MESSINA E PROVINCIA – Mons. Guglielmo Giombanco nominato Vescovo di Patti da papa Francesco. Il messaggio di saluto ai componenti della sua “nuova famiglia”

Redazione1
di Redazione1 febbraio 2, 2017 23:47

MESSINA E PROVINCIA – Mons. Guglielmo Giombanco nominato Vescovo di Patti da papa Francesco. Il messaggio di saluto ai componenti della sua “nuova famiglia”

Il Papa, dopo aver accettato la rinuncia al governo episcopale della diocesi di Patti, Patti Seminario 2°R Copiapresentata da monsignor Ignazio Zambito, ieri ha nominato nuovo vescovo della diocesi pattese monsignor Guglielmo Giombanco, vicario generale della diocesi di Acireale. Mons. Giombanco è nato a Catania il il 15 settembre 1966, ha svolto gli studi filosofici presso lo Studio Teologico di Catania; successivamente, nel Pontificio Seminario Romano Maggiore ha seguito i corsi teologici presso l’Università Lateranense, conclusi con il Baccalaureato in Teologia. Presso la medesima Università ha conseguito il Dottorato in “utroque iure”.

Dopo l’ordinazione sacerdotale, avvenuta il 7 settembre 1991, ha dedicato il suo Giambanco e Raspanti°impegno sacerdotale alla diocesi di Acireale, dove ha svolto il ruolo di segretario del vescovo e vice cancelliere della Curia. Dal 2012 è vicario generale della diocesi di Acireale. Insegna diritto canonico nello Studio Teologico di Catania. È membro del Consiglio Presbiterale e del Collegio dei Consultori e amministratore della Basilica dei Santi Pietro e Paolo in Acireale. Il 13 settembre 2012 è stato nominato Prelato d’onore di Sua Santità.

“Vengo a voi per conoscervi, cioè per amarvi e farvi dono della mia vita. Voi siete la mia nuova famiglia”. Questo il primo messaggio di mons. Gugliemo Giombanco alla diocesi di Patti, subito dopo la nomina di Papa Francesco resa nota ieri. Al Papa il vescovo eletto esprime “profonda e filiale gratitudine”, promettendo “il costante ricordo nella preghiera e il sempre rinnovato impegno di comunione e di docile obbedienza”. Il nuovo vescovo rivolge anche un saluto al predecessore mons. Ignazio Zambito, “che ha amato e servito la nostra Chiesa con un lungo, fecondo e appassionato ministero pastorale”.

“Al Signore – dichiara mons. Mons. Giambanco°RGiombanco – chiedo di benedire tutte le famiglie della nostra diocesi, con speciale attenzione a quelle provate da sofferenze fisiche e morali: penso alla povertà dei valori, alla mancanza di lavoro, alla precarietà nelle scelte di vita, alla solitudine degli anziani e dei sofferenti… Ringrazio Dio per i genitori attenti, per la saggezza degli anziani, per la gioia dei bambini e per l’esuberanza dei giovani che sono il presente e il futuro della nostra Chiesa, per i laici generosi che, a vario titolo, sono impegnati nella costruzione del Regno di Dio… Con tutti desidero realizzare rapporti di amicizia e di ecclesiale corresponsabilità”. Ai presbiteri chiede di fargli “spazio” nel cuore “perché, insieme, possiamo amare e servire la comunità cristiana”.

Ai consacrate e consacrati rivolge l’invito ad “essere sempre più profezia del Regno, perché ci ricordino che anche oggi è possibile condurre una vita animata dalla gioia, Cattedrale Patti°Copiado-no di Dio a chi lo segue con cuore sincero, e dalla passione per la fraternità”; ai “seminaristi perchè rispondano con gioia alla chiamata del Signore, con la chiara consapevolezza che progettare e vivere nella dimensione del dono è veramente esaltante”.

“Alle sorelle e ai fratelli delle altre confessioni religiose presenti in diocesi” il vescovo eletto rivolge “un cordiale saluto” chiedendo “al Signore il dono del discernimento perché possiamo individuare, attraverso l’ascolto reciproco e il dialogo fraterno, percorsi comuni di fede e di testimonianza”. Infine, rivolgendosi agli “amministratori dei quarantadue comuni presenti nel territorio della diocesi” e a “quanti sono impegnati, a vario titolo, nella tutela e nella promozione del bene comune”, augura loro “pieno successo” del servizio “a favore delle persone”, assicurando al contempo “la leale collaborazione della comunità ecclesiale”.

