del terzo […]
    Silvia Costantini
  • Demistificare il Vaticano II: quello che ha detto davvero il documento del Concilio
    Un nuovo libro supera l’ideologia e rivela l’opera del Concilio Vaticano II come ortodossia cattolica Conciliar Octet: A Concise Commentary on the Eight Key Texts of the Second Vatican Council, di Aidan Nichols, O.P., Ignatius Press, 2019. Oh, no! Non un altro libro sul Concilio Vaticano II! Se fossi stato il suo copy editor, “Oh, […]
    Russell E. Saltzman
  • Un angelo che scende dal cielo? Non è un fotomontaggio ed è un vero spettacolo
    Il fotografo inglese Lee Howdle è riuscito a catturare in uno scatto meraviglioso il fenomeno ottico molto raro della «gloria». Lee Howdle vive in Inghilterra ed è il direttore di un supermercato; in questi giorni si sta guadagnando l’attenzione dei media grazie alla sua passione per la fotografia. Sta facendo il giro del mondo lo […]
    Annalisa Teggi
  • Papa Francesco: essere cristiani significa accettare la via di Gesù, fino alla croce
    Il cristiano è colui che accetta la strada percorsa da Gesù per salvarci, e cioè la strada dell’umiliazione. Lo ha detto Papa Francesco nella Messa di questa mattina a Casa Santa Marta. Quando i cristiani, i sacerdoti, i vescovi e gli stessi papi non seguono questa via, ha affermato, sbagliano. E ha aggiunto: chiediamo la […]
    Vatican News
  • Sacerdote affetto da un tumore cerebrale offre la propria sofferenza per le vittime di altri presbiteri
    “Nel 2018 ho chiesto che, se era la volontà di Dio, mi permettesse di condividere in qualche modo la croce delle vittime degli abusi sacerdotali. Abbraccio questa croce volontariamente” Una pubblicazione su Twitter del 13 febbraio sta commuovendo gli Stati Uniti e non solo. Padre John Hollowell, 40 anni, dell’arcidiocesi di Indianapolis, ha reso noto […]
    Aleteia

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 22:
    • 104:
    febbraio: 2020
    L M M G V S D
    « Gen    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    242526272829  

    Login