 

 

Redazione, da notizie di agenzia

Redazione1
di Redazione1 febbraio 2, 2017 23:47


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Nonna Ada ce la fa! A 104 anni sconfigge il coronavirus e torna a recitare il suo Rosario
    Appena guarita, tra le prime cose che ha fatto questa super nonnina dalla grandissima fede, è stata la preghiera alla Madonna! A 104 anni, dopo due guerre, ha superato anche la battaglia contro il coronavirus. Ed è una delle più anziane sopravvissute al mondo a questa pandemia. La sua storia è ancora più eccezionale poiché […]
    Gelsomino Del Guercio
  • 11 gioie nascoste della quarantena
    E non riguarda solo il fatto di stare tutto il giorno in pigiama! Molti sono ormai da giorni chiusi in casa per rispettare le misure di contenimento del contagio del COVID-19, e anch’io sono da tre settimane in isolamento nel mio appartamento con quattro figli tra i 12 e i 21 anni. È un’esperienza che […]
    Cerith Gardiner
  • La levitazione di Suor Candida di Gesù, trattenuta in aria dal suo angelo
    Un fenomeno straordinario per la santa spagnola, canonizzata da Benedetto XVI, riportato nelle testimonianze del suo processo di canonizzazione Juana Cipitria y Barriola nacque in Spagna a Berrospe il 31 maggio1845 e morì il 9 agosto1912 a Salamanca, fondatrice sotto il nome di Candida Maria di Gesù della congregazione delle Figlie di Gesù di Salamanca. […]
    don Marcello Stanzione
  • L’Angelus della domenica delle Palme. Il Papa: Stringiamoci spiritualmente a chi soffre
    Cari fratelli e sorelle, prima di concludere questa celebrazione, desidero salutare quanti vi hanno preso parte attraverso i mezzi di comunicazione sociale. In particolare, il mio pensiero va ai giovani di tutto il mondo, che vivono in maniera inedita, a livello diocesano, l’odierna Giornata Mondiale della Gioventù. Oggi era previsto il passaggio della Croce dai […]
    Aleteia
  • Omelia di Papa Francesco per la Domenica delle Palme
    “Davanti a Dio che ci serve fino a dare la vita, chiediamo la grazia di vivere per servire” Pubblichiamo di seguito l’omelia che Papa Francesco ha pronunciato in occasione della Domenica delle Palme, dopo la proclamazione della Passione del Signore secondo Matteo: * * * Gesù «svuotò se stesso, assumendo una condizione di servo» (Fil […]
    Sala Stampa della Santa Sede
  • Vivere in casa il Lunedì Santo
    Aleteia si mobilita per proporvi – col concorso della rivista Magnificat – di celebrare questo secondo giorno della Settimana Santa con una celebrazione della Parola di Dio. Indicazioni per l’uso: Se si è soli, è preferibile leggere semplicemente le letture e le orazioni della messa della domenica nel messalina e/o seguire la messa in televisione. […]
    Aleteia
  • 🚨LIVE 🚨 Santa Messa e Angelus con il Papa nella Domenica delle Palme
    La Santa Sede si appresta a vivere una Settimana Santa del tutto speciale a causa della crisi sanitaria che il mondo sta vivendo per la diffusione del coronavirus: tutte le celebrazioni, dunque dalla Domenica delle Palme alla Pasqua di Resurrezione, che si celebrerà il 12 aprile, compresa la Via Crucis del Venerdì Santo, saranno celebrate […]
    Aleteia
  • In questo tempo incerto, scopri le 8 “Beatitudini digitali” che ti avvicinano a Gesù
    Provate a seguire questi consigli dell’arcidiocesi di Torino per trascorrere con serenità e fede questo periodo a casa, in cui siamo spesso connessi su smartphone e pc Il servizio per l’Apostolato digitale dell’arcidiocesi di Torino propone otto Beatitudini per vivere con sapienza una situazione in cui il web è diventato ancora più indispensabile nelle nostre […]
    Gelsomino Del Guercio
  • 10 idee per decorare la vostra casa per la Settimana Santa e per Pasqua
    Non potendo andare in chiesa, quest’anno possiamo fare della nostra casa un luogo ancor più speciale e adatto a crescere nella vita interiore, lavorando in famiglia La maggior parte di noi non può andare in chiesa per via della quarantena o del confino per evitare il contagio da coronavirus. Nella Settimana Santa, questo rappresenta per […]
    Adriana Bello
  • Quando non è possibile assistere alla sepoltura di una persona cara
    Bisogna lasciare che i morti seppelliscano i loro morti? Il coronavirus sta facendo sì che molte persone non possano congedarsi da un familiare o un amico defunto come avrebbero fatto in altre circostanze, accompagnandolo al momento della morte e assistendo alla sua sepoltura. Ci sono sacerdoti che stanno celebrando “funerali espressi” di pochi minuti da […]
    Aleteia

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 243:
    • 188:
    aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

    Login